Larcher libera la Via Bepi Mazzotti al Dain

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

Larcher libera la Via Bepi Mazzotti al Dain

Messaggioda .:eZy:. » mar ott 17, 2006 13:25 pm

Prima libera della Via Bepi Mazzotti al Dain ... complimenti al Larcher per la grande prestazione e la sua voglia di scoprire e recuperare questi itinerari dimenticati...

http://www.planetmountain.com/News/show ... eyid=35312

Da quello che si legge nel report di PlanetMountain che puntualmente ci informa, mi viene un solo appunto al Larcher (... e chi se ne frega, direte 8) ) e cioè il suo appunto nella stringata citazione del primo salitore, al Marampon:
'L'unico appunto, va fatto per l'anacronistico stile d'apertura, buono per gli anni 50-60, ma non nel 1985 dove l'arrampicata libera era già una realtà.'

Ora, per Umberto Marampon, che si sa, era nel suo stile a far 'ste robe di mazza, coll'aria sotto il culo e per giorni intieri e magari con ferri artigianali e anche un po? lunghetti, meritarsi un solo appunto e neppure altra menzione se non quella di cui sopra? :roll:
Sarà pur vero ma un po' più di grazia ... dopo tutto l?era il primo, anche se appena 21 anni fa e, pure, in val del Sarca ? o no?
Ultima modifica di .:eZy:. il mar ott 17, 2006 13:45 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
.:eZy:.
 
Messaggi: 4977
Images: 148
Iscritto il: lun set 01, 2003 11:07 am
Località: Padova

Re: Rolando Larcher libera la Via Bepi Mazzotti al Dain

Messaggioda Silvio » mar ott 17, 2006 13:30 pm

.:eZy:. ha scritto:Prima libera della Via Bepi Mazzotti al Dain ... complimenti al Larcher per la grande prestazione e la sua voglia di scoprire e recuperare questi itinerari dimenticati...

http://www.planetmountain.com/News/show ... eyid=35312

Da quello che si legge nel report di PlanetMountain che puntualmente ci informa, mi viene un solo appunto al Larcher (... e chi se ne frega, direte 8) ) e cioè il suo appunto nella stringata citazione del primo salitore, al Marampon:
'L'unico appunto, va fatto per l'anacronistico stile d'apertura, buono per gli anni 50-60, ma non nel 1985 dove l'arrampicata libera era già una realtà.'

Ora, per Umberto Marampon, che si sa, era nel suo stile a far 'ste robe di mazza, coll'aria sotto il culo e per giorni intieri e magari con ferri artigianali e anche un po? lunghetti, meritarsi un solo appunto e neppure altra menzione se non quella di cui sopra? :roll:
Sarà pur vero ma un po' più di grazia ... dopo tutto l?era il primo, anche se appena 21 anni fa e, pure, in val del Sarca ? o no?



effetivamente hai piena ragione, Ezy; almeno un commento positivo, un apprezzamento...
Avatar utente
Silvio
 
Messaggi: 10609
Images: 14
Iscritto il: dom ago 17, 2003 0:20 am
Località: Roma

Re: Rolando Larcher libera la Via Bepi Mazzotti al Dain

Messaggioda Pierluigi Vesica » mar ott 17, 2006 13:31 pm

.:eZy:. ha scritto:Prima libera della Via Bepi Mazzotti al Dain ... complimenti al Larcher per la grande prestazione e la sua voglia di scoprire e recuperare questi itinerari dimenticati...

http://www.planetmountain.com/News/show ... eyid=35312

Da quello che si legge nel report di PlanetMountain che puntualmente ci informa, mi viene un solo appunto al Larcher (... e chi se ne frega, direte 8) ) e cioè il suo appunto nella stringata citazione del primo salitore, al Marampon:
'L'unico appunto, va fatto per l'anacronistico stile d'apertura, buono per gli anni 50-60, ma non nel 1985 dove l'arrampicata libera era già una realtà.'

