il gergo del climber

Area di discussione a carattere generale sull'arrampicata.

Re: il gergo del climber

Messaggioda funkazzista » mer ott 02, 2019 21:03 pm

Spartaco ha scritto:non specifica.la provincia.

Secondo me erano biellesi.
Ma non ci metto la mano sul fuoco, che non ho la laurea in accentologia...
funkazzista
 
Messaggi: 7753
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: il gergo del climber

Messaggioda funkazzista » mer ott 02, 2019 21:04 pm

Achille_piè_veloce ha scritto:
funkazzista ha scritto:
gobbidimerda ha scritto:
funkazzista ha scritto:Modi di dire, a giudicare dall'accento delle persone da cui li ho sentiti, piemontesi:
"Stacca!" = molla tutto
"Il giapponese" = il furbo (clip stick)


Io sono piemontese e non li ho mai sentiti

Beh, ad ogni modo erano piemontesi.
Magari era un gergo solo loro.
E comunque "piemontese" vuol dire tutto e niente: ossolano, alessandrino, cuneese...

novares.. ah no

Perché no?!?
funkazzista
 
Messaggi: 7753
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: il gergo del climber

Messaggioda Cosacco » gio ott 03, 2019 10:13 am

Ragazzi in falesia , invece che un classico sono arrivato in catena,
" sono arrivato al TOP"
Avatar utente
Cosacco
 
Messaggi: 1454
Iscritto il: lun ago 16, 2004 10:48 am
Località: Altedo

Re: il gergo del climber

Messaggioda wolf jak » gio ott 03, 2019 10:30 am

Cosacco ha scritto:Ragazzi in falesia , invece che un classico sono arrivato in catena,
" sono arrivato al TOP"


sono giovani :lol: anche in palestra dicono "ho liberato il tiro x" :lol: oppure "questa me la apri tu?" in falesia...

ciao cosacco
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2542
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: il gergo del climber

Messaggioda Vigorone » gio ott 03, 2019 10:47 am

wolf jak ha scritto:
Cosacco ha scritto:Ragazzi in falesia , invece che un classico sono arrivato in catena,
" sono arrivato al TOP"


sono giovani :lol: anche in palestra dicono "ho liberato il tiro x" :lol: oppure "questa me la apri tu?" in falesia...

ciao cosacco


"Liberare" al posto di "salire in libera" e soprattutto "aprire" al posto di "salire da primo" non si possono sentire. Io che son vecchio e bavoso redarguisco e perculo animatamente tutti i giovinastri ignoranti che utilizzano cotali termini.
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
Avatar utente
Vigorone
 
Messaggi: 3717
Images: 0
Iscritto il: lun giu 23, 2014 8:04 am
Località: Una citta' multietnica ai piedi delle Alpi

Re: il gergo del climber

Messaggioda funkazzista » gio ott 03, 2019 11:04 am

Una persona che si era smarrita a Rian Cornei, ormai rassegnata a passare la notte all'aperto ed aspettare la luce del giorno dopo, disse che si era messa "sotto un bùlder", intendendo uno dei tanti "grottini" che ci sono da quelle parti...
funkazzista
 
Messaggi: 7753
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: il gergo del climber

Messaggioda funkazzista » gio ott 03, 2019 11:10 am

Vigorone ha scritto:
wolf jak ha scritto:
Cosacco ha scritto:Ragazzi in falesia , invece che un classico sono arrivato in catena,
" sono arrivato al TOP"


sono giovani :lol: anche in palestra dicono "ho liberato il tiro x" :lol: oppure "questa me la apri tu?" in falesia...

ciao cosacco


"Liberare" al posto di "salire in libera" e soprattutto "aprire" al posto di "salire da primo" non si possono sentire. Io che son vecchio e bavoso redarguisco e perculo animatamente tutti i giovinastri ignoranti che utilizzano cotali termini.

