crozzon di brenta - come scendere?

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

crozzon di brenta - come scendere?

Messaggioda MauMau » ven ago 13, 2004 8:30 am

Ciao a tutti, domenica vorrei farmi una vietta sul crozzon (magari la via delle guide). Mi sono letto per ben benino la guida del Buscaini in merito alla discesa,ma qualche info ulteriore non guasta mai.
Qualcuno sa darmi info fresche per la discesa? Se seguo la normale sino alla tosa e di li al pedrotti, servono gli scarponi o bastano un paio di scarpe leggere? Avevo poi sentito parlare di una discesa tutta a doppie appena oltre lo spigolo nord, sulla ovest, ne sapete qualcosa?
Grazie mille per tutte le informazioni che saprete darmi e buon week-end a tutti (la meteo dovrebbe essere dalla nostra)?
Avatar utente
MauMau
 
Messaggi: 150
Iscritto il: mar gen 20, 2004 18:39 pm

Messaggioda quilodicoequilonego » ven ago 13, 2004 8:49 am

...personalmente, avendo fatto tutte e due le discese, credo sia preferibile quella a doppie. Pero' se non la conosci, ti consiglio di farla solo se il tempo è bello e se arrivi in cima entro una certa ora (16), perchè perdi sicuramente più tempo a trovare gli ancoraggi che nelle calate. Dalla cima dovresti scendere (100/150m) verso lo spigolo (uscita del diedro Aste).
L'altra discesa è lunga eterna, ed ha passaggi delicati, ma se scende il buio o arriva brutto tempo, superato il tratto per arrivare alla Tosa, è meno pericoloso, e trovi riparo + facilmente.
enzo
Avè rot le bale, basta spit 'n Dolomiti, tanto i cavan tuti...
In arrampicata, cosa c'è di più artificiale del trapano ?
VIA TUTTTTTT
It's all in your mind - Jim Bridwell
Avatar utente
quilodicoequilonego
 
Messaggi: 5144
Images: 141
Iscritto il: sab feb 07, 2004 17:36 pm
Località: TN

Messaggioda MauMau » ven ago 13, 2004 8:56 am

gracias
ma per la normale gli scarponi sono indispensabili???
per la discesa a doppie dove trovo la descrizione????
gracias ancora
Avatar utente
MauMau
 
Messaggi: 150
Iscritto il: mar gen 20, 2004 18:39 pm

Messaggioda quilodicoequilonego » ven ago 13, 2004 9:55 am

MauMau ha scritto:gracias
ma per la normale gli scarponi sono indispensabili???
per la discesa a doppie dove trovo la descrizione????
gracias ancora


...no, con delle scarpe da trekking la fai benissimo (poi portarsi su una via di 700m il peso degli scarponi non è il massimo)
enzo
Avè rot le bale, basta spit 'n Dolomiti, tanto i cavan tuti...
In arrampicata, cosa c'è di più artificiale del trapano ?
VIA TUTTTTTT
It's all in your mind - Jim Bridwell
Avatar utente
quilodicoequilonego
 
Messaggi: 5144
Images: 141
Iscritto il: sab feb 07, 2004 17:36 pm
Località: TN

Messaggioda sergio63 » ven ago 13, 2004 11:23 am

Se fai le vie di dx (francesi o aste) giu a doppie ( tratti camminando).
Se arrivi in cima traversa alla Tosa; effettivamente è terreno alpinistico ma se ti muovi bene e hai occhio, dopo la prima doppia dal bivacco metti via le corde e in un ora un ora e mezza sei sulla Tosa da lì non ci sono più problemi...
Se c'è temporale dormi nel bivacco...c'è chi purtroppo ci ha rimesso la pelle nella discesa.

Comunque il Crozzon è una gran bella salita da qualunque via e la discesa lo completa pienamente.

ciao e buona salita
Avatar utente
sergio63
 
Messaggi: 386
Iscritto il: lun nov 03, 2003 17:02 pm
Località: Giudicarie (TN)

Re: crozzon di brenta - come scendere?

