diventare vegetariani

Spazio per messaggi e discussioni a tema libero.

Re: diventare vegetariani

Messaggioda PIEDENERO » mer apr 27, 2016 18:21 pm

Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 7263
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: diventare vegetariani

Messaggioda otttoz » gio mag 05, 2016 18:12 pm

Ho provato la bresaola vegana dell coop
A parte il prezzo la consiglio...
Il colore rosso è dato dalla barbabietola, le spezie devono essere le stesse e non ha nitrati..
iscritto dal 2008
rules.php
Avatar utente
otttoz
 
Messaggi: 1300
Images: 3
Iscritto il: sab mar 15, 2008 9:22 am

Re: diventare vegetariani

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » sab mag 14, 2016 10:52 am

"Sono contento perché sto bene, mangio la mia verdura e vivo onestamente - orca, mi sento proprio come se non ci fossero guai in terra!" (Popeye)

Marinareschi saluti (e POOEY ai veganofobi :P )
TSdG
In nihil ab nihilo quam cito recidimus.

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5018
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: diventare vegetariani

Messaggioda climbalone » mer mag 18, 2016 23:38 pm

Ma il vero futuro dell'alimentazione umana sarà l'entomofagia.
In un primo tempo.
Poi, anche peggio (chi ha visto "2022: i sopravvissuti", titolo originale "Soylent Green", con Charlton Heston?).
GNAM
Avatar utente
climbalone
 
Messaggi: 1673
Images: 1
Iscritto il: mar lug 21, 2009 8:31 am
Località: Trento

Re: diventare vegetariani

Messaggioda Sbob » gio mag 19, 2016 5:47 am

L'entomofagia potrebbe essere una gran belinata. E' ancora da dimostrare che siano piu' efficienti di un vitello nel produrre proteine (anzi, ho letto un articolo che sosteneva il contrario).
Se e' per andare verso l'efficienza penso che il meglio sia l'alimentazione vegana, con piccole aggiunte di latticini, carne e pesce da allevamento su pascoli altrimenti non utilizzabili e riciclo (maiali & galline) e pesca sostenibile.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6842
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: diventare vegetariani

Messaggioda Spartaco » dom mag 22, 2016 20:36 pm

ascolta.si fa sera.
Avatar utente
Spartaco
 
Messaggi: 1164
Iscritto il: lun set 08, 2014 17:38 pm

Re: diventare vegetariani

Messaggioda ProcioneFalesio » mar mag 24, 2016 15:18 pm

http://www.huffingtonpost.it/2016/05/23 ... 05498.html

Innanzitutto condoglianze al marito della vittima

Al di là di vegeteriano sì - vegetariano no, vegano sì - vegano no, ecc, l'articolo ha sottolineato, giustamente, che la morte della professoressa australiana non è dovuta al tipo di dieta, ci arriva anche un demente (forse?) che anche gli onnivori e i carnivori (mangiacadaveri! :lol: ) muoiono in montagna, dalle vette più basse a quelle più alte.

L'episodio mi ha fatto pensare a questo. Perché questa donna si è spinta così lontano per dimostrare agli altri che si sbagliavano?:

1. Semplicemente per fare ricredere i denigratori (io ho ragione e tu hai torto!);
2. Perché lei non era sicura che il suo regime alimentare le avrebbe permesso di compiere simili "imprese", e quindi voleva autoconvincersi, mettendosi alla prova;
3. Un'azione a favore della causa vegana;

I punti 1 e 2 posso capirli. Se la motivazione fosse stata il punto 3, secondo me spingersi così al limite (indipendentemente dalla dieta) per una causa come questa (stop all'alimentazione carnivora), mi sembra sbagliato. Mi sembra assurdo morire per una causa come questa.