A perculare i giovinastri, ignoranti o no, fai bene a prescindere :mrgreen:
Però, se fossi dell'Accademia della Magnesite, ti direi che "liberare un tiro" (per "salire in libera un tiro") mi pare si dica dalla notte dei tempi e che "aprire" per gli inioranti significa "salire da primo mettendo i rinvii".
Però non faccio parte della suddetta Accademia, e quindi non lo dico 8)
Ciao :wink:
funkazzista
 
Messaggi: 7753
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: il gergo del climber

Messaggioda Vigorone » gio ott 03, 2019 11:15 am

Eh, fino ad un certo punto. "Liberare" ai miei tempi (non ci sono più i friclamber di una volta, signora mia) voleva dire "salire in libera un tiro chiodato per la prima volta, ovvero realizzare la prima salita in libera di suddetto tiro" e "aprire" significava "realizzare una via" fosse essa una salita dal basso o una chiodatura dall'alto (con un po' di polemica in quest'ultimo caso).

Non sono un accademico del magnesio eh, parlo solo per sentito dire... :mrgreen: :mrgreen:

funkazzista ha scritto:
Vigorone ha scritto:
wolf jak ha scritto:
Cosacco ha scritto:Ragazzi in falesia , invece che un classico sono arrivato in catena,
" sono arrivato al TOP"


sono giovani :lol: anche in palestra dicono "ho liberato il tiro x" :lol: oppure "questa me la apri tu?" in falesia...

ciao cosacco


"Liberare" al posto di "salire in libera" e soprattutto "aprire" al posto di "salire da primo" non si possono sentire. Io che son vecchio e bavoso redarguisco e perculo animatamente tutti i giovinastri ignoranti che utilizzano cotali termini.

A perculare i giovinastri, ignoranti o no, fai bene a prescindere :mrgreen:
Però, se fossi dell'Accademia della Magnesite, ti direi che "liberare un tiro" (per "salire in libera un tiro") mi pare si dica dalla notte dei tempi e che "aprire" per gli inioranti significa "salire da primo mettendo i rinvii".
Però non faccio parte della suddetta Accademia, e quindi non lo dico 8)
Ciao :wink:
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
Avatar utente
Vigorone
 
Messaggi: 3717
Images: 0
Iscritto il: lun giu 23, 2014 8:04 am
Località: Una citta' multietnica ai piedi delle Alpi

Re: il gergo del climber

Messaggioda il Duca » gio ott 03, 2019 11:28 am

funkazzista ha scritto:
Achille_piè_veloce ha scritto:novares.. ah no

Perché no?!?


Il dialetto novarese, se non sbaglio, è ancora lombardo.
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3726
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: il gergo del climber

Messaggioda wolf jak » gio ott 03, 2019 11:31 am

Concordo col buon Vigorone al 100%, cerchiamo di mantenere un po' di precisione :smt024

libera un tiro solo chi lo sale in libera la prima volta.
apre un tiro solo chi lo attrezza interamente (poi si possono aprire varianti, ma è un'altra storia)

purtroppo, nel gergo attuale, è tutto più petaloso :mrgreen:

Vigorone ha scritto:Eh, fino ad un certo punto. "Liberare" ai miei tempi (non ci sono più i friclamber di una volta, signora mia) voleva dire "salire in libera un tiro chiodato per la prima volta, ovvero realizzare la prima salita in libera di suddetto tiro" e "aprire" significava "realizzare una via" fosse essa una salita dal basso o una chiodatura dall'alto (con un po' di polemica in quest'ultimo caso).

Non sono un accademico del magnesio eh, parlo solo per sentito dire... :mrgreen: :mrgreen:

funkazzista ha scritto:
Vigorone ha scritto:
wolf jak ha scritto:
Cosacco ha scritto:Ragazzi in falesia , invece che un classico sono arrivato in catena,
" sono arrivato al TOP"


sono giovani :lol: anche in palestra dicono "ho liberato il tiro x" :lol: oppure "questa me la apri tu?" in falesia...

ciao cosacco


"Liberare" al posto di "salire in libera" e soprattutto "aprire" al posto di "salire da primo" non si possono sentire. Io che son vecchio e bavoso redarguisco e perculo animatamente tutti i giovinastri ignoranti che utilizzano cotali termini.

