Messner?

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

Re: Messner?

Messaggioda mfg » mer apr 10, 2019 12:03 pm

Sicuramente dopo il concerto cambierà idea soprattutto se anche il 5% degli spettatori visiterà il suo museo....
mfg
 
Messaggi: 139
Iscritto il: gio giu 11, 2015 16:41 pm

Re: Messner?

Messaggioda Drugo Lebowsky » mer apr 10, 2019 21:12 pm

Uppier ha scritto:
E infatti il presidente WWF sponsor di Jovanotti dice che va tutto bene e non ci sara' alcun impatto con l'ambiente (sic!) perche' tanto quel luogo e' antropizzato.....Metti un Messner e il WWF assieme e ti ritrovi cime delle montagne brulicanti di bancarelle e festosi menefreghisti della montagna. Oh, intendiamoci, e' sempre colpa dell'altro.
https://www.montagna.tv/cms/138977/mess ... lambiente/


concretamente, ma secondo te qlcs da rovinare sulla cima di quel colle emmerda, impestato di péz e impianti a fune?
maddai....
diomadonnabeata
che coglioni co ste troiate di discorsi

Ps: i suoni delle crolloniti mi sono sempre stati sul c***o
a prescindere
che per un evento far confluire un tot (esagerato) di gente fino alla conca di qua o di là è sbagliato
a prescindere
ma se su ci sono tizio al clavicembalo o caio all'arpa , allora va bene
jovannotti e il suo poppetto no
maddai
ma quanta ipocrisia sacramento!
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8711
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

Re: Messner?

Messaggioda wolf jak » mer apr 10, 2019 21:29 pm

Grande Drugo! :D
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2407
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Messner?

Messaggioda Kinobi » mer apr 10, 2019 21:59 pm

Premesso che sono offeso che non si posso fare il biglietto per un giorno... che ci andrei!
Ma Messner perchè non dice nulla?
https://www.alpen-flair.com/#lineup

Questo mi sa fa più casino di Jovanotti, e per tre giorni

https://www.facebook.com/exnatoareanatz/

Per cui, ha rotto i cojoni.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5344
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Messner?

Messaggioda il Duca » gio apr 11, 2019 8:10 am

Kinobi ha scritto:Per cui, ha rotto i cojoni.


Quoto!
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3646
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Messner?

Messaggioda scairanner » gio apr 11, 2019 9:18 am

Infatti, che maroni, eppoi scusate, ma se ha cantato lì lui

Immagine

perché queste discriminazioni? :mrgreen:
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4574
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Messner?

Messaggioda Uppier » gio apr 11, 2019 11:19 am

Se noti, Drugo, ne' miei commenti non ho mai detto che la cima di Plan de Corones e' un luogo naturale incantato, ma essa e' pur sempre la cima di una montagna oltre i 2000 m. Ora, conosci tu un'altra cima di montagna su cui sia stato costruito un museo di cemento armato, non una baita di legno, il cui fine e' valorizzare le cime delle montagne? Hai mai visto un acquario dentro al mare con all'interno i pesci che vi scorazzano liberi attorno? Siamo nel solco della "stupida" spettacolarizzazione della natura in stile televisivo, condito dal culto salvifico e magico della persona. Se poi a dare sostegno a tale iniziativa e' colui che e' considerato e si fa passare per nume tutelare dell'integrita' delle montagne.....figuriamoci gli altri. So che il museo e' stato voluto da qualche amministrazione per fare a gara ad attirare turisti. Quindi ognuno ha le proprie responsabilita', ma perche' proprio chi per ruolo dovrebbe dire di no, dice di si? Ti sembra che in Trentino-Alto Adige le popolazioni facciano la fame e che non ci siano abbastanza turisti? Spiegami, qual'e dovrebbe essere il punto terminale delle tendenze in atto?

Se nei prossimi anni si verifichera' un incremento dello sfruttamento turistico alle alte quote e un peggioramento della qualita' degli ambienti da conservare, potremo dire che Messner e' stato pioniere e iniziatore in questo poiche' ha dato il "buon" esempio. La vicenda Plan de Corones ne e' preludio. Le argomentazioni emerse nello scambio di opinioni tra Messner, Jovanotti e WWF sono basate senza specificarlo troppo sul "dato di fatto" che li ormai oltre agli impianti c'e' un cassone di cemento armato frequentato da orde di curiosi che vanno in montagna come se stessero andando alla fiera, e quindi si puo' agire a tutti livelli senza piu' alcun limite. Se dopo il cassone di cemento armato elegantemente confezionato si costruissero eleganti alberghi a 5 piani travestiti da rifugi, perche' "rendono", sarebbe cosi' strano? Il rischio e' che nel nome dello sfruttamento turistico, accettato quanto verificatosi a Plan de Corones, si passi ad altri luoghi.