Il mio giudizio per molti di voi sarà affrettato, perché parlo come persona esterna, che non conosce vegani e non pratica questo stile di vita. Se qualcuno di voi mi dicesse che per i vegani, o per alcuni di loro, questa scelta di vita comprende anche il compiere azioni che possono portare alla morte per una causa (salvare gli animali), equiparandola a (faccio un esempio) un popolo che lotta contro un governo dispotico per avere più diritti sociali e civili, ciò mi spingerebbe a una riflessione, ovvero cominciare a chiedermi se il veganesimo sia un vero e proprio movimento che vuole cambiare il mondo.
Avatar utente
ProcioneFalesio
 
Messaggi: 765
Iscritto il: ven gen 17, 2014 17:56 pm
Località: Affi (VR)

Re: diventare vegetariani

Messaggioda scairanner » mar mag 24, 2016 23:20 pm

ProcioneFalesio ha scritto:http://www.huffingtonpost.it/2016/05/23/morire-everest-vegani_n_10105498.html


non essendo più su fb, mi ero disabituato al tenore dei commenti alla Salvini che si trovano in calce agli articoli, allucinante!
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4610
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: diventare vegetariani

Messaggioda funkazzista » mer mag 25, 2016 8:58 am

Maaa... una domanda: si contrappongono sempre vegetariani/vegani da una parte e carnivori dall'altra... ma chi sarebbero 'sti "carnivori"?!?
Coloro i quali magnano solo carne?
Scusate l'ignoranza, eh.
funkazzista
 
Messaggi: 7579
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: diventare vegetariani

Messaggioda ThePuchu! » mer mag 25, 2016 9:52 am

Mah.. così su due piedi direi di no.
Se mangiassero solo carne li potrebbero chiamare direttamente coccodrilli.
:mrgreen:
Colui che non sente la musica crede che chi danza sia pazzo.
Avatar utente
ThePuchu!
 
Messaggi: 476
Iscritto il: ven mar 27, 2015 15:54 pm

Re: diventare vegetariani

Messaggioda Il Profeta » mer mag 25, 2016 15:24 pm

Il Profeta
 
Messaggi: 545
Images: 0
Iscritto il: lun set 17, 2012 20:40 pm

Re: diventare vegetariani

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » gio mag 26, 2016 19:07 pm

The Vegetarian by Han Kang review – an extraordinary story of family fallout
Dark dreams, simmering tensions, chilling violence … this South Korean novel is a feast
the vegetarian
Sweet and sour … Han Kang explores the friction between desires that are fed and those that are denied. Photograph: www.ghosttreemedia.com/Getty Images
Daniel Hahn
Saturday 24 January 2015 08.00 GMT

Share on Pinterest Share on LinkedIn Share on Google+
Shares
871
Save for later
Yeong-hye is, in her husband’s opening words, “completely unremarkable in every way”. She is a reasonably diligent homemaker, a reasonably attentive spouse, not deeply unhappy and driven by no great passions. Her husband, Mr Cheong, is a mediocre employee, not greatly ambitious, mildly unenthused by his life but not dramatically so. Time ticks by, and the two of them get on with living their ordinary lives; but their ordinariness, it turns out, is more fragile than they realise.

Things begin to fracture the day Yeong-hye throws away all the meat from the freezer and announces that henceforth she is going to be a vegetarian. The only explanation she gives her husband is not hugely satisfactory: “I had a dream.” We know, though her husband doesn’t, something of the nature of the dream: it is dark, bloody and aggressive. Violence soon breaks out in Yeong-hye’s waking world, too, when her father tries to force a piece of sweet-and-sour pork into her mouth, and in revolt she stabs herself.

And it goes downhill from there. Other people are dragged in, other relationships fray and Yeong-hye’s vow to remain vegetarian is the one constant in a family disintegrating before our eyes. Her husband is frustrated at this complication in his meticulously uncomplicated life, and can’t help thinking it’s all about him. (What happens when they have to go to dinner with his boss? And his wife not even wearing a bra any more! What will people think?) Her sister, In-hye, struggles with her sense of familial responsibility, while learning that, even when a family member is in trouble, there is only so much others can do.

