Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Area di discussione a carattere generale sull'arrampicata.

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda gug » mar mag 15, 2018 14:17 pm

gobbidimerda ha scritto:Lo speed si basa su presupposti fisici e tecnici talmente diversi rispetto al lead ed al boulder che, a mio parere, la formula ha poco senso.


Infatti, anche per me questo era il punto che strideva: la diversità eccessiva che mal si presta a una combinata che invece avrebbe avuto senso fra lead e boulder che per quanto diverse sono comparabili (e infatti ci sono atleti che eccellono in entrambe).
Per fare un paragone, più che la corsa forse è meglio lo sci, dove c'è una differenza anche di tecnica e non solo di distanza come nella corsa: nello sci, la combinata fra slalom e discesa ha senso e infatti ci sono stati sciatori che erano in grado di vincere in entrambe le categorie. Se la combinata fosse fra discesa libera e sci di fondo invece ci troveremmo nella situazione dell'arrampicata e non credo che i top avrebbero partecipato.
Poi che l'abbiano dovuto fare perchè c'era una sola medaglia è un fatto, ma forse erano preferibili altre soluzioni che non avrebbero snaturato le varie specialità (tipo alternarle).
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6102
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda Vigorone » mar mag 15, 2018 15:04 pm

Premesso che a me la velocità non piace tanto e che del boulder non ho ancora capito bene le regole (uso degli eufemismi per non fare pubblicità), a me il problema principale pare essere il fatto che le capacità che si devono allenare per la velocità siano un po' troppo diverse da quelle che si allenano negli altri due casi (che già di per sé per eccellere richiedono di allenare capacità diverse tra loro, infatti, ultimamente chi eccelle nell'una non è detto che eccella nell'altra). Un po' di tempo fa avevo visto in tivù una trasmissione sull'arrampicata (era una roba che andava più o meno una volta al mese) in cui avevano fatto vedere gli allenamenti di una velocista della nazionale (di arrampicata ovviamente) nel cui programma c'era un tot di ripetute in pista (quella di tartan dei sopracitati velocisti) con giubbotto di pesi e via discorrendo.
E' anche vero (o almeno a me sembra) che la c.d. "combinata olimpica" (cioè le tre prove fatte dalle stesse persone) obbliga ad essere atleti più "completi" rispetto a chi possiede "solo" forza esplosiva o forza resistenza (scusate la semplificazione).
Si potrebbe vagheggiare la nascita di una quarta disciplina (il decathlon è già stato citato da qualcuno?) per coppe campionati e compagnia briscola assieme alle altre tre. O che magari la combinata olimpica risulti così spettacolare e divertente che diventi l'unica (con buona pace di Adamo Lontra).
Ah, comunque a me le gare (quelle lead) non dispiacciono, si vede tanta gente che scala bene, e se gareggia Ghisolfi faccio volentieri il tifo.

Oh, magari quel che ho scritto l'ha già detto qualcuno e me lo sono perso eh.
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
Avatar utente
Vigorone
 
Messaggi: 3457
Images: 0
Iscritto il: lun giu 23, 2014 8:04 am
Località: Una citta' multietnica ai piedi delle Alpi

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda Vigorone » mar mag 15, 2018 15:04 pm

Si l'ha appena scritto il mio conterraneo/correligionario. Repetita iuvant.
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
Avatar utente
Vigorone
 
Messaggi: 3457
Images: 0
Iscritto il: lun giu 23, 2014 8:04 am
Località: Una citta' multietnica ai piedi delle Alpi

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda gobbidimerda » mar mag 15, 2018 15:11 pm

Callaghan ha scritto:
gobbidimerda ha scritto:(...)
Chissà se adesso ci arrivi.