A perculare i giovinastri, ignoranti o no, fai bene a prescindere :mrgreen:
Però, se fossi dell'Accademia della Magnesite, ti direi che "liberare un tiro" (per "salire in libera un tiro") mi pare si dica dalla notte dei tempi e che "aprire" per gli inioranti significa "salire da primo mettendo i rinvii".
Però non faccio parte della suddetta Accademia, e quindi non lo dico 8)
Ciao :wink:
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2542
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: il gergo del climber

Messaggioda funkazzista » gio ott 03, 2019 11:34 am

Vigorone ha scritto:"Liberare" ai miei tempi [...] voleva dire [...] "realizzare la prima salita in libera di suddetto tiro"

Ciài raggione.
Intendevo dire che non è un modo di dire nato coi giovinastri ignoranti, e per di più cannibali [cit.], d'oggi.
Vigorone ha scritto: "aprire" significava "realizzare una via" fosse essa una salita dal basso o una chiodatura dall'alto (con un po' di polemica in quest'ultimo caso).

Corretto.
Facevo solo della tetratricotomia, precisando che gli inioranti di oggi usano "aprire" per indicare quando salgono un tiro da primi E mettendo i rinvii (non semplicemente "salire da primo" come hai scritto tu). Tutto lì.

Sei H-demico onorario ;)
funkazzista
 
Messaggi: 7753
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: il gergo del climber

Messaggioda wolf jak » gio ott 03, 2019 11:39 am

funkazzista ha scritto: tetratricotomia


questa me la sono dovuta andare a cercare :oops:
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2542
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: il gergo del climber

Messaggioda funkazzista » gio ott 03, 2019 11:53 am

il Duca ha scritto:
funkazzista ha scritto:
Achille_piè_veloce ha scritto:novares.. ah no

Perché no?!?


Il dialetto novarese, se non sbaglio, è ancora lombardo.

Ah, ignoravo.
funkazzista
 
Messaggi: 7753
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: il gergo del climber

Messaggioda gobbidimerda » gio ott 03, 2019 13:13 pm

funkazzista ha scritto:
Vigorone ha scritto:
wolf jak ha scritto:
Cosacco ha scritto:Ragazzi in falesia , invece che un classico sono arrivato in catena,
" sono arrivato al TOP"


sono giovani :lol: anche in palestra dicono "ho liberato il tiro x" :lol: oppure "questa me la apri tu?" in falesia...

ciao cosacco


"Liberare" al posto di "salire in libera" e soprattutto "aprire" al posto di "salire da primo" non si possono sentire. Io che son vecchio e bavoso redarguisco e perculo animatamente tutti i giovinastri ignoranti che utilizzano cotali termini.

A perculare i giovinastri, ignoranti o no, fai bene a prescindere :mrgreen:
Però, se fossi dell'Accademia della Magnesite, ti direi che "liberare un tiro" (per "salire in libera un tiro") mi pare si dica dalla notte dei tempi e che "aprire" per gli inioranti significa "salire da primo mettendo i rinvii".
Però non faccio parte della suddetta Accademia, e quindi non lo dico 8)
Ciao :wink:


Liberare un tiro per me significa salire in libera per la prima volta assoluta un tiro
Montare un tiro salire da primo mettendo i rinvii
Chiudere un tiro salirlo in libera coi rinvii già messi (a seconda dei casi a vista, flash o lavorato)
Volendo essere pignoli c'è anche l'opzione chiudere un tiro montandolo
Aprire un tiro per me è sinonimo di chiodarlo
gobbidimerda
 
Messaggi: 460
Iscritto il: mer lug 06, 2011 12:41 pm

Re: il gergo del climber

Messaggioda Vigorone » gio ott 03, 2019 13:27 pm

gobbidimerda ha scritto:Liberare un tiro per me significa salire in libera per la prima volta assoluta un tiro
Montare un tiro salire da primo mettendo i rinvii
Chiudere un tiro salirlo in libera coi rinvii già messi (a seconda dei casi a vista, flash o lavorato)
Volendo essere pignoli c'è anche l'opzione chiudere un tiro montandolo
Aprire un tiro per me è sinonimo di chiodarlo


