(Treil) ranning VS clàimbing

Spazio per messaggi e discussioni a tema libero.

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda VYGER » ven nov 22, 2019 10:24 am

scairanner ha scritto:vedremo se quando alle gare comincerai a vincere i primi cesti di cibarie, come fa già la tua dolce metà, rimarrai fedele alla linea :mrgreen:


Non sono mica così forte, eh?
:|
Non cesseremo di esplorare - E alla fine dell'esplorazione - Saremo al punto di partenza - Sapremo il luogo per la prima volta. T.S. Eliot
Avatar utente
VYGER
 
Messaggi: 2160
Images: 30
Iscritto il: dom giu 25, 2006 11:16 am
Località: brescia

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda funkazzista » ven nov 22, 2019 10:48 am

scairanner ha scritto:[...] senza un'organizzazione che crea l'evento per lucrarci, l'evento stesso sarebbe impensabile [...]

Sì, ma questo è esattamente il punto che ho posto: le gare esistono solo perché qualcuno ci fa soldi.
PIEDONE paragonava un "trofeo" di arrampicata (una via "importante") ad un trofeo di gara (anche solo essere finisher) e se dal punto di vista del singolo le due esperienze sono assolutamente paragonabili, non mi pare lo siano invece le cornici in cui si svolgono.

scairanner ha scritto:[...] questi eventi puoi contarli sulle dita di una mano. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di volontariato, passione vera e tanta buona volontà, e sperare che il meteo sia buono altrimenti è più probabile che devi anche tirare fuori denaro del tuo per pareggiare il bilancio.

Non ho motivo di non crederti.
funkazzista
 
Messaggi: 8215
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda scairanner » ven nov 22, 2019 11:28 am

funkazzista ha scritto:Sì, ma questo è esattamente il punto che ho posto: le gare esistono solo perché qualcuno ci fa soldi.


E ci mancherebbe! D'altra parte portano movimento e soldi ai locals in periodi nei quali il turismo latita.
Un po' come è avvenuto con l'arrampicata in zone completamente al di fuori dei circuiti turistici.
A me dispiace che le gare minori non li facciano (i soldi), perché l'impegno dei singoli è lo stesso, certo l'organizzazione nel suo complesso è molto più snella, ma lavorare aggratise, solo per la gloria lo puoi reggere per tre/quattro anni, che infatti è la durata media di molte gare che vanno avanti solo grazie al volontariato.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 5215
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda funkazzista » ven nov 22, 2019 12:04 pm

Azz... vedo che non riesco a spiegarmi...
Proviamo così allora: una gara è un prodotto che compro (da cui il tuo "ci mancherebbe"), siamo quindi in un'ottica di mercato (infatti mi confermi che se una gara non "guadagna", o almeno non perde troppo, si smette di farla).
Una via di arrampicata no.

Io la vedo così.
Sono ben disposto a cambiare idea, se qualcuno me ne dà l'occasione.

A proposito poi del turismo: l'arrampicata (e l'alpinismo, of course) non trova la sua giustificazione nel turismo.
Se come effetto collaterale genera uno sviluppo turistico, ben venga, ma non è implicito né dovuto.
funkazzista
 
Messaggi: 8215
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda PIEDENERO » ven nov 22, 2019 12:53 pm

di bizness ne vedo assai poco ma forse sono un po' fesso io.
senza volontari non esisterebbero, presumo, il 90% delle gare.
pochi e scarsi sponsor.

vi sono tantissime gare con 200/300 concorrenti. fai che tiri su 10000€. da dove lo prendi l'utile?
spesso vi è contributo per valorizzare il territorio che forse, vedi appennini, male non farebbe visto l'abbandono.

paragonerei gli organizzatori ai chiodatori di falesie. tanta passione e basta.
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7485
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda pesa » ven nov 22, 2019 13:01 pm

comunque correre per sentieri, facendo magari anche distanze e dislivelli di un certo riguardo, non implica necessariamente dover fare gare.
proprio perchè, come diceva piedenero, in termini di motivazione e soddisfazione non è molto diverso dall'alpinismo, come l'alpinismo si presta a soddisfare quel certo "spirito anarchico". dopodichè ok, ci sono anche le gare. fare in 2-6 giorni i 24K m di dislivello del tor de geants sarebbe impossibile senza l'organizzazione della gara. ma si facevano anche gare anche d'alpinismo una volta...
pesa
 
Messaggi: 642
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda scairanner » ven nov 22, 2019 13:04 pm

funkazzista ha scritto:Azz... vedo che non riesco a spiegarmi...
Proviamo così allora: una gara è un prodotto che compro (da cui il tuo "ci mancherebbe"), siamo quindi in un'ottica di mercato (infatti mi confermi che se una gara non "guadagna", o almeno non perde troppo, si smette di farla).
Una via di arrampicata no.