ci ero arrivato già prima, grazie.
paramecio a dire il vero lo avevo riservato per il tuo corregionale al. per te mi ero limitato ad un parvenu dello sport, visto il disprezzo da te dimostrato nei confronti di uno sport, lo speed, che indipendentemente che piaccia o no, che traini le folle o no, che sia legato all'arrampicata in val di susa o no, è uno sport, e punto, e farne la disamina come hai fatto tu mi era parso da pirla, e te l'ho detto. amen.
mi pare però che con questo tua ulteriore spiegazione, riporti lo speed a sport come qualsiasi altro. te ne sono grato. e visto che bazzichi torino, immagino, magari è una buona occasione per andare a vedere gontero quando si allena, per capire cosa è lo speed.

che speed, boulder e difficoltà nello specifico del loro ambito, esaltino qualità differenti, non ci piove. ma se mi dici che le tre tra loro non ci entrano un_cazzo, continuo a darti del parvenu, dal momento che chiunque arrampichi dovrebbe sapere che sta alternando boulder, speed e difficoltà, a meno che ci si limiti ad arrivare in catena ed esclamare: "sono in cima!".

detto questo, non posso che ripetere le cose che ha detto per me correttamente a proposito funkazzista, e ripetere che la formula tripla non mi dispiace per nulla. e ti dirò di più: se capisci qualcosa di sport ti sarai accorto dell'estrema contaminazione che c'è stata in questo ventennio sulle discipline sportive attinenti alla corsa. 30 anni fa chi correva i 1500 metri era un mezzofondista; adesso parte a manetta, ed arriva a manetta, esattamente come fa il centometrista, ed infatti si è vista una evoluzione sbalorditiva nelle strutture muscolari degli atleti dei 1500, che si sono avvicinate di fatto a quelle dei velocisti puri.
quindi, per rispondere a te nello specifico, io pagherei per vedere un centometrista correre i 1500 metri.

ciao


Gontero l'ho visto allenarsi parecchie volte al palabraccini e lo considero uno sportivo con la s maiuscola.
Ho visto anche Bombardi, Gotta e ultimamente anche Ghisolfi e per uno che scala è un'altra cosa. Bombardi in particolare ti lascia a bocca aperta per classe e precisione nei movimenti.
Continuo a pensare che lo speed, benché sport a tutti gli effetti, sia una corsa in salita più che una scalata.
Ciao
gobbidimerda
 
Messaggi: 415
Iscritto il: mer lug 06, 2011 12:41 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » mar mag 15, 2018 16:52 pm

Callaghan ha scritto:
gobbidimerda ha scritto: (...) non c'è tecnica, non c'è inventiva, c'è solo esplosività, il percorso è sempre uguale.


stai per caso parlando dei 100 metri?
in effetti hai ragione, sempre la stessa striscia rossa, sempre lo stesso movimento.
che sportdelcazzo.
ma no, forse ti riferisci ai 1500. in effetti, chesportdelcazzo.
o forse al salto in lungo? e già, che altrosportdelcazzo.
no, forse dicevi la staffetta 4x400; vero, chemmerda.

mi piace leggere di questi parvenu dello sport, che solo in forza del fatto che al sabato si attaccano 2 rinvii all'imbrago sentendosi cassin, e fanno un seibi ragliando come asini, dissertano sullo sport come se loro lo praticassero pure. state sereni: messner non ve lo tocca nessuno, anzi, se vi va bene, vi togliamo dalle falesie un bel pò di gente, e le ficchiamo indoor, così potrete continuare a darvi un tono una volta di ritorno "dalla palestra di arrampicata".

per non parlare poi di quelli, tipo al, che professano pure fede didattica dell'alpinismo, istruttori si fanno chiamare, che cadono sui seia e teorizzano sul movimento dei gibboni ai quali tra l'altro al assomiglia in mondo impressionante, e praticano quella disciplina sportiva che chiamano "cascate di ghiaccio", che consiste nel vestirsi da robocop con arti artificiali e sparare legnate su acqua allo stato solido sino a che non crolla. roba fina, certamente appartenente al nostro DNA ed alla nostra storia culturale, sport dove tutta la nostra intelligenza motoria fuoriesce dai ramponi e dalle piccozze.

