Tragedia in Svizzera

Area di discussione su argomenti di montagna in generale.

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Abel Wakaam » sab mag 05, 2018 18:09 pm

I sacchi termici te li consiglio vivamente. Aggiungici una buona mantella impermeabile, una corda, un fittone da neve, un termos e del cioccolato ;-)

Coperta di Sopravvivenza, Terra Hiker Coperta d’Emergenza Riutilizzabile, Sacco a Pelo d'Emergenza, 215 x 90 cm https://www.amazon.it/dp/B01N1SIAVG/ref ... 7AbBNQQ5F8
Avatar utente
Abel Wakaam
 
Messaggi: 484
Images: 5
Iscritto il: gio mar 08, 2018 14:17 pm
Località: https://www.facebook.com/wakaam

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda mampi » dom mag 06, 2018 12:43 pm

qualcuno conosce la tappa in cui si è verificata la tragedia? ghiacciaio, rocce, pendenze, pareti, esposizione, neve (io non ne ho idea)?
perché il fittone?
mampi
 
Messaggi: 17
Iscritto il: sab gen 07, 2012 2:06 am
Località: umbria

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Abel Wakaam » dom mag 06, 2018 12:49 pm

mampi ha scritto:perché il fittone?


Perché a volte potrebbe essere utile un ancoraggio per potersi muoversi di qualche passo alla ricerca di un punto migliore di sosta in sicurezza.
Avatar utente
Abel Wakaam
 
Messaggi: 484
Images: 5
Iscritto il: gio mar 08, 2018 14:17 pm
Località: https://www.facebook.com/wakaam

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda il.bruno » dom mag 06, 2018 16:00 pm

mampi ha scritto:qualcuno conosce la tappa in cui si è verificata la tragedia? ghiacciaio, rocce, pendenze, pareti, esposizione, neve (io non ne ho idea)?
perché il fittone?

Traversata della Pigne d'Arolla dalla cabane des Dix alla cabane des Vignettes.
Su internet credo troverai facilmente dettagli.
Terreno scialpinistico, magari impegnativo, ma né rocce né pareti.
Avatar utente
il.bruno
 
Messaggi: 3767
Images: 77
Iscritto il: gio set 16, 2004 13:19 pm
Località: Milano

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda simnal » lun mag 07, 2018 15:33 pm

Io ho seguito in maniera piuttosto marginale la notizia anche perchè ormai ho imparato a non dare troppo peso a quello che dicono i giornalisti in quanto preparano gli articoli cercando informazioni su internet un tanto al kg e scrivono ciò che fa comodo a loro.
Come hano detto in molti bisogna esser stati li per dire come siano andati i fatti: sicuramente molti fattori hanno inciso sulla tragedia.
Si sta dicendo che la guida era uno sciagurato e chi faceva le flessioni sulla neve un iron man: a me sembra di rivedere la storia della tragedia del Freney con l'attacco a Bonatti oppure quella sul Nanga Parbat con i fratelli Messner.
Tutti che accusano e che puntano il dito!
Io dalla mia posso dire di essere un appassionato di montagna: non ho mai fatto cose estreme ma qualcosa di impegnativo si; posso anche dire di essermi trovato con condizioni meteo non ottimali e di aver continuato lo stesso un po' spinto dagli altri che dicevano di continuare e un po' per arroganza mia (dico arroganza) perchè tanto a me vanno bene le cose, cosa vuoi che possa capitarmi?
Sono stato fortunato che son tornato a casa senza problemi.
Quello che mi da fastidio è che ora sono tutti esperte guide alpine che sparano sentenze senza sapere di cosa si sta parlando.
Purtroppo sono morte delle persone che stavano facendo una cosa per cui hanno sognato e fatto sfrozi e sacrifici per arrivarci.
Altra cosa che mi da fastidio è l'idea che si fa l'opinione pubblica: una sera la mia fidanzata mi diceva "ho letto su internet che..." e dico che la mia fidanzata non sa neanche cosa sia la montagna quindi figuriamoci la pratica dello scialpinismo però anche lei a sparare sentenze a zero e quasi ci litigavo solamente per spiegarle perchè la gente va in montagna e pratica sport di montagna...
Scusate lo sfogo... :mrgreen:
l'esperienza e' la sommatoria delle volte che l'hai presa in culo!

