Fake news e i cani da guardia del potere

Spazio per messaggi e discussioni a tema libero.

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda bong » lun mag 28, 2018 18:05 pm

pesa ha scritto:ma al di là si tutte le considerazioni politiche economiche e ora pure costituzionali, c'è davvero così tanta gente in giro convinta che da salvini & di maio possa venire un qualche bene? sarà il caso di contarci, chè in caso scappo a fare le valigie.


Io non lo so, ma da quelli di prima, e da quelli di prima ancora e così via per almeno un paio di decenni non mi pare arrivato un gran bene. Io sono solito giudicare le persone (e tanto più i politici) da quello che fanno.
Il fare le valigie, ti assicuro, è valido anche dall'altra parte della barricata a pensare (con nausea e disgusto) ad altri governi imposti, governi tecnici, governi di scopo (quale?)
ex alpujarra
Avatar utente
bong
 
Messaggi: 108
Iscritto il: ven giu 20, 2014 22:33 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda coniglio » lun mag 28, 2018 18:08 pm

e cmq...Banche a picco in Borsa, spread oltre 230
you must get your living by loving
Avatar utente
coniglio
 
Messaggi: 7151
Iscritto il: lun nov 22, 2010 21:52 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Sbob » lun mag 28, 2018 18:43 pm

coniglio ha scritto:l'atto di nomina in linguaggio tecnico giuridico, passami il termine,
è l'invesitura che la carica più alta dello stato conferisce al personaggio
incaricato del dicastero.
se avessero voluto dargli un'accazione diversa, riconducendo quel che tu intendi
alle prerogativce del PdR, avrebbero usato la parola SCEGLIE.

Pero' non dice neanche questo:
Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su SCELTA di questo, i Ministri.


Certo, la costituzione non prevede che sia lui a proporre, ma come dicevo non prevede neanche che siano Salvini o Di Maio a proporre, cosi' come prevede che sia il Presidente del Consiglio il responsabile dell'azione di governo e non un comitato di partito.
Avrei voluto vedere vesti altrettanto stracciate quando Mattarella e' stato costretto ad assistere a quelle storture.

La versione loro della costituzione sarebbe:
Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su scelta dei partiti di maggioranza, i Ministri.
[...]
Il Presidente del Consiglio dei Ministri esegue la politica generale del Governo su indicazione dei partiti di maggioranza.
Ultima modifica di Sbob il lun mag 28, 2018 18:49 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6873
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Sbob » lun mag 28, 2018 18:45 pm

coniglio ha scritto:e cmq...Banche a picco in Borsa, spread oltre 230

Mi par assolutamente normale.
Paese ingovernabile, futura campagna buttata in caciara e rischio governo monocolore Lega alle prossime elezioni, con uscita dall'Euro e magari avvicinamento alla Russia.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6873
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Achille_piè_veloce » lun mag 28, 2018 19:05 pm

coniglio ha scritto:l'atto di nomina in linguaggio tecnico giuridico, passami il termine,
è l'invesitura che la carica più alta dello stato conferisce al personaggio
incaricato del dicastero.
se avessero voluto dargli un'accazione diversa, riconducendo quel che tu intendi
alle prerogativce del PdR, avrebbero usato la parola SCEGLIE.


grazie. vado a studiare!
Achille_piè_veloce
 
Messaggi: 1043
Iscritto il: gio nov 19, 2015 12:50 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » lun mag 28, 2018 20:29 pm

Come capisco io da cittadino elettore mediamente (= poco ) informato.

Con la nostra vulnerabilità legata al debito, mi sembra che siamo in una situazione simile a quella di uno in mano ai cravattari. Se ci ribelliamo e non paghiamo, i "mercati" fanno la parte dei casamonica di turno e ci spezzano i pollici. Se accettiamo le "riforme" che i tecnocrati europei vogliono imporci (tagli, austerità, privatizzazioni, ulteriore compressione dei diritti ecc.) saremo più o meno lentamente strangolati - senza contare il rischio di grossi rivolgimenti sociali quando la situazione della maggioranza dei cittadini raggiungerà il punto di rottura.