se l'arrampicata in velocità (che null'altro è che trasferire sul piano verticale la corsa sul piano orizzontale, ovvero la roba più naturale del mondo per noi umani quest'ultima, e la roba più naturale del mondo la prima per i primati da cui discendiamo) non vi interessa, come ho già detto, limitatevi a non guardarla e a non interessarvene, o ad esprimere il vostro disinteresse, esattamente come fate per il lancio del giavellotto, o il biathlon.
ma a parlare nel merito spesso si toglie ogni dubbio sulle proprie capacità cerebrali, anche se nel caso di al cerebrale non è corretto, in quanto i parameci possono solo optare, come massima espressione della loro facoltà cogitante, per la riproduzione in autofecondazione (ovvero autobuttarselo_inculo) o scegliere per una riproduzione sessuata con un proprio omologo (ovvero buttarlo_inculo ad un proprio pari).


:lol: =D> 8)

PS anch'io avrei un patentino da d-istruttore e non cado sui 6a...solo perché mi qaqo addosso e mi appendo prima :mrgreen:

...ma non lo dico a nessuno :wink:

Didattici :P saluti
TSdG
Ah, andiam bene. Andiam proprio bene, andiamo. (Paolo Onori)

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 4877
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda Fokozzone » mar mag 15, 2018 18:29 pm

Callaghan ha scritto:
gobbidimerda ha scritto: (...) non c'è tecnica, non c'è inventiva, c'è solo esplosività, il percorso è sempre uguale.


stai per caso parlando dei 100 metri?
in effetti hai ragione, sempre la stessa striscia rossa, sempre lo stesso movimento.
che sportdelcazzo.
ma no, forse ti riferisci ai 1500. in effetti, chesportdelcazzo.
o forse al salto in lungo? e già, che altrosportdelcazzo.
no, forse dicevi la staffetta 4x400; vero, chemmerda.

mi piace leggere di questi parvenu dello sport, che solo in forza del fatto che al sabato si attaccano 2 rinvii all'imbrago sentendosi cassin, e fanno un seibi ragliando come asini, dissertano sullo sport come se loro lo praticassero pure. state sereni: messner non ve lo tocca nessuno, anzi, se vi va bene, vi togliamo dalle falesie un bel pò di gente, e le ficchiamo indoor, così potrete continuare a darvi un tono una volta di ritorno "dalla palestra di arrampicata".

per non parlare poi di quelli, tipo al, che professano pure fede didattica dell'alpinismo, istruttori si fanno chiamare, che cadono sui seia e teorizzano sul movimento dei gibboni ai quali tra l'altro al assomiglia in mondo impressionante, e praticano quella disciplina sportiva che chiamano "cascate di ghiaccio", che consiste nel vestirsi da robocop con arti artificiali e sparare legnate su acqua allo stato solido sino a che non crolla. roba fina, certamente appartenente al nostro DNA ed alla nostra storia culturale, sport dove tutta la nostra intelligenza motoria fuoriesce dai ramponi e dalle piccozze.

se l'arrampicata in velocità (che null'altro è che trasferire sul piano verticale la corsa sul piano orizzontale, ovvero la roba più naturale del mondo per noi umani quest'ultima, e la roba più naturale del mondo la prima per i primati da cui discendiamo) non vi interessa, come ho già detto, limitatevi a non guardarla e a non interessarvene, o ad esprimere il vostro disinteresse, esattamente come fate per il lancio del giavellotto, o il biathlon.
ma a parlare nel merito spesso si toglie ogni dubbio sulle proprie capacità cerebrali, anche se nel caso di al cerebrale non è corretto, in quanto i parameci possono solo optare, come massima espressione della loro facoltà cogitante, per la riproduzione in autofecondazione (ovvero autobuttarselo_inculo) o scegliere per una riproduzione sessuata con un proprio omologo (ovvero buttarlo_inculo ad un proprio pari).

