la Madonnina - Vigolana

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

Messaggioda crodaiolo » lun dic 17, 2012 17:49 pm

undertaker777 ha scritto:non oso pensare a Bonatti sognante sulla madonina in vigolana :cry:

ed io chissà perchè me lo vedo sul campaniletto in grignetta...
crodaiolo
 
Messaggi: 4388
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Messaggioda undertaker777 » lun dic 17, 2012 17:51 pm

di notte e bendato forse


-4-
mi.llumino, di.mmenso
Avatar utente
undertaker777
 
Messaggi: 2239
Images: 36
Iscritto il: gio set 08, 2011 21:26 pm
Località: nordest

Messaggioda crodaiolo » lun dic 17, 2012 17:55 pm

complimenti per la prontezza... limitatamente al cambio pagina.

"Nell?agosto del 1948, sul Campaniletto, in Grignetta, Walter Bonatti si cala per la prima volta nei panni dello scalatore: è l?inizio di una storia formidabile..."
crodaiolo
 
Messaggi: 4388
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Messaggioda undertaker777 » lun dic 17, 2012 18:00 pm

e voi dopo la millesima via fatta, andate a sognare in Vigolana


stessa cosa direi...


e SDPX vi dedicherà una collana di romanzi :lol:
mi.llumino, di.mmenso
Avatar utente
undertaker777
 
Messaggi: 2239
Images: 36
Iscritto il: gio set 08, 2011 21:26 pm
Località: nordest

Messaggioda Drugo Lebowsky » lun dic 17, 2012 18:22 pm

tu ha scritto:che menga centrino cassin e carlesso non lo so!
ad ogni modo rinuncio e stop

ciao


hai mai letto stronzate retoriche da parte di costoro?

vabbè
ti farò un disegnino... :twisted:
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8880
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

Messaggioda Drugo Lebowsky » lun dic 17, 2012 18:33 pm

crodaiolo ha scritto:[


La realtà è il cinque per cento della vita.
L'uomo deve sognare per salvarsi.


Walter Bonatti

uno che, pur sognando, ne ha "incorniciate" parecchie.
Forse anche lui, senza saperlo, è morto caiano... ?


miiiii!!!! 8O ... stai diventando il vate del [cit.] :mrgreen:

a prescindere dal fatto che quanto ha scritto il citato, personalmente non mi ha mai coinvolto, lui aveva la sua opinione
io una diversa
lui ha fatto
io no
ma a monte di tutto non mi pare scrivesse panegirici per ogni guglietta delle grugne

ergo il "sognare" come l'intende tu, associato ad un bririllone... permetti, ma mi fa tanto da giornalino parrocchiale.

ma essendo molte sezioni come delle parrocchie, forse è per questo che la mia aridità m'impedisce d'assaporare anche i personali piccoli sogni.

vabbè
fòra me ciàmo... e buoni sogni a tutti 8)
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8880
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

Messaggioda Il Profeta » lun dic 17, 2012 18:42 pm

Immagine
Il Profeta
 
Messaggi: 567
Images: 0
Iscritto il: lun set 17, 2012 20:40 pm

Messaggioda tu » lun dic 17, 2012 19:11 pm

Drugo Lebowsky ha scritto:
crodaiolo ha scritto:[


La realtà è il cinque per cento della vita.
L'uomo deve sognare per salvarsi.


Walter Bonatti

uno che, pur sognando, ne ha "incorniciate" parecchie.
Forse anche lui, senza saperlo, è morto caiano... ?


miiiii!!!! 8O ... stai diventando il vate del [cit.] :mrgreen:

a prescindere dal fatto che quanto ha scritto il citato, personalmente non mi ha mai coinvolto, lui aveva la sua opinione
io una diversa
lui ha fatto
io no
ma a monte di tutto non mi pare scrivesse panegirici per ogni guglietta delle grugne

ergo il "sognare" come l'intende tu, associato ad un bririllone... permetti, ma mi fa tanto da giornalino parrocchiale.

ma essendo molte sezioni come delle parrocchie, forse è per questo che la mia aridità m'impedisce d'assaporare anche i personali piccoli sogni.

vabbè
fòra me ciàmo... e buoni sogni a tutti 8)


ognuno ha il suo "birillone": chi la guglia della vigolana, chi la candela (non) sospesa in val travenanzes, chi una solleder in civetta, chi la nord dell'eiger chi chi chi...