Poi, altre considerazioni sparse:

La flat tax è un abominio
Quello che scrive la stampa tedesca ("italiani scrocconi mendicanti aggressivi ecc.") è inqualificabile
Orban & c. Continuano a farsi i qwatsi propri f****ndosene allegramente dei "valori europei" e a prendersi fior di contributi dall'EU

In conclusione, direte che ho le idee abbastanza confuse ed è vero. Posso anticipare (per quel che interessa :mrgreen: ) che se andremo alle elezioni voterò potere al popolo. Voto del tutto inutile ma almeno (penso io) dignitoso.

Sconclusionati saluti
TSdG
Mizushima, torna in Giappone con noi!

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda PIEDENERO » lun mag 28, 2018 22:26 pm

Paolo Flores d’Arcais

L’articolo 92 della Costituzione garantisce al Presidente della Repubblica la possibilità di rifiutare la nomina di un ministro proposto dal Presidente del Consiglio incaricato. Ma il margine di discrezionalità di cui può avvalersi il Presidente della Repubblica è stabilito con precisione dagli articoli 54 e 95.

Quest’ultimo stabilisce che chiunque sia nominato ad una carica pubblica deve adempiere il suo mandato con disciplina ed onore. Il Presidente della Repubblica può perciò obiettare alla nomina di un ministro che gli sia stata proposta dal Presidente incaricato se rileva nei comportamenti passati del candidato qualcosa che confligge con l’onorabilità. Nessun rilievo del genere è stato avanzato dal Presidente della Repubblica nei confronti del professor Savona.

Quanto alla disciplina il titolare della unità dell’indirizzo politico del Governo è solo il Presidente del Consiglio come inderogabilmente stabilito dall’articolo 54. Esula perciò dai poteri del Presidente della Repubblica sindacare sulle opinioni politiche dei candidati ai singoli ministeri. Nel caso del professor Savona il presidente Mattarella ha invece fatto esplicito riferimento alle opinioni di Savona riguardanti la possibilità di fuoriuscita dall’euro.

Senza entrare nel merito di dettagli non secondari per cui la fuoriuscita dall’euro viene ventilata dal professor Savona quale piano B per le trattative da svolgere con le istituzioni europee il cui obiettivo primario resta quello di modificare, restando nell’euro, le regole valide per tutti i paesi membri, sembra evidente che una eventuale scelta di uscire dall’euro attenga alle scelte politiche di governo e non sia in conflitto con la Costituzione, che ha bensì recepito l’obbligo di pareggio di bilancio ma solo nell’ambito dell’adesione all’euro, adesione che non può configurarsi fur ewig, poiché la sovranità di cui all’articolo 1 ne risulterebbe minata.

Ogni ragionamento e discussione sul conflitto istituzionale che si è aperto deve perciò per onestà intellettuale assumere questi dati.

* * *

PAUL KRUGMAN: “E' veramente orribile: non c'è bisogno di essere populisti per essere inorriditi dal fatto che i partiti che avevano vinto un chiaro mandato elettorale sono stati esclusi perché volevano un ministro dell'economia euroscettico". "La fiducia nella moneta unica batte la democrazia? Davvero? Le istituzioni europee soffrivano già di mancanza di legittimità a causa di carenze democratiche. Questo non farà che peggiorare le cose".
(premio Nobel per l'Economia, Twitter, 28 maggio 2018)


* * *


Riconoscimento formale del passaggio della sovranità
dal Popolo Italiano al mercato globale

di Paolo Maddalena, giurista e giudice emerito della Corte Costituzionale, da attuarelacostituzione.it