Parto dal fondo.
Giustamente dici che lo spettatore è libero di guardare quello che vuole.
Però io aggiungo che lo spettacolo più bello è quello in cui lo spettatore guarda quello che vuole e l'atleta gareggia nella specialità in cui vuole.
Ora le discipline della IFSC sono maturate all'interno del mondo dell'arrampicata, invece la combinata olimpica arriva dall'esterno e viene imposta non da atleti, ma da burocrati a cui augurerei tutto l'iter fecondativo su cui ti dilunghi sopra.
E trovo un po' strano che tu, che sei così sensibile ai temi della libertà di scalare non ti accorga di come in questa faccenda la libertà degli atleti venga pesantemente limitata.

Andando su agli "sportdelcazzo" che citi, in effetti sono molto poco spettacolari e abbastanza noisosi da seguire. Non è un caso che la velocità sia tra le prove più seguite proprio perché dura 10 secondi e poi non rompono più ilcazzo. Prova a pensare perché invece il tennis, pur essendo uno sport lunghissimo ha seguito: perché lo spettatore riesce a cogliere non solo i gesti atletici e tecnici della partita ma la fantasia con cui gli atleti cercano di adeguare la tattica alla situazione e i loro stati emotivi.
Ora l'arrampicata di gara (soprattutto il boulder) unisce parecchie componenti (fisiche tecniche tattiche e anche psicologiche -la tensione della gara) in 4 minuti di prestazione che ne fanno un discreto gioiellino da vedere. Niente di paragonabile con lo speed, che resta uno spettacolo pesantemente inferiore. Con tutto il rispetto per gli atleti che lo praticano. Inoltre il legame tra arrampicata-boulder e i rocciatori della domenica è evidente, lo speed, rispetto alla storia dell'arrampicata è una disciplina totalmente artificiale, ma qui si aprirebbe un discorso troppo lungo, con pro e contro.
Fokozzone
 
Messaggi: 2639
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda funkazzista » mar mag 15, 2018 19:22 pm

paolocar88 ha scritto:Se gli atleti si lamentano è solo per pigrizia e interesse personale

Standing ovation =D>
funkazzista
 
Messaggi: 7158
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda funkazzista » mar mag 15, 2018 19:25 pm

gug ha scritto:[...] che l'abbiano dovuto fare [la combinata] perchè c'era una sola medaglia è un fatto, ma forse erano preferibili altre soluzioni che non avrebbero snaturato le varie specialità (tipo alternarle).

Scusa, ma o ho capito male io, o ti sei spiegato male tu: quale/i specialità verrebbero "snaturate" dalla c.d. combinata olimpica?!?
funkazzista
 
Messaggi: 7158
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda funkazzista » mar mag 15, 2018 19:48 pm

paul mone ha scritto:
funkazzista ha scritto:Ma, ripeto, visto che c'è una sola medaglia, non vedo quale altra risposta l'IFSC avrebbe potuto dare.


La rotazione delle specialità, come si faceva nella scherma e forse in qualche altra disciplina.

OK, un'alternativa poteva essere il sorteggio di una sola specialità per le Olimpiadi 2020, e poi le altre a rotazione, sempre solo una per volta, per le Olimpiadi successive... anche se non sono proprio sicuro che sarebbe stata una soluzione migliore della combinata.
funkazzista
 
Messaggi: 7158
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda Callaghan » mar mag 15, 2018 23:36 pm

Fokozzone ha scritto:(...)
E trovo un po' strano che tu, che sei così sensibile ai temi della libertà di scalare non ti accorga di come in questa faccenda la libertà degli atleti venga pesantemente limitata.
(...)

Fokozzone, la faccio breve: nulla di quello che hai detto mi trova in accordo con te.

continuo a vedere nelle argomentazioni 2 vizi di forma.
il primo.
questioni attinenti al consenso personale (più bello meno bello) spacciate per assiomi: ma checazzo é? da quando è consentito affermare che una roba è più bella di un'altra?
deciderà lo spettatore se piace o no.
stiamo parlando di olimpiadi, non di coppe del mondo, campionati del mondo o robe simili.
le olimpiadi le vedono TUTTI, non solo i nerd che si fanno le seghe quando incontrano ghisolfi. TUTTI. quindi anche la casalinga di buccinasco che, secondo me, tra l'altro, capisce molto più in fretta cosa sta accadendo in una gara di speed (vince chi arriva primo) che in una gara di boulder o di difficoltà nelle quali, se non sai cosa sta succedendo, ti annoi subito, tranne te e quattro pirla di arrampicatori della domenica.

