SPIT SI, SPIT NO

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda Callaghan » mer gen 10, 2018 14:36 pm

è sorprendente il numero di fessi in circolazione.
ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti
Avatar utente
Callaghan
 
Messaggi: 1456
Images: 23
Iscritto il: mar lug 18, 2006 23:23 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda ceciuzz » mer gen 10, 2018 17:41 pm

cit. "uno degli ultimi rappresentanti del vero alpinismo di avventura" :lol:
Avatar utente
ceciuzz
 
Messaggi: 600
Iscritto il: lun gen 30, 2006 18:24 pm
Località: Albavilla

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda El Rojo » mer gen 10, 2018 18:33 pm

ceciuzz ha scritto:cit. "uno degli ultimi rappresentanti del vero alpinismo di avventura" :lol:


Vedo che ti diverti un mondo ragazzo.
Hai per caso ripetuto una delle sue vie?
Avatar utente
El Rojo
 
Messaggi: 819
Iscritto il: sab nov 12, 2011 0:28 am
Località: Yuma

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda scairanner » mer gen 10, 2018 20:17 pm

El Rojo ha scritto:
ceciuzz ha scritto:cit. "uno degli ultimi rappresentanti del vero alpinismo di avventura" :lol:


Vedo che ti diverti un mondo ragazzo.
Hai per caso ripetuto una delle sue vie?


Nel merito della frase: vedo che c'è gente che pensa di conoscere il futuro.
E i ventenni che oggi fanno alpinismo d'avventura? Forse non contano una minkia?
Che dopo Verri e Mazzilis (e molti altri) non ci sia più nessuno ho seri dubbi.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4569
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda Danilo » gio gen 11, 2018 10:42 am

ceciuzz ha scritto:cit. "uno degli ultimi rappresentanti del vero alpinismo di avventura" :lol:

:lol:
il forum è morto
Avatar utente
Danilo
 
Messaggi: 7183
Images: 60
Iscritto il: gio lug 26, 2007 17:44 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda Drugo Lebowsky » gio gen 11, 2018 11:54 am

El Rojo ha scritto:
ceciuzz ha scritto:cit. "uno degli ultimi rappresentanti del vero alpinismo di avventura" :lol:


Vedo che ti diverti un mondo ragazzo.
Hai per caso ripetuto una delle sue vie?


ottima domanda.
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8711
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda VYGER » gio gen 11, 2018 12:58 pm

Io, pirsonalmente, sottoscrivo l'appello di Pier Verri.
Una fila di fix o spit ci porta spesso a pensarci migliori di quello che siamo.
E lasciare terreno di avventura da proteggere è importante.
Altrimenti, davvero, usciamo tutti con lo stampino, anche noi arrampicatori.

Se poi dobbiamo essere rassicurati del fatto che esistono Babbo Natale e la Mamma Cosmica perché, poveri bambini, non dobbiamo soffrire e dobbiamo sempre perseguire i nostri scopi e non essere mai frustrati, pazienza...
Spitemo su tuto.

So di essere in disaccordo con Callaghan e Tacchino su questo.
Di nuovo, pazienza...

Continuo a pensare che il mondo non sia un posto accogliente, che la Mamma Cosmica non esiste, che il nostro essere qui e ora è più fonte di sgomento che di meraviglia e che tutti dobbiamo fare i conti, prima o poi, col fatto che siamo limitati.
Secondo me l'alpinismo di avventura in questo aiuta. E andrebbe salvaguardato come espressione di diversità.
Poi, è vero, non è particolarmente intelligente morire o rompersi tutti per inseguire una fila di mughere...
Ma non è molto più intelligente nemmeno il "produci, consuma, crepa" cui il nostro stile di vita - nostro, di noi credenti nella Mamma Cosmica in quanto membri della "rassicurante" società occidentale - ci abitua, eh?
Vabbè, attendo i prevedibili improperi di Callaghan e chiudo.
Bai
Non cesseremo di esplorare - E alla fine dell'esplorazione - Saremo al punto di partenza - Sapremo il luogo per la prima volta. T.S. Eliot
Avatar utente
VYGER
 
Messaggi: 2100
Images: 30
Iscritto il: dom giu 25, 2006 11:16 am
Località: brescia

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » gio gen 11, 2018 13:23 pm

Mah, io veramente tendo a non intervenire in questi dibbattiti, non solo e non tanto perché non abbia il level (che modestamente non ho 8) ), ma perché mi par di capire che tanto ognuno resta della sua idea e non se ne viene fuori, anzi si rischia di battibeccare per niente.