drugo, non si tratta di confrontare birilli con pareti a piombo di 2000 metri di dislivello: ognuno ha i suoi sogni, chi più chi meno.

la questione è che tu fai riferimento al livello ("in pratica se uno fa tanto allora merita attenzione, se uno fa poco sembra non abbia diritto di esternare le proprie emozioni :? ) e che a te -fondamentalmente- piace "far casin" :wink:
Avatar utente
tu
 
Messaggi: 704
Images: 17
Iscritto il: mer gen 22, 2003 15:54 pm

Messaggioda undertaker777 » lun dic 17, 2012 19:24 pm

si, però, forse, se un bòcia me dise che 'l se sogna na porsche da 500 all'ora pòdo capirlo.... ma se 'l me dis che 'l so sogno l'è 'na uno bianca smarza... fago fadiga....


personalmente la hasse come l'ha fata l'huberon sarìa sicuramente 'n sogno... (anca solo vèderghelo far dal vivo, sarìa na gran ròba...), ma caminar n'ora, per embragarse, ligarse e far 30m de carrabile con en passo de quinto... boh, sarò strano mi... ma no ghe la fago :roll:
mi.llumino, di.mmenso
Avatar utente
undertaker777
 
Messaggi: 2239
Images: 36
Iscritto il: gio set 08, 2011 21:26 pm
Località: nordest

Messaggioda Drugo Lebowsky » mar dic 18, 2012 0:39 am

tu ha scritto:[
drugo, non si tratta di confrontare birilli con pareti a piombo di 2000 metri di dislivello: ognuno ha i suoi sogni, chi più chi meno.

la questione è che tu fai riferimento al livello
...


giuro, ultima rottadiballe, poi taccio
tu...
o io proprio non mi so spiegare (e me ne dolgo)
o tu quando non vuoi capire una beata fava, non capisci proprio un c***o

probabilmente, e me ne scuso, il discorso per me era fino al precedente intervento un gioco... un rompere le balle al sauro ed alla compagnia del chebbello... e mi sono spiegato alla porcozzio, sicuramente omettendo passaggi.

provo a spiegarmi meglio
la difficoltà, lo spessore come-va-di-moda-dire, per me, non c'entra, nè mi interessa.
ho solo asserito che chi ha fatto/fa, non si prende il tempo per certe puttanate da giornaletto parrocchiale
a prescindere che abbia fatto tante vie da gnomo o tante via da grande di spagna
i "compitini" che esprimono quelli che tu definisci sogni, sono compitini e basta
roba che se anzichè essere inerenti all'alpinismo, trattassero di potatura del kiwi, TU, caro tu, non cagheresti manco di striscio...
non me ne fotte una sega dei sogni se sono espressi alla porcozzio
sono compitini
e basta
e (a me) fanno solo voglia di prendere bonariamente in giro
mentre mi viene da augurare le emorroidi a chi dice chebbello.
le emozioni sono una cosa
forse le abbiamo tutti (mah... non so)
ma se espresse bene hanno un senso, a prescindere che il tema sia alpinisticoo sulla potatura della mela cotogna
mentre se espresse tanto-per-fare-un retorico-ruttino, permetti, macchissenefrega.

con ciò non voglio dire che il rettile avesse scritto una merdaccia
ma una cosa personale della quale , ripeto, chissenefrega
il gioco è sempre stato così e credo che nessuno si sia fatto male o in seguito si sia sentito inibito
tutto qua
il patetico è che ad una presingiro si scatenino giustificazioni come le tue che trovo veramente pervase da un vetero caianesimo trissste e retorico.

ah
'proposito
i grandi comunque, quando poi scrivevano, spesso scrivevano male ma ti tiravan su una treccani di retorica!!! almeno erano grandi anche in questo
:twisted:

tu... secondo me confondi quello che si dice al bar davanti una birra con quanto si scrive
sono cose diverse

ps: io quando parlo con te in pubblico non tiro in ballo cose che so di te
dimostreresti buon gusto ad evitare esempi del c***o reiterati, nonchè inutilmente fuori luogo
Avatar utente
Drugo Lebowsky
 
Messaggi: 8880
Images: 77
Iscritto il: ven feb 06, 2004 16:20 pm

Messaggioda cru » mar dic 18, 2012 3:46 am

Drugo Lebowsky ha scritto:con ciò non voglio dire che il rettile avesse scritto una merdaccia


ahahahhaha la ciliegina sul pistolotto!
Sul marso te ghè da 'ndare a roda alta!
Avatar utente
cru
 
Messaggi: 407
Iscritto il: gio set 01, 2011 14:04 pm

Messaggioda Rutto » mar dic 18, 2012 8:33 am

crodaiolo ha scritto:
La realtà è il cinque per cento della vita.
L'uomo deve sognare per salvarsi.