Non dirlo mai più! i rischi stupidi sono il motivo per cui vale la pena di vivere la vita! homer simpson
Avatar utente
simnal
 
Messaggi: 160
Iscritto il: mer ago 03, 2005 20:23 pm
Località: bassa padovana, ma non sono di rovigo!

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Abel Wakaam » lun mag 07, 2018 15:53 pm

Ma guarda che qui nessuno sta attaccando la guida e nemmeno ha emesso giudizi e sentenze.

Si sta cercando di capire cosa si potrebbe fare se capitasse a noi una simile situazione. La disquisizione semmai riguarda le dotazioni di emergenza che bisognerebbe portarsi appresso in ogni occasione.

Considerato che, purtroppo, i morti non possono essere portati in vita, cerchiamo almeno di evitare che succeda di nuovo.
Ultima modifica di Abel Wakaam il mar mag 08, 2018 9:36 am, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Abel Wakaam
 
Messaggi: 484
Images: 5
Iscritto il: gio mar 08, 2018 14:17 pm
Località: https://www.facebook.com/wakaam

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Cosacco » lun mag 07, 2018 18:15 pm

Io ho solo una domanda. Che rapporto deve esserci , guida alpina accompagnati, per un attività del genere?
1 a 5? ! 1 10? 1 20?
Avatar utente
Cosacco
 
Messaggi: 1450
Iscritto il: lun ago 16, 2004 10:48 am
Località: Altedo

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda paul mone » lun mag 07, 2018 18:24 pm

paul mone
 
Messaggi: 158
Iscritto il: ven mar 05, 2010 19:56 pm

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Cosacco » lun mag 07, 2018 20:37 pm

paul mone ha scritto:http://www.guidealtamontagna.com/public/uploads/documenti/Codice_Deontologico_17-07-2014.pdf

Art.6

Ciao


Grazie
Molto interessante e chiarificatore...
Avatar utente
Cosacco
 
Messaggi: 1450
Iscritto il: lun ago 16, 2004 10:48 am
Località: Altedo

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda il Duca » mar mag 08, 2018 9:33 am

simnal ha scritto:posso anche dire di essermi trovato con condizioni meteo non ottimali e di aver continuato lo stesso [...] per arroganza mia


Idem, ma un conto è mettere a repentaglio la mia vita, un conto quella di chi si è affidato a me.
Se fossi uno dei clienti, che si è affidato alla guida perché valutasse lei per me, mi sarei abbastanza incazzato a trovarmi in una bufera già annunciata. Penso che la guida, oltre che onori, dovrebbe avere anche qualche onere, altrimenti perché andare a pagare.

Lo dico da uno che non è mai andato con la guida, pensando che sia meglio prendersi le proprie responsabilità in autonomia, sapendo quello che si va a fare.
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3646
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Kinobi » mar mag 08, 2018 12:08 pm

il Duca ha scritto:
simnal ha scritto:posso anche dire di essermi trovato con condizioni meteo non ottimali e di aver continuato lo stesso [...] per arroganza mia


Idem, ma un conto è mettere a repentaglio la mia vita, un conto quella di chi si è affidato a me.
Se fossi uno dei clienti, che si è affidato alla guida perché valutasse lei per me, mi sarei abbastanza incazzato a trovarmi in una bufera già annunciata. Penso che la guida, oltre che onori, dovrebbe avere anche qualche onere, altrimenti perché andare a pagare.

Lo dico da uno che non è mai andato con la guida, pensando che sia meglio prendersi le proprie responsabilità in autonomia, sapendo quello che si va a fare.



Ogni volta che si esce di casa, si corre un pericolo. Ogni volta che una guida esce con un cliente, va incontro a pericoli. Potrebbe anche essere che, quando ci si accorge che si ha fatto un errore, si cerchi di rimediare (anche con la propria vita), ma ormai la frittata è fatta. Credo che le guide, più che cercare di difendere l'operato, dovrebbero porre l'accento su degli aspetti: che le Guide sono esseri umani, si basano su bollettini fatti a altri, non sono in grado di prevedere l'eccezionale, e non sono in grado di gestire l'eccezionale; Non sanno come reagisce il cliente/clienti. Hanno commesso errori e ne faranno altri e ciò è inevitabile. Magari perderanno dei clienti se ammetteranno queste cose, ma questa è la realtà dei fatti.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5343
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Kinobi » mar mag 08, 2018 12:09 pm