Messaggioda DOCTOR POWDER » ven ago 13, 2004 11:36 am

MauMau ha scritto:Ciao a tutti, domenica vorrei farmi una vietta sul crozzon (magari la via delle guide). Mi sono letto per ben benino la guida del Buscaini in merito alla discesa,ma qualche info ulteriore non guasta mai.
Qualcuno sa darmi info fresche per la discesa? Se seguo la normale sino alla tosa e di li al pedrotti, servono gli scarponi o bastano un paio di scarpe leggere? Avevo poi sentito parlare di una discesa tutta a doppie appena oltre lo spigolo nord, sulla ovest, ne sapete qualcosa?
Grazie mille per tutte le informazioni che saprete darmi e buon week-end a tutti (la meteo dovrebbe essere dalla nostra)?
NON TI ACCONTENTI PIU' DELLA NORD DEL PODONA......?????? NE' BIKE, NE' TAVOLA SUL CROZZON!!!!!!!!!!!! CIAO MAU, DAI, CHE TRA POCO RITORNA..........!!!!!!!!!!!!!!!! powdeeeeeeeeeeeeeeeerrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!
Ultima modifica di DOCTOR POWDER il ven ago 13, 2004 11:37 am, modificato 1 volta in totale.
"Gia', ma le nostre tracce in neve fresca? Ovunque si tessono, qui, si intrecciano. Mi piace pensare sia un atto d'amore"
Avatar utente
DOCTOR POWDER
 
Messaggi: 1390
Images: 35
Iscritto il: gio gen 09, 2003 16:26 pm
Località: Ovunque ci sia neve

Messaggioda Feo » ven ago 13, 2004 11:36 am

sergio63 ha scritto:... effettivamente è terreno alpinistico ma se ti muovi bene e hai occhio, dopo la prima doppia dal bivacco metti via le corde e in un ora un ora e mezza sei sulla Tosa da lì non ci sono più problemi...Se c'è temporale dormi nel bivacco...c'è chi purtroppo ci ha rimesso la pelle nella discesa.

Una curiosità: dalla cima della Tosa non conviene fare la Migotti ed arrivare al Brentei da ovest, senza passare per il Pedrotti?
Feo c'è! ... o ci fa?
Uwaga! Dziś nie spałem!
Avatar utente
Feo
 
Messaggi: 3690
Images: 63
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Prov. Bologna

Messaggioda MauMau » ven ago 13, 2004 12:29 pm

Ciao POW!!!!! sono un eclettico mi piace variare
Ancora grazie per le info, non ho problemi a muovermi per cenge e con il socio siamo ben allenati quindi se facciamo la Detassis opteremo per la normale, ma la possibilità di scendere con le doppie, soprattutto se facciamo il pilastro dei francesi, mi alletta ... senza relazione/descrizione di questa discesa si imbroccano facilmente o rischiamo d'infilarci in un ginepraio e farci notte?
Avatar utente
MauMau
 
Messaggi: 150
Iscritto il: mar gen 20, 2004 18:39 pm

Messaggioda quilodicoequilonego » ven ago 13, 2004 12:47 pm

MauMau ha scritto:Ciao POW!!!!! sono un eclettico mi piace variare
Ancora grazie per le info, non ho problemi a muovermi per cenge e con il socio siamo ben allenati quindi se facciamo la Detassis opteremo per la normale, ma la possibilità di scendere con le doppie, soprattutto se facciamo il pilastro dei francesi, mi alletta ... senza relazione/descrizione di questa discesa si imbroccano facilmente o rischiamo d'infilarci in un ginepraio e farci notte?


