Donaldo Briscola

Spazio per messaggi e discussioni a tema libero.

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda sergio-ex63-ora36 » mar gen 31, 2017 13:54 pm

scairanner ha scritto:È inutile che cambi tema: ti ho dimostrato che i giornali, anche i più quotati, ti fanno credere quello che sta bene a loro dando notizie completamente avulse dalla realtà, senza successivamente riportare anche il seguito, tanto è vero che anche altri le hanno ritenute valide e le hanno linkate, o devo metterti il grafico anche delle altre aziende?

In questo caso non me ne fotte 'na mazza dell'andamento delle azioni, né dell'indipendenza o meno dei quotidiani, volevo solo aggiungere uno spunto di riflessione su questo tema delle potenze farmacologiche, ma tu, senza nulla aggiungere sull'argomento, sposti il tema sui binari che interessano a te, fai pure, tornerò quando ci saranno "fatti concreti".


:twisted:

basta che i fatti "concreti" non siano come l'ultimo che hai postato... :roll:

ok, i giornalisti sono cattivoni...non serviva tutto il resto :wink:
Avatar utente
sergio-ex63-ora36
 
Messaggi: 2591
Images: 22
Iscritto il: mar apr 25, 2006 0:58 am
Località: Giudicarie (TN)

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Achille_piè_veloce » mar gen 31, 2017 19:41 pm

Anche i Clinton volevano il muro?
Cosa c'è di vero nella tesi per cui fu Bill Clinton a iniziare la costruzione di un muro, e sia Obama che Hillary lo votarono al Senato

Lo scorso 25 gennaio Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo per iniziare la progettazione di un muro al confine tra Stati Uniti e Messico. Lo scopo del muro è bloccare l’immigrazione illegale dal Messico agli Stati Uniti, ed è una delle più famose e controverse promesse della sua campagna elettorale. Il muro costerebbe probabilmente svariati miliardi di dollari, forse qualche decina. Trump promette che a pagarlo sarà il Messico, ma non è chiaro come questo possa avvenire, visto che il governo messicano si rifiuta di farlo: la Casa Bianca ha detto che le spese saranno anticipate dagli Stati Uniti, che potrebbero poi rivalersi sul Messico imponendo una tassa sui suoi beni esportati negli Stati Uniti. Per questo motivo è già saltato un incontro che era in programma tra Trump e il presidente del Messico, Enrique Peña Nieto.
Per giustificare questo progetto molto controverso, Trump ha spesso detto che anche la sua avversaria alle elezioni presidenziali, Hillary Clinton, in passato era stata favorevole alla costruzione di un muro al confine con il Messico. Molti altri, anche in Italia, sostengono che il muro che già oggi, in alcuni tratti, divide Messico e Stati Uniti è stato costruito dal marito di Hillary Clinton, Bill. Tra gli altri lo ha detto anche Alessandro Di Battista, deputato e dirigente del Movimento 5 Stelle.

