Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Spazio per messaggi e discussioni a tema libero.

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » mer apr 04, 2018 13:37 pm

Dal sole24ore:

La spesa italiana in Research&Development, la ricerca e sviluppo, resta al di sotto delle media Ue: l’1,29% del Pil nel 2016, contro il 2,03% degli standard europei. L’equivalente di 21,6 miliardi di euro, contro i più di 92 miliardi messi sul piatto dalla Germania. Quattro volte di meno. Il dato è emerso dall’ultimo report Eurostat, l’agenzia di statistiche Ue, sulle stime per la spesa nel settore nel periodo 2006-2016. Nel suo complesso il continente ha aumentato il budget dall’1,76% di dieci anni fa all’attuale 2%, per un valore che si è attestato l’anno scorso a 300 miliardi di euro. Un progresso simile a quello della Penisola, migliorata solo dello 0,20% nello stesso arco di tempo. L’Europa spende ancora poco rispetto a economie dell’Estremo Oriente, come Corea del Sud e Giappone, (che mettono sul piatto, rispettivamente, il 4,23% e il 3,29% del Pil) e rispetto agli Stati Uniti (2,79%), ma su livelli simili a quelli raggiunti da Cina (2,07%) o superiori a Russia (1,1%) e Turchia (0,88%).

Confindustriali saluti
TSdG
In nihil ab nihilo quam cito recidimus.

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5008
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Sbob » mer apr 04, 2018 14:19 pm

Lo so che la nostra spesa di R&D e' bassa: ma quale sarebbe il legame con l'austerity?

Un'altra cosa che mi viene in mente come problema del paese: da noi un dottorato di ricerca e' ritenuto una perdita di tempo, in USA le aziende si picchiano per prenderti, a meno che non sia tu stesso a fondare una startup basata sulle ricerche che hai fatto.

P.s. la moneta unica ha favorito anche noi, limitando fortemente il costo del denaro e favorendo gli investimenti privati.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Achille_piè_veloce » ven apr 27, 2018 22:34 pm

Il fatto che in Italia si sia diffusa una sorta di orrore per ogni ipotesi di intese, alleanze, mediazioni, convergenze tra forze politiche diverse, è segno di una regressione, di un diffondersi dell'idea che si possa fare politica senza conoscere o riconoscere le complesse problematiche del governare la cosa pubblica e le implicazioni che ne discendono in termini, appunto, di mediazioni, intese, alleanze politiche. O forse tutto questo è più concretamente il riflesso di un paio di decenni di contrapposizione - fino allo smarrimento dell'idea stessa di convivenza civile - come non mai faziosa e aggressiva, di totale incomunicabilità tra schieramenti politici concorrenti.

Sembra una cosa fresca fresca di mattina. E invece è roba di 5 anni fa.
Achille_piè_veloce
 
Messaggi: 908
Iscritto il: gio nov 19, 2015 12:50 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda El Rojo » mer mag 15, 2019 19:27 pm

Avatar utente
El Rojo
 
Messaggi: 819
Iscritto il: sab nov 12, 2011 0:28 am
Località: Yuma

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Achille_piè_veloce » mer mag 15, 2019 21:04 pm

El Rojo ha scritto:https://www.youtube.com/watch?v=xZVhSkKgMPM

i primi commenti:

Frasi scontate ed europeiste di un gran furbacchione che si è saputo riciclare. (23 like)
Costanzo Preve aveva ragione... gli intellettuali oggi sono più stupidi della gente comune (41 like)
MAMMA MIA CHE PENA QUESTA RETORICA , QUESTI INTELLETTUALI BORIOSI DIFENDONO VERGOGNOSAMENTE L'IMPERO DEL MALE ....
ERRI DE LUCA SEI UN VENDUTO !!! (24 like)
Alla tua veneranda età cambia spacciatore.. Europeista convinto becero.. Te possino!! (10 like)

al di là del giudizio sul contenuto del messaggio di Erri de Luca, il livello dei commenti mi sembra veramente infimo.
Achille_piè_veloce
 
Messaggi: 908
Iscritto il: gio nov 19, 2015 12:50 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Sbob » gio mag 16, 2019 10:12 am

Achille_piè_veloce ha scritto:
El Rojo ha scritto:https://www.youtube.com/watch?v=xZVhSkKgMPM

i primi commenti:

Frasi scontate ed europeiste di un gran furbacchione che si è saputo riciclare. (23 like)
Costanzo Preve aveva ragione... gli intellettuali oggi sono più stupidi della gente comune (41 like)
MAMMA MIA CHE PENA QUESTA RETORICA , QUESTI INTELLETTUALI BORIOSI DIFENDONO VERGOGNOSAMENTE L'IMPERO DEL MALE ....
ERRI DE LUCA SEI UN VENDUTO !!! (24 like)
Alla tua veneranda età cambia spacciatore.. Europeista convinto becero.. Te possino!! (10 like)

al di là del giudizio sul contenuto del messaggio di Erri de Luca, il livello dei commenti mi sembra veramente infimo.