il secondo.
continua ad emergere il fatto che solo la difficoltà (e dunque anche il boulder) rappresenti degnamente l'arrampicata: ma checazzo è?
le discipline dell'arrampicata indoor rappresentano se stesse, non sono un simulacro dell'arrampicata su roccia. e' chiaro?
quello che l'arrampicata olimpionica rappresenterà saranno le discipline di arrampicata INDOOR, la PLASTICA, non L'ARRAMPICATA LIBERA, L'ARRAMPICATA SPORTIVA, L'ARRAMPICATA A MANI NUDE, L'ARRAMPICATA DI MANNOLO, L'ARRAMPICATA DEL VERDON, E NEPPURE L'ARRAMPICATA DI GALBIATE, con tua buona pace. quindi il metro di giudizio non è scegliere quale tra queste discipline rappresenta l'Arrampicata con la A maiuscola, ma come rappresentare degnamente tutte e 3 le discipline indoor.
quindi, gug, fokozzone, non vi offendete: voi scalate fuori, falesiette, viette del_cazzo, quella roba lì. ecco. cose che con l'indoor c'azzeccano come la carta vetra come lubrificante.
si, è vero. tanti anni fa berhault e mannolo scorazzavano felici per pietre e montagne, senza regole, e tutti avevano il poster di mannolo nel cesso (quello di berhault no perchè era troppo brutto lui), tutti sognavano di morire almeno una volta in montagna, e tutti volevano allenarsi in palestra di roccia per fare poi la comici in lavarello come mannolo. ma poi le cose sono cambiate. prendetene atto.
ci sono atleti di coppa del mondo difficoltà e boulder che fatta 100 la loro attività, 98 è su plastica. fatevene una ragione.
in molte sale boulder ci sono ragazzetti che salgono i gialli ed i rossi con un ditoinculo, poi si mettono l'imbrago, escono, e scalano male il 5c.

quindi, ripeto, decheccazzo stiamo a parlà?
ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti
Avatar utente
Callaghan
 
Messaggi: 1355
Images: 22
Iscritto il: mar lug 18, 2006 23:23 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda gug » mer mag 16, 2018 9:47 am

funkazzista ha scritto:
gug ha scritto:[...] che l'abbiano dovuto fare [la combinata] perchè c'era una sola medaglia è un fatto, ma forse erano preferibili altre soluzioni che non avrebbero snaturato le varie specialità (tipo alternarle).

Scusa, ma o ho capito male io, o ti sei spiegato male tu: quale/i specialità verrebbero "snaturate" dalla c.d. combinata olimpica?!?


E' vero, mi sono spiegato male: non sono le discipline a essere snaturate, ma la competizione: mi sembra che con questa formula si fanno gareggiare fra loro atleti di discipline troppo diverse fra loro, come appunto accadrebbe fra discesa libera e 10 km di fondo.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6102
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda gug » mer mag 16, 2018 10:06 am

Callaghan ha scritto:quindi, gug, fokozzone, non vi offendete: voi scalate fuori, falesiette, viette del_cazzo, quella roba lì. ecco. cose che con l'indoor c'azzeccano come la carta vetra come lubrificante.


Sono d'accordo che i miei argomenti iniziali peccavano probabilmente dei difetti per cui mi sono meritato la tua lavata di capo, ispettore.
Però che l'arrampicata indoor, nelle specialità lead e boulder, non c'entri proprio più niente con quella su roccia non mi trova d'accordo: prova ne è il fatto che i migliori su plastica, poi su roccia fanno grandissime prestazioni. E anche, più banalmente, che appena entrato nella palestra Rockspot, tempio della plastica milanese, sono incappato in un poster formato gigante di un tipo sul Nose e un altro di Ondra su non so che falesia orrendamente liscia e strapiombante :wink: .

