Incidente Cima Grande Lavaredo.

Area di discussione su argomenti di montagna in generale.

Messaggioda Cosacco » gio set 03, 2009 14:42 pm

CAI si CAI no...
e se parliamo di SPIT si... SPIT no...
si può andare avanti per giorni
Avatar utente
Cosacco
 
Messaggi: 1454
Iscritto il: lun ago 16, 2004 10:48 am
Località: Altedo

Messaggioda DZs » gio set 03, 2009 14:52 pm

giorgiolx ha scritto:
Sbob ha scritto:
giorgiolx ha scritto:mbeh? allora?

"magari fanno un corso tipo CAI e si sentono preparati a tutto..."

cioè...ti sembra una stronzata? perchè? spiegami!!!


Spiego. Di nuovo.

Non fare nodi & autobloccante non e' un errore di chi fa un corso limitato e si sente pronto a tutto.
E' un errore di chi quel corso proprio non l'ha fatto. O l'ha fatto e non ha ascoltato un c***o.

Perche' ad un corso ti insegnano solo le nozioni di base, ma come cacchio si fa una doppia come dio comanda rientra nelle cose di base! Che ti insegnano a qualunque corso, sia esso cai, o con le guide o con chicazzovuoi.

Quindi, in questo contesto questa frase e' una stronzata.



...alcune osservazioni....
a) ci sono istruttori cai da prendere a calci nelle palle da qui a pechino per quanto ignoranti e incompetenti sono.
b) ci sono persone che escono dal corso e pensano di sapere tutto...
c) ci sono istruttori preparatissimi che insegnano da dio
d) ci sono corsisti bravissimi, che ascoltano e imparano tutto e prendono pure appunti
e) la mia frase no nè stupida perchè oltre a persone di tipo c) o d) ci sono pure quelle a) e b)


E anche per le persone di cui al tipo d) che hanno avuto istruttori di cui al tipo c) trovarsi a fare manovre basilari, chiare e semplici in un ambiente un po' più severo del solito (o magari avendo sbagliato linea di discesa, cosa che a nessun corso base ti insegnano e che capita anche a i super esperti) diventa difficile.
Per questo quelli che "fanno un corso tipo CAI o con GUIDA e si sentono preparati a tutto" sbagliano.
Magari sanno fare bene una sosta su due spit, su un bel terrazzino a venti metri da terra, e da lì riescono anche, con tutta calma e assistiti dall'istruttore/guida, a fare una bella doppia fin per terra con il loro bel bloccante, magari lo fanno anche all'uscita in "ambiente" in programma col corso, assistiti, su una via facile, con uno che conosce la discesa.
Se uno esce dal corso e si "sente preparato a tutto" e va a fare le cose che sa fare sulla cima ovest di lavaredo, dopo una via relativamente lunga portata a termine con soddisfazione (con conseguente calo della tensione) dopo aver sbagliato la via di discesa, magari le manovre non sono più così chiare.
Se fosse andata bene sarebbe stata esperienza, se avessero trovato qualcuno che gli diceva "caxxo fai?" vieni di qui che la discesa è questa, se la tipa si fosse tirata fuori in qualche maniera la volta successiva non avrebbe più probabilmente commesso leggerezze come questa.
Nello sci se uno sbaglia e dopo il corso si caccia su una pista difficile convinto che saper fare lo spazzaneve sul campetto scuola basti, male che vada si rompe una gamba o si prende uno spavento, e fa esperienza, nel nostro ambiente se va male ci son buone possibilità de "oltar le zopele" ...purtroppo è così.
Le persone sono persone, le persone sbagliano, tutte, nel nostro caso sbagli a tanti metri da terra e il terreno è duro.
Happiness, no more be sad, happiness....I'm glad.
Avatar utente
DZs
 
Messaggi: 972
Images: 44
Iscritto il: mar set 18, 2007 21:18 pm
Località: Val di Fiemme

Messaggioda Sbob » gio set 03, 2009 15:25 pm

giorgiolx ha scritto:...alcune osservazioni....
a) ci sono istruttori cai da prendere a calci nelle palle da qui a pechino per quanto ignoranti e incompetenti sono.
b) ci sono persone che escono dal corso e pensano di sapere tutto...
c) ci sono istruttori preparatissimi che insegnano da dio
d) ci sono corsisti bravissimi, che ascoltano e imparano tutto e prendono pure appunti
e) la mia frase no nè stupida perchè oltre a persone di tipo c) o d) ci sono pure quelle a) e b)


Permettimi di dire che dal seguente intervento:
giorgiolx ha scritto:ahahaahahahahahahahahahahahahhahaahhahaha
:smt003 :smt003 :smt003 :smt003 :smt003 :smt003 :smt003 :smt003 :smt082 :smt082 :smt082 :smt082 :smt082 :smt082 :smt082 :smt082 :smt082 :smt081 :smt081 :smt081 :smt081 :smt081 :smt081 :smt081 :smt080 :smt080 :smt080 :smt080

si deduceva che a parer tuo esistessero esclusivamente le persone di cui al punto a e b.