Questo però non è preciso, come minimo: la costruzione delle prime barriere – non muri – al confine con il Messico iniziò nel 1990, durante la presidenza di George H. W. Bush. Come spiega uno studio del Congresso americano, pubblicato nel 2009, e citato in un articolo di Pagella Politica:
L’USBP [la polizia di frontiera degli Stati Uniti] iniziò a costruire barriere fisiche nell’area di San Diego a partire dal 1990, allo scopo di dissuadere gli ingressi illegali e il traffico di droga. La “barriera primaria” di San Diego, lunga circa 20 chilometri, era parte della strategia “Prevenzione attraverso la deterrenza”, implementata dall’USBP disponendo agenti e altre risorse nelle prossimità dei grandi centri abitati, in modo da dissuadere gli immigrati dall’entrare nel paese.
Da un altro studio del Congresso si capisce che questo primo tratto di barriera fu un’iniziativa delle autorità locali incaricate di sorvegliare la frontiera. Prima della costruzione immigrati e trafficanti potevano entrare a San Diego senza difficoltà, guidando la propria automobile oltre il confine. La barriera non aveva lo scopo di bloccare completamente il passaggio – poteva essere scavalcata facilmente, oppure semplicemente aggirata – ma soltanto rendere il viaggio più difficile e scomodo. In poco tempo, a causa della scarsa manutenzione, la barriera divenne “del tutto inefficace” e le autorità locali decisero di costruire una seconda recinzione a poca distanza dalla prima. I lavori incontrarono alcune difficoltà legali, ma furono in gran parte terminati nel 1993, poco dopo l’insediamento di Bill Clinton (alcune fonti riportano che non fu completato l’ultimo tratto di circa cinque chilometri).
L’anno dopo la fine dei lavori a San Diego, il Messico attraversò un difficile periodo di crisi economica che causò un aumento nel numero nel numero di immigrati in arrivo negli Stati Uniti. Tra il 1994 e il 1995 l’allora presidente Clinton approvò le operazioni Gatekeeper (in California), Hold the Line (in Texas) e Safeguard (in Arizona), che avevano lo scopo di aumentare le risorse a disposizione della polizia di frontiera e scoraggiare l’immigrazione e il traffico di droga attraverso una strategia di deterrenza. Gli uomini e i mezzi della polizia di frontiera furono più che raddoppiati e vennero dotati di apparecchi all’avanguardia, come un numero maggiore di dispositivi per la visione notturna.
I risultati del “modello San Diego”, cioè la costruzione di una barriera in corrispondenza di aree molto popolose, fu considerato un successo. Barriere simili furono costruite a El Paso, in Texas, e a Nogales, in Arizona. Non è facile trovare online la lunghezza di queste barriere, ma dai documenti disponibili sembra che si trattasse di recinzioni lunghe poche decine di chilometri, che – come quella di San Diego – avevano lo scopo di dissuadere l’attraversamento in corrispondenza di una zona urbana e spingere i flussi di migranti e trafficanti verso le aree più impervie e pericolose.
Quella che Clinton definì la “barriera umana” di agenti e le piccole barriere costruite in corrispondenza di punti strategici ottennero alcuni successi, ma furono molto criticate poiché, spingendo migranti e trafficanti verso il deserto, resero i loro viaggi molto più pericolosi. A partire dal 1994 il numero di persone morte mentre cercavano di attraversare il confine iniziò a salire, passando dai meno di 200 del 1993 ai quasi 400 del 2000. Dagli anni Novanta a oggi si calcola che 11 mila persone in tutto sono morte cercando di entrare negli Stati Uniti. Nei rendiconti ufficiali delle varie operazioni, le misure più significative contro l’immigrazione irregolare che vengono citate sono l’aumento di fondi e personale alle agenzie di sicurezza, mentre si parla molto poco delle barriere fisiche: in molti casi sembrano il frutto di scelte e iniziative compiute sul posto per ragioni tattiche, piuttosto che ordinate dall’alto con un atto ufficiale del presidente.
Difficilmente le operazioni di polizia e le barriere in corrispondenza delle aree urbane di Clinton possono essere definite antesignane del muro – un vero muro, descritto come “alto e invalicabile” – che Trump vuole costruire lungo i 3.200 chilometri di confine tra i due paesi. Un discorso diverso va fatto invece per la barriera lunga circa 1.100 chilometri che sorge oggi al confine tra i due paesi. La costruzione di questa barriera è iniziata in seguito a un ordine diretto del presidente Geroge W. Bush, che nel 2006 fece approvare il “Secure Fence Act”. La barriera oggi occupa circa un terzo del confine tra Messico e Stati Uniti ed è composta da un sistema misto di barriere anti-pedoni e barriere anti-veicoli. Soltanto in alcuni brevi tratti la barriera è doppia. È costata 1,2 miliardi di dollari e i lavori si sono fermati prima di arrivare al raddoppio dell’intero tratto, quando il Congresso ha rifiutato di finanziare ulteriormente il progetto.
Il “Secure Fence Act” fu votato, tra gli altri, dagli allora senatori Hillary Clinton e Barack Obama. La loro posizione non deve sorprendere troppo: come dimostrano le scelte fatte da Clinton nel 1994-95, anche i Democratici sono spesso favorevoli a misure per cercare di dissuadere o bloccare l’immigrazione illegale nel paese. I due partiti sono divisi soprattutto su come trattare gli immigrati una volta entrati nel paese, come dimostra la riforma del 2013 (approvata dal Senato, ma bloccata dalla Camera), in cui in cambio di maggiori controlli al confine, i Repubblicani avevano accettato un’ampia sanatoria per gli immigrati clandestini. In campagna elettorale Hillary Clinton diceva di voler proteggere il confine con più agenti e meglio finanziati, e anche con qualche barriera fisica su qualche tratto del confine (ma non un muro che lo coprisse interamente); e disse anche che bisognava dare a tutti gli immigrati irregolari incensurati la possibilità di accedere a un percorso per ottenere la cittadinanza.
La notizia falsa per cui Bill Clinton fu il primo a costruire un muro tra Messico e Stati Uniti si è diffusa a causa di Dick Morris, un ex collaboratore di Clinton, cacciato dal suo staff nel 1996 e diventato in seguito uno dei suoi più severi detrattori. In un video pubblicato sul suo sito lo scorso 25 agosto, Morris disse che tra il 1993 e il 1994 Clinton ordinò la costruzione di una barriera lunga poco meno di 400 chilometri tra le coste della California e l’Arizona. Nei documenti ufficiali dell’epoca non si trova traccia di questa barriera. I media americani, e lo stesso Trump, non hanno ripreso in maniera significativa la dichiarazione di Morris.

