se una sera d'estate un rocciatore...

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda FarEast » mar set 05, 2017 22:34 pm

Callaghan ha scritto:se avessi i còglioni, ora bisognerebbe concentrarsi su altro, invece che cagareilcazzo sui modi di frequentare la montagna.
ora più che mai bisognerebbe mollare le menate e mettersi a lottare [cit per vecchi]. anche se è tardi.


Tu intendi una cosa tipo Guido Rossa? Che scese dalle crode per dedicarsi a cose forse più importanti? Non so nemmeno in quali forme sia possibile qualcosa del genere oggi.

Callaghan ha scritto:(essi vivono è questa roba detta 30 anni fa da uno coi còglioni)


Gran film che devo rivedere. Con gli occhi, miei, di oggi.
FarEast
 
Messaggi: 133
Iscritto il: gio gen 05, 2006 16:46 pm
Località: FarEast

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » mar set 05, 2017 23:05 pm

Beh insomma,

Dedicarsi a cose più importanti (socialmente) rispetto alla conquista dell'inutile, è possibile sicuramente. Oggi come in qualunque altra epoca storica - ovviamente non nelle stesse identiche forme di quarant'anni fa.

Poi, ça va sana dire, ognuno fa le proprie, legittime e insindacabili scelte.

Lapalissiani saluti
TSdG
In nihil ab nihilo quam cito recidimus.

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 4998
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda AlpineMan® » mar set 05, 2017 23:48 pm

intendevo che l'alpinista con le contropalle non esiste piu ad est,in quanto altrimenti avrebbe divelto quel cartello per ficcarlo nel sedere del mercenario d'alpe

mercenari e aquilotti che impestano le nostre montagne,per fortuna che ogni tanto trovano quello del formaggio che gli fa capire chi comanda all'alpe!
...il moderno uccide l'alpinismo classico...
........io resto nel passato!!!

AlpineMan®
__________________
Avatar utente
AlpineMan®
 
Messaggi: 4268
Images: 99
Iscritto il: mer lug 16, 2003 16:17 pm
Località: orobie

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda Achille_piè_veloce » mar set 05, 2017 23:51 pm

FarEast ha scritto:
Callaghan ha scritto:se avessi i còglioni, ora bisognerebbe concentrarsi su altro, invece che cagareilcazzo sui modi di frequentare la montagna.
ora più che mai bisognerebbe mollare le menate e mettersi a lottare [cit per vecchi]. anche se è tardi.


Tu intendi una cosa tipo Guido Rossa? Che scese dalle crode per dedicarsi a cose forse più importanti? Non so nemmeno in quali forme sia possibile qualcosa del genere oggi.

Quel Guido Rossa era alpinista? 8O
Achille_piè_veloce
 
Messaggi: 897
Iscritto il: gio nov 19, 2015 12:50 pm

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda funkazzista » mer set 06, 2017 6:36 am

non conosce.la storia.
funkazzista
 
Messaggi: 7477
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda Vigorone » mer set 06, 2017 10:30 am

Achille_piè_veloce ha scritto:
FarEast ha scritto:
Callaghan ha scritto:se avessi i còglioni, ora bisognerebbe concentrarsi su altro, invece che cagareilcazzo sui modi di frequentare la montagna.
ora più che mai bisognerebbe mollare le menate e mettersi a lottare [cit per vecchi]. anche se è tardi.


Tu intendi una cosa tipo Guido Rossa? Che scese dalle crode per dedicarsi a cose forse più importanti? Non so nemmeno in quali forme sia possibile qualcosa del genere oggi.

Quel Guido Rossa era alpinista? 8O


Giura che stai scherzando.
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
Avatar utente
Vigorone
 
Messaggi: 3634
Images: 0
Iscritto il: lun giu 23, 2014 8:04 am
Località: Una citta' multietnica ai piedi delle Alpi

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda Achille_piè_veloce » mer set 06, 2017 11:33 am

Vigorone ha scritto:
Achille_piè_veloce ha scritto:
FarEast ha scritto:
Callaghan ha scritto:se avessi i còglioni, ora bisognerebbe concentrarsi su altro, invece che cagareilcazzo sui modi di frequentare la montagna.
ora più che mai bisognerebbe mollare le menate e mettersi a lottare [cit per vecchi]. anche se è tardi.


Tu intendi una cosa tipo Guido Rossa? Che scese dalle crode per dedicarsi a cose forse più importanti? Non so nemmeno in quali forme sia possibile qualcosa del genere oggi.

Quel Guido Rossa era alpinista? 8O


Giura che stai scherzando.