...no, se siete allenati e vi rimane tempo, si trovano. Il tempo di discesa è meno di 2 ore per arrivare al Brentei. :wink:
enzo
Avè rot le bale, basta spit 'n Dolomiti, tanto i cavan tuti...
In arrampicata, cosa c'è di più artificiale del trapano ?
VIA TUTTTTTT
It's all in your mind - Jim Bridwell
Avatar utente
quilodicoequilonego
 
Messaggi: 5144
Images: 141
Iscritto il: sab feb 07, 2004 17:36 pm
Località: TN

Messaggioda zuruck » dom ago 15, 2004 17:21 pm

Feo ha scritto:
sergio63 ha scritto:... effettivamente è terreno alpinistico ma se ti muovi bene e hai occhio, dopo la prima doppia dal bivacco metti via le corde e in un ora un ora e mezza sei sulla Tosa da lì non ci sono più problemi...Se c'è temporale dormi nel bivacco...c'è chi purtroppo ci ha rimesso la pelle nella discesa.

Una curiosità: dalla cima della Tosa non conviene fare la Migotti ed arrivare al Brentei da ovest, senza passare per il Pedrotti?


Ciao, io sono sceso dalla Migotti ma l'ho fatto per errore........si arriva giu in val d'ambiez e non è che il brentei sia troppo vicino......
in termini di tempo conviene scendere dalla normale alla Tosa, ma occhio perche non è poi cosi difficile sbagliare e finire in val d'ambiez, soprattutto se non si è pratici del posto....

ciao ema
zuruck
 
Messaggi: 62
Images: 3
Iscritto il: ven nov 14, 2003 20:39 pm

Messaggioda zucco » dom ago 15, 2004 20:46 pm

Se non è troppo tardi ti mando la mia breve relazione della discesa a doppie dallo spigolo che ho fatto un paio di settimane fa:

Discesa dal Crozzon di Brenta per lo spigolo Nord-Ovest (relazione del 1 agosto 04)

Dal bivacco in cima si scende per tracce e ometti in direzione N-O lungo lo spigolo fino ad arrivare ad una terrazza con un pilastro sulla destra. Lo si aggira sulla dx e con una doppia da 50m si raggiunge una cengia (questa cengia attraversa tutta la parete E-N-E e segna anche l'uscita della via del Pilastro dei Francesi).
Pochi metri a sx e con una lunga doppia da 50m + una corta da 25m si raggiunge la I°grande cengia. Qui si abbandona lo spigolo e si attraverasa a sx per alcuni metri e si punta, x gradoni ghiaiosi, ad un camino-canale a V ben visibile dall'alto (ometto sulla sx, un po' pericoloso e difficile da individuare). Da qui con due doppie da 50m si raggiunge la II° grande cengia dalla quale si torna sul filo dello spigolo e con altre due doppie da 50m si raggiunge la grande cengia mediana che taglia tutta la parete Ovest.
Da qui per tracce si attraversa la grande cengia fino ad un evidente grande masso in basso, lo si aggira da sotto (tracce, ometto e posto da bivacco ?Zane?), e si scende per un facile canale all'ultima cengia. Si attreversa verso sx fino a raggiungere l'ultima calata che porta sul nevaio sottostante e quindi al sentiero SAT. (3h dalla cima). In un' altra ora si raggiunge il rif. Brentei.
Dx e sx sono considerate sempre con faccia a valle.
zucco
 
