vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda pisolo » lun ott 02, 2017 16:08 pm

Comunque ho dei dubbi su cosa è classico e cosa ignoto: alcuni potrebbero sorridere che altri propongano come (semi)sconosciute vie come lo spigolo del Nuvolo, la Milan, la Palfrader, la Liebl Schober, la Zonta o altre segnalate in questa discussione. Non afferro bene i meccanismi tramite i quali le "nuove leve" scelgono le vie; sembrerebbe che le scelgano in base alla visibilità (come del resto succedeva una volta) ma tramite altri canali (internet? Guide nuove che non conosco?). E anche in base a quello che vedo sul campo (alcune classiche sono ormai deserte) non so più cosa pensare. Quindi non saprei proprio cosa definire classico o sconosciuto. Forse son solo cambiate le "vie alla moda". Certo è che stanotte dormirò lo stesso sonni sereni!
Di facili costumi, ma di sani principi
Avatar utente
pisolo
 
Messaggi: 225
Images: 1
Iscritto il: gio mag 09, 2013 17:23 pm
Località: veneto

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda rocker » lun ott 02, 2017 17:11 pm

è perfettamente vero pisolo. un pò le mode cambiano, un pò però cambiano anche le guide di riferimento (e poi è arrivato internet ed eccoci qua :lol: ..). e quello influenza la frequentazione delle vie. quando erano appena uscite le mitiche guide di jacopelli, molte delle vie relazionate erano ai più ignote. oggi sono quasi tutte classiche. per le dolomiti per esempio un tempo c'era il buscaini (li la shober c'era), oggi ci sono sopratutto bernardi e quarto grado (differenti ma ottime entrambe). e tutti si va a fare le vie di cui si ha la relazione o che gli amici ci consigliano.
se un tempo una classica sembrava esserlo per sempre, oggi i fatti dimostrano che non è così. anche se molte classiche a onor del vero rimangono super affollate. sarebbe interessante menzionare qui proprio quelle che in tanti oggi non conoscono. poi oh sicuramente c'è gente qui dentro che il nuvolo lo ha fatto 3 volte (l'avevo citato perchè quando l'ho nominato io mi si è sempre risposto: nuvolo che?! #-o )
cmq concordo: è labile il limite tra classico e sconosciuto o, come hai detto tu, spesso è una questione di "gap generazionale"
..ma tu dona qualche altra vietta al topic che se la conosco già o l'ho già fatta mica mi offendo :mrgreen:
(...e vai tranquillo che stanotte dormiremo tutti sonni sereni! :wink:)
rocker
 
Messaggi: 143
Iscritto il: gio set 04, 2014 20:33 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda VECCHIO » lun ott 02, 2017 17:43 pm

Forse è difficile distinguere fra classico e sconosciuto perché c'è poca abitudine a sedersi e parlare, magari sbevazzando, quando si incontrano persone che scalano in montagna, ora si è abituati a fare grandi ricerche a computer....................
O forse perché le monografie sono troppo impegnative da fare e da leggere e si preferiscono le guide "personali"..... e poi al cai non interessa e le due case editrici forse si fanno la guerra e Visentini ha smesso, e, e ....... il tempo passa.
Un tempo quando si arrivava da qualche parte c'era sempre qualcuno che sapeva vita morte e miracoli delle persone che passavano da lui per scalare, ora che in percentuale ci sono molte meno persone che passano per scalare, forse non interessa sapere..... il tempo passa.
Forse c'è bisogno di immediatezza, di notizie urlate e nella cacofonia si ascolta da soli, magari con pochi amici.
Ma il mondo è sempre difficile, ora forse è più inquadrato e falsamente indecifrabile.
Boh, son solo pensieri, mi basta scalare un po' bene.
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2920
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda VECCHIO » lun ott 02, 2017 19:53 pm

Adesso mi viene in mente il diedro Oggioni in Brenta Alta, o la Graffer al Pilastro della Tosa.
Penso siano delle classiche, ma ne sento parlare poco.
Sul Lagunaz tutti vanno sul Casarotto Radin e il Casarotto De Dona dove è finito, specialmente l'originale?
E la via Augusto, e la Citterio?
Ma anche sulla est della Civetta.
E la Conforto in Marmolada?
Le direi classiche più o meno difficili, ma forse sbaglio.
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2920
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda Drugo Lebowsky » lun ott 02, 2017 22:07 pm

sbagli
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8711
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda VECCHIO » lun ott 02, 2017 22:10 pm

Drugo Lebowsky ha scritto:sbagli


Ok!
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2920
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda funkazzista » mar ott 03, 2017 10:20 am

rocker ha scritto:[...] recentemente è passato un angioletto e ha resinato le soste [...]