Io la vedo così.
Sono ben disposto a cambiare idea, se qualcuno me ne dà l'occasione.

A proposito poi del turismo: l'arrampicata (e l'alpinismo, of course) non trova la sua giustificazione nel turismo.
Se come effetto collaterale genera uno sviluppo turistico, ben venga, ma non è implicito né dovuto.


Non volevo assolutamente mettere sullo stesso piano una gara con una via, però se vogliamo, la "gara" famosa che fa curriculum, se voglio posso farmela da solo senza cronometro esattamente come vado a ripetere una via, i sentieri sono lì a disposizione di tutti. A me onestamente se alla fine della via/gara ti danno la medaglia, non me ne fotte una mazza. Il problema per quanto mi riguarda, diventa solamente la logistica nei percorsi oltre i 50 km, se vuoi andare da solo.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 5215
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda funkazzista » ven nov 22, 2019 13:09 pm

Attenzione che non è che condanno il bìsness in quanto tale, che comunque c'è modo e modo di farlo.
Semplicemente noto che c'è questa differenza (la presenza del bìsness) fra semplice arrampicata e gare di trail.
Poi che le piccole gare "di paese" (come le ho chiamate) e i grandi eventi non siano la stessa cosa l'ho scritto anch'io.
funkazzista
 
Messaggi: 8215
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda scairanner » ven nov 22, 2019 13:42 pm

funkazzista ha scritto:Attenzione che non è che condanno il bìsness in quanto tale, che comunque c'è modo e modo di farlo.
Semplicemente noto che c'è questa differenza (la presenza del bìsness) fra semplice arrampicata e gare di trail.
Poi che le piccole gare "di paese" (come le ho chiamate) e i grandi eventi non siano la stessa cosa l'ho scritto anch'io.


Però funk attenzione che anche l'alpinismo, anche se in altri ambiti, alla fine si è evoluto ed ha assecondato la sete di classifiche e di bizness. Se fosse stato possibile mettere una linea di partenza alla base delle Tre Cime e farci salire contemporaneamente 100 cordate credi davvero che non l'avremmo fatto?
Così apro un OT e rispondo anche a vecchio, che dillà pone l'alpinismo su un piano altro rispetto alle gare. Col cazzò che gli alpinisti non gareggiano, l'hanno sempre fatto: sto leggendo il bel libro dl un noto forumista, già a fine ottocento la gara era a chi erigeva l'ometto di vetta per primo, poi si è passati alla prima in parete, alla prima direttissima, alla prima libera, invernale, solitaria, senza mutande, con un dito nel qlo, l'importante è farlo sapere in diretta prima che lo faccia un altro. E si badi bene, con condizioni sempre diverse dall'una all'altra realizzazione, che ne impediscono il reale confronto, come avviene invece nello sport. Ma questo gli alpinisti preferiscono tacerlo.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 5215
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda funkazzista » ven nov 22, 2019 13:51 pm

La competizione in alpinismo e in arrampicata è sempre esistita e sempre esisterà.
Ma non c'entra col bìsness.
funkazzista
 
Messaggi: 8215
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda Callaghan » ven nov 22, 2019 17:40 pm

scairanner ha scritto:(...) Così apro un OT e rispondo anche a vecchio, che dillà pone l'alpinismo su un piano altro rispetto alle gare. Col cazzò che gli alpinisti non gareggiano, l'hanno sempre fatto: sto leggendo il bel libro dl un noto forumista, già a fine ottocento la gara era a chi erigeva l'ometto di vetta per primo, poi si è passati alla prima in parete, alla prima direttissima, alla prima libera, invernale, solitaria, senza mutande, con un dito nel qlo, l'importante è farlo sapere in diretta prima che lo faccia un altro. E si badi bene, con condizioni sempre diverse dall'una all'altra realizzazione, che ne impediscono il reale confronto, come avviene invece nello sport. Ma questo gli alpinisti preferiscono tacerlo.