E magari sono gli stessi che inneggiavano a lui quando stava coi No Tav :P
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda funkazzista » gio lug 04, 2019 10:28 am

Togliti la felpa e fai il concorso in magistratura.
funkazzista
 
Messaggi: 7514
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Hexe » gio lug 04, 2019 11:45 am

oddio che bell argomento... qui mi prendo di sicuro dei nomi da tutti.

Non sto difendendo la Germania a spada tratta, ci sono tante prepotenze che riescono a fare fanno sfruttando la legge del piu' forte che fanno a dir poco schifo (es. trattato di Dublino e lobbismo per le ditte automobilistiche). Ultima legislatura della Merkel, forse dopo c'e' un po' di macroniana speranza...

Ma mi chiedo da sempre: qui in Germania se si accorgono che qualcosa di poco piacevole e c'e' da fare, mandano giu' il boccone amaro e la fanno. Esempi? tanti. Qui se tutto va bene io andro' in pensione a 68 anni. Probabilmente anche molto dopo. In Italia qual'e' l'eta' pensionabile? e' un bene?

Io pero' ho anche il confronto di quanta fatica hanno fatto i miei amici e coetanei italiani quando hanno cercato il primo lavoro, di tutti i contratti di praticantato gratuito di cui ho sentito per entrare in qualche modo. Qui non vi dico il primo stipendio di un neolaureato. Qui i giovani hanno una prospettiva molto diversa. Se sei in un rapporto di lavoro, non devi pensarci su troppo prima di metter su famiglia, andare al ristorante, comprare macchina e casa, insomma a mettere in moto l'economia.

Perche' in Italia nessuno fa la connessione dell'una e dell'altra cosa?

Altro esempio: conosco molto bene un' imprenditrice (in Italia) e so con che problemi deve lottare quotidianamente per tirare avanti. Quante leggi normative burocrazia tutto oberante, mutante contraddittorio... Sembra che lo stato italiano faccia di tutto assolutamente di tutto per strangolare le piccole e medie imprese, coloro che potrebbero creare posti di lavoro. I tedeschi sono anche loro formalisti, pero' cercano di facilitare le imprese come possono. (Forse un po' troppo, dicono qui)

concludo chiedendo clemenza e aspettando il conseguente shitstorming (pero' moderato se possibile)
Avatar utente
Hexe
 
Messaggi: 120
Images: 5
Iscritto il: mer ago 09, 2017 12:51 pm
Località: Germania

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Spartaco » gio lug 04, 2019 11:50 am

Hexe ha scritto: forse dopo c'e' un po' di macroniana speranza...


crede.a macron.
ascolta.si fa sera.
Avatar utente
Spartaco
 
Messaggi: 1162
Iscritto il: lun set 08, 2014 17:38 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda onoff » gio lug 04, 2019 12:19 pm

Hexe ha scritto:Qui se tutto va bene io andro' in pensione a 68 anni. Probabilmente anche molto dopo. In Italia qual'e' l'eta' pensionabile?


In Italia non ci sono più le pensioni.
Ci sono stati, nei decenni passati, consistenti numeri di personaggi che ci andavano a 40-45 anni. Vuol dire 3-4 decenni di pensione.
Adesso, anche per chi già avrebbe superato l'età in cui una volta si pensava concretamente ai mesi mancanti, si continua a rimandare di anni e anni.
Per non parlare dei "giovani", che arrivano a 28-30-35 anni con lavoretti saltuari e della pensione non se ne parla nemmeno.
onoff
 
Messaggi: 167
Iscritto il: sab set 11, 2004 17:03 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda mikesangui » gio lug 04, 2019 14:30 pm

Non è vero che non ci sono le pensioni.

Le pensioni ci sono come ci sono tutti i diritti acquisiti ... e in italia la mentalità è che un diritto acquisito non si tocca. Per questo siamo messi così male.
Al posto di rivedere le pensioni regalate 30 anni fa a 10.000 euro al mese e portarle a un più contenuto 3000 (che basta per qualunque tipo di vita) , preferiscono non dare la pensione ai futuri pensionati.


Per questo in italia c'è la corsa ad acquisire un diritto e beneficio... perché poi nessuno ha le palle di toccartelo.

Se al posto di fare manovre sul futuro (cioè sui giovani) , le facessero sui vecchi, senza lasciarli sul lastrico, ma ridimensionando tutto quello che è sopra i 3000 euro e portandolo a tetto massimo. Ci sarebbero soldi per tutti.