Cosa hanno in comune Messner, Jovanotti e il WWF, o altri attori in questa vicenda? Semplicemente approfittare di opportunita' che altri non hanno per fare soldi e farsi pubblicita', ai danni di qualcun/qualcosa d'altro. Perche' pochi possono liberamente agire contro molti e la ragione? Pensa a quante volte cio' succede in pianura. Sempre e ovunque. Il turismo internazionale ha forza economica e impatto 100x rispetto a quello locale.

Ora, se tu sei d'accordo con quanto e' accaduto, e probabilmente accadra' sempre di piu' se non si mette un freno, che si debba tacere tutti e lasciare che il business arrivi ovunque, lasciare parlare solo Messner, che pero' di fatto si e' uno degli artefici di quel meccanismo, vai pure avanti. Messner e' in contraddizione totale. Ricordati che nella fase di proclamazione delle Dolomiti patrimonio dell'umanita' (sic! Forse volevano dire licenza ai patrimoni per lo sfruttamento del turismo internazionale; le dolomiti erano gia' super-famose tra chi le ne ama le qualita') disse facendo eco a Durnwalder che si doveva portare i turisti di Venezia sulle Dolomiti (altri milioni di persone oltre ai milioni che gia' le frequentano?), come se le Dolomiti fossero una landa desolata in cui vivono povere popolazioni. Che si metta d'accordo con se' stesso, e come lui noi.
Uppier
 
Messaggi: 23
Iscritto il: lun ott 28, 2013 11:10 am

Re: Messner?

Messaggioda il Duca » gio apr 11, 2019 11:40 am

Mi sembra che ci sia merda già abbastanza alta per protestare per una scoreggia.
Per spostarci su altri lidi simili: se le Space Girls facessero una tappa del loro tour a Punta Indren, non ci troverei nulla di male. Il posto l'hanno già ridotto ad uno schifo, oltretutto d'inverno campeggia già la musica a tutto volume. Le Spice Girl (o Jovanotti) starnazzano per una notte poi se ne vanno. Mi preoccupa molto di più che stanno spostando sempre più in alto gli impianti, perché quelli rimangono lì per sempre e non li toglie più nessuno. E lo stesso si può dire per il Messner museo. E questa è una roba che sta succedendo in tutte le Alpi.
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3646
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Messner?

Messaggioda funkazzista » gio apr 11, 2019 11:43 am

Uppier ha scritto:Cosa hanno in comune Messner, Jovanotti e il WWF, o altri attori in questa vicenda? Semplicemente approfittare di opportunita' che altri non hanno per fare soldi e farsi pubblicita', ai danni di qualcun/qualcosa d'altro.

Parole sante.
funkazzista
 
Messaggi: 7550
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Messner?

Messaggioda funkazzista » gio apr 11, 2019 15:10 pm

funkazzista
 
Messaggi: 7550
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Messner?

Messaggioda scairanner » ven apr 12, 2019 10:23 am

"Sceriffo (M) e bandito (J)":

S-"Questa è la mia a casa"
B-Questo è "L'ombelico del mondo","Ti porto via con me"
S-"Al chiaro di luna"?
B-"Tu mi porti su"
S-Solo se sali con "Le tasche piene di sassi"
B- È "Terra degli uomini"
S- "Sbagliato"
B-Dai, sarà "Lo spettacolo più grande dopo il Big bang"
S-"Mi fido di te","Baciami"
B-"Ti sposerò"
S-"Baciami ancora"
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4574
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Messner?

Messaggioda scairanner » mar apr 16, 2019 9:25 am

Ecco spiegata la difesa a spada tratta del concerto da parte del wwf, tu dai una cosa a me...
https://www.wwf.it/news/appuntamenti_ww ... a-plastica
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4574
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Messner?