Ora, per Umberto Marampon, che si sa, era nel suo stile a far 'ste robe di mazza, coll'aria sotto il culo e per giorni intieri e magari con ferri artigianali e anche un po? lunghetti, meritarsi un solo appunto e neppure altra menzione se non quella di cui sopra? :roll:
Sarà pur vero ma un po' più di grazia ... dopo tutto l?era il primo, anche se appena 21 anni fa e, pure, in val del Sarca ? o no?


Straquoto :!: Marampa è Marampa :!:
"Non m'importa la grana. Non m'importano le necessità della vita. M'importa solo quando mi provocano. Mi importa arrampicare, punto."
Avatar utente
Pierluigi Vesica
 
Messaggi: 3203
Images: 44
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Roma

Re: Rolando Larcher libera la Via Bepi Mazzotti al Dain

Messaggioda andreag » mar ott 17, 2006 13:32 pm

.:eZy:. ha scritto:Prima libera della Via Bepi Mazzotti al Dain ... complimenti al Larcher per la grande prestazione e la sua voglia di scoprire e recuperare questi itinerari dimenticati...

http://www.planetmountain.com/News/show ... eyid=35312

Da quello che si legge nel report di PlanetMountain che puntualmente ci informa, mi viene un solo appunto al Larcher (... e chi se ne frega, direte 8) ) e cioè il suo appunto nella stringata citazione del primo salitore, al Marampon:
'L'unico appunto, va fatto per l'anacronistico stile d'apertura, buono per gli anni 50-60, ma non nel 1985 dove l'arrampicata libera era già una realtà.'

Ora, per Umberto Marampon, che si sa, era nel suo stile a far 'ste robe di mazza, coll'aria sotto il culo e per giorni intieri e magari con ferri artigianali e anche un po? lunghetti, meritarsi un solo appunto e neppure altra menzione se non quella di cui sopra? :roll:
Sarà pur vero ma un po' più di grazia ... dopo tutto l?era il primo, anche se appena 21 anni fa e, pure, in val del Sarca ? o no?



ma'nfatti, il povero Berto 'sta ramanzina del Larcher non se la merita proprio......

....a me 'sta spocchia da "mo' vi faccio vedere io come si fa", e intanto sputi nel piatto dove hai appena mangiato, proprio non me piace....
:cry: :cry:


(che intanto se non trovava la via già chiodata, je toccava fare 'na bella faticata a piantare 450 m di spit sulla parete)
:twisted: :twisted:

Andrea
Avatar utente
andreag
 
Messaggi: 2561
Images: 210
Iscritto il: mar lug 15, 2003 16:50 pm
Località: Padova

Messaggioda psycho » mar ott 17, 2006 13:45 pm

Fa tanto il figo Larcher, ma al Marampa gli dovrebbe baciare i piedi :x

andrà anche su per gli 8c in tutina hi-tech a liberare gli artificiali estremi, ma a volte sti top climber, in quanto a sboronaggine...MA VAAAAAAAFFANCULO VA'

Dall'Agnola quando ha fatto la prima ripetizione (e solitaria) della via della Libertà ha fatto commenti lusinghieri sul Marampon, com'è giusto che sia, anche se non si apprezza il suo stile.

no ghe xe pi' rispeto par i veci!
psycho
 

Messaggioda federicopiazzon » mar ott 17, 2006 13:47 pm

Allora..poco carino è poco carino..che sia sbagliato è un altro paio di maniche!!
Il fare del Larcher quando scrive è sempre quello: è sincero e dice le cose come stanno..una volta gli ho scritto per chiedergli di una SUA via e molto gentilmente mi ha risposto dicendomi di non andare che fà schifo!
Che le vie di Marampon fossero anacronistiche è un dato di fatto,quanti aprivano ancora in quegli anni vie con 10/15 tiri di A2 a pressione di seguito????Tanti dicono che questi sono gli anni della dissolutezza etica nell'alpinismo...io credo ci siano stati periodi più buii!!
HASTA LA CUMBRE SIEMPRE!
daghe a lo spit!!!!!!!!
Avatar utente
federicopiazzon
 
Messaggi: 1700
Images: 85
Iscritto il: mer feb 16, 2005 11:28 am
Località: padova