Walter Bonatti

uno che, pur sognando, ne ha "incorniciate" parecchie.
Forse anche lui, senza saperlo, è morto caiano... ?


Penso proprio di si

E comunque concordo con Drugo Lebowsky.
Che c'entra il livello, Civetta o madonnina della Vigolana non fa differenza. Anzi, proprio a prescindere dal livello, chi ai giorni nostri, per retorica empatia, seguita ad emozionarsi con i resoconti propri o altrui mi suscita una pessima impressione. Andare in montagna dovrebbe essere un divertimento a proprio uso e consumo, non un bisogno di trovarsi un senso.

Ma del resto siamo nell'era della condivisione a tutti i costi. Tutti devono vedere quello che facciamo in modo da ricevere approvazione e sentire che non stiamo facendo qualcosa di inutile. Quando in realtà andare in montagna lo è, nella maniera più assoluta. Ma lo smarrimento dell'uomo moderno non risparmia neanche gli hobbies. Perfino le puttanate che facciamo nel tempo libero, tipo scalare in Marmolada, o a Cogne, devono contribuire alla nostra stabilità psichica e darci un tocco di specialità, visto che da che mondo e mondo l'uomo deve sempre distinguersi dai suoi simili.

Se uno vuole esporsi è una sua decisione, ma zuccherare il tutto tirando fuori che bisogna sognare, realizzare i sogni, che noi viviamo in un sogno/di sogni, e gli amici, e i colori dell'autunno, è staccarsi dalla realtà perché - forse - non si accetta il proprio grigiore, e ce ne si vuole distaccare per non ammettere di non avere altro nella vita.

Poi ciascuno è libero di approcciare la montagna come meglio crede, ci mancherebbe, ma sta botta di retorica bonattiana, porcatroia, pensavo fosse superata. E invece no. Sembra che tutti qua si motivino a vicenda come in una di quelle convention di Ennio Doris. E nel 2013 continuano a leggere Bonatti invece di Motti (perchè altrimenti non si ritrovano e gli sfugge il senso)

Devo dire che da quando c'è internet l'ambiente alpinistico è peggiorato decisamente. Si invoca la condivisione delle esperienze come valore massimo ma secondo me il risultato è che si vive in maniera più consumistica e vuota il proprio tempo libero, o lo si vive per interposta persona. L'utente medio dei forum si divide tra esibizionista o guardone. Si grida all'impresa o all'avventura perchè dire che si fa della pura e semplice attività ludica non gratifica abbastanza. Bah.
Rutto
 

Messaggioda undertaker777 » mar dic 18, 2012 8:57 am

pur condividendo quasi in toto il rutto pensiero, non credo che rivangare gli anni '40 come se si trattasse dell'altro ieri, sia una mossa intelligente

ovviamente in un secolo ne è passata di acqua sotto i ponti, ed è rimasto poco da "inventare", per cui va bèn che uno si emozioni per la millesima ripetizione su un paracarro di venti metri, ma se invece di godere in privato, lo enfatizza come se avesse aperto il Nose slegato... poi, pare fisiologico che le ggenti ci rida su :roll:
mi.llumino, di.mmenso
Avatar utente
undertaker777
 
Messaggi: 2239
Images: 36
Iscritto il: gio set 08, 2011 21:26 pm
Località: nordest

Messaggioda tu » mar dic 18, 2012 10:18 am

Drugo Lebowsky ha scritto:giuro, ultima rottadiballe, poi taccio
tu...
o io proprio non mi so spiegare (e me ne dolgo)
o tu quando non vuoi capire una beata fava, non capisci proprio un c***o

probabilmente, e me ne scuso, il discorso per me era fino al precedente intervento un gioco... un rompere le balle al sauro ed alla compagnia del chebbello... e mi sono spiegato alla porcozzio, sicuramente omettendo passaggi.