Comunque, pour parler, non mi sembra di essermi mai dichiarato un fautore dello spit. Seguendo le esortazioni dell'ispettore, credo di conoscere i miei (enormi) limiti: so che se voglio andare su certe difficoltà (o meglio, se la moglie pretende che ci andiamo :mrgreen: ) ho bisogno degli spit sennò mi spetascio; altrimenti vado a fare le classiche ché magari fino al quarto riesco a salire by fair means.

Dove non sono capace di andare, semplicemente faccio a meno. Tanto, come dice il mio amico Paolo, "con il IV+ in Dolomiti tiri l'età pensionabile".

Poi certo, se qualcuno decide di spittare le soste (le soste dico) di una classica iperfrequentata, contrariamente ad altri non mi scandalizzo. E andarle a schiodare mi pare un eccesso di zelo degno di miglior causa. Comunque ognuno si regola come crede, ci mancherebbe. Come diceva mio nonno buonanima, "basta saperlo" e magari non andare incontro a sorprese sgradevoli.

Pipponeschi, presidenziali e, ça va sans dire, opinabili saluti
TSdG
In nihil ab nihilo quam cito recidimus.

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 5011
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda scagnellato » gio gen 11, 2018 14:43 pm

Interessante topic. Molto interessante.
scagnellato
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mar nov 14, 2017 14:37 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda scairanner » gio gen 11, 2018 16:00 pm

Riguardo a questo argomento, l'unica cosa che mi turba (per così dire) è la pretesa di essere portatori della veritá, sia da una che dall'altra parte beninteso.
In merito alla condivisibile opinione che dovremmo lasciare terreno per i posteri, avrei una proposta, ma credo che l'ego dei veri alpinisti troverebbe tutte le scuse possibili pur di non condividerla: dato che le pareti non sono infinite e ormai tutte o quasi le vie più logiche ed evidenti sono già state salite, cominciamo a non pubblicare più le vie nuove e lasciamole schiodate, o il terreno prima o poi sarà esaurito (già molte pareti lo sono), non vedo altre alternative.
In ogni caso Mazzilis in Carniche e Giulie ha aperto più di 500 vie nuove, praticamente irripetute (tranne una manciata), idem Babudri e, per rimanere su difficoltà più contenute (anche come quantità), Liessi sulle crolloniti Friulane, non vedo queste orde di alpinisti affamati di vie classiche, almeno qui, mentre le vie spittate o il campanile di valmontanaia x la normale sono prese d'assalto dai frocialpinistiedonisti della domenica.
Per concludere, mi sembrano chiacchiere superflue, continuiamo a scalare ognuno secondo le proprie aspirazioni e pensiamo a divertirci lasciando in pace chi la pensa diversamente.
Adesso vado a spittare, tiè! :mrgreen:
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4569
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda emanuele » gio gen 11, 2018 17:23 pm

per quanto riguarda la querelle spit-sì/no non mi ripeto per non irritare il "moderno che avanza", ma sono contento che esistano ancora persone che apprezzano ed amano la montagna e rispettano gli altri alpinisti; ormai è quasi impossibile trovare chi capisca ciò di cui parla pier verri
Avatar utente
emanuele
 
Messaggi: 1314
Images: 24
Iscritto il: mar feb 24, 2004 11:57 am

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda Drugo Lebowsky » gio gen 11, 2018 17:26 pm

Porcamadoska, finto carnico rinnegato.

