diventare vegetariani

Spazio per messaggi e discussioni a tema libero.

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » mar giu 09, 2009 17:54 pm

grip ha scritto:http://www.youtube.com/watch?v=yYFgXiL8kvo


eh, il 1966...grande annata! 8)

comunque se non ricordo male da sportler a tv hanno messo un mega poster che pubblicizza proprio la carne montana, che quando lo guardo mi si abbassa un mezzo grado (e dire non ci sarebbe molto margine :cry: ).

non ci sono più le pubblicità di una volta :wink:


salud

TSdG
I think I'll sleep, there is no sweeter thing.
(Edgar Lee Masters)

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5162
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Messaggioda grip » mer giu 10, 2009 6:51 am

tacchinosfavillantdgloria ha scritto:
grip ha scritto:http://www.youtube.com/watch?v=yYFgXiL8kvo


eh, il 1966...grande annata! 8)

comunque se non ricordo male da sportler a tv hanno messo un mega poster che pubblicizza proprio la carne montana, che quando lo guardo mi si abbassa un mezzo grado (e dire non ci sarebbe molto margine :cry: ).

non ci sono più le pubblicità di una volta :wink:


salud

TSdG



se vuoi sabato questo alla mia festa wild...ho porchetta e sopresse 8)
Avatar utente
grip
 
Messaggi: 7409
Images: 16
Iscritto il: ven set 16, 2005 12:34 pm
Località: TREVISO E PROVINCIA

Messaggioda Siloga66 » mer giu 10, 2009 14:31 pm

Gli eschimesi che si nutrono quasi solo di carne di foca (molto grassa) dovrebbero avere un infarto al giorno. Invece...
Passano le mode ma in Germania la moda dei calzini con i sandali passerà mai.
Ma i tedeschi son fighi lo stesso.
Avatar utente
Siloga66
 
Messaggi: 8294
Images: 133
Iscritto il: ven ott 31, 2003 13:11 pm
Località: Val di Fassa (TN)

Messaggioda ErniBrown » mer giu 10, 2009 14:35 pm

Siloga66 ha scritto:Gli eschimesi che si nutrono quasi solo di carne di foca (molto grassa) dovrebbero avere un infarto al giorno. Invece...


Pero' devi mettere in conto due cose:
1) la speranza di vita di un eschimese non e' alta quanto la nostra
2) la "razza" eschimese e' stata selezionata in migliaia di anni, probabilmente il loro metabolismo e' completamente sballato rispetto al nostro.
...un po' più in là...
Avatar utente
ErniBrown
 
Messaggi: 1139
Images: 7
Iscritto il: mar mar 14, 2006 22:10 pm
Località: Seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino...

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » sab giu 13, 2009 21:04 pm

segnalo un simpatico articoletto di vittorio zucconi su "la repubblica delle donne" ( :oops: )

titolo: "quella polpetta è come un SUV"

qualche frase:
"l'hamburger è l'equivalente di uno hummer" "un chilogrammo di carne e frattaglie tritate produce 16 chilogrammi di anidride carbonica e nessun altro cibo ha un rapporto altrettanto mostruoso fra il rendimento alimentare e l'inquinamento" "il meccanismo dell'alimentazione umana oggi incardinata sulla carne (...) è la terza causa di gas tossici individualmente prodotta nel nord america e la seconda in europa"

eccetera eccetera

saluti
TSdG
I think I'll sleep, there is no sweeter thing.
(Edgar Lee Masters)

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5162
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Messaggioda Siloga66 » dom giu 14, 2009 19:39 pm

ErniBrown ha scritto:
Siloga66 ha scritto:Gli eschimesi che si nutrono quasi solo di carne di foca (molto grassa) dovrebbero avere un infarto al giorno. Invece...


Pero' devi mettere in conto due cose:
1) la speranza di vita di un eschimese non e' alta quanto la nostra
2) la "razza" eschimese e' stata selezionata in migliaia di anni, probabilmente il loro metabolismo e' completamente sballato rispetto al nostro.

Appunto vedi? L'organismo umano si adatta nel tempo. E qualcuno dice ancora che "l'uomo è predisposto per essere vegetariano".
Sono sempre più convinto: ogni campana ha la sua ragione. Il brutto è solo quando qualcuno si ritiene unico beato, santificato e prescelto, della verità (senza allusioni a nessuno eh).
Passano le mode ma in Germania la moda dei calzini con i sandali passerà mai.
Ma i tedeschi son fighi lo stesso.
Avatar utente
Siloga66
 
Messaggi: 8294
Images: 133
Iscritto il: ven ott 31, 2003 13:11 pm
Località: Val di Fassa (TN)

Messaggioda Sbob » dom giu 14, 2009 19:52 pm

Siloga66 ha scritto:Appunto vedi? L'organismo umano si adatta nel tempo. E qualcuno dice ancora che "l'uomo è predisposto per essere vegetariano".
Sono sempre più convinto: ogni campana ha la sua ragione. Il brutto è solo quando qualcuno si ritiene unico beato, santificato e prescelto, della verità (senza allusioni a nessuno eh).