OT si, scai, dici giusto, io queste cose vado ripentendo da ani ed ani. ma pare che lo sappiano tutti fuorchè gli alpinisti.
e non ti affrettare a rispondere a vecchio: come si diceva, non c'è peggior cieco di...
ah, non so di che libro tu stia parlando (magari se lo dici fai un favore a tutti, eh, magari, così, per sbaglio, ma se ti costa troppo, posso provvedere infilandoti un dito intauculu), ma ce ne è uno identico per contenuti, che si chiama la morte del chiodo, emanuele cassarà, del secolo scorso. non è un caso che cassarà sia dileggiato ed insultato dalla più parte degli alpinisti, e, ovviamente, nel fognablog, soprattutto ultimamente. fine OT.

quanto all'interessante dibattito, come ho avuto già modo di dire, secondo me gli affari sono stati un ottimo motore anche per alpinismo ed arrampicata, esattamente in questo ordine; secondo me affari ben più nascosti e subdoli, per un certo verso, rispetto al ranning montano odierno.
ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti
Avatar utente
Callaghan
 
Messaggi: 1642
Images: 23
Iscritto il: mar lug 18, 2006 23:23 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda scairanner » ven nov 22, 2019 19:22 pm

Callaghan ha scritto:ah, non so di che libro tu stia parlando (magari se lo dici fai un favore a tutti, eh, magari, così, per sbaglio


Figurati, Arterio sarà anche contento di questo intervallo pubblicitario,
"Le Dolomiti Friulane, il viaggio 1900-1906". Ciao Claimbaghan.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 5215
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda gug » lun nov 25, 2019 17:32 pm

scairanner ha scritto:
funkazzista ha scritto:Attenzione che non è che condanno il bìsness in quanto tale, che comunque c'è modo e modo di farlo.
Semplicemente noto che c'è questa differenza (la presenza del bìsness) fra semplice arrampicata e gare di trail.
Poi che le piccole gare "di paese" (come le ho chiamate) e i grandi eventi non siano la stessa cosa l'ho scritto anch'io.


Però funk attenzione che anche l'alpinismo, anche se in altri ambiti, alla fine si è evoluto ed ha assecondato la sete di classifiche e di bizness. Se fosse stato possibile mettere una linea di partenza alla base delle Tre Cime e farci salire contemporaneamente 100 cordate credi davvero che non l'avremmo fatto?
Così apro un OT e rispondo anche a vecchio, che dillà pone l'alpinismo su un piano altro rispetto alle gare. Col cazzò che gli alpinisti non gareggiano, l'hanno sempre fatto: sto leggendo il bel libro dl un noto forumista, già a fine ottocento la gara era a chi erigeva l'ometto di vetta per primo, poi si è passati alla prima in parete, alla prima direttissima, alla prima libera, invernale, solitaria, senza mutande, con un dito nel qlo, l'importante è farlo sapere in diretta prima che lo faccia un altro. E si badi bene, con condizioni sempre diverse dall'una all'altra realizzazione, che ne impediscono il reale confronto, come avviene invece nello sport. Ma questo gli alpinisti preferiscono tacerlo.


Direi che più che gareggiare, eventualmente, spesso molti alpinisti sono entrati in competizione, che non è la stessa cosa.
Nelle gare sportive ci sono condizioni uguali per tutti, un momento definito e non adattabile alle condizioni personali e regole imposte da un giudice esterno, cose che in alpinismo non ci sono mai state e per questo non è un vero e proprio sport. Credo che in alpinismo la competizione può esserci, ma non è un elemento indispensabile mentre nella maggior parte degli sport è un elemento imprescindibile (perlomeno al top).
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6187
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda funkazzista » gio nov 28, 2019 13:33 pm

Lalpinismo è uno sport!
(sì, lo so che ci sono già almeno 3 -inutili :mrgreen:- topic apposta, ma me ne f8)

Secondo il Merriam-Webster:
sport noun
Definition of sport (Entry 2 of 3)
1a : a source of diversion : RECREATION
b : sexual play
c (1) : physical activity engaged in for pleasure
(2) : a particular activity (such as an athletic game) so engaged in


Secondo il Cambridge:
sport noun (GAME)

A1 [ C ]
a game, competition, or activity needing physical effort and skill that is played or done according to rules, for enjoyment and/or as a job:
- Football, basketball, and hockey are all team sports.
- I enjoy winter sports like skiing and skating.

A1 [ U ] UK
all types of physical activity that people do to keep healthy or for enjoyment:
- She used to do/play a lot of sport when she was younger.


:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
funkazzista
 
Messaggi: 8215
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda davidezambon1112 » dom gen 12, 2020 17:21 pm

funkazzista ha scritto:Un pigrone come me -che dopo 5 km scarsi di trail-jogging ne ha già più che abbastanza- è lontanissimo da questo genere di cose, però, per dire eh :mrgreen: , sarei più attirato da cose come il "Picnic" che dall'andarmi ad intruppare in una gara.