Dimmi dove c***o sarebbe che Pier in QUESTO scritto si erga a detentore della verità assoluta.

E ti assicuro che non ho il mito di Pier, come non lo avevo, né ho per nessuno.
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8711
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda Callaghan » gio gen 11, 2018 18:31 pm

VYGER.
è sufficiente leggere quel che tengo in firma per capire che ti sei fatto un film sbagliato su di una mia ipotetica improperante risposta.
se vuoi capire perchè, leggi bene cosa scrive tacchino, e leggi bene cosa scrive scairenger.
il primo ha messo a fuoco il metodo in maniera particolarmente efficace.
il secondo ha messo a fuoco una parte dell'obbiettivo che, se ampliato in maniera rigorosa, farebbe venire la diarrea cronica a tutti gli alpinistoni con i chiodi tatuati sulla minchia.

così, tanto per contestualizzare, leggevo sul blog dell'alpinista più bello, più estroverso e più capo del mondo, delle sue salitine giovanili, e sull'analissima tendenza a classificare qualsivoglia pezzo di qualsiasi cosa afferente alla montagna e di riportarlo pure, anche sottoforma di "guida".
commovente un capoverso nel quale, il giovane alpinista, salita slegata la tal via sul tal torrione dolomitico, scopre che in realtà trattasi di altra via aperta qualche anno prima (2) da talaltri, e, senza esitazione, conclude: "dunque, prima ripetizione e prima solitaria". e sticazzi lo vogliamo aggiungere?

mi ha pure impressionato la frasetta: "e supero i 710 m di dislivello in 49 minuti, compresi quattro di sosta. Dai 1350 m in su c’era neve. Gli altri impiegano un’ora e 25 minuti." puro cinegiornale scialpinistico.

io, con questo genere di alpinisti della storia, dichecazzo posso parlare? di quanti peli sul_culo hanno i golden retriever?

quindi, se si fosse voluta l'avventura, nessuno mai avrebbe dovuto dire un_cazzo a nessuno, non scrivere un_cazzo di niente, piantare o lasciar piantato un_cazzo di un_cazzo, e far finta che, finita la via del pesce, non fosse successo niente di niente. come una scurengia: passata la puzza, passato tutto.
mi immagino il contesto: "ehi, igor, dove hai rampegato, ieri? Ma, guarda, son salito per là con un bocia e poi siam scesi a piedi per qua, dopo un paio di giorni. Ah, grazie, ma è più difficile per lì dove sei passato tu, o per là dove è passato gianbattista? Boh, sapessi da dove è passato battista! Ah, grazie, ciao".
facciamo quindi che la montagna sarebbe dovuta essere come il mare, liquido e senza traiettoria. senza matrice di pensiero alcuno. incatalogabile.
invece che palcoscenico del_cazzo a geometria variabile, di caso in caso. detto ciò, sarebbero crollati come castelli di sabbia sotto l'onda tutti quei tentativi di falso confronto sportivo, ma invece di voglia di superiorità basati su matrici di pensiero più o meno logico, più o meno condiviso, in una frase, su regole d'argilla.

se invece ti riferisci alla mia affermazione "è sorprendente il numero di fessi in circolazione", non mi riferivo a verri, bensì agli illuminati interventi presenti sul solito blog di cui sopra.

verri dal canto suo scriva pure quello che vuole. ciò che scrive può anche essere condivisibile.
ma io ho trovato la prosopopea di verri sufficientemente assolutista e sprezzante. quei poveri pirla dei feltrini che hanno piazzato 2 (due) spit, dopo, sono stati ritratti come alieni entrati in casa sua a stuprare il cane. sul suo palcoscenico a geometria variabile.

sempre per contestualizzare, perchè sennò a parlare di eroi si pigliano sassate, io sono una merda, e conosco i miei limiti: le alpi feltrine non solo non so dove sono, ma è probabile che fra qualche anno siano una diecina di metri più basse; se poi fanno lo stretto su messina, magari ci fanno pure la cava.

ciao
ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti
Avatar utente
Callaghan
 
Messaggi: 1456
Images: 23
Iscritto il: mar lug 18, 2006 23:23 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda onoff » gio gen 11, 2018 18:52 pm

Scusate, ma che in che anno sono sul blog di Gogna?
onoff
 
Messaggi: 167
Iscritto il: sab set 11, 2004 17:03 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda scairanner » gio gen 11, 2018 18:54 pm

Drugo Lebowsky ha scritto:Porcamadoska, finto carnico rinnegato.