http://www.ilpost.it/2017/01/31/muro-me ... ton-obama/
Achille_piè_veloce
 
Messaggi: 906
Iscritto il: gio nov 19, 2015 12:50 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda funkazzista » gio feb 02, 2017 9:25 am

funkazzista
 
Messaggi: 7504
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » sab feb 04, 2017 12:33 pm

http://www.independent.co.uk/news/world/americas/donald-trump-wall-street-banks-dodd-frank-fiduciary-rule-barack-obama-a7562346.html

Beh, certo, la Clinton era la rappresentante dell'establishment, meno male che Trump ci difende dalle banche...
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda funkazzista » gio feb 09, 2017 17:08 pm

Questa m'ha fatto ridere :lol:

Immagine
funkazzista
 
Messaggi: 7504
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda MarcoS » dom feb 12, 2017 18:02 pm

Se sei mona e credi in Dio, crederai nel Dio dei mona
Avatar utente
MarcoS
 
Messaggi: 6667
Images: 159
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: PD

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda MarcoS » mer feb 15, 2017 12:37 pm

Bon, a giudicare dagli ultimi avvenimenti la "palude" pare non verrà drenata dal Briscola, piuttosto se lo sta inghiottendo, come rilevato anche nell'articolo linkato.

http://sakeritalia.it/america-del-nord/i-neoconservatori-e-lo-stato-profondo-hanno-castrato-la-presidenza-trump-e-finita-gente/
Se sei mona e credi in Dio, crederai nel Dio dei mona
Avatar utente
MarcoS
 
Messaggi: 6667
Images: 159
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: PD

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » mer feb 15, 2017 16:10 pm

"non ha fatto altro che ricevere colpi su colpi dai media dei Neoconservatori sionisti"

Ha dimenticato "plutocrazie"
:lol:
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda MarcoS » mer feb 15, 2017 16:15 pm

:roll:

qualche commento un po' più pertinente ingeNIere? o era solo marcare il territorio con uno schizzetto?
Se sei mona e credi in Dio, crederai nel Dio dei mona
Avatar utente
MarcoS
 
Messaggi: 6667
Images: 159
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: PD

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » mer feb 15, 2017 17:25 pm

Dai, seriamente, quando vedo certe espressioni mi prende un rigurgito tale che la lettura si ferma.

C'e' qualcosa di pertinente nel mettere un "sionista" in un articolo che nulla ha a che fare con Israele? (che poi, se proprio vogliamo dire, nessuno ha dato un appoggio al sionismo quanto Trump, che ha proposto lo spostamento dell'ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme)
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda MarcoS » mer feb 15, 2017 18:46 pm

bravo. sempre fermarsi alle prime cose che "non convincono", per quanto irrilevanti all'interno del quadro generale.
Che poi, l'analisi del saker ricalca un po' l'idea che mi sono fatto io leggendo svariate cose in vari siti US. Mi resta comunque il dubbio che la faccenda sia ancora più complicata di così. Tipo scacchiera 3D, per dire. Mah, staremo a vedere. Sperando che quello che vedremo non siano le scie dei missili....