Il "Picnic" (che poi qualcuno, più seriamente, ma molto più banalmente, ha chiamato Grand Teton Triathlon) ideato da David Gonzales prevede la partenza in bici dalla piazza di Jackson Hole (Wyoming), una pedalata fino al lago Jenny (a 2000m circa), l'attraversamento a nuoto del medesimo, quindi camminata/corsa e arrampicata fino alla cima del Grand Teton (circa 4200m), e poi il tutto all'inverso per un totale di circa 110 Km.
Nessun orario né tantomeno data di partenza, nessun limite di tempo, nessuna classifica, nessun pettorale, nessuna quota di iscrizione, nessun supporto (se ne vuoi, te lo devi organizzare per conto tuo, con l'amichi tuoi), nessun premio... insomma, sono tutti cazzi tuoi.
C'era anche il sito (qualcosa tipo picnic.com), ma non lo trovo più.
http://jacksonholemagazine.com/mountain-madness/
https://www.adventure-journal.com/2017/05/not-average-walk-park/
https://www.theguardian.com/sport/2015/jul/21/rock-climb-snow-and-no-prizes-is-the-gtt-the-worlds-hardest-triathlon



http://www.thepicnic.co/wyoming/
questo?
Ndemo vanti, che el sol magna e ore
Avatar utente
davidezambon1112
 
Messaggi: 282
Images: 0
Iscritto il: sab gen 06, 2018 11:46 am
Località: mestre (VE)

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda scairanner » mer gen 15, 2020 16:31 pm

Vince treilranning :mrgreen:

Concorrente tipica gare treil:

Immagine
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 5215
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda il Duca » mer gen 15, 2020 16:41 pm

Chi apre il topic gnoc on the trail? :smt026
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3956
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda Danilo » ven gen 17, 2020 9:59 am

a me piacerebbe fare I complimenti mettendogli le palle nella morsa da carpentiere per una mezza giornata e stringere di mezzo millimetro all'ora al genio che ha bollato per terra di giallo fosforescente ogni tre metri l'ultimo tratto ( probabilmente uno tra I più belli ) del sentiero del viandante sul lago di como.
...non centrano assolutamente niente I treilranning ma l'ho scritto perchè magari legge e capisce che lì non si può perdere nemmeno un bambino
Ultima modifica di Danilo il sab gen 18, 2020 23:20 pm, modificato 1 volta in totale.
il forum è morto
Avatar utente
Danilo
 
Messaggi: 7404
Images: 61
Iscritto il: gio lug 26, 2007 17:44 pm

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda Mork » ven gen 17, 2020 10:37 am

Danilo ha scritto:a me piacerebbe fare I complimenti mettendogli le palle nella morsa da carpentiere per una intera giornata e stringere di mezzo millimetro all'ora al genio che ha bollato per terra di giallo fosforescente ogni tre metri l'ultimo tratto ( probabilmente uno tra I più belli ) del sentiero del viandante sul lago di como.
...non centrano assolutamente niente I treilranning ma l'ho scritto perchè magari legge e capisce che lì non si può perdere nemmeno un bambino


Ma è stato bollato per una gara o solo per segnare il sentiero? Perché di solito nelle gare si usa una vernice fosforescente che sparisce da sola.
Avatar utente
Mork
 
Messaggi: 1343
Iscritto il: ven giu 10, 2005 8:02 am
Località: Südtirol

Re: (Treil) ranning VS clàimbing

Messaggioda Danilo » sab gen 18, 2020 23:19 pm

Mork ha scritto:
Danilo ha scritto:a me piacerebbe fare I complimenti mettendogli le palle nella morsa da carpentiere per una intera giornata e stringere di mezzo millimetro all'ora al genio che ha bollato per terra di giallo fosforescente ogni tre metri l'ultimo tratto ( probabilmente uno tra I più belli ) del sentiero del viandante sul lago di como.
...non centrano assolutamente niente I treilranning ma l'ho scritto perchè magari legge e capisce che lì non si può perdere nemmeno un bambino


Ma è stato bollato per una gara o solo per segnare il sentiero? Perché di solito nelle gare si usa una vernice fosforescente che sparisce da sola.

presumo sia stato fatto per una gara podistica visto che dopo qualche centinaio di metri devia da un'altra parte.
interessante questa vernice che se ne và da sola..indi per cui per l'onestà forumistica che mi ha sempre caratterizzato provvederò immediatamente alla modifica del messaggio
il forum è morto
Avatar utente
Danilo
 
Messaggi: 7404
Images: 61
Iscritto il: gio lug 26, 2007 17:44 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Parole in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.