Detto questo ... non capisco chi ce l'ha con l'europa della merkel.
in Italia i problemi non ce li crea la germania... ce li siamo sempre prodotti noi, con spese insensate, sovvenzioni per passare soldi ad amici degli amici, mentalità opportunistica e non lungimirante , ragionamento a debito ...sempre.

Tutte modalità idiote per la gestione di una famiglia , figuriamoci di un paese.
mikesangui
 
Messaggi: 398
Iscritto il: mer feb 22, 2006 18:02 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda onoff » gio lug 04, 2019 14:42 pm

3000 euro al mese???
Non so dove abiti tu, ma tra la normale popolazione che si barcamena tra lavori saltuari, sottopagati, in scadenza, ecc. sono più di tre mesi di paga, quando va di lusso!
Figurarsi una pensione di 3000 euro!!!
Rispondevo a Hexe, con la solita manfrina di italiani che vanno in pensione presto.
Confronto ai suoi 68.
Qualche anno fa. Ora non è più così!
Se si arriva a oltre 30 anni per un lavoro stabile e indeterminato, è certo che non si può andare in pensione prima dei 70-75-80, chissà!
onoff
 
Messaggi: 167
Iscritto il: sab set 11, 2004 17:03 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda onoff » gio lug 04, 2019 15:05 pm

Su carta si può anche sostenere che a 80 anni si va in pensione. Ullàà che bello! Si, certo le pensioni ci sono ancora, come no, a 80 anni!!!!
onoff
 
Messaggi: 167
Iscritto il: sab set 11, 2004 17:03 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Kinobi » gio lug 04, 2019 15:51 pm

Oggi, prima di leggere questo commento parlavo con i miei due figli di andarcene dall'Italia.
Pro e contro.
Gli prospettavo le difficoltà...
- meno soldi
- senza amici
- via da casa
- abbandonare i nonni.
Non ho detto un "pro". Gli ho detto di pensarci.

La più piccola (15 anni e mezzo ed eccellenza a scuola con premi di questa repubblica di merda) diceva di andarsene subito.
Il più grande (tra poco 18) era più titubante.

Non gli ho detto che se restiamo saranno più servi loro di me di vecchi a cui augureremo di crepare appena possibile. Le sanguisughe le stacchi e le pesti. Non voglio farli diventare come me, totalmente antidemocratico e per l'abolizione del suffragio universale. Se loro analizzeranno la situazione italiana con tutti i dati statistici disponibili e qualità della loro vita futura, ce ne andremo prima che loro versino un centesimo di contributi a questo paese di merda.

Viviamo in una repubblica che si fonda sul sopruso di alcune categorie e fasce demografiche.
Tra lo sperare che crepino appena possibile, e l'andarmene, propendo per la seconda ipotesi.
Scusate lo sfogo. E' capitato proprio oggi.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5341
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda il.bruno » gio lug 04, 2019 16:04 pm

Hexe ha scritto:oddio che bell argomento... qui mi prendo di sicuro dei nomi da tutti.

Non sto difendendo la Germania a spada tratta, ci sono tante prepotenze che riescono a fare fanno sfruttando la legge del piu' forte che fanno a dir poco schifo (es. trattato di Dublino e lobbismo per le ditte automobilistiche). Ultima legislatura della Merkel, forse dopo c'e' un po' di macroniana speranza...

Ma mi chiedo da sempre: qui in Germania se si accorgono che qualcosa di poco piacevole e c'e' da fare, mandano giu' il boccone amaro e la fanno. Esempi? tanti. Qui se tutto va bene io andro' in pensione a 68 anni. Probabilmente anche molto dopo. In Italia qual'e' l'eta' pensionabile? e' un bene?

Io pero' ho anche il confronto di quanta fatica hanno fatto i miei amici e coetanei italiani quando hanno cercato il primo lavoro, di tutti i contratti di praticantato gratuito di cui ho sentito per entrare in qualche modo. Qui non vi dico il primo stipendio di un neolaureato. Qui i giovani hanno una prospettiva molto diversa. Se sei in un rapporto di lavoro, non devi pensarci su troppo prima di metter su famiglia, andare al ristorante, comprare macchina e casa, insomma a mettere in moto l'economia.

Perche' in Italia nessuno fa la connessione dell'una e dell'altra cosa?