Occhio a come parli, eh, che VECCHIO ti ha elogiato, ma fa anche presto a scomunicarti! :wink:

Scusate l'OT, me ne vado subito e non torno più.
funkazzista
 
Messaggi: 7548
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda rocker » mar ott 03, 2017 11:09 am

funkazzista ha scritto:
rocker ha scritto:[...] recentemente è passato un angioletto e ha resinato le soste [...]

Occhio a come parli, eh, che VECCHIO ti ha elogiato, ma fa anche presto a scomunicarti! :wink:

Scusate l'OT, me ne vado subito e non torno più.


ahahaha
..mica le ho resinate io!
al rifugio ho chiesto chi era stato e il rifugista mi ha risposto un angioletto.
mi sembrava un'informazione attendibile e l'ho riportata.
non mi sbilancio qui con la mia opinione a riguardo, sennò poi non è più finita. e poi per quello ci sono molti topic apposta
(cmq giuro: ho fatto solo soste su friend per coerenza! :^o)
rocker
 
Messaggi: 143
Iscritto il: gio set 04, 2014 20:33 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda VECCHIO » mar ott 03, 2017 15:02 pm

funkazzista ha scritto:
rocker ha scritto:[...] recentemente è passato un angioletto e ha resinato le soste [...]

Occhio a come parli, eh, che VECCHIO ti ha elogiato, ma fa anche presto a scomunicarti! :wink:

Scusate l'OT, me ne vado subito e non torno più.


Non son mica uno della Santa Inquisizione........ e poi la prima impressione conta molto! 8O :wink: :D #-o :idea: :mrgreen:
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2920
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda pisolo » mar ott 03, 2017 16:03 pm

VECCHIO ha scritto:Non son mica uno della Santa Inquisizione...


Hai perso i requisiti:

VECCHIO ha scritto:Alcune soste erano spittate, forse dal soccorso, e le ho usate con piacere.


viewtopic.php?f=25&t=56636

:mrgreen:
Di facili costumi, ma di sani principi
Avatar utente
pisolo
 
Messaggi: 225
Images: 1
Iscritto il: gio mag 09, 2013 17:23 pm
Località: veneto

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda VECCHIO » mar ott 03, 2017 17:34 pm

pisolo ha scritto:
VECCHIO ha scritto:Non son mica uno della Santa Inquisizione...


Hai perso i requisiti:

VECCHIO ha scritto:Alcune soste erano spittate, forse dal soccorso, e le ho usate con piacere.


viewtopic.php?f=25&t=56636

:mrgreen:


E pensare che là ero ancora giovane e pimpante, ma con figlio appresso, la sicurezza mi ha cambiato... poco nel cervello, ma tanto nel profondo: funziona poco tutto! #-o #-o #-o
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2920
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda rocker » mar ott 03, 2017 20:23 pm

ok ok, ma non perdiamo la bussola, torniamo alle vie :D
aggiungo una via che a me è piaciuta un casino, è molto facile ma fantastica, specialmente in questo periodo.
il problema è che ora che pisolo mi ha messo la pulce nell'orecchio non so se è una classica del luogo, o una vecchia classica, o una "semiclassica"...o boh #-o ma certo dalle mie bande è più o meno sconosciuta:
lo spigolo sud est di cima uomo. la roccia è un calcare molto lavorato, è ottimamente attrezzata (a giudicare dalla qualità dell'attrezzatura, cmq tutti chiodi e qualche cordone, qualcuno deve aver fatto un lifting). prima parte tutta sul filo dello spigolo poi un tiro finale di placca con tanto di rigole (V). al sole tutto il di, in un angolo appartato ed arioso del brenta, sopra al lago di tovel. un appunto sull'avvicinamento descritto da cappellari: percorrere tutto il cengione erboso fino all'albero, dove si trova un chiodo di sosta e con un rumego di terzo si arriva allo spigolo (non risalire il canaletto esposto come suggerito sulla guida)
ora in autunno è una meraviglia.
lo spigolo affianco, ben più impegnativo, è l'altra classica della zona, ma molto meno bello. come dice qualcuno, la bellezza non ha grado!!! ( e per fortuna! :D )
per che ne ha in zona ci sono anche i bastoni di larcher e molte altre
dovrei chiedere una provvigione a cappellari
tocca voi ostia! :evil:
rocker
 
Messaggi: 143
Iscritto il: gio set 04, 2014 20:33 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda VECCHIO » mar ott 03, 2017 20:40 pm