Onestamente credo che dire che "l'uomo è predisposto per essere vegetariano" è una belinata quando dire che "l'uomo è naturalmente carnivoro".
La verità è che al momento la scienza sembra ritenere che l'uomo possa vivere bene con o senza carne... questo senza stare a fare paralleli con scimpanzè o bonobo ma osservando l'uomo com'è oggi.

Comunque questo tipo di argomenti ha poco a che fare con il vegetarianesimo. Se la carne in gran quantità è poco salutare è invece assodato che il pesce sia sanissimo (quando non è pieno di piombo...)
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6880
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Messaggioda Sbob » dom giu 14, 2009 19:54 pm

ErniBrown ha scritto:
Siloga66 ha scritto:Gli eschimesi che si nutrono quasi solo di carne di foca (molto grassa) dovrebbero avere un infarto al giorno. Invece...


Pero' devi mettere in conto due cose:
1) la speranza di vita di un eschimese non e' alta quanto la nostra
2) la "razza" eschimese e' stata selezionata in migliaia di anni, probabilmente il loro metabolismo e' completamente sballato rispetto al nostro.

Soprattutto vivono in un clima e conducono una vita tale da richiedere molti grassi. Anche in montagna una volta la cucina era grassissima, ma si passava il giorno al freddo a spaccar legna, e l'infarto era l'ultimo dei problemi
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6880
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Messaggioda grenoble » lun giu 15, 2009 21:34 pm

Parlando di carne...

http://hatsofmeat.com/

Giusto a qualche caxxone statunitense poteva venire in mente una cosa del genere. :roll:
Avatar utente
grenoble
 
Messaggi: 1980
Iscritto il: gio nov 23, 2006 0:21 am

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » lun nov 18, 2013 18:39 pm

Riesumo il topic per segnalare un ottimo (per me) articolo su internazionale di questa settimana dal titolo "la compassione dei vegetariani".

Peraltro su uno degli ultimi numeri usciti c'era una copertina intitolata più o meno "il vero costo della carne", anche quell'articolo era interessante.

Patinati saluti
TSdG
I think I'll sleep, there is no sweeter thing.
(Edgar Lee Masters)

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5162
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Messaggioda OdinEidolon » mar nov 19, 2013 10:06 am

Personalmente mangio e credo mangero' sempre carne. Ma capisco e, in parte approvo, la scelta di chi ne vuole fare a meno.

Penso che il punto relativo alla sofferenza degli animali sia del tutto relativo in quanto dipende fortemente dalla sensibilita' e dalle opinioni di ognuno. Penso anche io non sia giusto fare distinzioni di genere tra animali e vegetali in quanto anche questo e' sottoposto alla sensibilita' del singolo. Riguardo a cio', ovviamente, non e' neppure la stessa cosa mangiare uova da allevamento a terra o uova da allevamento intensivo, latte di malga o latte da mucche chiuse tutto il giorno in un capannone con degli affari attaccati alle tette. Anche solo prestando un po' di attenzione a quello che si compra, si puo' gia' essere un po' piu' a posto con la coscienza senza dover per forza rinunciare al 100% al consumo di carne e derivati.

Il punto invece riguardante l'impatto ambientale ha, almeno per me, una rilevanza ben maggiore. Da questo punto di vista, e' auspicabile mangiare un quantitativo di carne/pesce moderato e monitorarne la provenienza, non necessariamente interromperne totalmente il consumo.

Il discorso storico (l'uomo e' "sempre" stato carnivoro) non ha alcuna valenza secondo me. E' impossibile paragonare, tanto meno prendere a modello, la societa' umana attuale con quella di 8000 anni fa.
Volenti o nolenti, e' necessario ammettere che l'uomo e' un animale molto particolare e non credo sia corretto trattarlo come un animale qualsiasi sottoposto solo alle leggi di natura e agli istinti primordiali.
Strenuousness is the immortal path and sloth is the way of death.
OdinEidolon
 
Messaggi: 1112
Iscritto il: ven apr 19, 2013 10:13 am
Località: Belluno / Trieste

Messaggioda Persephone84 » mar nov 19, 2013 10:39 am

OdinEidolon ha scritto:Il punto invece riguardante l'impatto ambientale ha, almeno per me, una rilevanza ben maggiore. Da questo punto di vista, e' auspicabile mangiare un quantitativo di carne/pesce moderato e monitorarne la provenienza, non necessariamente interromperne totalmente il consumo.

