Nuova via lunga in verdon

Area di discussione a carattere generale sull'arrampicata.

Nuova via lunga in verdon

Messaggioda ghisino » lun mar 11, 2019 23:51 pm

Immagine

Si tratta di "Burne Out", aperta dall'amico Lionel Catsoyannis e soci. Il nome é un classico gioco di parole a sfondo sessuale, tema caro agli amici d'oltralpe, che qui giocano sull'ambiguità fonetica e ortografica tra l'inglese "burn" e il francese "burne" (testicolo).

Comincio dicendo che é senza ombra di dubbio una figata pazzesca, e soprattutto la via dall'itinerario più caotico che abbia mai percorso. Infatti lo schizzo assomiglia più ad un ottovolante disegnato da un bambino, che ad una via d'arrampicata. :mrgreen:

La via si trova in riva sinistra delle gole, precisamente al ponte sull'Artuby.
L'Artuby é un fiume effimero, che per una particolare situazione idrogeologica é parzialmente sotterraneo per gran parte dell'anno. La via é quasi inaccessibile se c'é acqua nel letto visibile del fiume (quando scorre in superficie, é che é un attimo in piena...!). Controllate dal ponte prima di iniziare! In periodi non estivali il fiume può essere in secca ma presentare comunque qualche pozza di acqua stagnante, bagni obbligatori.
Avvicinamento a piedi seguendo il sentiero usato dai clienti del bungee jumping per risalire: il sentiero parte dal ponte in riva destra orografica dell'artuby (estremità sud est del ponte). Si deve prima andare verso monte (sud) per poi trovare questo sentiero attrezzato con corde fisse e ben segnalato, che scende nel canyon dell'artuby tra salti di roccia e cengie. Una volta sotto il ponte continuare verso valle per circa 200m fino alla grotta, enorme ed evidentissima, in riva sinistra. La via attacca sulla sinistra della grotta.

la via é adatta all'arrampicata estiva o comunque in periodi molto asciutti, dato che una lunghezza si svolge su di un soffitto con numerose risorgenze. In più l'inizio della via non vede mai il sole e la seconda metà é all'ombra dalle 13 in estate. Livello massimo 7a/b, obbligatorio sul 6b+/c. Come tutte le vie attrezzate di Lionel, é chiodata "per i ripetitori", cioé come una normale falesia transalpina (s2 in scala versante sud?). Essendo il primo ripetitore i gradi li abbiamo dati insieme, nel mio parere ho cercato di essere in linea con le altre vie dello stesso apritore, ovvero di dare valutazioni "contemporanee" sulla maggior parte dei tiri e al limite essere un pelo più "old school" sui passaggi di puro stile verdon. L'incertezza sull'ultimo tiro dipende da questo dilemma: sarebbe 7b nel 90% delle falesie contemporanee, ma all'escalés si trovano 7a analoghi e più rognosi...

Dato l'itinerario "un po' tortuoso" la ritirata diventa complicata dopo la quinta lunghezza, inoltre alcuni tiri all'inizio sono abbastanza fisici e possono spompare molto se non li si capisce...l'ultima lunghezza é sia la più dura che la più obbligatoria (un passetto un po' stronzo, il chiodo non é lontano ma non si azzera). Insomma val la pena andarci senza essere tirati al limite sul 7b. Da notare la vicinanza con la ramirole, tempio dell'alto livello in falesia su canne...

Attenti al tiro del soffitto nella grotta (terzo tiro nel mio schizzo):
1) se bagnato le enormi stalattiti che si usano come prese possono essere fragili! In tal caso meglio evitare sia L2 che L3, e dalla S1 dirigersi direttamente a S3 seguendo una rampa fangosa con un muretto di III (tiro completamente sprotetto, facilissimo anche se la fanghiglia "tipo speleo" non rassicura troppo).
2) se volate sul tiro del soffitto, vi ritrovate appesi in pieno vuoto. Non sognatevi di "pompare" la corda come in falesia, troppi attriti, assicuratore in configurazione non ideale. O siete capaci di fare il numero da contorsionisti che consiste nel mettere un piede sulla corda e camminarci sopra, oppure meglio avere all'imbrago un kit da risalita (cordini e bloccanti vari).
3) nel caso in cui si rompesse una stalattite, o durante un volo si sfregase la corda contro una di esse, sarebbe moooolto meglio scalare con due mezze. Io il tiro l'ho fatto con una corda singola e un po' me la sono fatta sotto. :oops:

schizzo e altre foto qui
Avatar utente
ghisino
 
Messaggi: 408
Images: 46
Iscritto il: gio mag 26, 2005 18:11 pm
Località: ile-de-france

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda davidezambon1112 » lun mar 11, 2019 23:59 pm

insomma... @TSdG, adatta a noi pippon 8) :lol:
Ndemo vanti, che el sol magna e ore
Avatar utente
davidezambon1112
 
Messaggi: 256
Images: 0
Iscritto il: sab gen 06, 2018 11:46 am
Località: mestre (VE)

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » mar mar 12, 2019 9:25 am

davidezambon1112 ha scritto:insomma... @TSdG, adatta a noi pippon 8) :lol:


Sto già preparando il materiale...