The Vegetarian is a story in three acts: the first shows us Yeong-hye’s decision and her family’s reaction; the second focuses on her brother-in-law, an unsuccessful artist who becomes obsessed with her body; the third on In-hye, the manager of a cosmetics store, trying to find her own way of dealing with the fallout from the family collapse. Across the three parts, we are pressed up against a society’s most inflexible structures – expectations of behaviour, the workings of institutions – and we watch them fail one by one. The novel repeatedly shows the frictions between huge passion and chilling detachment, between desires that are fed and those that are denied. With such violence in these characters’ internal worlds, and such a maddening external impassiveness, those inner passions are bound to break out somehow, and it won’t be pretty.


Sign up to our Bookmarks newsletter
Read more
This is Han Kang’s first novel to appear in English, and it’s a bracing, visceral, system-shocking addition to the Anglophone reader’s diet. It is sensual, provocative and violent, ripe with potent images, startling colours and disturbing questions. As Yeong-hye changes, the book’s language shifts, too, with Deborah Smith’s translation moving between the baffled irritation of Mr Cheong’s first-person narration in part one, the measured prose of In-hye’s world, the dense and bloody narrative of Yeong-hye’s dreams, and seductive descriptions of living bodies painted with flowers, in states of transformation or wasting away. Sentence by sentence, The Vegetarian is an extraordinary experience. Last year’s London Book Fair had Korea as guest of honour, in the hope of tempting English-language publishers to seek out more contemporary Korean novelists, but The Vegetarian will be hard to beat.

(A proposito di cucina coreana... 8) )
Esotici saluti
TSdG
In nihil ab nihilo quam cito recidimus.

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5018
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: diventare vegetariani

Messaggioda bondagnente » ven mag 27, 2016 7:50 am

l'unico essere vivente vegano è la nutria
la nutria conquisterà il mondo
W le nutrie
Avatar utente
bondagnente
 
Messaggi: 712
Iscritto il: lun gen 09, 2012 10:08 am
Località: tra i Berici e gli Euganei

Re: diventare vegetariani

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » ven mag 27, 2016 10:11 am

bondagnente ha scritto:W le nutrie


Concordo :D

nutrizionisti saluti
TSdG
In nihil ab nihilo quam cito recidimus.

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5018
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: diventare vegetariani

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » sab giu 04, 2016 11:37 am

Dal sito del fatto quotidiano:

Lo scorso ottobre era stata l’Oms a puntare il dito contro carni e insaccati e oggi a elencare i benefici di una dieta povera di proteine animali c’è uno studio della Oxford university. Per i i ricercatori, il cui studio è stato pubblicato su Pnas, se tutto il mondo adottasse una dieta strettamente vegana si risparmierebbero 8,1 milioni di morti premature da qui al 2050, ma anche un cambiamento minore che limiti il consumo di carni rosse a circa 300 grammi alla settimana ne eviterebbe più di 5 milioni.

I ricercatori hanno calcolato anche i risparmi in termini economici che si otterrebbero ed elaborato quattro diversi scenari, uno di business as usual in cui si mantengono le attuali tendenze in termini di dieta, uno in cui si limita la carne a 300 grammi a settimana aumentando l’apporto di frutta e verdura, uno strettamente vegetariano e uno vegano.


Il maggior guadagno in termini di vite salvate, soprattutto per le minori malattie cardiovascolari ma anche per tumori e patologie legate all’obesità, verrebbe appunto dalla dieta vegana, seguita dalla vegetariana (7,4 milioni di morti risparmiate). Queste due permetterebbero anche i maggiori vantaggi in termini di riduzione delle emissioni, del 63% per la dieta vegetariana e del 70% per la vegana, mentre quella ‘moderatamente carnivora’ le ridurrebbe del 30%.

I benefici economici per i sistemi sanitari andrebbero dai 700 ai mille miliardi di dollari l’anno. “Le diete sbilanciate, con un consumo eccessivo di carne, sono responsabili del maggior peso globale in termini di perdita di salute – affermano gli autori -. Allo stesso tempo il sistema alimentare è responsabile di più di un quarto delle emissioni, ed è una delle forze principali che spingono i cambiamenti climatici“.

Oxfordiani (più o meno :mrgreen: ) saluti
TSdG
In nihil ab nihilo quam cito recidimus.