Il discorso storico (l'uomo e' "sempre" stato carnivoro) non ha alcuna valenza secondo me. E' impossibile paragonare, tanto meno prendere a modello, la societa' umana attuale con quella di 8000 anni fa.


secondo me il punto cruciale è proprio questo: l'uomo ha sempre mangiato carne, ma non con i ritmi attuali. l'uomo ha sempre allevato animali per poi nutrirsene, o di loro o dei loro derivati, ma non con i ritmi attuali. siamo troppi a questo mondo (e da qui si potrebbe iniziare con un altro discorso) e la metà di noi, forse meno della metà, consuma come se fossimo il triplo, ma non da sempre, da cent'anni a questa parte. l'uomo è riuscito ad essere "sostenibile" per millenni, da cento anni sta distruggendo il pianeta. per millenni non si è sentito il bisogno di allevamenti intensivi, ma da cento anni a questa parte sono proliferati, con tutti i contro che ne derivano. senza contare anche le coltivazioni intensive, che bene non fanno nemmeno loro, solo per avere i pomodori a gennaio e le mele senza una ammaccatura. metà della frutta e della verdura coltivata viene buttata. non è uno spreco anche questo?
dovremmo convincerci che la carne è un bene prezioso, e dovremmo tutti consumarne meno (io non ne mangio più di 2/3 volte a settimana, considerando, carne, salumi e pesce); dovremmo considerare il cibo una risorsa preziosa e non dovremmo più buttarlo. facciamoci una domanda: quanto cibo finisce nei nostri bidoni dell'umido perchè quel piatto di pasta proprio non riusciamo a finirlo, perchè i nostri figli i broccoli non vogliono mangiarli, perchè quel boccone di pane è rimasto sulla tavola.
il problema non è chi mangia carne, ma chi mangia, tutto, in modo sconsiderato.
Avatar utente
Persephone84
 
Messaggi: 847
Iscritto il: ven ago 23, 2013 10:49 am
Località: Novara

Messaggioda OdinEidolon » mar nov 19, 2013 11:14 am

Persephone84 ha scritto:
OdinEidolon ha scritto:Il punto invece riguardante l'impatto ambientale ha, almeno per me, una rilevanza ben maggiore. Da questo punto di vista, e' auspicabile mangiare un quantitativo di carne/pesce moderato e monitorarne la provenienza, non necessariamente interromperne totalmente il consumo.

Il discorso storico (l'uomo e' "sempre" stato carnivoro) non ha alcuna valenza secondo me. E' impossibile paragonare, tanto meno prendere a modello, la societa' umana attuale con quella di 8000 anni fa.


secondo me il punto cruciale è proprio questo: l'uomo ha sempre mangiato carne, ma non con i ritmi attuali. l'uomo ha sempre allevato animali per poi nutrirsene, o di loro o dei loro derivati, ma non con i ritmi attuali. siamo troppi a questo mondo (e da qui si potrebbe iniziare con un altro discorso) e la metà di noi, forse meno della metà, consuma come se fossimo il triplo, ma non da sempre, da cent'anni a questa parte. l'uomo è riuscito ad essere "sostenibile" per millenni, da cento anni sta distruggendo il pianeta. per millenni non si è sentito il bisogno di allevamenti intensivi, ma da cento anni a questa parte sono proliferati, con tutti i contro che ne derivano. senza contare anche le coltivazioni intensive, che bene non fanno nemmeno loro, solo per avere i pomodori a gennaio e le mele senza una ammaccatura. metà della frutta e della verdura coltivata viene buttata. non è uno spreco anche questo?
dovremmo convincerci che la carne è un bene prezioso, e dovremmo tutti consumarne meno (io non ne mangio più di 2/3 volte a settimana, considerando, carne, salumi e pesce); dovremmo considerare il cibo una risorsa preziosa e non dovremmo più buttarlo. facciamoci una domanda: quanto cibo finisce nei nostri bidoni dell'umido perchè quel piatto di pasta proprio non riusciamo a finirlo, perchè i nostri figli i broccoli non vogliono mangiarli, perchè quel boccone di pane è rimasto sulla tavola.
il problema non è chi mangia carne, ma chi mangia, tutto, in modo sconsiderato.


Sacrosanto.
Strenuousness is the immortal path and sloth is the way of death.
OdinEidolon
 
Messaggi: 1112
Iscritto il: ven apr 19, 2013 10:13 am
Località: Belluno / Trieste

Messaggioda Davide.DB » mar nov 19, 2013 13:30 pm

<Non seguitemi, mi sono perso anch'io>
"Lo Yeti."

Letta sul paraurti di un furgone.