Certo, il briscola è amico di israele, il genero è amico di famiglia di bibi e c'è stata quella dichiarazione a favore dello spostamento che citi. Più importante di questo però sono i programmi anti iran e altre cosucce a favore di Israele, sia promesse che già in atto. Però l'osservazione del saker non è così peregrina come ti è parso di capire, dato che (qua la semplifico assai, la faccenda è piuttosto incasinata. pare roba da basso impero) all'interno del governo israeliano c'è gente che vorrebbe far fuori bibi (gente anche più oltranzista di lui) e - credo - di conseguenza sta con quelli che in us vogliono segare il briscola, a dispetto una certa possibile comunanza di interessi. Idem all'interno del deep state US dove ci sono, eccome, i neocon sionisti che stanno cercando di far fuori il briscola, e appartengono sia ai dem che ai rep. Se vai a vedere i nomi degli oppositori del briscola ne trovi, sia j che no.
Se sei mona e credi in Dio, crederai nel Dio dei mona
Avatar utente
MarcoS
 
Messaggi: 6667
Images: 159
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: PD

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » gio feb 16, 2017 10:49 am

MarcoS ha scritto:bravo. sempre fermarsi alle prime cose che "non convincono", per quanto irrilevanti all'interno del quadro generale.

Non sono irrilevanti, sono segni della serieta' dell'autore. Come sentire uno che millanta di essere un grande chirurgo ma non sa cosa sia la cistifellea.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda PIEDENERO » gio feb 16, 2017 12:15 pm

Sbob ha scritto:
MarcoS ha scritto:bravo. sempre fermarsi alle prime cose che "non convincono", per quanto irrilevanti all'interno del quadro generale.

Non sono irrilevanti, sono segni della serieta' dell'autore. Come sentire uno che millanta di essere un grande chirurgo ma non sa cosa sia la cistifellea.


no. è il metodo che utilizzi sempre e subdolamente per denigrare l'autore degli articoli e rendere ciò che viene postato una buffonata.
ed è uno dei motivi per i quali non rispondo più alle tue provocazioni, perché quello sono.
sono stati postati decine di articoli molto interessanti e tu sistematicamente hai preso due o tre parole, le più discutibili ovviamente, e su quelle hai fatto il solito commento sarcastico, tralasciando di proposito di entrare nel merito dell'articolo.
hai rotto il c***o.
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7256
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » gio feb 16, 2017 14:39 pm

PIEDENERO ha scritto:
Sbob ha scritto:
MarcoS ha scritto:bravo. sempre fermarsi alle prime cose che "non convincono", per quanto irrilevanti all'interno del quadro generale.

Non sono irrilevanti, sono segni della serieta' dell'autore. Come sentire uno che millanta di essere un grande chirurgo ma non sa cosa sia la cistifellea.


no. è il metodo che utilizzi sempre e subdolamente per denigrare l'autore degli articoli e rendere ciò che viene postato una buffonata.

Non c'e' nulla di subdolo. Quell'articolo e' una buffonata.

Mi limito a pubblicare i punti in cui la buffonaggine raggiunge l'apice.

E non vedo perche' si debba entrare nel merito delle buffonate. Come tutte le buffonate, ci si ride un po' su, poi si passa ada altro.


O vogliamo entrare nel merito dei risvolti socioculturali della scena del dentista di "Vieni avanti cretino"?
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda MarcoS » gio feb 16, 2017 15:54 pm

Accidenti Sbob, hai sempre l'ultima parola!

anche se è sbagliata :mrgreen:
Se sei mona e credi in Dio, crederai nel Dio dei mona
Avatar utente
MarcoS
 
Messaggi: 6667
Images: 159
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: PD

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » gio feb 16, 2017 19:17 pm

Sono i Rotschild che me la suggeriscono!
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda MarcoS » ven feb 17, 2017 14:02 pm

magari. quelli sono intelligenti, e mica poco....
Se sei mona e credi in Dio, crederai nel Dio dei mona
Avatar utente
MarcoS
 
Messaggi: 6667
Images: 159
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: PD

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda El Rojo » dom mar 26, 2017 18:27 pm

Avatar utente
El Rojo
 
Messaggi: 819
Iscritto il: sab nov 12, 2011 0:28 am
Località: Yuma

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » ven apr 07, 2017 9:29 am

MarcoS ha scritto:aspettiamo e vediamo che succederà.

Visto.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda VECCHIO » ven apr 07, 2017 15:00 pm

A proposito dei Russi che appoggiano i Siriani e bombardano forse, secondo me no, mica sono fessi, anche con i gas.
Se non mi sbaglio, da tanti anni, in base a false informazioni, noi Europei stiamo facendo insieme agli Americani e ad altri una bella guerra da quelle parti, fra Afganistan e Iraq e di gente ne ammazziamo tanta, compresi quelli negli ospedali e bambini qua e là, ora a Mosul pestiamo forte.
Forse a forza di guardare negli specchietti per le allodole non riusciamo più a vedere bene le cose.
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2920
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Parole in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.