Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatorio

Area di discussione a carattere generale sull'arrampicata.

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda scairanner » mer ott 10, 2018 23:53 pm

Intanto questi sconosciuti, zitti zitti quatti quatti, passeggiano tranquillamente su vie che la maggior parte degli alpin... scusate arrampicatori si sogna di poter vantare sul proprio curriculum.
Mi piace pensare a molte altre cordate barbare che si divertono su questi gradi senza troppe seghe. Finalmente.

"Mi riesce difficile elencare le loro innumerevoli ascensioni effettuate in questi anni perché quasi tutte di grande spessore e difficilmente comparabili fra loro. Hanno ormai scalato tutte le più impegnative pareti delle Dolomiti percorrendone gli itinerari più difficili e significativi quasi sempre in arrampicata libera. In Marmolada ad esempio oltre alle vie classiche salgono, “Olimpo”, la “Via attraverso il pesce”, la “Cattedrale” e “Specchio di Sara”. Innamorati della valle di San Lucano hanno stabilito lì il loro campo base abituale; qui hanno ripetuto i due diedri di Casarotto allo Spiz di Lagunaz, la via “Oggioni” allo Spiz d’Agner Nord, mentre al Sass Dla Crusc ripetono in libera le due belle vie di Nicola Tondini: “Perla Preziosa e Menhir” . In Civetta scalano in giornata la “Kein rest von Sehnsucht” a Punta Tissi, la “Gilberti Castiglioni” sulla Busazza e la “Piussi Redaelli” alla Torre Trieste. Gli riesce inoltre la prima libera integrale e “a vista” della fessura “Franceschi-Bellodis” con difficoltà oltre l’ottavo grado su una chiodatura parsimoniosa e ormai datata."

http://www.alpinismi.com/it/2018/10/09/la-calata-dei-barbari-del-xxi-secolo/
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3889
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda crodaiolo » gio ott 11, 2018 8:18 am

scoop : scai è VECCHIO.
legge gli stessi blog
inciampa piuttosto che tacere
e domanda piuttosto che aspettare
...
alla fine, è solamente un gioco
a cui a volte tendiamo a dare troppa importanza.
crodaiolo
 
Messaggi: 4288
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda funkazzista » gio ott 11, 2018 8:31 am

... ma per motivi opposti 8)
funkazzista
 
Messaggi: 7071
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda Spartaco » gio ott 11, 2018 9:21 am

scairanner ha scritto:Intanto questi sconosciuti, zitti zitti quatti quatti, passeggiano tranquillamente su vie che la maggior parte degli alpin... scusate arrampicatori si sogna di poter vantare sul proprio curriculum.
Mi piace pensare a molte altre cordate barbare che si divertono su questi gradi senza troppe seghe. Finalmente.

"Mi riesce difficile elencare le loro innumerevoli ascensioni effettuate in questi anni perché quasi tutte di grande spessore e difficilmente comparabili fra loro. Hanno ormai scalato tutte le più impegnative pareti delle Dolomiti percorrendone gli itinerari più difficili e significativi quasi sempre in arrampicata libera. In Marmolada ad esempio oltre alle vie classiche salgono, “Olimpo”, la “Via attraverso il pesce”, la “Cattedrale” e “Specchio di Sara”. Innamorati della valle di San Lucano hanno stabilito lì il loro campo base abituale; qui hanno ripetuto i due diedri di Casarotto allo Spiz di Lagunaz, la via “Oggioni” allo Spiz d’Agner Nord, mentre al Sass Dla Crusc ripetono in libera le due belle vie di Nicola Tondini: “Perla Preziosa e Menhir” . In Civetta scalano in giornata la “Kein rest von Sehnsucht” a Punta Tissi, la “Gilberti Castiglioni” sulla Busazza e la “Piussi Redaelli” alla Torre Trieste. Gli riesce inoltre la prima libera integrale e “a vista” della fessura “Franceschi-Bellodis” con difficoltà oltre l’ottavo grado su una chiodatura parsimoniosa e ormai datata."

http://www.alpinismi.com/it/2018/10/09/la-calata-dei-barbari-del-xxi-secolo/


fa confusione.il titolo.diceva obbligatori.
ascolta.si fa sera.
Avatar utente
Spartaco
 
Messaggi: 1084
Iscritto il: lun set 08, 2014 17:38 pm

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda Pié » gio ott 11, 2018 9:39 am

scairanner ha scritto:Mi piace pensare a molte altre cordate barbare che si divertono su questi gradi senza troppe seghe. Finalmente.



..e beati loro! in effetti forse avere l'8c nelle dita aiuta.. :)
evviva la burtleina!
Avatar utente
Pié
 
Messaggi: 3471
Images: 33
Iscritto il: mar giu 10, 2003 16:41 pm
Località: migrato in magozia

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda scairanner » gio ott 11, 2018 9:42 am

Spartaco ha scritto:
fa confusione.il titolo.diceva obbligatori.


Ha.ragione Perla preziosa.e VIII+ obbl. vado.ad aprire.un topic nuovo e.scancello questo.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3889
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda crodaiolo » gio ott 11, 2018 9:58 am

spartaco e.tornato
inciampa piuttosto che tacere
e domanda piuttosto che aspettare
...
alla fine, è solamente un gioco
a cui a volte tendiamo a dare troppa importanza.
crodaiolo
 
Messaggi: 4288
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda Pié » gio ott 11, 2018 10:33 am

scairanner ha scritto:
Spartaco ha scritto:
fa confusione.il titolo.diceva obbligatori.


Ha.ragione Perla preziosa.e VIII+ obbl. vado.ad aprire.un topic nuovo e.scancello questo.


la precisione è importante.eh
evviva la burtleina!
Avatar utente
Pié
 
Messaggi: 3471
Images: 33
Iscritto il: mar giu 10, 2003 16:41 pm
Località: migrato in magozia

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda Spartaco » gio ott 11, 2018 10:35 am

scairanner ha scritto:
Spartaco ha scritto:
fa confusione.il titolo.diceva obbligatori.




Ha.ragione Perla preziosa.e VIII+ obbl. vado.ad aprire.un topic nuovo e.scancello questo.


fa.confusione.

i due diedri di Casarotto allo Spiz di Lagunaz,

la via “Oggioni” allo Spiz d’Agner Nord,

Gilberti Castiglioni” sulla Busazza

“Piussi Redaelli” alla Torre Trieste

fessura “Franceschi-Bellodis”
ascolta.si fa sera.
Avatar utente
Spartaco
 
Messaggi: 1084
Iscritto il: lun set 08, 2014 17:38 pm

Re: Ma in quanti scalano veramente sul VII+/VIII obbligatori

Messaggioda scairanner » gio ott 11, 2018 11:03 am

Spartaco ha scritto:
scairanner ha scritto:
Spartaco ha scritto:
fa confusione.il titolo.diceva obbligatori.




Ha.ragione Perla preziosa.e VIII+ obbl. vado.ad aprire.un topic nuovo e.scancello questo.


fa.confusione.

i due diedri di Casarotto allo Spiz di Lagunaz,

la via “Oggioni” allo Spiz d’Agner Nord,

Gilberti Castiglioni” sulla Busazza

“Piussi Redaelli” alla Torre Trieste

fessura “Franceschi-Bellodis”


Seleziona
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3889
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Precedente

Torna a Rock General

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.