Messaggioda alberto60 » mar ott 17, 2006 13:51 pm

questi fanno le prime donne e non ci pensano due volte a sentenziare quello che fanno gli altri.
Pensano di avere il vangelo della montagna nelle loro mani e guai se qualcuno si permette di criticare il loro stile.
Complimenti per avere sforacchiato la Marmolada.
alberto60
 
Messaggi: 2318
Images: 1
Iscritto il: mer dic 21, 2005 20:40 pm
Località: da qualche parte in Apuane

Messaggioda Siloga66 » mar ott 17, 2006 14:02 pm

Io l'ho sempre detto che l'è un mona, gasato, in tutina da super-eroe.
Ma vada a fare un film da abbinare a l'uomo ragno o ai fantastici 4.
Passano le mode ma in Germania la moda dei calzini con i sandali passerà mai.
Ma i tedeschi son fighi lo stesso.
Avatar utente
Siloga66
 
Messaggi: 8287
Images: 133
Iscritto il: ven ott 31, 2003 13:11 pm
Località: Val di Fassa (TN)

Re: Rolando Larcher libera la Via Bepi Mazzotti al Dain

Messaggioda Drugo Lebowsky » mar ott 17, 2006 14:05 pm

Pierluigi Vesica ha scritto:
.:eZy:. ha scritto:Ora, per Umberto Marampon, che si sa, era nel suo stile a far 'ste robe di mazza, coll'aria sotto il culo e per giorni intieri e magari con ferri artigianali e anche un po? lunghetti, meritarsi un solo appunto e neppure altra menzione se non quella di cui sopra? :roll:
Sarà pur vero ma un po' più di grazia ... dopo tutto l?era il primo, anche se appena 21 anni fa e, pure, in val del Sarca ? o no?


Straquoto :!: Marampa è Marampa :!:


appunto!
il marampa era ed è così.
e che le sue linee da "superdirettissima" fossero antistoriche, gli è sempre stato chiaro.
ma a lui piace divertirsi così.
ad ogni buon conto, con i suoi "cantieri" ha sempre cercato linee in cui il potenziale superamento in libera fosse escluso dalla conformazione della parete e dalla qualità della roccia.
e per correttezza, dopo il superamento dei tratti di puro artificiale, quando arrivava su roccia arrampicabile in libera (con concetti classici) ha sempre chiamato un altro amico per completare la via senza produrre "ciodère" inutili.
un esempio può essere la "via dei nove metri" in moiazza.

adesso per una relativamente ristretta cerchia il terreno di gioco si è ampliato e si vedono possibilità di salita dove anche non molto tempo fa si leggevano solo possibilità in artificiale, ma non è corretto criticare le sue vie decontestualizzandole dal "personaggio" e dall'epoca di apertura.
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8702
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

Messaggioda Siloga66 » mar ott 17, 2006 14:05 pm

E parla lui, parla. Fa commenti deficienti su una via in Sarche, poi pianta spit in Marmolada. Ma lo vedete quanto è insulso? Dell'Agnola? Dell'Agnola è un Dio in confronto a Larcher. Lui si che è un alpinista con la "A".
Passano le mode ma in Germania la moda dei calzini con i sandali passerà mai.
Ma i tedeschi son fighi lo stesso.
Avatar utente
Siloga66
 
Messaggi: 8287
Images: 133
Iscritto il: ven ott 31, 2003 13:11 pm
Località: Val di Fassa (TN)

Re: Rolando Larcher libera la Via Bepi Mazzotti al Dain

Messaggioda andreag » mar ott 17, 2006 14:08 pm

Drugo Lebowsky ha scritto:adesso per una relativamente ristretta cerchia il terreno di gioco si è ampliato e si vedono possibilità di salita dove anche non molto tempo fa si leggevano solo possibilità in artificiale, ma non è corretto criticare le sue vie decontestualizzandole dal "personaggio" e dall'epoca di apertura.



eh già, a sentire Larcher vent'anni fa erano tutti là che aprivano vie di 400 m con tiri di settecipiù-ottoa, magari chiodando dal basso....

....io però mi ricordo bene quel periodo, e non era proprio così....

