Il Lago di Sorapiss come a Rimini..

Area di discussione su argomenti di montagna in generale.

Il Lago di Sorapiss come a Rimini..

Messaggioda Cugginodiottoz » lun set 10, 2018 16:49 pm

Avatar utente
Cugginodiottoz
 
Messaggi: 88
Iscritto il: dom nov 06, 2016 17:45 pm

Re: Il Lago di Sorapiss come a Rimini..

Messaggioda scairanner » lun set 10, 2018 20:36 pm

Sta di fatto che in questi giorni si parla di “sentinelle del territorio” con poteri anche sanzionatori che la Regione Veneto intenderebbe formalmente costituire per dare una mano ai carabinieri forestali, alla polizia locale e alle altre forze dell’ordine nella tutela dell’ambiente. Tutto ciò per porre un limite a schiamazzi, processioni vocianti, spiagge improvvisate, rifiuti abbandonati, cani lasciati vagare senza guinzaglio, danni al manto erboso, alla vegetazione, ai sentieri. Ma anche alle sempre più numerose uscite in notturna, alle gare in montagna di tutti i tipi, in tutte le stagioni e in tutti gli ambienti, anche i più estremi.

Non capisco che c'azzecca l'ultima frase, oltre a dare la misura dell'ignoranza di chi l'ha proposta.
E ancora, in una montagna dove ogni cima ha o un impianto o una ferrata o delle antenne o un rifugioi/albergo, si puniscono gli schiamazzatori, ma robe da matti.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3976
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Il Lago di Sorapiss come a Rimini..

Messaggioda Hal9000 » lun set 10, 2018 21:15 pm

scairanner ha scritto:E ancora, in una montagna dove ogni cima ha o un impianto o una ferrata o delle antenne o un rifugioi/albergo, si puniscono gli schiamazzatori, ma robe da matti.

Hai ragione, sterminiamoli :twisted:
"...si è trattato solo di un errore umano."
Avatar utente
Hal9000
 
Messaggi: 703
Images: 1
Iscritto il: mer giu 23, 2010 15:57 pm
Località: Rovigo

Re: Il Lago di Sorapiss come a Rimini..

Messaggioda Andrea Orlini » gio set 13, 2018 16:24 pm

scairanner ha scritto:Sta di fatto che in questi giorni si parla di “sentinelle del territorio” con poteri anche sanzionatori che la Regione Veneto intenderebbe formalmente costituire per dare una mano ai carabinieri forestali, alla polizia locale e alle altre forze dell’ordine nella tutela dell’ambiente. Tutto ciò per porre un limite a schiamazzi, processioni vocianti, spiagge improvvisate, rifiuti abbandonati, cani lasciati vagare senza guinzaglio, danni al manto erboso, alla vegetazione, ai sentieri. Ma anche alle sempre più numerose uscite in notturna, alle gare in montagna di tutti i tipi, in tutte le stagioni e in tutti gli ambienti, anche i più estremi.

Non capisco che c'azzecca l'ultima frase, oltre a dare la misura dell'ignoranza di chi l'ha proposta.
E ancora, in una montagna dove ogni cima ha o un impianto o una ferrata o delle antenne o un rifugioi/albergo, si puniscono gli schiamazzatori, ma robe da matti.


Certo che sul pieghevole del convegno appare invece questa frase:
"Schiamazzi, processioni vocianti, spiagge improvvisate, rifiuti abbandonati, cani lasciati vagare senza guinzaglio, danni al manto erboso, alla vegetazione, ai sentieri. Ma anche le sempre più numerose uscite in notturna, gare in montagna di tutti i tipi, in tutte le stagioni ed in tutti gli ambienti, anche i più estremi: non c'è più pace per gli abitanti naturali della montagna. Il CAI non ha né il compito, né il desiderio di imporre divieti, ma da osservatore assiduo constata…."

il che da una certa e diversa giustificazione al ragionamento.
Che abbiano fatto un por-pourri?
Andrea Orlini
 
Messaggi: 962
Images: 7
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Trieste

Re: Il Lago di Sorapiss come a Rimini..

Messaggioda scairanner » gio set 13, 2018 17:37 pm

Andrea Orlini ha scritto:
scairanner ha scritto:Sta di fatto che in questi giorni si parla di “sentinelle del territorio” con poteri anche sanzionatori che la Regione Veneto intenderebbe formalmente costituire per dare una mano ai carabinieri forestali, alla polizia locale e alle altre forze dell’ordine nella tutela dell’ambiente. Tutto ciò per porre un limite a schiamazzi, processioni vocianti, spiagge improvvisate, rifiuti abbandonati, cani lasciati vagare senza guinzaglio, danni al manto erboso, alla vegetazione, ai sentieri. Ma anche alle sempre più numerose uscite in notturna, alle gare in montagna di tutti i tipi, in tutte le stagioni e in tutti gli ambienti, anche i più estremi.

Non capisco che c'azzecca l'ultima frase, oltre a dare la misura dell'ignoranza di chi l'ha proposta.
E ancora, in una montagna dove ogni cima ha o un impianto o una ferrata o delle antenne o un rifugioi/albergo, si puniscono gli schiamazzatori, ma robe da matti.


Certo che sul pieghevole del convegno appare invece questa frase:
"Schiamazzi, processioni vocianti, spiagge improvvisate, rifiuti abbandonati, cani lasciati vagare senza guinzaglio, danni al manto erboso, alla vegetazione, ai sentieri. Ma anche le sempre più numerose uscite in notturna, gare in montagna di tutti i tipi, in tutte le stagioni ed in tutti gli ambienti, anche i più estremi: non c'è più pace per gli abitanti naturali della montagna. Il CAI non ha né il compito, né il desiderio di imporre divieti, ma da osservatore assiduo constata…."

il che da una certa e diversa giustificazione al ragionamento.
Che abbiano fatto un por-pourri?