Detto questo, tu hai ragione: non è il legame con l'arrampicata su roccia a rendere degna una disciplina, che ha le sue ragioni in se stessa: però mi sembra che Fokozzone rimarcava il fatto che una delle tre (la speed) non c'entrava nulla con le altre.
E' possibile che non sia così, perchè, come dici tu non le conosco abbastanza, ma anche io ho questa impressione.
Ultima modifica di gug il mer mag 16, 2018 13:14 pm, modificato 1 volta in totale.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6102
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda funkazzista » mer mag 16, 2018 10:38 am

gug ha scritto:con questa formula [la combinata] si fanno gareggiare fra loro atleti di discipline troppo diverse fra loro, come appunto accadrebbe fra discesa libera e 10 km di fondo.

Aridaje.
Visto che la federazione si chiama International Federation of Sport Climbing, non "of Lead Climbing", né "of Boulder Climbing", né "of Speed Climbing" e visto che lo "Sport Climbing" si articola in tre discipline, la scelta era fra penalizzare (o favorire, a seconda dei punti di vista) solo alcuni atleti (si gareggia in una sola specialità) oppure trovare un compromesso che accontentasse (o scontentasse, sempre a seconda dei punti di vista) un po' tutti.
E' la prima volta volta che l'arrampicata si presenta su un palcoscenico universale, e secondo me è giusto mostrarla in tutti i suoi aspetti, che vi piaccia o no.

A me sembra piuttosto che le vostre obiezioni nascano da un vostro pregiudizio verso la speed climbing.
funkazzista
 
Messaggi: 7158
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda gug » mer mag 16, 2018 11:42 am

funkazzista ha scritto:
A me sembra piuttosto che le vostre obiezioni nascano da un vostro pregiudizio verso la speed climbing.


All'inizio ammetto che forse era così, ma ora dopo la cazziata dell'ispettore ho cercato di correggere questi pregiudizi e ragionare solo sulla proposta della combinata e delle differenze delle specialità fra loro e non con l'arrampicata su roccia.
Per quanto riguarda questa proposta sostengo che mi sarebbero sembrate migliori altre opzioni, tipo alternare le discipline: del resto in una edizione si sarebbe potuto fare una combinata fra lead e boulder (che avrebbe avuto più senso) e in un'altra la speed da sola.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6102
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda Ziggomatic » mer mag 16, 2018 12:41 pm

Callaghan ha scritto: tutti sognavano di morire almeno una volta in montagna


A me dell'arrampicata olimpica non mi frega niente, però questa che quoto è veramente una perla...c'è tutta condensata una certa veltànsciaung in quattro parole.

Ispettore sei sempre il migliore.
Avatar utente
Ziggomatic
 
Messaggi: 481
Iscritto il: mar feb 21, 2012 16:46 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda funkazzista » mer mag 16, 2018 14:25 pm

Vabbè... il gioco è bello quando dura poco... e io, che ne faccio tanto una questione di principio, in realtà so bene che dietro a tutto ci sono solo i schei.
Buona continuazione :smt039
funkazzista
 
Messaggi: 7158
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda Fokozzone » mer mag 16, 2018 16:22 pm

Callaghan ha scritto:
............deciderà lo spettatore se piace o no.
stiamo parlando di olimpiadi, non di coppe del mondo, campionati del mondo o robe simili.
le olimpiadi le vedono TUTTI, quindi anche la casalinga di buccinasco che, secondo me, tra l'altro, capisce molto più in fretta cosa sta accadendo in una gara di speed (vince chi arriva primo) che in una gara di boulder o di difficoltà nelle quali, se non sai cosa sta succedendo, ti annoi subito, tranne te e quattro pirla di arrampicatori della domenica.

