(Treil) ranning VS clàimbing

Spazio per messaggi e discussioni a tema libero.

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda scairanner » mer ott 03, 2018 23:47 pm

Mork che je rode assai di vedere i treilranners che si divertono ha scritto:
funkazzista ha scritto:No, OK, ciascuno avrà i suoi motivi per cui sceglie di fare o no le gare... non è questo il punto.

A me SEMBRA, da fuori, che nell'ambiente del running chi NON fa gare sia guardato un po' come vengono guardati i plasticari (del_cazzo :mrgreen: ) dai falesisti DOC, o come viene guardato chi fa solo falesia dagli Alpinisti DOC.

E' così o e è solo una mia errata percezione?

gne gne gne



dai mork, lascia perdere il bitume e torna a divertirti con noi al raduno 8)

a parte i schersi, la maggior parte di chi fa trail di mia conoscenza proviene dalle corse lunghe su strada (maratonine e/o maratone) e non mi è (ancora) mai capitato di notare atteggiamenti come quelli che descrivi, anzi nei forum si nota un gran desiderio di imparare a gestire l'allenamento, ben consci che il treilranning™ e correre 42 km su piattume sono sport diversi.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4416
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda funkazzista » gio ott 04, 2018 9:00 am

PIEDENERO ha scritto:[...] si scherza e si chiacchiera con gli sconosciuti, ci si incoraggia a vicenda e ci si aiuta in caso di bisogno. Ho aiutato chi era in crisi e sono stato aiutato quando ero in preda a crampi tremendi [...]

Beh, ma questo è normale anche nel clàimbing!
Chi, in falesia, non ha mai aiutato un amico climber, anche sconosciuto, in difficoltà su qualche tiro, indicandogli il metodo o gli appigli sbagliati?!? :mrgreen:

PIEDENERO ha scritto:I forum del trailers sono frequentato da bella gente non da vecchi presuntuosi e saccenti alpinistoidi o FF fighettosi :mrgreen: :mrgreen:

Ah :-s
Quindi tu e scai non ci scrivete?!? :-k

:mrgreen:
funkazzista
 
Messaggi: 7387
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda scairanner » gio ott 04, 2018 9:18 am

funkazzista ha scritto:
PIEDENERO ha scritto:II forum del trailers sono frequentato da bella gente


Ah :-s
Quindi tu e scai non ci scrivete?!? :-k

:mrgreen:


Infatti, noi leggiamo e mandiamo solo MP minatori, che dillà funzionano (per adesso) :mrgreen:
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4416
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda PIEDENERO » ven ott 05, 2018 11:59 am

tornando in tema

esco di casa e vado a correre: a qualsiasi ora, con (quasi) qualsiasi situazione meteorologica per il tempo e con l'intensità che ho programmato o che ho voglia di fare.
scarpe, maglia, pantaloni, berrettino, cellulare (non sempre), borracce e barrette se servono, stop.
niente discussioni infinite coi soci per mettersi d'accordo sul dove andare.
sto fuori di casa poche ore al massimo e i bimbi e socia ringraziano.
nei fine settimana vado a spasso con la family dove posso anche correre o fare trail in posti, di solito, stupendi.
le gare ti danno quel qualcosa in più, ti danno uno scopo e ricordi belli ( un po' come fare le vie in montagna...), ti fanno scoprire posti nuovi e conoscere gente.
correre vole dire allenarsi, correggere il gesto, faticare alla muerte, migliorarsi, progettare....... infortunarsi.

sicuramente manca la componente RISCHIO/ adrenalina della quale in questo periodo faccio molto volentieri a meno. :D
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7253
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda wolf jak » ven ott 05, 2018 12:34 pm

Se uno cerca solo di godersi la vista in montagna, credo proprio che il trail funzioni anche meglio del climbing: vedi più posti, hai più tempo in cima perché ci metti meno a salire, ecc... :D

però ridurre le differenze a rischio e adrenalina è un po' riduttivo caro Piedone, e lo sai meglio di me :wink:

C'è di mezzo il gesto arrampicatorio, quel pochino di spirito d'avventura, il sentirsi immerso in una parete (che diversamente "sorvoleresti"), ecc...

Se poi era sempre un casino organizzarsi con i compagni, fatti due domande :mrgreen:

(si scherza eh, del resto non vieni più ai raduni quindi mi resta solo il luogo virtuale :P )
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2284
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda PIEDENERO » ven ott 05, 2018 13:21 pm

Sul fatto di vedersi e godersi i posti, mica troppo, se corri o cammini veloce devi guardare dove mettere i piedi altrimenti o ti perdi o sbagli sentiero o fai delle cadute tragicomiche.

Sul resto che dici, sì certo, ci siamo capiti, ma è probabile che ci chiariremo meglio durante la cena al platano. :P
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7253
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda ThePuchu! » ven ott 05, 2018 14:50 pm

PIEDENERO ha scritto:
sicuramente manca la componente RISCHIO/ adrenalina della quale in questo periodo faccio molto volentieri a meno. :D


cagasotto
Colui che non sente la musica crede che chi danza sia pazzo.
Avatar utente
ThePuchu!
 