Se per "montare" si intende salire contemplando l'opzione A0 siamo d'accordo!! :-D
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
Avatar utente
Vigorone
 
Messaggi: 3717
Images: 0
Iscritto il: lun giu 23, 2014 8:04 am
Località: Una citta' multietnica ai piedi delle Alpi

Re: il gergo del climber

Messaggioda gobbidimerda » gio ott 03, 2019 13:34 pm

Vigorone ha scritto:
gobbidimerda ha scritto:Liberare un tiro per me significa salire in libera per la prima volta assoluta un tiro
Montare un tiro salire da primo mettendo i rinvii
Chiudere un tiro salirlo in libera coi rinvii già messi (a seconda dei casi a vista, flash o lavorato)
Volendo essere pignoli c'è anche l'opzione chiudere un tiro montandolo
Aprire un tiro per me è sinonimo di chiodarlo


Se per "montare" si intende salire contemplando l'opzione A0 siamo d'accordo!! :-D


Comprende anche l'utilizzo del bastone :D
Quest'estate, per non farlo stancare inutilmente e perdere tentativi ho montato un 8a a mio figlio TUTTO col bastone, manco ad azzerare riuscivo ahahaha
Cuore di padre...
gobbidimerda
 
Messaggi: 460
Iscritto il: mer lug 06, 2011 12:41 pm

Re: il gergo del climber

Messaggioda Vigorone » gio ott 03, 2019 13:43 pm

gobbidimerda ha scritto:
Vigorone ha scritto:
gobbidimerda ha scritto:Liberare un tiro per me significa salire in libera per la prima volta assoluta un tiro
Montare un tiro salire da primo mettendo i rinvii
Chiudere un tiro salirlo in libera coi rinvii già messi (a seconda dei casi a vista, flash o lavorato)
Volendo essere pignoli c'è anche l'opzione chiudere un tiro montandolo
Aprire un tiro per me è sinonimo di chiodarlo


Se per "montare" si intende salire contemplando l'opzione A0 siamo d'accordo!! :-D


Comprende anche l'utilizzo del bastone :D
Quest'estate, per non farlo stancare inutilmente e perdere tentativi ho montato un 8a a mio figlio TUTTO col bastone, manco ad azzerare riuscivo ahahaha
Cuore di padre...


Si tiene il ragazzo. Io manco con due bastoni sarei riuscito a montarlo...
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
Avatar utente
Vigorone
 
Messaggi: 3717
Images: 0
Iscritto il: lun giu 23, 2014 8:04 am
Località: Una citta' multietnica ai piedi delle Alpi

Re: il gergo del climber

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » gio ott 03, 2019 14:10 pm

I termini "aprire" e "liberare" li ho sentiti utilizzare in questo (barbaro :mrgreen: ) modo in area soprattutto romana, da Alpinisten e climbers anche di una certa caratura.
(Ovviamente "libbberare" veniva pronunciato rigorosamente con 3 T 8) )

Peraltro, sticaxxi, come direbbero appunto in quelle bande.

Capitolini saluti
TSdG
Trying Is the first step towards failure (Homer Simpson)

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5038
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: il gergo del climber

Messaggioda scairanner » gio ott 03, 2019 16:40 pm

Qui ormai il termine liberare ha subìto una variazione d'uso, una riverginescion per così dire, significa fare un primo giro a togliere le righe di magnesio che indicano le prese anche sul 5a, liberarlo dagli orpelli insomma.
"Ti ho liberato il tiro, ora puoi provarlo a vista" :)
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4741
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: il gergo del climber

Messaggioda wolf jak » gio ott 03, 2019 17:54 pm

scairanner ha scritto:Qui ormai il termine liberare ha subìto una variazione d'uso, una riverginescion per così dire, significa fare un primo giro a togliere le righe di magnesio che indicano le prese anche sul 5a, liberarlo dagli orpelli insomma.
"Ti ho liberato il tiro, ora puoi provarlo a vista" :)


"pulire" era troppo banale, in effetti molto meglio dare un terzo significato a un verbo già usato male :lol:
:mrgreen:
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2542
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

PrecedenteProssimo

Torna a Rock General

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.