Affollamento in montagna: esiste davvero?

Area di discussione su argomenti di montagna in generale.

Re: Affollamento in montagna: esiste davvero?

Messaggioda il Duca » lun feb 03, 2020 11:07 am

Continuo a sbagliare! ](*,)

E scio anche di m***a
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3880
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Affollamento in montagna: esiste davvero?

Messaggioda scairanner » lun feb 03, 2020 11:21 am

Confido che la natura sappia trovare da sé i meccanisni di autoregolamentazione, tipo il coronavirus…

https://www.infodata.ilsole24ore.com/20 ... fresh_ce=1

Tra l'altro, l'influenza "normale" nella scorsa stagione ha causato in Italia quasi 200 morti...
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4950
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Affollamento in montagna: esiste davvero?

Messaggioda funkazzista » lun feb 03, 2020 11:35 am

BREAKING NEWS
Fra gli appassionati di montagna è in corso una epidemia di Cannibalvirus.
Gli esperti non sono ancora riusciti ad isolarlo e c'è grande apprensione per la sua estrema contagiosità.
Una fonte che vuole restare anonima, ha rivelato che il Cannibalvirus sarebbe stato artificialmente creato in un laboratorio di Torino con lo scopo segreto di alleggerire la pressione antropica sulla Montagna, eliminando le persone indegne alla sua frequentazione.
Sfuggito per cause ignote al controllo, il virus si è propagato all'esterno del laboratorio e sta contagiando indiscriminatamente tutti i frequentatori della montagna di qualunque ordine e Grado.
Pare infatti che il Cannibalvirus, al contrario di quanto asserito dai suoi presunti creatori, non sia in grado di distinguere fra frequentatori "degni" e "indegni".
Al momento non si conosce nessuna cura, anche se pare che indossare una calzamaglia di lana grezza possa portare un po' di sollievo ai sintomi della malattia.

Guardate questo spazio per ulteriori aggiornamenti.
funkazzista
 
Messaggi: 7977
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Affollamento in montagna: esiste davvero?

Messaggioda giorgiolx » lun feb 03, 2020 11:55 am

Occhio che siamo sotto doppia osservazione stretta....ci controllano!!!
vado a uccidere il frigorifero che mi sta fissando

Effetti Collaterali A Tutti!!!
Avatar utente
giorgiolx
 
Messaggi: 13939
Images: 68
Iscritto il: gio ago 09, 2007 17:10 pm
Località: 1060 West Addison

Re: Affollamento in montagna: esiste davvero?

Messaggioda Scannagatti » lun feb 03, 2020 11:57 am

Ultima ora:
Rapidamente esaurite le poche calzamaglie in lana grezza presenti nei negozi specializzati e nel web.Si trova ancora qualcosa al mercato nero intorno ai 500 euro.. :lol:
Pastasuta col bisato e vin bon.
Avatar utente
Scannagatti
 
Messaggi: 206
Iscritto il: gio feb 12, 2015 13:27 pm
Località: Colà

Re: Affollamento in montagna: esiste davvero?

Messaggioda giorgiolx » lun feb 03, 2020 19:30 pm

AHAHAHAHAHAHAAHAHAHHAHA ECCO CHI ASSOMIGLIA!!!!!!!!!!!

https://www.youtube.com/watch?v=kgHzEApKMNY
vado a uccidere il frigorifero che mi sta fissando

Effetti Collaterali A Tutti!!!
Avatar utente
giorgiolx
 
Messaggi: 13939
Images: 68
Iscritto il: gio ago 09, 2007 17:10 pm
Località: 1060 West Addison

Re: Affollamento in montagna: esiste davvero?

Messaggioda Scannagatti » mar feb 04, 2020 11:43 am

"Inutile che specifichi che considero questo rischio (“valanga olimpica”) in vero flagello perché aprirà ulteriormente le porte a valanghe di cannibali, indegni della montagna, anche solo a livello di falesie monotiro di bassa quota. Confido che la natura sappia trovare da sé i meccanisni di autoregolamentazione, tipo il coronavirus…"[cit.]
Pastasuta col bisato e vin bon.
Avatar utente
Scannagatti
 
Messaggi: 206
Iscritto il: gio feb 12, 2015 13:27 pm
Località: Colà

Re: Affollamento in montagna: esiste davvero?

Messaggioda scairanner » mer feb 05, 2020 0:05 am

A Sappada non c'erano solo motoslitte a scarrozzare Drugo e altri 400 ghiacciatori:

Sappada (Udine), 2 febbraio 2020 – L’attesa Xtreme Winter Trail disputatasi quest’oggi sul tecnico e spettacolare percorso di Sappada (16.5 kilometri per 500 metri di dislivello positivo) ha decretato i nomi dei vincitori assoluti dell’edizione 2020, quella che segna anche un nuovo record per questa giovanissima manifestazione (alla terza edizione) con oltre 220 atleti al via. [...]

Il successo è stato non solo per la Xtreme Winter Trail ma per tutto il fine settimana di grandi eventi di sport outdoor che si sono susseguiti senza soluzione di continuità nell’ambito degli Xtreme Days Winter Edition. A “dare il voto” a questo format che propone performance di campioni di svariate discipline parallelamente ad attività da praticare è stato il pubblico stesso che, tra applausi di meraviglia e tifo, ha assistito in prima persona ad evoluzioni incredibili; tra queste quella del campione del mondo di parapendio acrobatico Aaron Durogati che, dopo i propri voli su Sappada, nel corso della serata di ieri ha presentato, insieme al collega Daniel Ladurner, il film “Climb to Fly” ossia il racconto in prima persona della propria recente avventura tra scalate e decolli in condizioni estreme in Patagonia. Grande seguito anche per i funanboli della slackline Luca Carozza e Nazareno Marcantoni e per gli interpreti del freestyle (bike e sci) che hanno regalato al pubblico “trick” di ogni genere.

Gli spettatori di Xtreme Days hanno tributato un vero e proprio abbraccio anche a due novità di questa edizione: la sfida dell’icesliding, disciplina che prevede il confronto ad armi pari tra atleti disabili e normodotati impegnati in un duello fianco a fianco avanzando ventre a terra con la sola forza delle braccia utilizzando picozze da arrampicata su ghiaccio. Altra grande novità è stata la presenza di “the Rollerman” Jean Yves Blondeau atleta / pioniere francese inventore di un modo tutto personale di declinare la velocità grazie a una tutta integrale ricoperta di sci (o di ruote nella versione “stradale”) posizionati su piedi, gambe, mani, braccia, petto; una creazione che consente a “the Rollerman” di inventare evoluzioni assolutamente incredibili tanto da essere stato chiamato da Hollywood a far parte di film con Jim Carrey e Jackie Chan.


A parte l'offerta dei voli in elicottero da 6 minuti l'uno (spero che in realtà non ne abbiano fatti molti), mi pare una bella iniziativa alternativa all'offerta esclusivamente sciatoria della maggior parte delle località turistiche invernali.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4950
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Precedente

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 28 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.