No. Conosco solo un Guido Rossa sindacalista ammazzato dalle BR.
Achille_piè_veloce
 
Messaggi: 897
Iscritto il: gio nov 19, 2015 12:50 pm

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda crodaiolo » mer set 06, 2017 11:40 am

Achille_piè_veloce ha scritto: Conosco solo un Guido Rossa sindacalista ammazzato dalle BR.

bravo, è lo stesso di cui stiamo parlando :
http://www.alessandrogogna.com/wp/quand ... -cai-uget/

già ricordato anche qui sul forum viewtopic.php?t=37023#p853102
inciampa piuttosto che tacere
e domanda piuttosto che aspettare
...
alla fine, è solamente un gioco
a cui a volte tendiamo a dare troppa importanza.
crodaiolo
 
Messaggi: 4327
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda VYGER » mer set 06, 2017 11:46 am

Non cesseremo di esplorare - E alla fine dell'esplorazione - Saremo al punto di partenza - Sapremo il luogo per la prima volta. T.S. Eliot
Avatar utente
VYGER
 
Messaggi: 2100
Images: 30
Iscritto il: dom giu 25, 2006 11:16 am
Località: brescia

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda Achille_piè_veloce » mer set 06, 2017 11:47 am

crodaiolo ha scritto:
Achille_piè_veloce ha scritto: Conosco solo un Guido Rossa sindacalista ammazzato dalle BR.

bravo, è lo stesso di cui stiamo parlando :
http://www.alessandrogogna.com/wp/quand ... -cai-uget/

già ricordato anche qui sul forum viewtopic.php?t=37023#p853102

Grazie, leggo molto volentieri. :D
Chiudiamo l'OT.
Achille_piè_veloce
 
Messaggi: 897
Iscritto il: gio nov 19, 2015 12:50 pm

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda Scannagatti » mer set 06, 2017 13:03 pm

AlpineMan® ha scritto:intendevo che l'alpinista con le contropalle non esiste piu ad est,in quanto altrimenti avrebbe divelto quel cartello per ficcarlo nel sedere del mercenario d'alpe

mercenari e aquilotti che impestano le nostre montagne,per fortuna che ogni tanto trovano quello del formaggio che gli fa capire chi comanda all'alpe!


Chissà cosa ne pensa il tuo amico renzo.
Ciodo, martelo e segon: i miracoli del marangon.
Avatar utente
Scannagatti
 
Messaggi: 176
Iscritto il: gio feb 12, 2015 13:27 pm
Località: Colà

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda crodaiolo » mer set 06, 2017 13:26 pm

Scannagatti ha scritto:
AlpineMan® ha scritto:intendevo che l'alpinista con le contropalle non esiste piu ad est,in quanto altrimenti avrebbe divelto quel cartello per ficcarlo nel sedere del mercenario d'alpe

mercenari e aquilotti che impestano le nostre montagne,per fortuna che ogni tanto trovano quello del formaggio che gli fa capire chi comanda all'alpe!


Chissà cosa ne pensa il tuo amico renzo.

Scannagatti conosce il segreto supremo,
l'identità dell'uomo alpino...
crodaiolo
 
Messaggi: 4327
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda virgy » mer set 06, 2017 15:25 pm

Callaghan ha scritto:ringrazio croda e Keith per le circostanziate risposte.

la questione è dunque per me: ha senso parlare di involuzione culturale nei confronti dell'ambiente quando è in atto una colossale involuzione culturale (e basta)?
che senso ha fare la polvere sul tavolo della cucina quando in sala ci sono 500 maiali che cagano?

il discorso è complesso certo, e sarebbe bene parlarne più che scriverne.

quel che voglio dire è che oggi si fa fatica a pensare qualcosa che stia fuori dai soldi: la vita è sopravvivenza economica, si vive per lavorare; e ciò che non è lavoro, in realtà lo è ancora: si chiama pausa, riposo compensativo.
ma il sistemone odierno ha fatto anche di meglio: togliendo cultura toglie strumenti di conoscenza. e fornisce nuovi strumenti che non permettono di fatto di avvicinarsi al "reale", ma solamente di guardarlo da lontano, senza troppo coinvolgimento.

chi va in montagna oggi (la gran parte), è in riposo compensativo; ha cambiato solamente la scenografia ma il teatro resta quello.
e con la scenografia nuova stacca per un giorno.
non sarà mai la sua avventura, esplorazione, conoscenza, certo. ma gli faranno credere che lo sia, facendogli fare un volo radente con un aereo che il giorno dopo lo depositerà in ufficio. e lui, pensando di vivere "emozioni continue", in realtà si riposerà, perchè la gita in montagna, la gita al mare, la lettura di un libro, sarà a "lieto fine", senza nessuna conoscenza aggiunta.
solo un volo radente, senza impegno.

