Donaldo Briscola

Spazio per messaggi e discussioni a tema libero.

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda MarcoS » gio gen 26, 2017 11:03 am

Se sei mona e credi in Dio, crederai nel Dio dei mona
Avatar utente
MarcoS
 
Messaggi: 6667
Images: 159
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: PD

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda PIEDENERO » gio gen 26, 2017 14:22 pm

di Marcello Foa.



Ricevo diversi messaggi di amici e lettori intelligenti e aperti di spirito che, talvolta da destra e talaltra di sinistra, sono interdetti di fronte a Trump: non riescono a collocarlo. I liberisti non apprezzano le possibili barriere tariffarie, quelli di sinistra temono che possa diventare un dittatore. La mia impressione è che, per una volta, sbaglino tutti, per una ragione in fondo semplice: Trump è il primo vero presidente «liquido» per riprendere la citatissima definizione di Bauman ovvero un presidente che esce dagli schemi politici tradizionali

Vediamo. È il primo inquilino della Casa Bianca che ammette l'esistenza di importanti sacche di povertà nella società americana e si propone di risolverle. Nel suo orizzonte economico la creazione di posti di lavoro negli Stati Uniti è una priorità che antepone agli interessi, finora prevalenti, dei gruppi multinazionali. È il primo presidente ad accogliere i sindacati e a promettere migliori condizioni in America. Questi sono discorsi di sinistra, che però la sinistra sia europea sia americana nemmeno considera.

Trump al contempo non vuole creare un nuovo Stato assistenzialista ma vuole indurre l'America a riscoprire le proprie virtù ovvero a generare una crescita economica e sociale basata sullo sviluppo e la prosperità dell'economia nazionale. Vuole che siano i privati a creare nuovi posti di lavoro, proponendo un baratto: basta delocalizzazioni in cambio di sgravi fiscali e deregulation. Questo è un discorso di destra che però la destra mainstream non contempla considerandoli eretici.

Trump dice basta all'esportazione di democrazia e agli interventi militari all'estero, che hanno accomunato Bush e Obama. Vuole un esercito forte ma da usare a fini difensivi. Il suo è un discorso pacifista che però la sinistra non riconosce.

Trump al contempo vuole la linea dura contro l'estremismo islamico e l'immigrazione clandestina, non sostiene le campagne con fondi pubblici a favore dell'aborto e quelle di sostengo alla LGBT. In questo caso è ovviamente di destra e per una volta sono tutti d'accordo.

Poi ci sono posizioni estreme sull'ecologia, che piacciono a pochi (incluso il sottoscritto). Ci sono le contraddizioni aperte, come la presenza di uomini della Goldman Sachs nel suo Governo, che stride con le promesse formulate in campagna elettorale di introdurre una nuova versione del Glass Steagall Act. O come lo strabismo nella lotta al fondamentalismo islamico, che trasuda diffidenza nei confronti dell'Iran ma ignora finora il ruolo di Paesi sponsor dell'ISIS come Arabia Saudita e Qatar.

Mettete tutto assieme e ne viene fuori un quadro contrastato, che impedisce una sua caratterizzazione precisa. Sì, certo è di destra ma il Partito repubblicano non lo ama. Per certi versi è di sinistra, ma nemmeno il Partito democratico lo sopporta. E questo per la ragione che lo contraddistingue più di ogni altra: non appartiene all'establishment che ha governato l'America e il mondo negli ultimi trent'anni.

Non ne condivide gli obiettivi di politica estera, non ammette che i diritti e le sovranità nazionali siano schiacciati e svuotati da organismi internazionali onnipotenti ma nella loro essenza non democratici. Non ama la globalizzazione senza freni. Aborrisce l'idea di un Governo mondiale. Di conseguenza non approva le aziende che non esitano a depauperare il tessuto economico nazionale per conseguire esclusivamente il profitto. Difende una società radicata nei valori (famiglia, aborto, identità) e la preferisce a quella multietnica e omologata che è stata incoraggiata e diffusa dalle precedenti amministrazioni democratiche e repubblicane, le cui divergenze erano più di facciata che sostanziali.

Trump, invece, è un liberale e al contempo si dimostra sensibile agli interessi della classe lavoratrice a cui vuole ridare prospettiva e benessere; è un fan dell'economia di mercato che, però, da patriota qual è, vuole compatibile con gli interessi strategici ed economici del proprio Paese; difende una società stabile, sovrana ma in cui l'ascensore sociale sia assicurato.