Altro esempio: conosco molto bene un' imprenditrice (in Italia) e so con che problemi deve lottare quotidianamente per tirare avanti. Quante leggi normative burocrazia tutto oberante, mutante contraddittorio... Sembra che lo stato italiano faccia di tutto assolutamente di tutto per strangolare le piccole e medie imprese, coloro che potrebbero creare posti di lavoro. I tedeschi sono anche loro formalisti, pero' cercano di facilitare le imprese come possono. (Forse un po' troppo, dicono qui)

concludo chiedendo clemenza e aspettando il conseguente shitstorming (pero' moderato se possibile)

Io sono del '75. sul sito dell'inps (mi pare) è possibile fare una stima di quando andrò in pensione, e viene fuori 70 anni. A chi è più giovane viene ancora più avanti.
Magari dillo ai tedeschi che ti vivono intorno, così tanto per iniziare a sfatare un po' di luoghi comuni.
Avatar utente
il.bruno
 
Messaggi: 3766
Images: 77
Iscritto il: gio set 16, 2004 13:19 pm
Località: Milano

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Sbob » gio lug 04, 2019 18:07 pm

Noi si', siamo della generazione che lo prende (pensionisticamente) nel culo, dovendo pagare le baby pensioni col retributivo per poi prendere una granny pensione con il contributivo.

Il discorso di fondo e' quello: siamo un paese con profonde ingiustizie, che vive di questi diritti acquisiti e rifugge la giustizia. Salvo poi prendersela con l'Europa per qualunque male...
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Hexe » gio lug 04, 2019 23:22 pm

il.bruno ha scritto:Io sono del '75. sul sito dell'inps (mi pare) è possibile fare una stima di quando andrò in pensione, e viene fuori 70 anni. A chi è più giovane viene ancora più avanti.
Magari dillo ai tedeschi che ti vivono intorno, così tanto per iniziare a sfatare un po' di luoghi comuni.


70 anni? o oltre?
8O
Avatar utente
Hexe
 
Messaggi: 120
Images: 5
Iscritto il: mer ago 09, 2017 12:51 pm
Località: Germania

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Sbob » ven lug 05, 2019 10:06 am

Consideriamo che l'eta' pensionabile a 55 e 60 anni era stata fissata nel 1939 quando un uomo a quell'età aveva di solito lavorato almeno una quarantina di anni, spesso quasi cinquanta, e gli restava da vivere mediamente poco più di una decina di anni (ma spesso proprio non ci arrivava alla pensione).
Mentre l'età e la salute media della popolazione aumentava, invece di alzare l'età pensionabile si sono introdotte amenità come la pensione con 14 anni sei mesi e un giorno di contributi, oppure il retributivo, con cui si davano promozioni e aumenti negli ultimi anni di lavoro per inculare l'INPS. Un popolo onesto avrebbe dovuto fare i conti col fatto che si facevano regalie con la nostra "cassa comune", invece la nostra cultura del "paga pantalone" ha preferito prendere i soldi e lasciare i debiti alla nostra generazione.
Non che la nostra generazione abbia imparato, dato che la proposta di questi tempi è di fare ulteriori debiti per immerdare ancora di più i nostri figli.

La pensione dovrebbe essere una questione semplice: se di contributi versi un terzo dello stipendio, il sistema regge se mediamente da quando vai in pensione schiatti dopo un terzo degli anni in cui hai lavorato. Punto. Quindi i casi sono due: o si alza la contribuzione, oppure si alza l'età pensionabile.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Kinobi » ven lug 05, 2019 10:35 am

@ Sbob
Fai confusione
Dovresti prendere di pensione una somma vicina a quel che hai versato. Diminuita di quello che rientra nel termine "solidarietà", o aumentata del termine "solidarietà".
Ora e per i prossimi 20 anni, la prendi 'ngulo alla grande pur avendo incidenze di estrema solidarietà verso gli altri.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5341
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Politica,Europa,etc:ciò che sarebbe i fatti nostri

Messaggioda Sbob » ven lug 05, 2019 12:03 pm

Kinobi ha scritto:@ Sbob
Fai confusione
Dovresti prendere di pensione una somma vicina a quel che hai versato. Diminuita di quello che rientra nel termine "solidarietà", o aumentata del termine "solidarietà".
Ora e per i prossimi 20 anni, la prendi 'ngulo alla grande pur avendo incidenze di estrema solidarietà verso gli altri.

Certo, è un discorso spannometrico, supponendo pensione uguale a stipendio, stipendio costante, e popolazione costante.
Ma è giusto per inquadrare la questione in maniera semplice.

Se si vuole versare contributi per il 30% dello stipendio, più o meno lì bisogna cascare. Quando si poteva andare in pensione con 20 anni di anzianità oppure si prendeva la pensione in funzione dello stipendio degli ultimi tre anni, era a prova di scemo fare i conti per capire che il sistema non reggeva.


Se consideriamo tutti i parametri, noi lo avremo più che doppiamente nel culo: la nostra generazione si trova circa al picco della piramide demografica, quindi nonostante i casini del passato riusciamo a tamponare con i nostri contributi, ma i nostri figli sono quasi la metà di noi, ergo col sistema a distribuzione saremo al collasso (a meno di non compensare il calo con l'immigrazione).
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6835
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Parole in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.