Lo spettatore deciderà se gli piace quello che vede, cioè il formato olimpico. E proprio perché possono vederlo tutti si faranno una cattiva opinione dell'arrampicata.
Quanto al fatto di capire, dipende dalle passioni che suscita. Mi pare che centinaia di milioni capiscano la regola del fuorigioco nel calcio, e il lunedì ne discutono pure. Ti immagini la gente il lunedì che discute su una falsa partenza nello speed?
E io non mi sono limitato ad affermare per mia pura opinione che uno sport è più spettacolare di un altro etc, ho fornito dei parametri interpretativi del perché questo accada.

Callaghan ha scritto:
continua ad emergere il fatto che solo la difficoltà (e dunque anche il boulder) rappresenti degnamente l'arrampicata:
le discipline dell'arrampicata indoor rappresentano se stesse, non sono un simulacro dell'arrampicata su roccia. e' chiaro?
quello che l'arrampicata olimpionica rappresenterà saranno le discipline di arrampicata INDOOR, la PLASTICA, non L'ARRAMPICATA LIBERA, L'ARRAMPICATA SPORTIVA, L'ARRAMPICATA A MANI NUDE, L'ARRAMPICATA DI MANNOLO, L'ARRAMPICATA DEL VERDON, E NEPPURE L'ARRAMPICATA DI GALBIATE, con tua buona pace. quindi il metro di giudizio non è scegliere quale tra queste discipline rappresenta l'Arrampicata con la A maiuscola, ma come rappresentare degnamente tutte e 3 le discipline indoor.

Questo è vero, l'arrampicata su plastica rappresenta se stessa.
Quello che non quadra rispetto ad altri sport è il rapporto tra attività di base e attività agonistica.
Mi spiego: uno che va a pagaiare sul 4-con lo fa per gareggiare e basta. Nessuno fa il 4-con per godersi un giretto sull'acqua. Lo stesso lo speed: senza gara lo speed non ha senso.
Diversamente la lead e il boulder vedono una larga base di praticanti che lo fanno per piacere personale, che ammirano i garisti ma non sentono il bisogno di fare gare, e la cosa vale persino se confinata alla sola plastica.
Questa base maggioritaria rappresenta anche il bacino di utenza delle aziende e palestre insomma di tutto l'ambaradan commerciale che fa del movimento dell'arrampicata un settore indipendente.
Quindi la tua frase le discipline dell'arrampicata indoor rappresentano se stesse, vale per lead e boulder, mentre per lo speed va corretta in le discipline dell'arrampicata agonistica rappresentano se stesse
Con la differenza che le prime due rappresentano anche tutto il movimento non-agonistico.

Quindi lead e boulder sono discipline democratiche (condivise da tutta la base del movimento) speed disciplina dittatoriale imposta dai burocrati.
io, come rappresentante della base del movimento, rivendico il diritto di schifare e sputare lo speed senza che gli ispettori del nuovo ordine mondiale vengano a svolgere attività repressiva sul forum :wink:
Fokozzone
 
Messaggi: 2639
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda gobbidimerda » mer mag 16, 2018 17:16 pm

Callaghan ha scritto:
Fokozzone ha scritto:(...)
E trovo un po' strano che tu, che sei così sensibile ai temi della libertà di scalare non ti accorga di come in questa faccenda la libertà degli atleti venga pesantemente limitata.
(...)

Fokozzone, la faccio breve: nulla di quello che hai detto mi trova in accordo con te.

continuo a vedere nelle argomentazioni 2 vizi di forma.
il primo.
questioni attinenti al consenso personale (più bello meno bello) spacciate per assiomi: ma checazzo é? da quando è consentito affermare che una roba è più bella di un'altra?
deciderà lo spettatore se piace o no.
stiamo parlando di olimpiadi, non di coppe del mondo, campionati del mondo o robe simili.
le olimpiadi le vedono TUTTI, non solo i nerd che si fanno le seghe quando incontrano ghisolfi. TUTTI. quindi anche la casalinga di buccinasco che, secondo me, tra l'altro, capisce molto più in fretta cosa sta accadendo in una gara di speed (vince chi arriva primo) che in una gara di boulder o di difficoltà nelle quali, se non sai cosa sta succedendo, ti annoi subito, tranne te e quattro pirla di arrampicatori della domenica.