Impazienti saluti
TSdG
Trying Is the first step towards failure (Homer Simpson)

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5039
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda grizzly » mar mar 12, 2019 11:13 am

Massimo 7a+... 8):lol: … Ciauuuuuuuuuuuuu!!! :D
Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15428
Images: 124
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda bustomail » mar mar 12, 2019 22:19 pm

Riassumendo:
Accesso non banale, e se piove diventa balneabile...
Chiodatura avara
Giro tortuoso sul soffitto di una grotta che piscia acqua e cagA fango
Possibilità di distacco prese
Impossibilità di ritirarsi.


(Poi magari aggiungiamoci anche che il verdon non è proprio dietro l'angolo e i gradi non sono " di uso comune" ) :mrgreen: :mrgreen:

Sarà un successone!
bustomail
 
Messaggi: 562
Images: 6
Iscritto il: gio mar 08, 2007 19:38 pm

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda scairanner » mar mar 12, 2019 23:26 pm

bustomail ha scritto:Riassumendo:
Accesso non banale, e se piove diventa balneabile...
Chiodatura avara
Giro tortuoso sul soffitto di una grotta che piscia acqua e cagA fango
Possibilità di distacco prese
Impossibilità di ritirarsi.


(Poi magari aggiungiamoci anche che il verdon non è proprio dietro l'angolo e i gradi non sono " di uso comune" ) :mrgreen: :mrgreen:

Sarà un successone!


Certo che lo sarà, sennò dove vai a farti il selfi da postare immediatamente su schizzagram o su disinterest?
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4752
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda ghisino » mar mar 12, 2019 23:36 pm

Si beh é una via strana : non é una di quelle che i celoduristi della multipitch considerano come obiettivo. Non abbastanza dura, non abbastanza obbligatoria, non abbastanza in ambiente, non abbastanza pericolosa.

Ma non é neppure la via plaisir farcita di magnifici quintoni appoggiati da "pippon club".

Approposito non é affatto chiodata lunga, se avete capito così mi son spiegato male. Qualche isolato passo non azzerabile con lo spit precedente alla caviglia, nulla a che vedere con wenden e compagnia bella. Lionel chioda nell'idea che le sue vie siano apprezzate facilmente e banalmente, non per comunicare chissà che messaggio o emozione metafisica al ripetitore. Probabilmente questo approccio gli viene dal fatto che apre anche molte vie 100% trad, con solo le soste spittate e a volte manco quelle, e che quindi per lui una via chiodata é di per sé un prodotto di grande distribuzione, roba da supermarket della scalata, quindi tanto vale fare qualcosa di fruibile anche all'arrampicatore palestrato che tocca la roccia tre volte l'anno (in Francia ci sono sale e club di arrampicata in zone che le falesie le vedi solo col satellite...discorso variabilissimo da zona a zona, ma i transalpini rispetto all'Italia sono mediamente più prestazionali in sala e falesia, e al tempo stesso più timorosi ed imbranati "in ambiente")
Avatar utente
ghisino
 
Messaggi: 408
Images: 46
Iscritto il: gio mag 26, 2005 18:11 pm
Località: ile-de-france

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda ghisino » mar mar 12, 2019 23:42 pm

Ah anche le mie raccomandazioni riguardo roccia avvicinamenti etc sono ad usum plasticari et falaesisti... Dei dolomitisti medi non capiranno molto bene dove si possa spaccar qualcosa e in che senso l'avvicinamento non è banale.
Avatar utente
ghisino
 
Messaggi: 408
Images: 46
Iscritto il: gio mag 26, 2005 18:11 pm
Località: ile-de-france

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda il Duca » mer mar 13, 2019 9:20 am

Ma la corda in alto, passa nell'ultimo rinvio e poi? Come fa il capo a spegnersi così lì in alto?
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3730
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda scairanner » mer mar 13, 2019 9:24 am

il Duca ha scritto:Ma la corda in alto, passa nell'ultimo rinvio e poi? Come fa il capo a spegnersi così lì in alto?


L'ultimo rinvio è quello a sinistra del casco, poi da lì la corda va all'imbrago.
Da questa parte arriva da fuori della grotta, almeno così pare.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4752
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda @Colapesce » mer mar 13, 2019 10:27 am

risponde ghisino.
@Colapesce
 
Messaggi: 344
Images: 0
Iscritto il: mar apr 28, 2015 17:36 pm

Re: Nuova via lunga in verdon

Messaggioda ghisino » mer mar 13, 2019 11:08 am

scairanner ha scritto:
il Duca ha scritto:Ma la corda in alto, passa nell'ultimo rinvio e poi? Come fa il capo a spegnersi così lì in alto?


L'ultimo rinvio è quello a sinistra del casco, poi da lì la corda va all'imbrago.
Da questa parte arriva da fuori della grotta, almeno così pare.


La corda é nascosta dalle concrezioni. Gran parte di questo tiro é una sorta di camino all'orizzontale tra le stalattiti, si scala in opposizione ma ovviamente senza andare verso l'alto. il tratto in foto é l'unico in cui si fa qualcosa di quasi normale: si disarrampica piedi in avanti... Vista la configurazione sarebbe pure possibile scalarlo nell'altro senso!
Avatar utente
ghisino
 
Messaggi: 408
Images: 46
Iscritto il: gio mag 26, 2005 18:11 pm
Località: ile-de-france


Torna a Rock General

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.

cron