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5018
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: diventare vegetariani

Messaggioda fra 2912 » sab giu 04, 2016 11:54 am

personalmente sono un Vegano di sesto grado, a volte 6+,

non mangio nulla che sia stato vivo, che si sia trovato in prossimità di esseri viventi, o che somigli vagamente a piante, animali o personaggi famosi.

per adesso la mia dieta è ricca di meteoriti e calcestruzzo
imperare sibi maximum imperium est
Avatar utente
fra 2912
 
Messaggi: 60
Iscritto il: mer mag 18, 2016 15:21 pm
Località: L'Aquila

Re: diventare vegetariani

Messaggioda bondagnente » mer giu 08, 2016 7:44 am

fra 2912 ha scritto:personalmente sono un Vegano di sesto grado, a volte 6+,

non mangio nulla che sia stato vivo, che si sia trovato in prossimità di esseri viventi, o che somigli vagamente a piante, animali o personaggi famosi.

per adesso la mia dieta è ricca di meteoriti e calcestruzzo

occhio al meteorismo...con i gas intestinali potresti far morire un sacco di esseri viventi
Avatar utente
bondagnente
 
Messaggi: 712
Iscritto il: lun gen 09, 2012 10:08 am
Località: tra i Berici e gli Euganei

Re: diventare vegetariani

Messaggioda climbalone » mer giu 08, 2016 9:14 am

tacchinosfavillantdgloria ha scritto:...una dieta povera di proteine animali...

"Una dieta povera di proteine animali" mi piace.
(E non serve che ce lo dica Oxford, basterebbe il buonsenso.)
Tutto il resto è religione.
GNAM
Avatar utente
climbalone
 
Messaggi: 1673
Images: 1
Iscritto il: mar lug 21, 2009 8:31 am
Località: Trento

Re: diventare vegetariani

Messaggioda fra 2912 » mer giu 08, 2016 10:47 am

bondagnente ha scritto:
fra 2912 ha scritto:personalmente sono un Vegano di sesto grado, a volte 6+,

non mangio nulla che sia stato vivo, che si sia trovato in prossimità di esseri viventi, o che somigli vagamente a piante, animali o personaggi famosi.

per adesso la mia dieta è ricca di meteoriti e calcestruzzo

occhio al meteorismo...con i gas intestinali potresti far morire un sacco di esseri viventi


lo so bisogna stare attenti...

molti scienziati sostengono che i dinosauri si siano estinti a causa del meteorismo
imperare sibi maximum imperium est
Avatar utente
fra 2912
 
Messaggi: 60
Iscritto il: mer mag 18, 2016 15:21 pm
Località: L'Aquila

Re: diventare vegetariani

Messaggioda climbalone » mer giu 08, 2016 12:02 pm

climbalone ha scritto:
tacchinosfavillantdgloria ha scritto:...una dieta povera di proteine animali...

"Una dieta povera di proteine animali" mi piace.
(E non serve che ce lo dica Oxford, basterebbe il buonsenso.)
Tutto il resto è religione.

E aggiungo:
Per qual motivo chi si nutre di carne è detto "carnivoro", chi si nutre di tutto "onnivoro", chi di carne umana "antropofago", chi demmerda "coprofago".
E invece chi evita la carne viene denominato "vegetariano" e chi mangia solo verdura e frutta "vegano".

Cioè questi suffissi "voro" o "fago" da una parte, e "ano" dall'altra, tradiscono la natura e l'origine del termine stesso, in un caso scientifica, nell'altro caso filosofico/religiosa (kantiano, cristiano, mussulmano).

Propongo un cambio di paradigma:
Chi mangia carne: carniano
Chi mangia i suoi consimili: antropiano
Chi mangia cacca: fecano
Chi mangia solo verdura: vegetofago o vegetovoro
E direi anche, chi ripudia la carne: carnofobo

Visto come cambia la prospettiva?
:D
GNAM
Avatar utente
climbalone
 
Messaggi: 1673
Images: 1
Iscritto il: mar lug 21, 2009 8:31 am
Località: Trento

PrecedenteProssimo

Torna a Parole in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.