Dimmi dove c***o sarebbe che Pier in QUESTO scritto si erga a detentore della verità assoluta.

E ti assicuro che non ho il mito di Pier, come non lo avevo, né ho per nessuno.


E tu trova la parola "Verri" in quello che ho scritto, non l'ho mai nominato.
Ti suggerisco di leggere i commenti: lì troverai numerosi portatori di veritá assoluta. Mi piacerebbe vederli in parete.

Poi io sono un lagunare, mica un finto carnico :mrgreen:
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4569
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda adriano » gio gen 11, 2018 19:01 pm

Per quello che puo importare quoto il carnico e pure il finto carnico. :D
Callagan no che mi fa paura con quel pistolone :roll:
adriano
 
Messaggi: 189
Iscritto il: lun mag 16, 2005 18:08 pm
Località: Spilimbergo

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda mikesangui » gio gen 11, 2018 19:19 pm

Personalmente ritengo la discussione SIPT non SPIT una manifestazione di celodurismo.

Se vogliamo parlare di vie praticate by fair means, l'unica vera modalità è l'apertura di una via nuova. Le ripetizioni già sono una semplificazione , al solo fatto che hai una relazione , o semplicemente sai che davanti a te la via è salibile, hai già "barato" e allora di cosa stiamo parlando?

perché accanimento sullo SPIT in particolare?

Il vero alpinista apra vie nuove. Tutti gli altri , i ripetitori , non si sentano tali , ma equiparati a chi scala in falesia.. e via .
Perché nel rischiare la vita non c'è valore. Se il discorso è confrontarsi con la montagna ... l'unica via è parire nuove vie.
Se hai un chiodo messo e una relazione... hai già semplificato ... non ha senso decidere qual è il limite di semplificazione.

E' come dire che rubare una penna va bene , e una macchina no.... si entra nel gioco del " ma allora un quaderno si o no? e un quadro? e un computer? ecc"

Io sono drastico.
ripetere una via non significa paragonarsi all'apritore. Non sei niente , rispetto all'apritore ( e sto parlando di alpinismo).

Il rispetto è una cosa molto personale. Io non spitterei mai delle vie aperte con carattere alpinistico. ma sono io.
Non reputo un satanasso chi fa una cosa del genere.
Il mondo è bello perché è vario.
Ma non fa male a nessuno. Gli alpinisti possono sempre aprire qualcosa di nuovo ... e se non lo fanno per la gloria , ma solo per l'avventura e non vogliono che nessuno spitti la loro via, che non rendano pubblica la salita. E siamo tutti contenti.

ciao
mikesangui
 
Messaggi: 398
Iscritto il: mer feb 22, 2006 18:02 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda Spartaco » gio gen 11, 2018 19:48 pm

Callaghan ha scritto: 2 (due) spit,


ha sbagliato.
ascolta.si fa sera.
Avatar utente
Spartaco
 
Messaggi: 1162
Iscritto il: lun set 08, 2014 17:38 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda @Colapesce » gio gen 11, 2018 20:58 pm

Risponde Pisolo.
@Colapesce
 
Messaggi: 327
Images: 0
Iscritto il: mar apr 28, 2015 17:36 pm

Re: SPIT SI, SPIT NO

Messaggioda Drugo Lebowsky » gio gen 11, 2018 21:37 pm

Scaicazzer, mi pare che l'argomento base sia lo scritto di Verri. Non le opinioni tue o.mie. Quindi, io avrò capito male, ma tu sii meno generico. Cortesemente. E grazie.

E Adriano Vaffanculo
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8711
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.