Abel Wakaam ha scritto:I sacchi termici te li consiglio vivamente. Aggiungici una buona mantella impermeabile, una corda, un fittone da neve, un termos e del cioccolato ;-)

Coperta di Sopravvivenza, Terra Hiker Coperta d’Emergenza Riutilizzabile, Sacco a Pelo d'Emergenza, 215 x 90 cm https://www.amazon.it/dp/B01N1SIAVG/ref ... 7AbBNQQ5F8


Scusa, secondo te un foglio di alluminio da micron di spessore te lo tieni addosso con vento da 100kmh?
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5343
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Abel Wakaam » mar mag 08, 2018 12:25 pm

Kinobi ha scritto:Scusa, secondo te un foglio di alluminio da micron di spessore te lo tieni addosso con vento da 100kmh?


Te lo metti addosso sotto la mantella da pioggia ma anche arrotolato da solo sul corpo dopo che ti sei infilato in una truna o in un anfratto tra le rocce.
Ne puoi usare uno anche come "tappetino" isolante prima di accucciarti su uno strato ghiacciato e ripiegarlo poi sulle gambe. Gli utilizzi delle coperte isotermiche in alluminio o dei sacchi termici sono molteplici e, considerata la loro leggerezza nello zaino, hanno molti vantaggi che val la pena di non sottovalutare. Per quanto appaiano leggeri e inconsistenti, hanno una grande capacità di trattenere il calore corporeo ed impedire alla neve di penetrare nei tessuti.
Personalmente ne ho fatto un grande uso in molteplici situazioni, anche molto ventose, e non ne mancano mai almeno un paio nel mio zaino.
In ogni caso fai qualche prova, così vedi quanto può essere utile.

Immagine
Avatar utente
Abel Wakaam
 
Messaggi: 484
Images: 5
Iscritto il: gio mar 08, 2018 14:17 pm
Località: https://www.facebook.com/wakaam

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Warm75 » mar mag 08, 2018 14:16 pm

Kinobi ha scritto:
il Duca ha scritto:
simnal ha scritto:posso anche dire di essermi trovato con condizioni meteo non ottimali e di aver continuato lo stesso [...] per arroganza mia


Idem, ma un conto è mettere a repentaglio la mia vita, un conto quella di chi si è affidato a me.
Se fossi uno dei clienti, che si è affidato alla guida perché valutasse lei per me, mi sarei abbastanza incazzato a trovarmi in una bufera già annunciata. Penso che la guida, oltre che onori, dovrebbe avere anche qualche onere, altrimenti perché andare a pagare.

Lo dico da uno che non è mai andato con la guida, pensando che sia meglio prendersi le proprie responsabilità in autonomia, sapendo quello che si va a fare.



Ogni volta che si esce di casa, si corre un pericolo. Ogni volta che una guida esce con un cliente, va incontro a pericoli. Potrebbe anche essere che, quando ci si accorge che si ha fatto un errore, si cerchi di rimediare (anche con la propria vita), ma ormai la frittata è fatta. Credo che le guide, più che cercare di difendere l'operato, dovrebbero porre l'accento su degli aspetti: che le Guide sono esseri umani, si basano su bollettini fatti a altri, non sono in grado di prevedere l'eccezionale, e non sono in grado di gestire l'eccezionale; Non sanno come reagisce il cliente/clienti. Hanno commesso errori e ne faranno altri e ciò è inevitabile. Magari perderanno dei clienti se ammetteranno queste cose, ma questa è la realtà dei fatti.


Quoto al 1000 per cento...
Matteo
Warm75
 
Messaggi: 131
Images: 0
Iscritto il: gio set 28, 2017 15:54 pm

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda il.bruno » mar mag 08, 2018 16:23 pm

Prima di criticare la guida, che sicuramente qualcosa ha sbagliato, ricorderei sommessamente che chi accompagnava il gruppo ci ha rimesso le penne, precipitando per essere andato avanti da solo a chiamare i soccorsi nella bufera, dopo una intera giornata in mezzo alla tempesta.
Uno che è stato su degli 8000 e in Patagonia immagino che se la sarebbe cavata meglio se fosse stato da solo, rispetto all'essere in giro con i clienti. In sostanza ha sacrificato la sua vita per fare il suo compito di guida (purtroppo senza grandi risultati, visto il bilancio delle vittime).
Avatar utente
il.bruno
 