La mancata approvazione della proposta di governo dei vincitori delle elezioni politiche M5Stelle e Lega è il riconoscimento formale della fine della democrazia e del passaggio della sovranità del popolo Italiano alla finanza e alle multinazionali. Il pensiero neoliberista può festeggiare il suo trionfo liberticida. La spiegazione data dal Presidente della Repubblica: fare il bene dei risparmiatori italiani, impedendo l’uscita dall’euro, non convince e non tiene conto che, restando nell’euro (che è una lira sopravvalutata e un marco svalutato), Il debito pubblico, che ci è stato imposto dal mercato globale (al quale ci siamo dovuti rivolgere dopo che Andreatta, con una lettera del 12 febbraio 1981 sollevò la Banca d’Italia dall’obbligo di acquistare i buoni del tesoro rimasti invenduti, anticipando così gli effetti dannosi della moneta unica), non nasce dai nostri sprechi (come asserisce un poco informato giornalista tedesco, il quale non sa che l’Italia dedica allo Stato sociale il 41 per cento del Pil, mentre la media europea è del 45 per cento, e non ricorda neppure che la Germania ha violato per cinque anni il limite di Maastricht, non ha mai denunciato il suo surplus commerciale e fruisce ancora del contributo europeo per la riunificazione), ma ci è imposto dalla speculazione finanziaria (incostituzionale e illegale anche a termine dei Trattati internazionali), la quale non si ispira più alla regola della domanda e dell’offerta, ma a quella della pura convenienza individuale, costringendoci a “privatizzare” e “svendere” tutte le nostre fonti di produzione della ricchezza (beni produttivi, demani, e servizi pubblici essenziali), in modo da privarci dell’intero territorio, e, cioè dell’esistenza stessa della nostra Comunità politica.

Non si deve sottacere, poi, che il nostro “debito pubblico”, essendo la conseguenza del mutamento del sistema economico produttivo di stampo keynesiano (che è sancito dalla nostra Costituzione) in un sistema economico predatorio di stampo neoliberista, realizzato in circa quaranta anni, con attendismo e propaganda menzognera, nonché con la sottomissione dei nostri governi, si è concretato in una “prestazione impossibile” ai sensi dell’art. 1218 del nostro codice civile, poiché dovuta a un fatto (la trasformazione del sistema economico) non imputabile al debitore e cioè all’ignaro Popolo Italiano. Il quale, d’altro canto, per un verso è costretto al pareggio di bilancio e, per altro verso è nell’impossibilità di ottenere uno “sviluppo economico”, che è l’unica via possibile per ridurre il debito. Si tratta, insomma, non solo di una “impossibilità” giuridica, ma anche di una “impossibilità” di fatto. Peraltro, è bastato un cenno di cambiamento di questo sistema per scatenare la violenta campagna denigratoria e mistificatoria del neoliberismo imperante, il quale mira a confondere le idee e costringerci a fare la fine della Grecia.

Ma oggi, 28 maggio 2018, deve scattare la nostra controffensiva, pacifica e costituzionalmente legale, rispondendo agli insulti della stampa tedesca e francese con una forte iniziativa interna, e cioè con la nazionalizzazione delle fonti di produzione della ricchezza, con il divieto di delocalizzazione, con il recupero dei beni pubblici illegalmente venduti. Insomma, occorre far prevalere sui Trattati la nostra Costituzione (esattamente come hanno fatto e fanno Germania e Francia), tenendo presente che la nostra Corte costituzionale ha sempre sancito che non possono avere ingresso nel nostro ordinamento le norme europee che violino diritti fondamentali, come il diritto al lavoro, alla salute, all’ambiente, ecc., (cosiddetta teoria dei “contro limiti”). E tutto questo senza dimenticare che i cosiddetti “poteri forti” in realtà sono poteri debolissimi, poiché la loro ricchezza è formata soprattutto da derivati e altra moneta fittizia di questo genere. Non ci nascondiamo che la battaglia sarà durissima, ma sono dalla nostra parte la dignità di un Popolo e una Costituzione unica al mondo.