Per altro lasciami dire che, da quello che ho potuto vedere, gli istruttori incompetenti tanto da non saper fare una doppia non esistono. Possono esistere gli aiuto istruttori incompetenti (sono infatti persone qualunque selezionate dagli istruttori per aiutare nei corsi in sezione), oppure gli istruttori coglioni (ovvero che sanno benissimo come si fa qualcosa ma si ritengono piu' furbi).
Ben difficilmente una persona che non sa come si fa una doppia puo' sperare di passare l'esame da istruttore.
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6843
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Messaggioda cinetica » gio set 03, 2009 16:24 pm

DZs ha scritto:...
Per questo quelli che "fanno un corso tipo CAI o con GUIDA e si sentono preparati a tutto" sbagliano.
...


esatto,
manca l'esperienza e hanno una percezione distorta del rischio e delle difficoltà.

l'ho visto con degli amici che hanno fatto il corso CAI solo qualche mese fa.

Il corso CAI è stato fatto bene ma l'esperienza in ambiente è impossibile da insegnare in un corso base. IMHO

E' consigliabile che dopo il corso si cerchi di uscire con qualcuno un po' più scafato.
"Forse essere vivi è proprio questo:andare alla ricerca degli istanti che muoiono". Muriel Barbery dall'Eleganza del Riccio
Avatar utente
cinetica
 
Messaggi: 2159
Images: 27
Iscritto il: ven lug 06, 2007 17:34 pm
Località: Bellinzona

Messaggioda n!z4th » gio set 03, 2009 17:14 pm

qualcuno un po' più scafato


Intendi qualcuno col culone :?:


:lol:
Michele
Avatar utente
n!z4th
 
Messaggi: 15825
Images: 8
Iscritto il: sab set 17, 2005 17:22 pm
Località: Varese

Messaggioda retarius » ven set 04, 2009 13:57 pm

Non posso credere che due alpinisti che fanno la DIbona a la Grande siano incapaci di fare una doppia correttamente, che non hanno mai sentito parlare del nodo terminale o del autobloccante. Non parlo di manovre difficili per professionisti. Per quanto ho potuto leggere, sembra che sia la fretta la causa ultima della imprudenza.
Un bivacco imprevisto non piace a nessuno, sopratutto se l'indumenti caldi non ne le hai e forse il giorno dopo devi lavorare, ma cosa si può dire di fronte a una tragedia così?
retarius
 
Messaggi: 88
Iscritto il: ven ott 13, 2006 13:32 pm
Località: Milano

Messaggioda gug » ven set 04, 2009 16:14 pm

n!z4th ha scritto:
e' strano che la donna non sia riuscita a farsi un giro della corda intorno alla gamba


Per non essere riuscita nemmeno a mettere un prusik mi viene da pensare (immaginare) che avesse qualcosa come 20-30cm di corda dopo il discensore...ho questa immagine insomma :roll: Se ne avevi di più si poteva anche semplicemente fare un groppo sul discensore stesso, sul moschettone, sull'anello...


Infatti l'unica spiegazione è questa, ma mi stupisce che in quelle condizioni abbia resistito quaranta minuti.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6161
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Messaggioda mirta » mer set 09, 2009 20:15 pm

io ho cercato info sull'argomento, ma... non si capisce proprio come sia avvenuto che una persona che ha resistito per 40 minuti non sia riusciata a fare un qualsiasi nodo per tenersi su....

oltre che a far discutere, gli incidenti servono soprattutto a far capire dove si può sbagliare, e quindi ad andare in montagna più preparati, almeno credo...
mirta
 
Messaggi: 18
Iscritto il: gio lug 26, 2007 18:00 pm

Messaggioda Drugo Lebowsky » mer set 09, 2009 20:38 pm

mirta ha scritto:...
oltre che a far discutere, gli incidenti servono soprattutto a far capire dove si può sbagliare, e quindi ad andare in montagna più preparati, almeno credo...


a voler fare l'avvocato del diavolo (e pure un tot stronzo), gli incidenti servono a poterti dire "ah! a me non sarebbe mai successo".

peccato che la casistica delle sfighe oggetive e dei colpi di mona soggettivi, sia così ampia da far si che la conoscenza degli incidenti pregressi non serva mica a tanto...
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8742
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

Messaggioda mirta » mer set 09, 2009 20:57 pm

beh, .... questo fa parte del gioco: se dici "accidenti, avrei fatto così anch'io e ci avrei rimesso..." uno se ne sta a casa in pantofole... 8)
mirta
 