-Non prendere in considerazione quello che dico-
-Leggete e praticate a vostro rischio e pericolo-
Avatar utente
Davide.DB
 
Messaggi: 1134
Iscritto il: mar nov 06, 2007 10:54 am
Località: Belluno

Messaggioda giudirel » mar nov 19, 2013 14:43 pm

Davide.DB ha scritto:http://www.robadadonne.it/12423/shock-i-vegetariani-uccidono-piu-animali-di-chi-mangia-carne/

Gira x facciabok.
Boh.


E' una minchiata. Detta da uno che la carne, seppur di rado, la mangia.

Personalmente ritengo che il cibo sia qualcosa che ha a che fare con la cultura e parte integrante. ad esempio, di un'esperienza di viaggio. Quindi se vai nel maghreb e non te magni il caprone perdi qualcosa...
Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente.
Avatar utente
giudirel
 
Messaggi: 2213
Images: 49
Iscritto il: gio set 08, 2005 10:16 am
Località: Caslino d'Erba

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » mar nov 19, 2013 19:29 pm

Davide.DB ha scritto:http://www.robadadonne.it/12423/shock-i-vegetariani-uccidono-piu-animali-di-chi-mangia-carne/

Gira x facciabok.
Boh.


Una teoria che ha senz'altro il pregio dell'originalità...

Senza essere un tènnico, però, devo dire che l'affermazione che gli animali macellati si nutrano prevalentemente di vegetazione spontanea mi lascia quantomeno perplesso.

Poi magari qualcuno che se ne intende mi spiega meglio.

Coltivati saluti
TSdG
I think I'll sleep, there is no sweeter thing.
(Edgar Lee Masters)

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5162
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Messaggioda Odin Eidolon » mar nov 19, 2013 19:51 pm

Non credo che valga molto la pena di spendere il proprio tempo a commentare quella... cosa... per di più spacciata per scienza.
Odin Eidolon
 
Messaggi: 114
Iscritto il: ven ago 08, 2008 19:11 pm
Località: Belluno

Messaggioda ManWithTheSpinningHead » mar nov 19, 2013 20:47 pm

Potrà sembrare un punto di vista da santone ma tanto distanti dalla verità non ci andiamo...
In fin dei conti, siamo animali pure noi. E faremmo bene a ricordarcene più spesso.
Mangiare esclusivamente broccoletti e lamponi è diciamo... "contronatura". Che lo vogliate o no.
Mangiare esclusivamente costate di manzo, pure.
Mangiare ogni tanto costate di manzi allevati a farine animali e con la possibilità di muoversi di 20cm da parte a parte, pure.
E qui potremmo iniziare un discorso molto interessante sulla proporzionalità inversa che esiste tra PIL e filiazione (siamo l'unico animale che si riproduce a prescindere dalle condizioni ambientali e guardacaso, sembreremmo riprodurci di più proprio dove le cose "vanno male"...).
Vi risparmio il sermone sul mio smisurato amore verso gli animali e per estensione, alla natura intera. Compreso l'orso polare che stacca la testa alla foca (è il passo successivo... lo so, non è facile)
Immagine
Avatar utente
ManWithTheSpinningHead
 
Messaggi: 282
Iscritto il: sab set 05, 2009 20:32 pm
Località: Belluno-Dolomiti-Italia

Messaggioda Franz the Stampede » mar nov 19, 2013 20:50 pm

tacchinosfavillantdgloria ha scritto:Senza essere un tènnico, però, devo dire che l'affermazione che gli animali macellati si nutrano prevalentemente di vegetazione spontanea mi lascia quantomeno perplesso.


Spannometricamente, mi pare un cazzata allucinante. Se fosse vero, presumerebbe che la maggior parte degli animali macellati vivono in modalità di pascolo puro, se non di transumanza, il che chiaramente non è vero dato che son tutti in fattorie. Ne consegue che il cibo viene portato dove loro stanno.
"Das Gehirn ist der wichtigste Muskel beim Klettern"
W. Güllich

"Die Truthühner ist der wichtigste Vogel im Forum"
FtS
Franz the Stampede
 
Messaggi: 1662
Iscritto il: ven giu 18, 2010 21:39 pm
Località: Oslo/Milano/cheneso

Messaggioda ManWithTheSpinningHead » mar nov 19, 2013 20:51 pm

Proprio oggi, ho sentito di un vegano che asseriva che siamo stati lobotomizzati a mangiare carne "dalle case farmaceutiche"...
Per dissociarmi da ciò, vado a mangiarmi una bella bistecca
Immagine
Avatar utente
ManWithTheSpinningHead
 
Messaggi: 282
Iscritto il: sab set 05, 2009 20:32 pm
Località: Belluno-Dolomiti-Italia

PrecedenteProssimo

Torna a Parole in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.