io come voi 2 arrivo da un tempo culturale diverso. un tempo dove c'erano i "dopolavoro", c'erano i gruppi di volontariato, c'era "altro", cacacazzi e CAI compresi.
volendo, in quei tempi, ci si riusciva pure ad appassionare a qualcosa, conoscendola e riconoscendola diversa.
si lavorava per vivere, e magari anche per tramandar conoscenza.
io ho vissuto il passaggio CAI da "corsi per insegnare qualcosa" a corsi per accompagnare qualcuno". ho vissuto il passaggio della ricerca scientifica "a medio termine" di 10 anni a "a medio termine" di 6 mesi.
e ho smesso (sia col CAI che con la ricerca).
ma avrei smesso comunque col CAI: oltre al cambiamento culturale in atto epocale, le dinamiche dei monti, partite per me come conoscenza libera, mi si erano poi rivelate in maniera diversa, quelle dei "falliti", con ruoli e gerarchie inutili, ed obbiettivi egoistici e celebrativi.

oggi invece parliamo di alieni, persone che possono avere una sola vita, che non scelgono loro, e che hanno a disposizione, in questa vita, qualche pausa.

li posso io dunque biasimare quelli che vanno sulle pale al minchia-day?
non lo so.

posso io biasimare i piloti dell'aereo che accompagnano i turisti a fare minchia-day sulle pale in tutta tranquillità?
non lo so.

so solamente che io non riesco egoisticamente, anarchicamente e stupidamente a rinunciare alla roccia. forse per abitudine della vita precedente, dove mi era concesso come mia scelta, forse perchè so che ora è tardi per fare altro. e forse anche perchè alla fine in questo buco di merda mi sono messo io con le mie stesse mani, con le opere ed i pensieri che ho scelto tempo fa, da "fallito".

se avessi i còglioni, ora bisognerebbe concentrarsi su altro, invece che cagareilcazzo sui modi di frequentare la montagna.
ora più che mai bisognerebbe mollare le menate e mettersi a lottare [cit per vecchi]. anche se è tardi.

alla fine motti aveva ragione, "falliti" in senso lato: incapaci prima, incapaci adesso. ed in questo senso la luna non è mai stata sulle pale, ora più che mai.

ciao

(essi vivono è questa roba detta 30 anni fa da uno coi còglioni)




=D>
Avatar utente
virgy
 
Messaggi: 620
Iscritto il: lun ott 31, 2005 19:15 pm

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda FarEast » mer set 06, 2017 23:44 pm

tacchinosfavillantdgloria ha scritto:Beh insomma,

Dedicarsi a cose più importanti (socialmente) rispetto alla conquista dell'inutile, è possibile sicuramente. Oggi come in qualunque altra epoca storica - ovviamente non nelle stesse identiche forme di quarant'anni fa.

Poi, ça va sana dire, ognuno fa le proprie, legittime e insindacabili scelte.

Lapalissiani saluti
TSdG


Gallinaceo snello,
un conto sono le scelte, in particolare le scelte per sé. E quelle nel bene e nel male, tu, per te stesso, le fai.

Ma quello che mi sembra è che, dagli anni 70 in qua, pian pianino sia finito un modo di pensare e ne sia cominciato un altro, diametralmente opposto.

Che ci siano tutt'altre generazioni, decisamente più "anestetizzate".
Siamo più liberi? Non lo so, forse. A spanne hai 10 anni più di me, magari hai visto anche cosa c'era prima.

Quello che vedo io è che forse siamo più o meno liberi, più tecnologici, più avanzati, più informati, sappiamo arrampicare pure meglio, siamo più fighi ma ognuno per sé stesso.

Quindi uno può anche fare un bel po' di scelte. Ma per sé stesso e basta, gli altri sono altra cosa.

Sbaglio?
FarEast
 
Messaggi: 133
Iscritto il: gio gen 05, 2006 16:46 pm
Località: FarEast

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » gio set 07, 2017 9:31 am

Non c'è dubbio che non siamo più negli anni '70, e qualche decennio di ideologia reaganianthatcheriana ha lasciato il segno.

Quello che volevo dire, è che anche se non ci sono le folle oceaniche in piazza e da tempo è evaporato il clima che ha permesso certi cambiamenti (cito per esempio lo statuto dei lavoratori, il servizio sanitario nazionale, la legge 180, i referendum sul divorzio l'aborto ecc.), nessuno ci vieta di fare delle scelte "controcorrente" rispetto all'individualismo competitivo imperante.

Esempi ce ne sono, basta guardarsi in giro.

Certo, magari è un po' più difficile, visto che non si vede all'orizzonte il sol dell'avvenire a illuminarci la radiosa prospettiva della società senza classi :wink: . Ma si fa quel che si può.