Il taglio dell'ultima frase non cambia di molto la sostanza: dopo decenni di sfruttamento intensivo della montagna, adesso sono di moda i dj set in rifugi del Cai con musica (musica?) sparata a mille e concerti che attirano migliaia di persone in luoghi dall'equilibrio delicato, e questi, ripeto, dopo che si è fatto di tutto per moltiplicare il turismo di massa, si lamentano che nella massa ci sono i cogljoni?
Inoltre devono dire esattamente a chi si rivolgono, non sparare così nel gruppo, perché se tra questi (e non saprei chi altri potrebbe essere) ci sono gli ultrarunner che camminano di notte sui sentieri con la frontale, beh allora definirli ridicoli è un complimento, si danneggiano da soli, forti con i deboli ecc.
Anche perche se sono così preoccupati per gli abitanti naturali, cos'hanno da dire a loro discolpa sulle centinaia di sezioni che da decenni organizzano ogni domenica gite con decine di persone? Gite che con l'aumento dei pensionati sono bisettimanali e 52 domeniche all'anno, ma si rendono conto delle cagate che hanno annunciato?
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3976
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Il Lago di Sorapiss come a Rimini..

Messaggioda davidezambon1112 » gio set 13, 2018 22:00 pm

scairanner ha scritto:
Andrea Orlini ha scritto:
scairanner ha scritto:Sta di fatto che in questi giorni si parla di “sentinelle del territorio” con poteri anche sanzionatori che la Regione Veneto intenderebbe formalmente costituire per dare una mano ai carabinieri forestali, alla polizia locale e alle altre forze dell’ordine nella tutela dell’ambiente. Tutto ciò per porre un limite a schiamazzi, processioni vocianti, spiagge improvvisate, rifiuti abbandonati, cani lasciati vagare senza guinzaglio, danni al manto erboso, alla vegetazione, ai sentieri. Ma anche alle sempre più numerose uscite in notturna, alle gare in montagna di tutti i tipi, in tutte le stagioni e in tutti gli ambienti, anche i più estremi.

Non capisco che c'azzecca l'ultima frase, oltre a dare la misura dell'ignoranza di chi l'ha proposta.
E ancora, in una montagna dove ogni cima ha o un impianto o una ferrata o delle antenne o un rifugioi/albergo, si puniscono gli schiamazzatori, ma robe da matti.


Certo che sul pieghevole del convegno appare invece questa frase:
"Schiamazzi, processioni vocianti, spiagge improvvisate, rifiuti abbandonati, cani lasciati vagare senza guinzaglio, danni al manto erboso, alla vegetazione, ai sentieri. Ma anche le sempre più numerose uscite in notturna, gare in montagna di tutti i tipi, in tutte le stagioni ed in tutti gli ambienti, anche i più estremi: non c'è più pace per gli abitanti naturali della montagna. Il CAI non ha né il compito, né il desiderio di imporre divieti, ma da osservatore assiduo constata…."

il che da una certa e diversa giustificazione al ragionamento.
Che abbiano fatto un por-pourri?


Il taglio dell'ultima frase non cambia di molto la sostanza: dopo decenni di sfruttamento intensivo della montagna, adesso sono di moda i dj set in rifugi del Cai con musica (musica?) sparata a mille e concerti che attirano migliaia di persone in luoghi dall'equilibrio delicato, e questi, ripeto, dopo che si è fatto di tutto per moltiplicare il turismo di massa, si lamentano che nella massa ci sono i cogljoni?
Inoltre devono dire esattamente a chi si rivolgono, non sparare così nel gruppo, perché se tra questi (e non saprei chi altri potrebbe essere) ci sono gli ultrarunner che camminano di notte sui sentieri con la frontale, beh allora definirli ridicoli è un complimento, si danneggiano da soli, forti con i deboli ecc.
Anche perche se sono così preoccupati per gli abitanti naturali, cos'hanno da dire a loro discolpa sulle centinaia di sezioni che da decenni organizzano ogni domenica gite con decine di persone? Gite che con l'aumento dei pensionati sono bisettimanali e 52 domeniche all'anno, ma si rendono conto delle cagate che hanno annunciato?


straquoto
Ndemo vanti, che el sol magna e ore
Avatar utente
davidezambon1112
 
Messaggi: 175
Images: 0
Iscritto il: sab gen 06, 2018 11:46 am
Località: mestre (VE)

Re: Il Lago di Sorapiss come a Rimini..

Messaggioda priabonese » ven set 14, 2018 11:09 am

A proposito di Sat (della serie Bivacco Zeni chiuso per fare spazio agli sponsor...) e di sepolcri imbiancati:

http://gognablog.com/translagorai-fine-del-paradiso/


Senza dilungarmi oltre (siamo tutti grandi e vaccinati) a questo si aggiunge quest'altro:

https://www.ildolomiti.it/cronaca/2018/ ... ndo-logo-e


P.S. la discussione originale (prima di passare per il blog di Gogna), l'ho trovata sul forum di montagna (ebbene sì, esistono ancora) "Girovagando in montagna" dove il ragionamento si sviluppa da qualche settimana, partendo dallo studio fatto da alcuni utenti sul progetto redatto dalla provincia di TN a cui si riferisce il primo link che ho postato.
priabonese
 
Messaggi: 73
Iscritto il: mar mar 10, 2015 12:32 pm


Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.