Messaggi: 18
Iscritto il: gio lug 26, 2007 18:00 pm

Messaggioda raffa » mer set 16, 2009 13:58 pm

Forse non è stato detto che nella suddivisione per causa negli incidenti del 2008 risulta che l'anno scorso ci sono stati 39 casi (0,6%) riguardanti specificatamente incidenti avvenuti durante discese in corda doppia.
E' tanto !
un arrampicatore di rocce non è un alpinista ... deve ancora diventarlo !! ... (J. Kugy)
Avatar utente
raffa
 
Messaggi: 268
Images: 25
Iscritto il: mar mar 16, 2004 21:29 pm
Località: sot el Quarnan

Messaggioda maurizio56 » mer set 16, 2009 14:45 pm

:arrow:
maurizio56
 
Messaggi: 170
Iscritto il: mar gen 27, 2009 21:23 pm

Messaggioda goph51 » sab set 26, 2009 16:31 pm

Povera donna

peccato non ci sia stata l'occasione di poterla salvare in qualche modo.
doveva andare in quel modo,era arrivato il suo momento,di sicuro è stata una morte tragica ma nello stesso tempo era consapevole dei pericoli per cui penso sia morta con dignita'. Nell'alpinismo muori per mano nostra,per mano del nostro Dio prescelto e a volte per mano degli altri(spero involontariamente sempre...)
l'errore umano è sempre alle porte,dagli inesperti ai superalpinisti.
Buone scalate a tutti e che riposi in pace...

Emilio Comici ad esempio è morto ancora piu' banalmente...vai a saper come ti va la vita dall'oggi al domani...

ciao a tutti

ps: mi son calato l'altro ieri dalla Grande di Lavaredo,una bella avventura...una doppia l'ho fatta spolverando le estremita' della corda da 60mt per terra....giusta giusta...forse sara' caduta li,era una doppia che si calava nel vuoto da una megaclessidrona...(avevo preso il canalone sbagliato...)è andata bene...
goph51
goph51
 
Messaggi: 60
Iscritto il: mar ago 28, 2007 20:40 pm
Località: bivacco Perugini

Re: Incidente Cima Grande Lavaredo.

Messaggioda Jasca » mar ago 06, 2019 13:53 pm

Ciao a tutti so che è una discussione vecchia ma qualcuno sarebbe così gentile da ripostare le immaggini sulla discesa su corda doppia sotto carico perchè non le riesco a vedere.
Jasca
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio lug 11, 2019 16:29 pm

Re: Incidente Cima Grande Lavaredo.

Messaggioda scairanner » mar ago 06, 2019 14:23 pm

Jasca ha scritto:Ciao a tutti so che è una discussione vecchia ma qualcuno sarebbe così gentile da ripostare le immaggini sulla discesa su corda doppia sotto carico perchè non le riesco a vedere.


Scusa l'ignoranza in materia, con la vecchiaia incipiente ad ogni weekend ridivento neofita, ma non riesco a capire cosa intendi per "doppia sotto carico" e soprattutto quali immagini vorresti vedere. Desumo che tu non abbia mai fatto una doppia.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4741
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Incidente Cima Grande Lavaredo.

Messaggioda wolf jak » mar ago 06, 2019 22:51 pm

Forse si riferisce alla manovra per calarsi in corda doppia quando c’è già qualcuno bloccato sotto, appeso, e quindi è “sotto carico”.

Non ho foto, ma si scende con 2 sicure: un machard, come il solito, e invece della piastrina un freno costituito da un moschettone che si infila tra le corde in carico in modo che queste di intreccino a X (più facile a farsi che a dirsi)
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2542
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Incidente Cima Grande Lavaredo.

Messaggioda Jasca » mer ago 07, 2019 8:19 am

Forse si riferisce alla manovra per calarsi in corda doppia quando c’è già qualcuno bloccato sotto, appeso, e quindi è “sotto carico”.


Si estto ma non riesco a capire come si fa per cui chiedevo se qualcuno aveva una foto o un disegno o poteva spiegarmi come si puo fare un po più dettagliatamente.

in un post precedente era stata postata una foto ma il link non è più raggiungibile.
Jasca
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio lug 11, 2019 16:29 pm

Re: Incidente Cima Grande Lavaredo.

Messaggioda wolf jak » mer ago 07, 2019 8:23 am

Se mi mandi la mail per messaggio personale ti giro un pdf (ci metto una vita a caricare su questo forum)
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2542
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Incidente Cima Grande Lavaredo.

Messaggioda Jasca » mer ago 07, 2019 9:07 am

@wolf jak
Ti ho mandato un messaggio privato
Jasca
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio lug 11, 2019 16:29 pm

Precedente

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.