Messaggioda Uppier » mar apr 16, 2019 16:50 pm

scairanner ha scritto:Ecco spiegata la difesa a spada tratta del concerto da parte del wwf, tu dai una cosa a me...
https://www.wwf.it/news/appuntamenti_ww ... a-plastica


I principi sono giusti. La denuncia dell'inquinamento nasce con lo sviluppo industriale. Se Cherubini riesce a cambiare il corso delle cose con un concerto a 2300 m....ho dubbi a tal proposito.
Comunque, Cherubini, WWF, Messner..... con i loro comportamenti mettono a nudo le contraddizioni. In alta montagna la gente e' sempre andata a piedi per immergersi nella natura, e basta, e quello e' il modo piu' ecologico per muoversi. Un conto e' prevedere luoghi in cui soddisfare bisogni essenziali, i rifugi, e un conto e' stravolgere la natura per far fruttare capitali.

E' evidente che l'economia e' il fattore trainante di scelte che ora si vuole importare in alta montagna in quanto terra vergine da sfruttare, in accordo con il proseguimento del dispiegamento dello spettacolo.
Se si sceglie eticamente dopo aver scelto economicamente, l'etica va a farsi benedire. I grandi inquinatori si dichiarano ecologisti. Le grandi aziende che producono di tutto fanno a gara a promuovere un immagine di se' da protettori della natura. Si vuole nascondere la mano che muove tutto e chi asseconda il metodo se ne assume le resposabilita'.
Uppier
 
Messaggi: 23
Iscritto il: lun ott 28, 2013 11:10 am

Re: Messner?

Messaggioda il Duca » gio apr 18, 2019 9:19 am

Interessante:

il figlio di Cesare Maestri ha scritto:
La “multinazionale Messner & Co.”