* * *

VALERIO ONIDA: "il Presidente della Repubblica può evidentemente esercitare una sua influenza, un magistrato di persuasione e di influenza, può dare suggerimenti, può dare consigli, può dare avvertimenti, può esprimere preoccupazioni, ma non ha un potere di decisione definitiva sull'indirizzo politico e quindi anche sulla scelta delle persone che devono andare a realizzare l'indirizzo politico di maggioranza".
(ex presidente della Corte Costituzionale, Radio Radicale, 27 maggio 2018)



* * *

MASSIMO VILLONE: "sul singolo ministro i precedenti migliori e più condivisibili di diniego sono sui candidati di cui si potesse mettere in discussione la capacità di ricoprire la carica con “disciplina e onore”, come la Costituzione richiede. Di sicuro, non si mostra appropriato un diniego non per le qualità della persona, ma per opinioni espresse in un passato più o meno recente [...] il Presidente della Repubblica "può certamente esprimersi sull'indirizzo politico se lo ritiene nell'interesse del paese, ma come moral suasion e non nell'esercizio di poteri formali che incidono sull'esistenza dell'esecutivo".
(costituzionalista, il manifesto, 28 maggio 2018)
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7400
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda climbalone » lun mag 28, 2018 23:52 pm

Tocca lavorare fino a 68 anni, non c'è proprio scampo...
:cry:
GNAM
Avatar utente
climbalone
 
Messaggi: 1903
Images: 1
Iscritto il: mar lug 21, 2009 8:31 am
Località: Trento

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda PIEDENERO » mar mag 29, 2018 5:54 am

Per chi volesse approfondire, questo è molto interessante :

https://www.rischiocalcolato.it/2018/05 ... erkel.html
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7400
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda coniglio » mar mag 29, 2018 9:50 am

si...ma perchè Giorgetti no?
you must get your living by loving
Avatar utente
coniglio
 
Messaggi: 7151
Iscritto il: lun nov 22, 2010 21:52 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Sbob » mar mag 29, 2018 10:00 am

Gia', perche'?

Io una risposta ce l'ho.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6873
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Kinobi » mar mag 29, 2018 10:02 am

ETC 7X short....
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5563
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Sbob » mar mag 29, 2018 10:02 am

PIEDENERO ha scritto:Quanto alla disciplina il titolare della unità dell’indirizzo politico del Governo è solo il Presidente del Consiglio come inderogabilmente stabilito dall’articolo 54. Esula perciò dai poteri del Presidente della Repubblica sindacare sulle opinioni politiche dei candidati ai singoli ministeri. Nel caso del professor Savona il presidente Mattarella ha invece fatto esplicito riferimento alle opinioni di Savona riguardanti la possibilità di fuoriuscita dall’euro.

Credo che basandosi su questo avrebbe dovuto mandare a cagare Salvini e Di Maio due settimane fa, quando hanno palesemente presentato un candidato premier fantoccio.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6873
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Sbob » mar mag 29, 2018 10:03 am

climbalone ha scritto:Tocca lavorare fino a 68 anni, non c'è proprio scampo...
:cry:

Magari poi prendi una pensione in Euro e non in soldi del Monopoli...
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6873
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda VYGER » mar mag 29, 2018 10:40 am

Mah, qui sta andando tutto giù di brutto...

Euro, sterlina, borsa USA, tedeschi...
Evidentemente il sistema finanziario teme che le scelte italiane possano far crollare il mercato unico europeo.
Comincerei ad avere qualche dubbio sulla pensione in euro, eh?

:roll:

Brutta situazione.
Non cesseremo di esplorare - E alla fine dell'esplorazione - Saremo al punto di partenza - Sapremo il luogo per la prima volta. T.S. Eliot
Avatar utente
VYGER
 
Messaggi: 2160
Images: 30
Iscritto il: dom giu 25, 2006 11:16 am
Località: brescia

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Sbob » mar mag 29, 2018 10:56 am

Situazione di merda, non c'e' che dire.

Mentre noi stiamo qui a disquisire di costituzione e poteri del presidente, c'e' chi per calcoli elettorali manda a puttane il paese.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6873
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Kinobi » mar mag 29, 2018 10:59 am

Scusate...
Ma pensavate 2000 miliardi fossero un buon investimento per il futuro?