Le vie sotto i 500 metri, di lunghezza e/o di quota, possono essere annoverate nelle classiche?
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2920
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda rocker » mar ott 03, 2017 21:41 pm

beh è più classica lo spigolo Piaz (130m) o lo spigolo del piz de sagron (800m)?
mi pare che la questione "classica-non classica" stia diventando puramente lessicale.
nella sostanza cmq il tuo messaggio è passato: le Classiche sono Vie Lunghe in Montagna.
ma per essere classiche dovrebbero essere anche mediamente frequentate e possibilmente bellissime.
il mitico diedro casarotto de dona che hai citato tu per esempio sarà pure bellissima (e che ne so io?! :lol: ) ma mediamente frequentata proprio no!
rocker
 
Messaggi: 143
Iscritto il: gio set 04, 2014 20:33 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda VECCHIO » mar ott 03, 2017 22:23 pm

Secondo me la Fehrmann al Basso è una bellissima classica.

Il De Donà è troppo "strano" per diventare una classica.

Forse diventano classiche le prime vie delle pareti? Non è detto.
Sono quasi tutte quelle prima della seconda guerra mondiale? No.
Sono quelle 3 gradi sotto il livello alto di ogni tempo? No.
Sono quelle ripetute con frequenza? Forse.
Sono quelle ripetute, ma ancora chiodate senza spit? Forse.
Sono tutte quelle che ho salito io :lol: :lol: :lol: ? Di sicuro, ma non va bene come definizione. #-o #-o #-o
Tutto ciò che è "marcatura di se stessi", come gli animali che marcano il territorio, per me non possono essere classiche.
Deve esserci un superamento di se stessi per creare una "via" che sia simile a un'opera d'arte..... forse.

Io non so proprio trovare una definizione e quindi potrei solo sparare alla cieca.
Ma la via delle Guide al Crozzon la ripetete? E la Micheluzzi al Ciavazes? E le Vinatzer? E le Cassin? Magari in libera!
Bah, non ci capisco niente.
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2920
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda rocker » mer ott 04, 2017 9:11 am

[quote]Ma la via delle Guide al Crozzon la ripetete? E la Micheluzzi al Ciavazes? E le Vinatzer? E le Cassin?/quote]

si sono tutte molto frequentate.
ma la lista di classiche è un palese tentativo di sabotaggio al topic!!! :cry:
rocker
 
Messaggi: 143
Iscritto il: gio set 04, 2014 20:33 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda basi » mer ott 04, 2017 9:55 am

forse c' e la si fa ancora De Paoli / D'accordi Cima Groste
Solleder Nord del Catinaccio
Avatar utente
basi
 
Messaggi: 449
Iscritto il: ven set 07, 2007 8:40 am
Località: Valmorbia

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda VECCHIO » mer ott 04, 2017 10:34 am

rocker ha scritto:
Ma la via delle Guide al Crozzon la ripetete? E la Micheluzzi al Ciavazes? E le Vinatzer? E le Cassin?/quote]

si sono tutte molto frequentate.
ma la lista di classiche è un palese tentativo di sabotaggio al topic!!! :cry:


Non mi sono spiegato, non capisco cosa si intenda per classico e quindi parlare di semi classico mi è difficile.
La Vinatzer alla Stevia cosa è? Non penso sia molto frequentata.
La Cassin alla Piccola o al Pizzo d'Eghen? Son frequentate?
La Micheluzzi in Marmolada è una classica frequentata?
Le vie durissime sul Sasso Cavallo sono da considerare classiche?
Le semiclassiche sono forse le vie poco pubblicizzate e ripetute da pochi?
Aiuto, non capisco. #-o
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2920
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda rocker » mer ott 04, 2017 11:13 am

"semi classica" è una minchiata che mi sono inventato io in questo contesto. intendevo quelle meno note, o classiche locali, o vecchie classiche, o classiche di serie B.
cmq effettivamente è un termine brutto e fuorviante
rocker
 
Messaggi: 143
Iscritto il: gio set 04, 2014 20:33 pm

Re: vie nuove, "semiclassiche" e sconosciute a nordest

Messaggioda rocker » mer ott 04, 2017 11:29 am

basi ha scritto:forse c' e la si fa ancora De Paoli / D'accordi Cima Groste
Solleder Nord del Catinaccio


la de paoli d'accordi me l'hanno consigliata ancora. e la guardavo dalla burrini, a occhio è più logica e molto bella. e secondo me, anche se non ha lo spit a sosta della burrini è meglio attrezzata. La burrini, cmq molto bella, è descritta dalla guida come una via addomesticata e proteggibile ma in realtà c'è abbastanza poco dentro: nei bellissimi camini terminali per esempio non metti giù praticamente niente. e il famigerato -ed evitabilissimo ma chissenefrega- spit di protezione non cambia niente nell'ingaggio generale della via
rocker
 
Messaggi: 143
Iscritto il: gio set 04, 2014 20:33 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.