provo a spiegarmi meglio
la difficoltà, lo spessore come-va-di-moda-dire, per me, non c'entra, nè mi interessa.
ho solo asserito che chi ha fatto/fa, non si prende il tempo per certe puttanate da giornaletto parrocchiale
a prescindere che abbia fatto tante vie da gnomo o tante via da grande di spagna
i "compitini" che esprimono quelli che tu definisci sogni, sono compitini e basta
roba che se anzichè essere inerenti all'alpinismo, trattassero di potatura del kiwi, TU, caro tu, non cagheresti manco di striscio...
non me ne fotte una sega dei sogni se sono espressi alla porcozzio
sono compitini
e basta
e (a me) fanno solo voglia di prendere bonariamente in giro
mentre mi viene da augurare le emorroidi a chi dice chebbello.
le emozioni sono una cosa
forse le abbiamo tutti (mah... non so)
ma se espresse bene hanno un senso, a prescindere che il tema sia alpinisticoo sulla potatura della mela cotogna
mentre se espresse tanto-per-fare-un retorico-ruttino, permetti, macchissenefrega.

con ciò non voglio dire che il rettile avesse scritto una merdaccia
ma una cosa personale della quale , ripeto, chissenefrega
il gioco è sempre stato così e credo che nessuno si sia fatto male o in seguito si sia sentito inibito
tutto qua
il patetico è che ad una presingiro si scatenino giustificazioni come le tue che trovo veramente pervase da un vetero caianesimo trissste e retorico.

ah
'proposito
i grandi comunque, quando poi scrivevano, spesso scrivevano male ma ti tiravan su una treccani di retorica!!! almeno erano grandi anche in questo
:twisted:

tu... secondo me confondi quello che si dice al bar davanti una birra con quanto si scrive
sono cose diverse

ps: io quando parlo con te in pubblico non tiro in ballo cose che so di te
dimostreresti buon gusto ad evitare esempi del c***o reiterati, nonchè inutilmente fuori luogo


si parlava di "sogni" drugo, sogni. Non di filosofia. E nemmeno di kiwi o ginepri coccoloni.
c'è chi i sogni li esterna (chi ha scritto, ripeto, il topic sulla vigolana), senza peraltro incollare la solita sequenza di immagini in posa, e chi no (magari il drugo).
Ma anche tu i sogni li hai (perdona il riferimento a candele o candelotti, ma serviva a "farti capire" cosa intendo; e non aveva in alcun modo l'obiettivo di tirare in ballo alcunchè, tanto più che non ho fornito dettagli gps a quanto facevo riferimento) e non venirmi a dire che non è vero.
Piuttosto di che ti da fastidio il "bello, bravo, bis" ed allora posso concordare.
Riguardo a uno che mette 3 foto di una salita che sognava da tempo e la descrive con soddisfazione e semplicità non ci vedo assolutamente nulla di male.
Ad ogni modo che ti piaccia "rompere le balle al sauro ed alla compagnia del chebbello" non è un mistero.
E guarda che personalmente non ritengo di aver in alcun modo"scatenato giustificazioni", ho solo detto quello che penso e stop.
Detto questo, proponi data per birretta.

:D :) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow:
Avatar utente
tu
 
Messaggi: 704
Images: 17
Iscritto il: mer gen 22, 2003 15:54 pm

Messaggioda francesco vinco » mar dic 18, 2012 12:01 pm

tu ha scritto:Detto questo, proponi data per birretta.


..daiii vengo pure io! :smt030 ...ehhh ma niente bacini poi :smt056
Avatar utente
francesco vinco
 
Messaggi: 162
Images: 3
Iscritto il: mer lug 14, 2004 11:00 am
Località: bussolengo - VR

Messaggioda tu » mar dic 18, 2012 13:17 pm

francesco vinco ha scritto:
tu ha scritto:Detto questo, proponi data per birretta.