Messaggi: 476
Iscritto il: ven mar 27, 2015 15:54 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda gug » ven ott 05, 2018 15:49 pm

PIEDENERO ha scritto:tornando in tema

esco di casa e vado a correre: a qualsiasi ora, con (quasi) qualsiasi situazione meteorologica per il tempo e con l'intensità che ho programmato o che ho voglia di fare.
scarpe, maglia, pantaloni, berrettino, cellulare (non sempre), borracce e barrette se servono, stop.
niente discussioni infinite coi soci per mettersi d'accordo sul dove andare.
sto fuori di casa poche ore al massimo e i bimbi e socia ringraziano.
nei fine settimana vado a spasso con la family dove posso anche correre o fare trail in posti, di solito, stupendi.
le gare ti danno quel qualcosa in più, ti danno uno scopo e ricordi belli ( un po' come fare le vie in montagna...), ti fanno scoprire posti nuovi e conoscere gente.
correre vole dire allenarsi, correggere il gesto, faticare alla muerte, migliorarsi, progettare....... infortunarsi.

sicuramente manca la componente RISCHIO/ adrenalina della quale in questo periodo faccio molto volentieri a meno. :D


Ti capisco davvero. A me il trail vero e proprio non interessa, ma le escursioni veloci, con qualche corsetta in piano, quando ero a Bassano mi piacevano molto perchè le avevo dietro casa. In più noto che in questa attività non provo l'ansia da prestazione che invece ho nelle attività arrampicatorie.
Però c'è qualcosa per cui non riesco a rinunciare all'arrampicata, non so neanch'io bene cos'è.....
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6120
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda PIEDENERO » ven ott 05, 2018 16:43 pm

gug ha scritto:....
Però c'è qualcosa per cui non riesco a rinunciare all'arrampicata, non so neanch'io bene cos'è.....


è quella stessa cosa per la quale io, in questo momento, rinuncio volentieri :D
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7253
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda PIEDENERO » ven ott 05, 2018 16:45 pm

ThePuchu! ha scritto:
PIEDENERO ha scritto:
sicuramente manca la componente RISCHIO/ adrenalina della quale in questo periodo faccio molto volentieri a meno. :D


cagasotto


cagasopra e stai fermo :D
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7253
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda wolf jak » ven ott 05, 2018 18:03 pm

sul fatto che il claimbing porti ansia da prestazione e il treil no, mi permetto di avere ben più di una riserva :?

credo che il fatto sia assolutamente personale, e indipendente dall'attività svolta...

io pure per il mio mensile giretto di giogghing al parco cerco sempre di dare il massimo nei miei miserrimi 5km (non credo che mi passereste nemmeno il termine corsetta per quel che faccio :lol:)
Così come non gliene potrebbe importare di meno ai frequentatori del parco dei miei tempi, così non mi calcola nessuno quando scalo :lol:
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2284
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda davidezambon1112 » ven ott 05, 2018 20:19 pm

gug ha scritto: non so neanch'io bene cos'è.....

cosa sia* :roll:
Ndemo vanti, che el sol magna e ore
Avatar utente
davidezambon1112
 
Messaggi: 253
Images: 0
Iscritto il: sab gen 06, 2018 11:46 am
Località: mestre (VE)

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda Callaghan » ven ott 05, 2018 22:08 pm

PIEDENERO ha scritto:(...)
niente discussioni infinite coi soci per mettersi d'accordo sul dove andare.
(...)


molto condivisibile, PIEDELERCIO.
la roccia è una attività ad enorme egoismo aggiunto.
nella mia vita, come già detto, ho praticato la monogamia alpinistica, ma questo non mi ha impedito di assistere alla mercificazione dell'amicizia per una lavaredo qualsiasi.
ho incrociato molte persone (molte) che, per loro impedimenti momentanei, si sono finte altro e mi hanno chiamato amico. poi, come d'incanto, sono scomparse, nuovamente dove interessava loro, generalmente in montagna, ma qualcuno anche nella loro falesia. opportunisti ottusi ed inconsapevoli.

non sto qui a sindacare cosa sia il trailranning, che pratico pochissimo, da solo: corro male, sono lentissimo, detesto la fatica bastarda. tuttavia comprendo benissimo che il ranning ha la prerogativa di non ingannare nessuno: si è soli, se si vuole, con se stessi. punto.

per questo motivo, anche io, un giorno, ho deciso che il materasso da buldering avrebbe fatto ottimamente al caso mio: solitudine, desiderio, avventura, adrenalina, infortuni, allenamento, solo, come condizione sufficiente alla pratica, ma anche in compagnia, occasionalmente. e del materasso mi sono innamorato. i massi sono dei boschi: prima o poi capita che la terra se li ripigli, e ritornino a quel silenzio originario in cui erano immersi. e quindi massi frequentati ritornano massi con il muschio, come se non fosse successo nulla.
so che può sembrare un discorso snob.
ma so anche che PIEDELERCIO capirà: nessuna telefonata, nessun album panini delle figurine, nessun celomanca, niente menzogne, niente fatica mentale, niente sovrastruttura, niente memoria.