Messaggi: 3767
Images: 77
Iscritto il: gio set 16, 2004 13:19 pm
Località: Milano

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda il Duca » mar mag 08, 2018 16:35 pm

Che la guida da solo se la sarebbe cavata non lo metto neppure in dubbio. Certamente era uno forte che sapeva il fatto suo come alpinista. E ha avuto anche coraggio nel momento del casino, nel mettersi a cercare una soluzione (arrivando a morire).

Quello che a me stona (oltre alla questione delle previsioni meteo di cui sopra), è la difesa a spada tratta da parte del collegio delle guide e guru vari come Messner, gli stessi sempre pronti a puntare il dito su chi muore in montagna nel fai da te (leggi senza guida), mi sembra un po' la difesa della categoria a tutti i costi.
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 3646
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Abel Wakaam » mar mag 08, 2018 16:39 pm

Messner ha soltanto detto che in quelle condizioni non si vede assolutamente niente... e chi potrebbe negarlo?
Avatar utente
Abel Wakaam
 
Messaggi: 484
Images: 5
Iscritto il: gio mar 08, 2018 14:17 pm
Località: https://www.facebook.com/wakaam

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda gug » mar mag 08, 2018 17:21 pm

il Duca ha scritto:Quello che a me stona (oltre alla questione delle previsioni meteo di cui sopra), è la difesa a spada tratta da parte del collegio delle guide e guru vari come Messner, gli stessi sempre pronti a puntare il dito su chi muore in montagna nel fai da te (leggi senza guida), mi sembra un po' la difesa della categoria a tutti i costi.


Sicuramente questo stona, ma del resto è in accordo con la linea che da anni tengono le guide e cioè quella di far passare il messaggio, su questo assecondati dai media, che in montagna si può andare solo accompagnati dalle guide e solo così la "Montagna Assassina" può essere domata e si può far tutto in assoluta sicurezza.
Ovviamente ci sono invece incidenti, anche mortali, anche con le guide, perchè se si è in situazioni di pericoli oggettivi anche le guide possono sbagliare: questo non può essere ammesso, anche se si tratterebbe di una verità lampante per chi pratica alpinismo, e allora da quì scaturiscono le levate di scudi molto goffe a cui stiamo assistendo.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6126
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Kinobi » mar mag 08, 2018 17:45 pm

Abel Wakaam ha scritto:
Kinobi ha scritto:Scusa, secondo te un foglio di alluminio da micron di spessore te lo tieni addosso con vento da 100kmh?


Te lo metti addosso sotto la mantella da pioggia ma anche arrotolato da solo sul corpo
...
In ogni caso fai qualche prova, così vedi quanto può essere utile.
...


In linea di massima ho una discreta esperienza.
Se tu pensi di riuscire a metterti un telo addosso con raffiche a 100 kmh che significa un vento costante sui 60 kmh con temperature ben sub zero per il windchill, son contento per te. Io penso di non potercela fare.
In realtà, in un gruppo numeroso con una o due persone di forte esperienza (guida e moglie) dove nessuno scava una truna, o prova a scavare una truna, e dove nessuno riesce a trovare un anfratto, a me fa propendere che erano arrivati come io arrivo alla fine dei concerti punk stando sotto il palco. Non credo non avessero pala, sega, e sonda. O almeno lo spero.
Per cui, ho espresso le mie poche opinioni sui fatti, ma mantengo il rispetto per chi ci ha lasciato le scorze che se non hanno fatto il presumibile, un motivo lo dovrebbero averlo avuto.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5343
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Tragedia in Svizzera

Messaggioda Cosacco » mar mag 08, 2018 21:22 pm

una sola guida per un gruppo cosi numeroso, è un fatto
La guida ha preso delle decisioni , è un fatto
La guida ha lasciato i clienti da soli, è un fatto

il resto...tragedia
forse le guide dovrebbero fare un esame sulle regole di ingaggio...
Avatar utente
Cosacco
 
Messaggi: 1450
Iscritto il: lun ago 16, 2004 10:48 am
Località: Altedo

PrecedenteProssimo

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.

cron