Messaggi: 7
Iscritto il: mar lug 20, 2004 18:44 pm

Messaggioda MauMau » lun ago 16, 2004 9:39 am

Grazie a tutti delle info, anche a Zucco che ha postato la sua relazione esattamente ieri sera quando sfilata l'ultima doppia stavamo sistemando gli zaini per rientrare al Brentei. Ieri usciti dal pilastro dei francesi abbiamo deciso di scendere lungo lo spigolo, non è andata propio come aveva pronosticato Quilodic...., in tutto ci abbiamo messo 3 ore e 30 m.
Effettivamente la discesa la si trova bene anche senza relazioni, in due punti abbiamo però perso tempo e per finire in bellezza la penultima doppia si è incastrata. Alcune integrazioni a quanto scritto da Zucco: usciti dal pilastro dei francesi la partenza delle due doppie (50+20) si individua bene grazie alla presenza di un evidente ometto; giunti alla terrazza d'uscita del diedro Aste-Navasa ci si sposta a sinistra per ghiaie e roccetta e poi nuovamente a destra (occhio alla penna) noi abbiamo fatto tre doppie effettivamente se ne possono fare due da 50; giunti su un ampia terrazza non farsi trarre in inganno dall'ometto situatao sulla cengia a sinistra, ma procedere verso il filo dello spigolo, si casca sul primo ancoraggio, da qui con due cinquantone si arriva alla grande cengia, corde in spalla e scendere a sinistra - DA QUI NON HO FATTO COME HA SCRITTO ZUCCO MA: al termine della traversata a sinistra scendere sul ghiaione traversando a destra riguadagnando la base della barra rocciosa, attraversare l'inizio di un canale e tagliare decisamente a destra per tracce in direzione dello spigolo nord, dopo un traveso su ghiaione, scendere per tracce (ometti) su ghiaione e salti di roccia sino ad una zona di terrazze dove si prende la prima delle due doppie da 50, l'ultima doppia si sfila praticamente qualche metro sopra il sentiero. (sinistra e destra si intendono sempre faccia a valle)
Avatar utente
MauMau
 
Messaggi: 150
Iscritto il: mar gen 20, 2004 18:39 pm

Messaggioda MauMau » lun ago 16, 2004 9:53 am

Scordavo !!!!!
Prima di scendere io Mimmo siamo saliti per la via dei Francesi, grandioso itinerario su roccia molto bella. Questa linea mi ha entusiasmato non solo per l'ambiente e la roccia , ma per l'intuito ed il pelo dei primi salitori, nel tratto chiave del pilastro, che nonostante ora si presenti sufficientemete chiodato richiede ancora una buona capacità di lettura della linea.
Per la cronaca siamo partiti dal parheggio Vallesinella alle 5.30, abbiamo attacatto alle 8, abbiamo attrezzato la prima doppia alle 17, abbiamo sfilato l'ultima doppia alle 20.30, abbiamo messo le gambe sotto il tavolo di una pizzeria a campiglio alle 23.30.
MASSIMO RISPETTO E GRAZIE MILLE AL PIZZAIOLO.
Avatar utente
MauMau
 
Messaggi: 150
Iscritto il: mar gen 20, 2004 18:39 pm

Messaggioda quilodicoequilonego » lun ago 16, 2004 10:22 am

...prima cosa, complimenti ! Fare tutto in giornata, dal parcheggio alla pizzeria :wink: , è una bella sfacchinata !
Credo però che la discesa dall'uscita del Pilastro, possa esser più veloce se ci si arriva più "freschi", magari non 2 ore ma meno di 3. Ci abbiamo messo meno di 4 ad arrivare al Brentei (alle 01.00 !), senza conoscerla e di notte, con una sola frontale. Condivido sulla bellezza della via, e dicono che il Diedro Aste è ancora meglio :!:
enzo
Avè rot le bale, basta spit 'n Dolomiti, tanto i cavan tuti...
In arrampicata, cosa c'è di più artificiale del trapano ?
VIA TUTTTTTT
It's all in your mind - Jim Bridwell
Avatar utente
quilodicoequilonego
 
Messaggi: 5144
Images: 141
Iscritto il: sab feb 07, 2004 17:36 pm
Località: TN

Messaggioda MauMau » lun ago 16, 2004 10:42 am

grazie Quilodic!
Ora che la conosco, corde permettendo, penso anch'io che due ore bastino. Il nostro problema non è stato di freschezza, alla fine del pilastro eravamo come due rose in bocciolo, ma il fatto di avere perso tempo (quasi un ora) ad individuare le ultime due calate che depositano sul cengione ed una corda incastrata alla fine.
Già ieri fantasticavo sulla trilogia del Crozzon e ci chiedevamo come fosse il diedro, dove parallela a noi è salita na cordata, visto quanto dici ora urge mettere in saccoccia sia la Aste che le Guide. Magari a settembre mi regalerò un'altra bella cavalcata dolomitica propio nel diedrone .... visto poi che la discesa non ha più segreti ...
Avatar utente
MauMau
 