You get what you pay for.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5563
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda VYGER » mar mag 29, 2018 11:17 am

Io sono più o meno dell'idea di Tacchino.
Gli scenari che ci si paravano davanti fino a prima di questa fase convulsa erano:

1. Restiamo nell'euro, con un'economia asfittica e tirando come dannati, con una progressiva riduzione delle garanzie sociali;
2. Usciamo dall'euro, con un ribaltamento non di poco conto sul fronte economico: svalutazione e riduzione dei salari per evitare l'iperinflazione o salari al pari e iperinflazione (quindi situazione simil Cuba o Venezuela con frotte di persone che tentano di abbandonare il paese come possono, di persona o con i loro soldi).

A questo punto lo scenario 2 mi pare il più probabile.
Di sicuro le attuali elite europee tenteranno di riportarci a 1. Ma non potranno provare a farlo senza forzature autoritarie come la recente.

L'anno scorso il world economic forum aveva pubblicato un report nel quale individuava 3 possibili scenari per l'evoluzione politica generale:

1. Blocchi soprastatali rigidi, economie in moderata crescita, autoritarismo soft;
2. Aumento della frammentazione nei vecchi stati nazionali, mercantilismo, confini più fluidi, maggiore libertà grazie all'anarchia, ma anche maggiore caos;
3. Conflitto mondiale :( ...

Con la Brexit e Trump, stiamo andando decisamente verso 2.
Se le nazioni del centro nord Europa non fossero state così avide, non ci saremmo trovati in questa situazione.

Incrociamo le dita...
Non cesseremo di esplorare - E alla fine dell'esplorazione - Saremo al punto di partenza - Sapremo il luogo per la prima volta. T.S. Eliot
Avatar utente
VYGER
 
Messaggi: 2160
Images: 30
Iscritto il: dom giu 25, 2006 11:16 am
Località: brescia

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda MarcoS » mar mag 29, 2018 11:33 am

al netto di tutto, questo casino non sarebbe successo se il pdr avesse dato modo al governo gialloverde di nascere.
Non ho idea se il sig Mattarella abbia agito motu proprio oppure seguendo consigli o imposizioni di altri, il risultato è stato " pezo el tacon del buso", anche in prospettiva. ma non ci voleva un genio per intuirlo.
I modi di bloccare eventuali iniziative "pericolose" del nuovo governo in maniera meno stupida ci sarebbero comunque stati.

personalmente sono d'accordo con quel che dice qua sotto FK

https://www.rischiocalcolato.it/2018/05/e-lo-spread-di-matttarella-si-deve-dimettere.html
Se sei mona e credi in Dio, crederai nel Dio dei mona
Avatar utente
MarcoS
 
Messaggi: 6676
Images: 159
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: PD

Re: Fake news e i cani da guardia del potere

Messaggioda Sbob » mar mag 29, 2018 12:05 pm

O non sarebbe avvenuto se Salvini e Di Maio avessero rispettato il Presidente della Repubblica.
Potevano proporre un presidente del consiglio vero. Potevano cambiare un nome (proprio loro che "i nomi non contano").

L'unico errore che ha fatto Mattarella e' stato rompersi il c***o troppo tardi: era da tre settimane che i due lo pigliavano per il culo.

Hanno fatto un contratto di governo prima di proporre il presidente del consiglio, che veniva nei fatti a diventare un fantoccio.
Hanno perso settimane con i "ci siamo quasi" su un contratto che, appunto, non dovevano neanche fare.
Hanno imposto un presidente del consiglio non eletto, per un incarico politico, dopo che per anni ci hanno triturato i coglioni con i presidenti non eletti.
Hanno imposto nomi al Presidente della Repubblica mentre in pubblico Di Maio andava a dire che "i ministri li scelgono PdC e PdR".

Sono state settimane di continui strappi, da parte di due personaggi che - e' evidente anche ad un bambino - non avevano alcuna voglia di governare ma solo di cercare una scusa per ribaltare il tavolo.

Che dire, complimenti a Salvini, e' riuscito perfettamente nei suoi intenti. Chi lo prende in culo siamo noi, ma pazienza.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6873
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Parole in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.