Non è detto, sia chiaro, che riesca nei suoi intenti. Oggi nessuno può dire se sarà un grande o un pessimo presidente. Ma rappresenta la prima risposta originale alla grande crisi della società moderna occidentale, una crisi a cui fino ad oggi i partiti tradizionali di destra o di sinistra non hanno saputo dar soluzione.
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7256
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » gio gen 26, 2017 15:27 pm

In due parole:

Trump dice alla gente quello che vuol sentirsi dire.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6825
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda funkazzista » gio gen 26, 2017 17:34 pm

PIEDENERO ha scritto:di Marcello Foa.
[...]
Difende [ndf: Trump] una società radicata nei valori (famiglia, aborto, identità) e la preferisce a quella multietnica e omologata che è stata incoraggiata e diffusa dalle precedenti amministrazioni [...]

Sbaglierò, ma mi sembra che questa frase parli più di chi ha scritto l'articolo che di Trump.
funkazzista
 
Messaggi: 7439
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda scairanner » gio gen 26, 2017 22:26 pm

Donaldo Briscola announces plan to hammer Big Pharma monopoly profits by requiring competitive bidding.

http://trump.news/2017-01-26-donald-trump-announces-plan-to-hammer-big-pharma-monopoly-profits-by-requiring-competitive-bidding.html

l'autore

tra tanti proclami più o meno terrifici, questo almeno sembra andare in una direzione auspicata da molti, poi si tratterà di vedere se e come riuscirà nel suo intento e a quale prezzo.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4475
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda funkazzista » ven gen 27, 2017 11:12 am

E' inutile, gli ammerigani sono sempre più avanti.
Qui in itaglia lo facevamo già da tempo, ma non sapevamo ancora che si chiamano "alternative facts"! =D>
funkazzista
 
Messaggi: 7439
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » ven gen 27, 2017 11:27 am

scairanner ha scritto:trump.news

:lol:
Un quotidiano indipendente, direi!
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6825
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda scairanner » ven gen 27, 2017 11:35 am

Sbob ha scritto:
scairanner ha scritto:trump.news

:lol:
Un quotidiano indipendente, direi!


Sapevo che avresti risposto per primo, in Italia invece sono tutti al di sopra delle parti.
Comunque oltre a questa scontata banalità hai tu personalmente una versione opposta? O qualcos'altro da dire?
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4475
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda PIEDENERO » ven gen 27, 2017 11:42 am

funkazzista ha scritto:
PIEDENERO ha scritto:di Marcello Foa.
[...]
Difende [ndf: Trump] una società radicata nei valori (famiglia, aborto, identità) e la preferisce a quella multietnica e omologata che è stata incoraggiata e diffusa dalle precedenti amministrazioni [...]

Sbaglierò, ma mi sembra che questa frase parli più di chi ha scritto l'articolo che di Trump.

sì certo, pero ritengo Foa un buon giornalista a prescindere. le sua analisi sono molto spesso obbietive e poco allineate al resto dei media.
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7256
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda scairanner » ven gen 27, 2017 18:35 pm

A proposito di quotidiani indipendenti, oggi su Re(nzi)pubblica un articolo di Rampini descrive le mosse di Donaldo: negaziinismo climatico, muro, tortura, protezionismo; sulla vicenda Big Pharma nessun accenno, eppure l'argomento non mi pare di poca rilevanza.

Strano però, perché nel suo blog lo stesso Rampini dedica all'argomento una riflessione che ricalca nella sostanza quella linkata sopra.

A scanso di equivoci, rimango allibito di fronte alla maggior parte delle mosse del Don.
Ultima modifica di scairanner il sab gen 28, 2017 0:12 am, modificato 1 volta in totale.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4475
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » ven gen 27, 2017 18:58 pm

scairanner ha scritto:
Sbob ha scritto:
scairanner ha scritto:trump.news

:lol:
Un quotidiano indipendente, direi!


Sapevo che avresti risposto per primo, in Italia invece sono tutti al di sopra delle parti.
Comunque oltre a questa scontata banalità hai tu personalmente una versione opposta? O qualcos'altro da dire?

No, i quotidiani sono sempre di parte, ma quello supera ogni forma di buon gusto. Non so se hai letto l'articolo fino in fondo, dove insulta i giornalisti degli altri giornali che osano fare domande a Trump... manco Studio Aperto arrivava a tanto.

Considerando poi che il suo staff e' quello dei "fatti alternativi", e' inutile leggere roba da quella fonte.