ciao PIEDE, divertiti.
ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti
Avatar utente
Callaghan
 
Messaggi: 1399
Images: 23
Iscritto il: mar lug 18, 2006 23:23 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda crodaiolo » sab ott 06, 2018 11:32 am

fino ad accorgersi un bel giorno
che di quel che vai facendo
non hai piu nulla da ricordare...

chè anche quello è fatica.
inciampa piuttosto che tacere
e domanda piuttosto che aspettare
...
alla fine, è solamente un gioco
a cui a volte tendiamo a dare troppa importanza.
crodaiolo
 
Messaggi: 4325
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda dang » dom ott 07, 2018 7:15 am

Toh! 8O

E io che pensavo che tutti gli ex climber finissero col darsi alla mtb. 8O 8O 8O

prima la fissa erano i gradi
ora sono i watt

scarsi sempre e comunque perchè sono un tipo coerente. :mrgreen:

funk stai pensando di metter su famiglia? :lol: :lol:
dang
 
Messaggi: 594
Images: 1
Iscritto il: gio ott 05, 2006 13:56 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda ciocco » lun ott 08, 2018 7:51 am

Io iniziai a correre nel 1990
Prima la pista, dagli 800 ai 3000, poi le distanze si allungarono. Venne poi la strada 10km, mezza, maratone, ultra. Infine il trail, in uno sviluppo naturale delle cose, voler provare nuove esperienze, spezzare la noia di lunghi e ripetuti allenamenti (c’è da dire che non sono mai stato un campione e quindi non avevo il forte stimolo di insistere su una singola disciplina)
Nei primi anni 2000 il trail lo praticavamo forse in 200 in tutta Italia e alle (poche) gare che si tenevano le facce erano sempre quelle e mi piaceva questo appartenere ad un gruppo con la stessa passione anche se mi mancava un po’ la ferocia delle gare più brevi, la vera competizione.
Poi nel 2004 ho scoperto l’arrampucata, prima le vie lingue poi dopo qualche anno la falesia. Ed è nata una nuova passione che dura tutt’ora. Per alcuni anni le due attività sono andate avanti di pari passo poi nel 2008, a 39 anni, improvvisamente, semplicemente non avevo più voglia di allenarmi per correre. Da allora arrampico e basta. Questo è stato il mio percorso.
A livello umano non credo che chi fa un’attività sia meglio o peggio di chi ne fa un’altra. Chi è stronzo è stronzo in qualunque ambito della vita.
Faccio il contadino, guido l'ape e il trattore
però sono romantico e ti parlo d'amore
e se verrai con me dal monumento di Baracca
oh babies... io t'infiammo la patacca!
ciocco
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: gio gen 03, 2008 14:01 pm
Località: bagnara di romagna

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda gug » lun ott 08, 2018 11:24 am

ciocco ha scritto:Poi nel 2004 ho scoperto l’arrampucata, prima le vie lingue poi dopo qualche anno la falesia. Ed è nata una nuova passione che dura tutt’ora. Per alcuni anni le due attività sono andate avanti di pari passo poi nel 2008, a 39 anni, improvvisamente, semplicemente non avevo più voglia di allenarmi per correre. Da allora arrampico e basta. Questo è stato il mio percorso.


Minchia! 8O
Sei in controtendenza: quì tutti lasciano l'arrampicata per i trail, tu hai fatto il contrario.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6120
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda Callaghan » lun ott 08, 2018 11:30 am

gug ha scritto:
ciocco ha scritto:Poi nel 2004 ho scoperto l’arrampucata, prima le vie lingue poi dopo qualche anno la falesia. Ed è nata una nuova passione che dura tutt’ora. Per alcuni anni le due attività sono andate avanti di pari passo poi nel 2008, a 39 anni, improvvisamente, semplicemente non avevo più voglia di allenarmi per correre. Da allora arrampico e basta. Questo è stato il mio percorso.


Minchia! 8O
Sei in controtendenza: quì tutti lasciano l'arrampicata per i trail, tu hai fatto il contrario.


tutti stocazzo.

@crodaiolo: già. nei vortici di fiabe si perde coscienza del proprio cammino. bravo, croda, parole sempre precise le tue.
ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti
Avatar utente
Callaghan
 
Messaggi: 1399
Images: 23
Iscritto il: mar lug 18, 2006 23:23 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda wolf jak » lun ott 08, 2018 15:20 pm

Ieri per la prima volta ho sentite le scuse del treil ranner :lol:
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2284
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda VYGER » lun ott 08, 2018 18:49 pm

ciocco ha scritto:Poi nel 2004 ho scoperto l’arrampucata, prima le vie lingue poi dopo qualche anno la falesia.


8O

Le vie lingue?
Come funziona, questa cosa?

Ciocco, si scherza, eh?

:mrgreen:
Non cesseremo di esplorare - E alla fine dell'esplorazione - Saremo al punto di partenza - Sapremo il luogo per la prima volta. T.S. Eliot
Avatar utente
VYGER
 
Messaggi: 2100
Images: 30
Iscritto il: dom giu 25, 2006 11:16 am
Località: brescia

PrecedenteProssimo

Torna a Parole in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.