il secondo.
continua ad emergere il fatto che solo la difficoltà (e dunque anche il boulder) rappresenti degnamente l'arrampicata: ma checazzo è?
le discipline dell'arrampicata indoor rappresentano se stesse, non sono un simulacro dell'arrampicata su roccia. e' chiaro?
quello che l'arrampicata olimpionica rappresenterà saranno le discipline di arrampicata INDOOR, la PLASTICA, non L'ARRAMPICATA LIBERA, L'ARRAMPICATA SPORTIVA, L'ARRAMPICATA A MANI NUDE, L'ARRAMPICATA DI MANNOLO, L'ARRAMPICATA DEL VERDON, E NEPPURE L'ARRAMPICATA DI GALBIATE, con tua buona pace. quindi il metro di giudizio non è scegliere quale tra queste discipline rappresenta l'Arrampicata con la A maiuscola, ma come rappresentare degnamente tutte e 3 le discipline indoor.
quindi, gug, fokozzone, non vi offendete: voi scalate fuori, falesiette, viette del_cazzo, quella roba lì. ecco. cose che con l'indoor c'azzeccano come la carta vetra come lubrificante.
si, è vero. tanti anni fa berhault e mannolo scorazzavano felici per pietre e montagne, senza regole, e tutti avevano il poster di mannolo nel cesso (quello di berhault no perchè era troppo brutto lui), tutti sognavano di morire almeno una volta in montagna, e tutti volevano allenarsi in palestra di roccia per fare poi la comici in lavarello come mannolo. ma poi le cose sono cambiate. prendetene atto.
ci sono atleti di coppa del mondo difficoltà e boulder che fatta 100 la loro attività, 98 è su plastica. fatevene una ragione.
in molte sale boulder ci sono ragazzetti che salgono i gialli ed i rossi con un ditoinculo, poi si mettono l'imbrago, escono, e scalano male il 5c.

quindi, ripeto, decheccazzo stiamo a parlà?


Stiamo a parlà che con questo post ti sei palesato per quello che sei, cioè uno snob dell'arrampicata al cubo :D
La tua tesi dichiarata (poveri atleti dello speed, anche loro hanno una dignità, non li dovete trattare male) ne nasconde una occulta che qui emerge con prepotenza e cioè livellare ogni forma di scalata su plastica non per elogiare lo speed, ma per sminuire le altre. L'assioma è che la plastica è uno sport che nulla ha a che vedere con l'arrampicata. La dimostrazione dell'assioma la dai indirettamente equiparando una specialità (lo speed) che tutti considerano meno arrampicatoria alle altre due. In tal modo non non rischi che qualcuno possa dire che per fare un 8c su plastica qualche capacità bisogna averla...è plastica ergo qualunque grado è plasticaro e chi lo fa non sta arrampicando, sta plasticando.
Mi ricorda un po' l'atteggiamento di quelli che schiodano alcune vie "per rispettare lo spirito dei primi salitori", poi però mica le salgono con gli scarponi, la corda marcia e i cunei di legno, le fanno trad con tradizionali scarpette ultramoderne, tradizionali friend da 80 euro l'uno, magari dopo averle provate con gli spit prima di spaccarli.
gobbidimerda
 
Messaggi: 415
Iscritto il: mer lug 06, 2011 12:41 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda funkazzista » mer mag 16, 2018 17:40 pm

fa.un minestrone.

PS
Lo so che avevo detto che non sarei più intervenuto e bla bla bla... ma non ho resistito... :smt102
funkazzista
 
Messaggi: 7158
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Arrampicata in velocità alle Olimpiadi

Messaggioda guido6677 » gio mag 17, 2018 10:01 am

funkazzista ha scritto:fa.un minestrone.

PS
Lo so che avevo detto che non sarei più intervenuto e bla bla bla... ma non ho resistito... :smt102


:lol:
si prega di non sostare nella zona bianca
Avatar utente
guido6677
 
Messaggi: 890
Images: 43
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: sanna

PrecedenteProssimo

Torna a Rock General

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.