Chiedere una versione opposta e' come chiedere a chi non crede di dimostrare che dio non esiste... stiamo parlando del nulla.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6825
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » ven gen 27, 2017 19:00 pm

scairanner ha scritto:sulla vicenda Big Pharma nessun accenno

Ma quale vicenda Big Pharma? Cos'ha fatto? Ci sono atti, leggi, qualcosa, o solo chiacchiere?
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6825
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda pesa » ven gen 27, 2017 23:31 pm

tra leprime 20 industrie farmaceutiche per fatturato, una decina sono americane. tra le prime 3, le made in USA sono 2. dei circa 500 mld $ di fatturato annuo globale, circa 400 sono delle americane.

dunque, in un paese in cui ad avere accesso ai farmaci sono quelli che possono permettersi una assicurazione medica, dare "contro" le big farma non vuol dire lottare contro la globalizzazione e difendere la produzione nazionale, nè vuole dire risparmiare soldi pubblici a vantaggio del "popolo". vuol dire solo trasferire ricchezza dalle big pharma (americane) alle assicurazioni (sempre americane).

è bene? è male? buh!
faccio solo fatica a capire come mai, visto che l'italia è un pezzo di europa, siano così tanti a tifare per uno che nell'europa (intesa sia come entità politica che economica che anche culturale) vede anzichè un possibile alleato un competitore possibilmente da "annientare".
Ultima modifica di pesa il ven gen 27, 2017 23:33 pm, modificato 1 volta in totale.
pesa
 
Messaggi: 626
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda scairanner » ven gen 27, 2017 23:32 pm

Sbob ha scritto:
scairanner ha scritto:sulla vicenda Big Pharma nessun accenno

Ma quale vicenda Big Pharma? Cos'ha fatto? Ci sono atti, leggi, qualcosa, o solo chiacchiere?


TsdG ha scritto:
Dello shock per la vittoria presidenziale di Donald Trump sembrano beneficiare le aziende farmaceutiche, sotto pressione per gran parte della campagna elettorale a causa delle esplicite critiche ricevute sull'aumento dei prezzi dei loro medicinali, ricorda il 'Financial Times' online. Il trionfo del tycoon nella notte ha però fatto balzare le azioni di Mylan e Pfizer - due delle principali imprese del settore negli Stati Uniti - del 6 per cento nelle quotazioni pre-market. Merck e Johnson & Johnson sono cresciute entrambe di più del 2 per cento, mentre Eli Lilly del 3,4 per cento.
Anche le azioni di Valeant, che nei giorni scorsi aveva diffuso una previsione negativa per il prossimo anno e che è attualmente oggetto di indagini per aumenti impropri dei prezzi di oltre il 500 per cento e per le sue pratiche contabili, sono rimbalzate del 3,5 per cento.
Anche in Europa le farmaceutiche hanno giovato di un aumento in borsa: l'inglese GlaxoSmithKline risulta in crescita dell'1,1 per cento, mentre la francese Sanofi è aumentata del 3 per cento. Oltre alle farmaceutiche, fa notare il quotidiano finanziario, anche i produttori di armi stanno registrando buone performance in borsa.

nonsembrerebbeproprioilcastigamattidiwallstreet saluti
TSdG


Dott. Sbob, dato che di economia non capisco una cippa (ma i grafici li so leggere), mi saprebbe spiegare come mai le azioni di tutte le case farmaceutiche, aldilà delle crescite (durate più o meno mezzora) così pompate (vedi articolo qui sopra), negli ultimi due mesi sono o calate o precipitate? Valeant vanta il record, passando da poco più di 20 dollari a meno di 14, mica male come performance!

Vuoi vedere che Trump non ha fatto ancora una minchia, ma quello che dice forse vale più delle minchiate che scrivono i giornalisti?
Ca@@o non trovi uno che abbia scritto qualcosa sulla perdita delle azioni di tutte quelle nominate sopra, mentre erano tutti lì al momento dell'effimero rialzo; eppure basta andare sul sito del Nasdaq e lì è tutto trasparente.

E poi, rispetto ai temi trattati da Rampini, cosa avrebbe firmato Donaldo di concreto rispetto alle politiche energetiche o al protezionismo (altrimenti che senso ha la tua domanda...)?
Comunque sia, quello che scassa la minchia è che vuoi sempre l'ultima parola (in generale, non solo in questo caso).

le reali quotazioni di Valeant :lol:

Immagine
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4475
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » sab gen 28, 2017 14:47 pm

Per ora di cose concrete ne ha fatte, ovvero ha firmato ordini esecutivi per:
- vietare l'ingresso dei rifugiati
- dare l'avvio alla costruzione del muro
- riavviare la costruzione degli oleodotti sulle terre indiane
- limitare l'efficacia di ObamaCare

La lista qui: https://www.whitehouse.gov/briefing-room/presidential-actions/executive-orders

Questi sono i fatti.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6825
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » sab gen 28, 2017 14:52 pm

scairanner ha scritto:Dott. Sbob, dato che di economia non capisco una cippa (ma i grafici li so leggere)
[...]
Immagine

E mi mostri cosa? Il grafico di un'azienda che sta calando costantemente da un'anno?