Andrea
Avatar utente
andreag
 
Messaggi: 2561
Images: 210
Iscritto il: mar lug 15, 2003 16:50 pm
Località: Padova

Messaggioda Paolo Marchiori » mar ott 17, 2006 14:43 pm

mah...
Io un plauso a Larcher lo faccio sempre in questi casi...pero' vi quoto per quel che riguarda la poco delicatezza del commento sul Marampa...
Immagine
Paolo Marchiori
 
Messaggi: 10910
Images: 79
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: bruxelles

Messaggioda Enzolino » mar ott 17, 2006 14:47 pm

Io nel giudizio di Larcher non ci trovo niente di male.
Il suo e' un commento personale sullo stile di salita e troverei piu' sensato argomentare quest'ultimo piuttosto che pretendere del buonismo a tutti i costi come mi pare aver letto nei precedenti messaggi.

Coloro che piu' di tutti hanno veramente diritto a giudicare una via sono coloro che la ripetono. Larcher lo ha fatto ed ha espresso un giudizio in merito e questo credo sia un suo diritto sacrosanto.

Se non sbaglio i chiodi a pressione venivano usati negli anni '50 e '60, per cui, aprire una via coi chiodi a pressione negli anni '80, quando venivano usati mezzi meno "prepotenti" per aprire le vie in artificiale, mi sembra affatto anacronistico, quindi mi troverei d'accordo con Larcher.

Aggiungo che mi piace il modo diretto e senza fronzoli di Larcher di esprimere una sua opinione.

Ciao :wink:

Lorenzo
Enzolino
 
Messaggi: 3756
Iscritto il: lun set 01, 2003 10:01 am
Località: Galgenen (CH)

Messaggioda Silvio » mar ott 17, 2006 14:54 pm

Enzolino ha scritto:Io nel giudizio di Larcher non ci trovo niente di male.
Il suo e' un commento personale sullo stile di salita e troverei piu' sensato argomentare quest'ultimo piuttosto che pretendere del buonismo a tutti i costi come mi pare aver letto nei precedenti messaggi.

Coloro che piu' di tutti hanno veramente diritto a giudicare una via sono coloro che la ripetono. Larcher lo ha fatto ed ha espresso un giudizio in merito e questo credo sia un suo diritto sacrosanto.

Se non sbaglio i chiodi a pressione venivano usati negli anni '50 e '60, per cui, aprire una via coi chiodi a pressione negli anni '80, quando venivano usati mezzi meno "prepotenti" per aprire le vie in artificiale, mi sembra affatto anacronistico, quindi mi troverei d'accordo con Larcher.

Aggiungo che mi piace il modo diretto e senza fronzoli di Larcher di esprimere una sua opinione.

Ciao :wink:

Lorenzo



guarda, caro, per quanto mi riguarda non c'era assolutamente alcuna forma di buonismo.


se ti piace il modo diretto e senza fronzoli di Larcher di esprimere una sua opinione, allora aspettati altrettanto.
Avatar utente
Silvio
 
Messaggi: 10609
Images: 14
Iscritto il: dom ago 17, 2003 0:20 am
Località: Roma

Messaggioda Enzolino » mar ott 17, 2006 15:47 pm

Silvio ha scritto: effetivamente hai piena ragione, Ezy; almeno un commento positivo, un apprezzamento...
Beh ... se questo non e' buonismo, che cos'e'?

Uno deve per forza apprezzare le vie che ripete?

Inoltre Larcher giustifica il suo commento, mentre negli interventi letti qua non mi pare nessuno abbia fatto riferimento al contenuto del giudizio di Larcher ... soltanto pareri sulla schiettezza poco apprezzata di Larcherone ...:wink:
Enzolino
 
Messaggi: 3756
Iscritto il: lun set 01, 2003 10:01 am
Località: Galgenen (CH)

Messaggioda Herman » mar ott 17, 2006 15:54 pm

Bravo Ezy, stavo per sottolineare anch'io quella frase ma l'ho trovato già fatto :wink:

Se nell'85 era ancronistico salire itinerari in artificiale mentre i vari bassi monolo e mariacher iniziavano a salire in libera oggi cosa si può dire anacronistico?