In un certo senso con questo mio scritto mi dispiace fare pubblicità a questa sorta di “multinazionale Messner & Co.”. Non ne ha bisogno, dal punto di vista mediatico è fortissima, in poco spazio temporale ha pubblicato centinaia di libri ( probabilmente le parole scritte su questi sono più dei passi fatti in montagna dal noto scalatore Reinhold Messner), ha prodotto film, documentari, conferenze, consulenze, interagendo nel mondo della montagna e della pubblicità commerciale in un modo unico nel suo genere.
Per questo motivo parlare del suo nuovo documentario/film sulla salita del Cerro Torre fatta nel 1959 da Toni Egger e Cesare Maestri che sta girando in questi giorni, potrebbe essere superfluo visto che ormai la notizia è uscita su tutti i quotidiani ed in rete.
Purtroppo invece sono costretto a scrivere queste mie righe per evidenziare una cosa fondamentale che probabilmente a molti passa inosservata.
Come ogni “multinazionale” che “si rispetti”, ritengo che anche questa sorta di “multinazionale Messner & Co.” ( per semplificare la lettura da ora in poi la chiamerò “m.M.&Co.”), ha un massiccio ritorno economico sul proprio operato. In questa ottica lavora e si esprime trovando canali mediatici che diano proficuo risultato su quanto prodotto.
Il documentario in questione, a detta della “m.M.&Co.” sarà girato con attori e avrà la regia di Reinhold Messner, si baserà su fatti presunti, o su verità assolute che ormai Messner ha l’abitudine di far digerire a tutti visto che si trova in una posizione di dominio mediatico nel mondo alpinistico, con una supponenza che credo sia molto vicina a quella dell’oracolo di Delfi.
Logicamente, agli attori che interpreteranno Toni Egger, Cesarino Fava, Cesare Maestri o chiunque altro, farà fare e dire cose che abbiano un forte impatto sul pubblico, proponendo la sua visione dell’accaduto discostandosi dal reale svolgimento storico della vicenda.
A questo punto della sua vita, Cesare non ha più la voglia di entrare in polemiche, ma soprattutto ormai alle soglie dei 90 anni non ha più la forza e nemmeno la capacità di ribattere o di contestare quanto gli accade in questi ultimi scampoli di vita. Toni e Cesarino non ci sono più e il fatto che si voglia entrare in ricostruzioni storiche senza la possibilità di alcuna contestazione da parte dei diretti interessati, ne dice molto sulla bassezza di questo futuro film.
Per questo motivo, mi sento di entrare io nella testa di Cesare e di interpretare quanto dico come se fossi lui stesso, conoscevo molto bene anche Cesarino Fava e con sua figlia Andrea siamo da tutta la vita come fratelli.
Cesare ha sempre sostenuto che la parola data da un alpinista sulla propria salita deve essere ritenuta sacra, altrimenti tutta la storia dell’alpinismo dovrebbe essere riveduta e corretta magari tramite valutazioni soggettive o prove confutabili. Certe acclamate imprese ancora oggi sono tali perché è stata data fiducia all’alpinista che le ha compiute ed anche sul modo in cui le ha portate a termine.
Leggo per esempio una “verità assoluta” rilasciata ai giornali da Messner: “con la seconda salita con il compressore Maestri ha dimostrato di non essere salito la prima volta nel 59, perché se vuoi dimostrare di essere già salito in precedenza scegli la stessa strada e lo stesso metodo oppure uno simile, e non un altro metodo”. Me lo vedo Messner mentre pronuncia questa arringa, con il suo accento tedesco/italiano con l’enfasi di un frigorifero alla massima potenza e con una sensibilità ed umanità che rasenta il freddo di un ghiacciolo.
Cesare non è mai stato così, Messner non lo potrà mai capire, troppo distante caratterialmente e culturalmente nelle forme di vita che gli appartengono.
Cesare ha scelto di cambiare versante e via nel 1970 perché considerava fosse stato un azzardo ai limiti dell’incoscienza la salita del 59, e con l’esperienza vissuta in quel frangente decise che quel lato di montagna ponesse meno in pericolo le persone che vi arrampicavano. Per quanto riguarda il “metodo”, Cesare è sempre stato un precursore di stili di arrampicata e il compressore da 110 chili non faceva altro che anticipare i trapanini elettrici di neanche un chilo usati ora. Aggiungo che ai tempi non esisteva un’etica sul come affrontare la montagna, l’importante era salirci ed anche scalatori famosi come Bonatti e molti altri mostri sacri dell’alpinismo usarono per esempio le staffe. A quanto sento nei discorsi fatti da Cesare, lui stesso oggi arrampicherebbe con un diverso sistema e ammira i giovani scalatori che oggi affrontano la montagna senza ausilio di mezzo alcuno. Ma ripeto, non posso pretendere che uno come Messner questo lo capisca.
Ma continuando sulla salita del 1959 ( 60 anni fa ), ecco che la “m.M.&Co.” ha bisogno di collaborazione esterna, in quanto Messner non ha mai messo una mano sul Cerro Torre, lo ha sempre e solo visto da un elicottero. Per trovare la “verità assoluta” questa volta viene usata l’esperienza di un altro arrampicatore che è riuscito a salire quel versante della montagna, non per la via Egger Maestri, ma facendo un altro tragitto e soprattutto in altre condizioni atmosferiche, che ora non hanno nulla a che vedere con quelle dell’epoca (il clima nella zona del Torre è profondamente cambiato, come in tutte le altre parti del mondo, adesso in parecchi periodi dell’anno c’è addirittura scarsità di nevicate). Questo arrampicatore sostiene che Toni e Cesare non vi salirono perché dopo un tratto iniziale in cui trovò resti di materiale, più avanti non trovò più segni di passaggio, e qui per la “m.M.&CO.” il terreno è fertile per una sua “verità assoluta”. Non tiene conto però dell’intervento che fece all’epoca Cesarino Fava e che riporto qui : “ che Toni Egger e Cesare Maestri abbiano raggiunto la vetta del Cerro Torre io non ho dubbio alcuno. In quel preciso momento il Cerro Torre era come un gigantesco “iceberg” di neve e ghiaccio smaltato dai venti umidi dell’Ovest e indurito dal freddo. E Toni Egger aveva anticipato di almeno dieci anni l’arrampicata sul ghiaccio. Si è trattato della cordata più forte e completa che al tempo si poteva immaginare”.
Cesare nel corso della sua carriera alpinistica, anche se avrebbe potuto non si è mai nemmeno sognato di attaccare altri alpinisti per storie di dubbie salite o morti di propri compagni di cordata, e nemmeno di salite storiche su degli 8.000 fatte con delle “prove leggere” che avrebbero potuto anche essere attaccate. Ma lui ha umanità da vendere, qualità che a molti manca.
Ma non è finita qui, già ora la “m.M.&CO.” fa capire che non è nemmeno d’accordo sul fatto che Cesare sia arrivato in cima al Torre nel 71 (a meno che non intenda in cima al fungo sommitale che si modifica nel corso delle nevicate, Cesare ha sempre detto che sopra il fungo non ha ritenuto di doverci andare perché fittizio) , facendo finta di dimenticare che Cesare non era solo, ma con i compagni di arrampicata Carlo Claus ed Ezio Alimonta. A quando l’uscita di libri e film sulla contestazione di questa salita?
Ma questo è il businnes, bisogna farci il callo.
D’altronde le contraddizioni di Messner mica le invento io, Deputato Verde in politica ma aperto nei confronti della caccia nella realtà, alla ricerca dell’acqua pura nella pubblicità per aumentare le vendite di quell’azienda facendo danni all’ambiente per il trasporto su strada della merce, animalista ma nello stesso tempo pubblicitario dello speck , per ultima la polemica con Jovanotti per il concerto di due ore di un cantante che per antonomasia è da sempre vicino all’ambiente, Messner stesso costruisce un museo di dubbia immagine montana che nello stesso posto convoglia centinaia di migliaia di persone a vedere pezzi pregiati “portati” da lui personalmente dal Tibet.
Quello che spero di essere riuscito a spiegare, è il fatto che si debba smettere di speculare su
mio padre, le montagne sono stupende, peccato che ci siano anche gli umani.