Anzi, che a marzo dell'anno scorso (quando Trump era dato per un simpatico buffone) ha più che dimezzato il valore?


Quella è un'azienda che sta andando nel culo, Trump o no. Magari informandosi dettagliatamente si potrebbe scoprire il perché.

Vai invece a guardare cosa fanno Pfizer, Glaxo, etc... mi sembra che se ne freghino degli annunci.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6825
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » sab gen 28, 2017 14:56 pm

Giusto per riportare le informazioni su un piano corretto:

https://en.wikipedia.org/wiki/Valeant_Pharmaceuticals#2016

La Valeant è finita sotto inchiesta ed il suo valore è crollato in seguito a indagini avviate a Febbraio (durante l'amministrazione Obama).

Nel leggere i grafici, vale la pena di guardare l'asse delle x, ci trovi informazioni utili.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6825
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda scairanner » sab gen 28, 2017 15:13 pm

È inutile che cambi tema: ti ho dimostrato che i giornali, anche i più quotati, ti fanno credere quello che sta bene a loro dando notizie completamente avulse dalla realtà, senza successivamente riportare anche il seguito, tanto è vero che anche altri le hanno ritenute valide e le hanno linkate, o devo metterti il grafico anche delle altre aziende?

In questo caso non me ne fotte 'na mazza dell'andamento delle azioni, né dell'indipendenza o meno dei quotidiani, volevo solo aggiungere uno spunto di riflessione su questo tema delle potenze farmacologiche, ma tu, senza nulla aggiungere sull'argomento, sposti il tema sui binari che interessano a te, fai pure, tornerò quando ci saranno "fatti concreti".
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4475
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda Sbob » sab gen 28, 2017 16:27 pm

scairanner ha scritto:È inutile che cambi tema: ti ho dimostrato che i giornali, anche i più quotati, ti fanno credere quello che sta bene a loro dando notizie completamente avulse dalla realtà, senza successivamente riportare anche il seguito, tanto è vero che anche altri le hanno ritenute valide e le hanno linkate, o devo metterti il grafico anche delle altre aziende?

Veramente non hai dimostrato nulla. L'articolo di TSdG dice che la Valeant ha preso bene l'elezione di Trump, tanto che nel giorno della sua elezione l'azione - nonostante i problemi dell'azienda - è salita.
Il grafico che hai allegato, su scala annuale, cosa vorrebbe dimostrare?

Il grafico delle altre aziende se vuoi puoi metterlo. Magari con una scala temporale sensata.

Da quanto mi risulta, le azioni non hanno accusato colpi significativi dagli annunci di Trump.

In questo caso non me ne fotte 'na mazza dell'andamento delle azioni

Manco a me. Hai introdotto tu l'argomento.

né dell'indipendenza o meno dei quotidiani

È inutile che cambi tema: ti ho dimostrato che i giornali, anche i più quotati, ti fanno credere quello che sta bene a loro

Deciditi... di cosa vuoi parlare?

volevo solo aggiungere uno spunto di riflessione su questo tema delle potenze farmacologiche

Mi pare che il titolo del topic sia Trump, e che avessi citato un articolo che parla delle sparate di Trump sull'argomento.
Di quelle sparate posso dirti che, ad oggi, rientrano nella categoria "bullshit".

ma tu, senza nulla aggiungere sull'argomento, sposti il tema sui binari che interessano a te, fai pure, tornerò quando ci saranno "fatti concreti".

Io sposto l'argomento? Hai introdotto nell'ordine: Trump vs. Big Pharma, La perfida Repubblica che non ne parla, le azioni farmaceutiche crollate, le azioni Valeant...


P.s. giusto per tua informazione: dall'8 novembre a oggi, l'indice S&P pharmaceutical è calato ben del 2%! Un vero tracollo!
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6825
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Donaldo Briscola

Messaggioda funkazzista » mar gen 31, 2017 12:25 pm

Sean Spicer, press secretary della Casa Bianca ha scritto:Look, coming into this country is still a privilege. We're the greatest country on Earth. And being able to come to America is a privilege, not a right.

Frasi come questa farebbero scompisciare dalle risate, se non ci fosse invece da piangere.
Ah, invito quelli che sono già focalizzati sulla parola "diritto" a spostare invece l'attenzione su quell'altra parola, quella ripetuta due volte: "privilegio".
funkazzista
 
Messaggi: 7439
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Parole in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.