A nessuno quindi il diritto di salire, oggi, una via in artificiale perchè in libera si scala fino al 9a? A chi ha voglia di dibattere l'ardua sentenza...
Herman
 
Messaggi: 10453
Images: 64
Iscritto il: lun set 08, 2003 10:18 am

Messaggioda Z » mar ott 17, 2006 15:54 pm

Enzolino ha scritto: mentre negli interventi letti qua non mi pare nessuno abbia fatto riferimento al contenuto del giudizio di Larcher ... soltanto pareri sulla schiettezza poco apprezzata di Larcherone ...:wink:

Poichè dò per scontato che tu oltre a scrivere sappia anche leggere, credo che per distrazione ti sia sfuggito quanto scritto da Ezy e soprattutto da Drugo e perciò te lo riporto: :wink: chiaro e esauriente...
Drugo Lebowsky ha scritto: il marampa era ed è così.
e che le sue linee da "superdirettissima" fossero antistoriche, gli è sempre stato chiaro.
ma a lui piace divertirsi così.
ad ogni buon conto, con i suoi "cantieri" ha sempre cercato linee in cui il potenziale superamento in libera fosse escluso dalla conformazione della parete e dalla qualità della roccia.
e per correttezza, dopo il superamento dei tratti di puro artificiale, quando arrivava su roccia arrampicabile in libera (con concetti classici) ha sempre chiamato un altro amico per completare la via senza produrre "ciodère" inutili.
un esempio può essere la "via dei nove metri" in moiazza.

adesso per una relativamente ristretta cerchia il terreno di gioco si è ampliato e si vedono possibilità di salita dove anche non molto tempo fa si leggevano solo possibilità in artificiale, ma non è corretto criticare le sue vie decontestualizzandole dal "personaggio" e dall'epoca di apertura.
Z
 
Messaggi: 263
Images: 10
Iscritto il: mer nov 02, 2005 13:22 pm

Messaggioda psycho » mar ott 17, 2006 15:56 pm

Per apprezzamento penso si intendesse non la bellezza della via, ma la tenacia deglia apritori VISTI I TEMPI, come giustamente si diceva, visto che in effetti non è che ci fossero 'ste miriadi di vie in libera di 8a negli anni '80.

e viste anche le difficoltà massime proposte da Larcher vuol dire che non c'era molto da arrampicare "clean", almeno per un alpinista degli anni 80 (comunque bravissimo come Marampon)
psycho
 

Messaggioda Enzolino » mar ott 17, 2006 16:02 pm

Zeta, hai ragione, son stato distratto e superficiale.

Ma se come dice il Drugo anche il marampa era consapevole dell'antistoricita' delle sue vie qual'e' il problema?
Sta dando automaticamente ragione a Rolandino.

Larcher non decontestualizza lo stile della via. ANZI!

Siccome a questo marampa piacevano le artificiali uno lo deve per forza contestualizzare in base alla sua personalita'? Mah? :wink:
Enzolino
 
Messaggi: 3756
Iscritto il: lun set 01, 2003 10:01 am
Località: Galgenen (CH)

Messaggioda cuorpiccino » mar ott 17, 2006 16:04 pm

Herman ha scritto:Bravo Ezy, stavo per sottolineare anch'io quella frase ma l'ho trovato già fatto :wink:

Se nell'85 era ancronistico salire itinerari in artificiale mentre i vari bassi monolo e mariacher iniziavano a salire in libera oggi cosa si può dire anacronistico?

A nessuno quindi il diritto di salire, oggi, una via in artificiale perchè in libera si scala fino al 9a? A chi ha voglia di dibattere l'ardua sentenza...


Piantare spit dove si potrebbe fare artificiale estrema senza :mrgreen:
Il problema non è ciò che dice Larcher, ma come. La "via" non è unica, la prestazione non è tutto. Questo ci dicono, di buono, i tempi moderni. Ognuno ha le sue opinioni.
Il più grande alpinista è quello che si diverte di più
cuorpiccino
 
Messaggi: 5245
Images: 47
Iscritto il: mer mar 26, 2003 15:42 pm
Località: Gondolin

Prossimo

Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.