Gianluigi Maestri
Madonna di Campiglio
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3646
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Messner?

Messaggioda wolf jak » gio apr 18, 2019 9:31 am

Kinobi da qualche parte l'aveva già scritto: non sarebbe male lasciar godere di una vecchiaia serena Maestri.

Anche perché, per chiunque voglia farsi un'idea sulla prima salita del Torre, elementi ce ne sono a bizzeffe. (mi pare, peraltro, che solo in Italia ci siano dubbi al riguardo. Se non ricordo male, su climbing.com o portali simili ho letto che per gli americani la prima è quella dei ragni... su wikipedia in inglese si parla di first undisputed ascent https://en.wikipedia.org/wiki/Cerro_Torre#First_ascent)
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2407
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Messner?

Messaggioda Uppier » mar giu 18, 2019 14:52 pm

"Inaugurato sopra Santa Cristina di Val Gardena. A oltre 2mila metri, ma facile da raggiungere anche per i non trekker, si propone come un teatro a semicerchio capace di offrire una panoramica ad alto tasso spettacolare. Ne verranno creati altri nell'area Unesco dei Monti Pallidi."

Tutti parlavano di queste favolose montagne ma nessuno sapeva descriverle. Beh certo, mica c'era un balcone che permettesse di svelarle. E non vi dico di tutte quelle arrampicate al chiuso, senza balconi! Ma da domani tutto sara' diverso. "I Messner" pensano a tutto.

Mai piu' senza! Dopo i balconi museali avremo i balconi in laterizio con ringhiera sparsi lungo i sentieri, in modo che ci si possa finalmente affacciare sul mondo e godere del paesaggio; si possano finalmente vedere quelle Dolomiti "nascoste" che solo l'immaginazione poteva afferrare.

Ricordate bene: cio' si e' potuto realizzare solo con il decisivo contributo della Fondazione Unesco Dolomiti, un'organizzazione tanto desiderata e votata al bene dell'umanita'.

Ci prendono tutti per imbecilli? Si, certo. I furbi sono quelli che decidono e gli imbecilli sono quelli che taciono.
https://www.repubblica.it/viaggi/2019/0 ... P9-S1.3-T1
Uppier
 
Messaggi: 23
Iscritto il: lun ott 28, 2013 11:10 am

Re: Messner?

Messaggioda il Duca » mar giu 18, 2019 15:30 pm

Mamma che schifo!
Ma perché fare una roba così? Non riesco davvero a trovare nemmeno uno straccio di motivo.
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3646
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Messner?

Messaggioda scairanner » mar giu 18, 2019 15:32 pm

Uppier ha scritto:"I Messner" pensano a tutto.


Non è lui.
Per il resto, sono curioso di sapere dove verrà collocato il balcone sulle Carniche o sulle Dolomiti Friulane, e soprattutto quanti giorni durerà.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4574
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Messner?

Messaggioda il Duca » mar giu 18, 2019 15:36 pm

Che poi: "capace di offrire una panoramica ad alto tasso" :lol: :lol: :lol:
Ma che c***o vuol dire? Senza quella m***a se andavi lì non vedevi niente?
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3646
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Messner?

Messaggioda wolf jak » mar giu 18, 2019 15:38 pm

il Duca ha scritto:Che poi: "capace di offrire una panoramica ad alto tasso" :lol: :lol: :lol:
Ma che c***o vuol dire? Senza quella m***a se andavi lì non vedevi niente?


se scorri la gallery c'è addirittura una foto dove la gente sembra essere in coda per poter salire sul balcone e finalmente poter godere della vista :mrgreen:
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2407
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

PrecedenteProssimo

Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.