Messaggi: 150
Iscritto il: mar gen 20, 2004 18:39 pm

Messaggioda Yashin » lun ago 16, 2004 16:30 pm

Le ultime due calate dal crozzon sono anche attrezzate a spit!
Bye

Meglio fare le doppie.Con 7 doppie si scende.
La potenza è nulla senza controllo...ma il controllo senza potenza a cosa c***o serve?
Avatar utente
Yashin
 
Messaggi: 418
Images: 1
Iscritto il: ven nov 22, 2002 11:57 am
Località: Milano

Messaggioda sergio63 » mar ago 17, 2004 10:01 am

Feo ha scritto:
sergio63 ha scritto:... effettivamente è terreno alpinistico ma se ti muovi bene e hai occhio, dopo la prima doppia dal bivacco metti via le corde e in un ora un ora e mezza sei sulla Tosa da lì non ci sono più problemi...Se c'è temporale dormi nel bivacco...c'è chi purtroppo ci ha rimesso la pelle nella discesa.

Una curiosità: dalla cima della Tosa non conviene fare la Migotti ed arrivare al Brentei da ovest, senza passare per il Pedrotti?


ASSOLUTAMENTE NO

Uno che sale il Crozzon sulla normale della Tosa corre cosi come poi sui sentieri verso il Pedrotti e Brentei.
Dall'altra la Mingotti richiede più attenzione per non rotolare in val Ambiez, poi devi scendere la bocca d'ambiez e la vedretta dei camosci e senza ramponi e tutto un programma e il tempo vola....

ciao
Avatar utente
sergio63
 
Messaggi: 386
Iscritto il: lun nov 03, 2003 17:02 pm
Località: Giudicarie (TN)

Messaggioda MauMau » mar ago 17, 2004 11:20 am

Mirto ha scritto:Le ultime due calate dal crozzon sono anche attrezzate a spit!
Bye

Meglio fare le doppie.Con 7 doppie si scende.


cosa intendi?
a quali doppie ti riferisci?
nelle ultime due doppie sullo spigolo nord non ho visto spit!!!!
tutte le calate fatte erano su chiodi uniti da cordiname vario e quasi tutte con una maglia rapida.

L'unico spit visto è stato su una sosta in via, dove vi erano anche cordoni per calarsi, effettivamente faceva pensare ad una linea di calata in doppie che intercettava la via .... boh
Avatar utente
MauMau
 
Messaggi: 150
Iscritto il: mar gen 20, 2004 18:39 pm

Messaggioda andrex » mar ago 17, 2004 11:24 am

Mirto ha scritto:Le ultime due calate dal crozzon sono anche attrezzate a spit!
Bye

Meglio fare le doppie.Con 7 doppie si scende.


Esatto settedoppiedacentometri :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
andrex
 
Messaggi: 110
Iscritto il: lun nov 03, 2003 23:27 pm

Messaggioda LimaMike » mer ago 18, 2004 11:34 am

zucco ha scritto:Se non è troppo tardi ti mando la mia breve relazione della discesa a doppie dallo spigolo che ho fatto un paio di settimane fa


Sicuramente ormai è troppo tardi ma per chi interessa sul primo volume di Iacopelli si trova una buona descrizione della discesa lungo lo spigolo del Crozzon.
Al limite posso scannerizzarla ed inviarla sempre che il buon Iacopelli non si incazzi troppo!
Salut
ML
Perchè arrampico? Semplice! perchè mi diverto.
LimaMike
 
Messaggi: 589
Images: 38
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Trento


Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.