..daiii vengo pure io! :smt030 ...ehhh ma niente bacini poi :smt056


bacini?
ci mancherebbe! al massimo due testate e via! (mi porto l'aiutante-muflone per questa specifica attività)

per il resto...se drugo inoltra invito, io glielo appoggio! :D
Avatar utente
tu
 
Messaggi: 704
Images: 17
Iscritto il: mer gen 22, 2003 15:54 pm

Messaggioda frasauro » mar dic 18, 2012 13:31 pm

oh non volevo creare questo casino lo giuro!! :lol:

comunque

citando V per Vendetta, "stavo solo sottolineando il paradosso nel chiedere ad un uomo mascherato chi egli sia". Nel senso che mi sembra paradossale sottolineare, come fa Undertaken, il fatto che abbia scritto un pezzo su un sasso in piedi alto 30 metri. Mi accordo anche io dell'evidenza...
Millecento metri di dislivello di avvicinamento per una via di trentaquattro metri di sviluppo è forse un paradosso alpinistico


Dedicare una poesia o una canzone all'amore, a una donna (che trasposta, potrebbe essere una grande montagna o un'imponente parete) l'hanno fatto più o meno tutti; dedicare una poesia a una CIPOLLA l'ha fatto solo Neruda
(e con questo non voglio mica paragonarmi al Pablito..ci mancherebbe :lol:)
Però lui, evidentemente, in quel momento in quella cipolla vedeva un qualcosa in più, e così io in quel sasso.

Come ho scritto in privato a qualcuno, ho visto l'arrampicata come mettere una mano sopra l'altra. Quella volta, ed è stata l'unica, mi è sembrato qualcosa di diverso e, ammetto, mi è piaciuto di più. Mi sembra calzante l'esempio che faceva TU: è un pò come la differenza tra andare con 100 donne di cui poco te ne importa e andare con quella dei tuoi sogni (che non sia Miss Universo credo sia irrilevante). Secondo me è diverso, secondo altri magari no.

Condividere il racconto nel forum mi sembrava e mi sembra carino. Poi ci sta che c'è chi non condivida l'intento, chi dia una interpretazione più o meno estensiva al contenuto del racconto, fa parte della dialettica del forum e sono contento :D. Tra l'altro vengono fuori delle opinioni, dei modi di vedere la vita molto interessanti, come possono essere quelli di TU e Climb, o nichilisti come quelli di Rutto o del Drugo. :wink:

E sinceramente mi piace parlare e ascoltare di più di ste cose (anche se magari trite e ritrite), rispetto a di chi ce l'ha più lungo (lì, mi dispiace, ma non c'è storia 8) :lol: )
"chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" Paolo Borsellino
Avatar utente
frasauro
 
Messaggi: 1423
Iscritto il: sab apr 02, 2011 14:57 pm
Località: padova_roma_lavarone

Messaggioda Il Profeta » mar dic 18, 2012 13:39 pm

Nichilismo, o nihilismo (dal latino classico nihil e dal latino medievale nichil, "nulla"), indica l'assenza di una finalità ultima che orienti il corso della vita; e di conseguenza è una posizione filosofica basata sul non senso di ogni cosa. La corrente di pensiero nichilista pone tutto in discussione: non a caso, Nichilista è sinonimo di Disfattista, persona che ama distruggere le convinzioni altrui senza individuare una possibilità di esistenza serena, tranne la propria. In generale si intendono come nichilismo le dottrine e i comportamenti corrispondenti, che negano la possibilità di pervenire ad una realtà ultima, ovvero sostanziale, affermando, a volte in modo polemico, la limitazione della conoscenza umana al solo apparire.
Il Profeta
 
Messaggi: 567
Images: 0
Iscritto il: lun set 17, 2012 20:40 pm

Messaggioda frasauro » mar dic 18, 2012 13:53 pm

di conseguenza è una posizione filosofica basata sul non senso di ogni cosa


partendo dal presupposto che non sto dicendo che è una posizione sbagliata, ci mancherebbe, mi sembra che il pensiero che ha espresso Rutto, contestualizzandolo in quest'ambito, sia conforme al nichilismo. Diciamo un nichilo-alpinismo..
o forse ho interpretato male io??
"chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" Paolo Borsellino
Avatar utente
frasauro
 
Messaggi: 1423
Iscritto il: sab apr 02, 2011 14:57 pm
Località: padova_roma_lavarone

Messaggioda Rutto » mar dic 18, 2012 14:17 pm

Ferma tutto
Io sono un godereccio, altro che nichilista.
Bada a come parli.
Rutto
 

PrecedenteProssimo

Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.

cron