Possibilisti saluti
TSdG
In nihil ab nihilo quam cito recidimus.

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 4998
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » gio set 07, 2017 9:35 am

Un po' off topic e un po' no, vi ammannisco questa poesiuola di Kavafis:

Termopili

Onore a quanti nella propria vita
si proposero la difesa di Termopili.
Mai allontanandosi dal dovere;
giusti e retti in tutte le azioni,
con dolore perfino e compassione;
generosi se ricchi e, se poveri,
anche nel poco generosi,
pronti all’aiuto per quanto possono;
sempre con parole di verità
ma senza odio per chi mente.

E ancora maggiore onore è loro dovuto
se prevedono (e molti lo prevedono)
che alla fine apparirà un Efialte
e i Medi infine passeranno.

(Neo)classicisti saluti
TSdG
In nihil ab nihilo quam cito recidimus.

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 4998
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda funkazzista » ven set 08, 2017 11:05 am

Callaghan ha scritto:[...]
li posso io dunque biasimare quelli che vanno sulle pale al minchia-day?
non lo so.

posso io biasimare i piloti dell'aereo che accompagnano i turisti a fare minchia-day sulle pale in tutta tranquillità?
non lo so.
[...]

Certo che no.
Non biasimo e non giudico.

Però, permetta, Ispettore, se il minchia-day diventa la scusa o il pretesto per modificare il terreno, modificando così anche l'esperienza di chi al minchia-day non ci va... io zitto non ci sto :evil:
funkazzista
 
Messaggi: 7477
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda crodaiolo » ven set 08, 2017 11:17 am

funkazzista ha scritto:...
Però, permetta, Ispettore, se il minchia-day diventa la scusa o il pretesto per modificare il terreno, modificando così anche l'esperienza di chi al minchia-day non ci va... io zitto non ci sto :evil:


ooooohhhh
eccoci ...


funk amico 8)
inciampa piuttosto che tacere
e domanda piuttosto che aspettare
...
alla fine, è solamente un gioco
a cui a volte tendiamo a dare troppa importanza.
crodaiolo
 
Messaggi: 4327
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda Callaghan » ven set 08, 2017 11:24 am

funkazzista ha scritto:(...)

Però, permetta, Ispettore, se il minchia-day diventa la scusa o il pretesto per modificare il terreno, modificando così anche l'esperienza di chi al minchia-day non ci va... io zitto non ci sto :evil:


modifico la tua frase così magari intuisci il senso del mio intervento:

Però, permetta, Ispettore, se il minchia-day diventa la scusa o il pretesto per modificare l'esperienza di chi al minchia-day non ci va, modificando così anche il terreno... io zitto non ci sto

ecco.
messa così la questione è questa: zitto non stai solo quando mettono tre miserabili resine su un cumulo di ghiaia, ed invece zitto te ne stai quando aboliscono l'art. 18, quando ci piazzano i voucher lavorativi come se le persone fossero barattoli di yoghurt da finire prima della scadenza, quando frantumano la sanità, quando ci danno 80 euro per comprarci la pizza?

in questo senso io intendevo; ed in questo senso, come vedi, l'orizzonte è ben più ampio che un càzzo di pinnacolo marino, che poi, come dice qualcuno, è roba che è destinata a crollare tutta, eh.

quindi secondo me fai bene ad incazzarti per la modifica del "terreno", ed infatti io non ti biasimo. il fatto è che per chi modifica il terreno l'obbiettivo principale non è modificare il terreno, ma modificare chi poi va sul terreno.
quindi io non me la sento di biasimare dei fantocci resi tali col beneplacito di tutti, me compreso.

ciao funcaz.
ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti
Avatar utente
Callaghan
 
Messaggi: 1443
Images: 23
Iscritto il: mar lug 18, 2006 23:23 pm

Re: se una sera d'estate un rocciatore...

Messaggioda gug » ven set 08, 2017 11:31 am

crodaiolo ha scritto:
Scannagatti ha scritto:
AlpineMan® ha scritto:intendevo che l'alpinista con le contropalle non esiste piu ad est,in quanto altrimenti avrebbe divelto quel cartello per ficcarlo nel sedere del mercenario d'alpe

mercenari e aquilotti che impestano le nostre montagne,per fortuna che ogni tanto trovano quello del formaggio che gli fa capire chi comanda all'alpe!


Chissà cosa ne pensa il tuo amico renzo.

Scannagatti conosce il segreto supremo,
l'identità dell'uomo alpino...


Sono anni che vorrei conoscerlo: è un mio mito personale! :D
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6126
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

PrecedenteProssimo

Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.