non riesco a farmi sentire dal compagno di cordata

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

Messaggioda rudy » dom nov 09, 2003 15:04 pm

anch'io avevo questo problema... sentivo meglio il rumore delle auto e delle moto sul passo 300mt sotto che il mio compare 30mt sopra.
HO COMPRATO LE RICETRASMITTENTI !
un mio amico che lavora all'estero me le ha procurate in Canada x un valore di 23€ e vanno una bomba (portata 2 miglia) e più piccole di un pacchetto di sigarette.
ciao
Avatar utente
rudy
 
Messaggi: 1023
Images: 44
Iscritto il: sab apr 26, 2003 14:11 pm
Località: vittorio veneto

Messaggioda Roberto » dom nov 09, 2003 19:18 pm

rudy ha scritto:anch'io avevo questo problema... sentivo meglio il rumore delle auto e delle moto sul passo 300mt sotto che il mio compare 30mt sopra.
HO COMPRATO LE RICETRASMITTENTI !
un mio amico che lavora all'estero me le ha procurate in Canada x un valore di 23€ e vanno una bomba (portata 2 miglia) e più piccole di un pacchetto di sigarette.
ciao
Si trovana anche in Italia, sono usate nei cantieri, per collegare i vari operai!
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51741
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda Paolo Marchiori » dom nov 09, 2003 19:25 pm

Roberto ha scritto:
rudy ha scritto:anch'io avevo questo problema... sentivo meglio il rumore delle auto e delle moto sul passo 300mt sotto che il mio compare 30mt sopra.
HO COMPRATO LE RICETRASMITTENTI !
un mio amico che lavora all'estero me le ha procurate in Canada x un valore di 23? e vanno una bomba (portata 2 miglia) e più piccole di un pacchetto di sigarette.
ciao
Si trovana anche in Italia, sono usate nei cantieri, per collegare i vari operai!


io le uso quando vado in giro in con Aculnaig, spesso si perde in mezzo l'erba alta e mi tocca chiamarlo per ore. Per non disturbare l'avifauna abbiamo iniziato ad usare le radioline...
Immagine
Paolo Marchiori
 
Messaggi: 10910
Images: 79
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: bruxelles

Messaggioda Roberto » dom nov 09, 2003 19:30 pm

Paolo Marchiori ha scritto:
Roberto ha scritto:
rudy ha scritto:anch'io avevo questo problema... sentivo meglio il rumore delle auto e delle moto sul passo 300mt sotto che il mio compare 30mt sopra.
HO COMPRATO LE RICETRASMITTENTI !
un mio amico che lavora all'estero me le ha procurate in Canada x un valore di 23€ e vanno una bomba (portata 2 miglia) e più piccole di un pacchetto di sigarette.
ciao
Si trovana anche in Italia, sono usate nei cantieri, per collegare i vari operai!


io le uso quando vado in giro in con Aculnaig, spesso si perde in mezzo l'erba alta e mi tocca chiamarlo per ore. Per non disturbare l'avifauna abbiamo iniziato ad usare le radioline...
Fagli mettere una bandierina di un paio di metri sullo zaino, così lo vedi :wink:
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51741
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda Paolo Marchiori » dom nov 09, 2003 19:34 pm

Roberto ha scritto:
Paolo Marchiori ha scritto:
Roberto ha scritto:
rudy ha scritto:anch'io avevo questo problema... sentivo meglio il rumore delle auto e delle moto sul passo 300mt sotto che il mio compare 30mt sopra.
HO COMPRATO LE RICETRASMITTENTI !
un mio amico che lavora all'estero me le ha procurate in Canada x un valore di 23? e vanno una bomba (portata 2 miglia) e più piccole di un pacchetto di sigarette.
ciao
Si trovana anche in Italia, sono usate nei cantieri, per collegare i vari operai!


io le uso quando vado in giro in con Aculnaig, spesso si perde in mezzo l'erba alta e mi tocca chiamarlo per ore. Per non disturbare l'avifauna abbiamo iniziato ad usare le radioline...
Fagli mettere una bandierina di un paio di metri sullo zaino, così lo vedi :wink:


i tuoi compari fanno così con te?
Immagine
Paolo Marchiori
 
Messaggi: 10910
Images: 79
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: bruxelles

Messaggioda Roberto » dom nov 09, 2003 22:06 pm

Paolo Marchiori ha scritto:i tuoi compari fanno così con te?

Io sono molto più alto di Acul :evil:
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51741
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda Davide62 » lun nov 10, 2003 9:58 am

Roberto ha scritto:
Paolo Marchiori ha scritto:i tuoi compari fanno così con te?

Io sono molto più alto di Acul :evil:

.............si, vabbè.... :roll:
Avatar utente
Davide62
 
Messaggi: 10595
Images: 113
Iscritto il: dom lug 28, 2002 18:37 pm
Località: Provincia di Varese

Messaggioda Roberto » lun nov 10, 2003 11:08 am

Davide62 ha scritto:
Roberto ha scritto:
Paolo Marchiori ha scritto:i tuoi compari fanno così con te?

Io sono molto più alto di Acul :evil:

.............si, vabbè.... :roll:
IO HO TUTTI I MIEI DENTI..... :twisted:
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51741
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda Davide62 » lun nov 10, 2003 11:16 am

E' vero, ne convengo, ma in mancanza di quelli veri ci sono quelli finti che se fatti bene non ci capisce che sono posticci...
.....ma i trampoli non credo che abbiano lo stesso impatto visivo :mrgreen:
Avatar utente
Davide62
 
Messaggi: 10595
Images: 113
Iscritto il: dom lug 28, 2002 18:37 pm
Località: Provincia di Varese

Messaggioda Roberto » lun nov 10, 2003 23:07 pm

Davide62 ha scritto:E' vero, ne convengo, ma in mancanza di quelli veri ci sono quelli finti che se fatti bene non ci capisce che sono posticci...
.....ma i trampoli non credo che abbiano lo stesso impatto visivo :mrgreen:
Quando ti rivedo ti mordo :evil:
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51741
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Hai davvero ragione, un argomento che sta a cuore pure a me!

Messaggioda Dreamer » mer nov 26, 2003 17:21 pm

wn ha scritto:Ach! ...un argomento che mi sta a cuore.
[Perchè non cerchiamo tutti di stare un pò zitti???

Onestamente capisco che un principiante o chi si lega ad un compagno alle prime armi abbia bisogno dei comandi vocali, ma credo, che chi va per crode da un pò di tempo ne potrebbe ampiamente fare a meno.
Volendo, ci si capisce benissimo lo stesso. Al limite basta il classico MOLLA! una volta autoassicurati in sosta e nulla più.

Per me la montagna non è una chiesa e chi vuol cantare, sbadigliare fragorosamente, ruttare o ululare al sole o alla luna fa benissimo.
Ma non se ne può più delle filastrocche: TIRA! MOLLA! DUE METRI! ...ANZI NO DIECI METRI! FINITA! META' CORDA! SEI ARRIVATO? VEDO LA SOSTA! PARTI! PARTO? PARTI! PARTO!....
...HO LE EMORROIDI! ...GRATTATELE!

....che palle! non se ne può più!


Mi trovo perfettamente daccordo: quante volte, su vie classiche ovvero frequentate, mi e' sembrato di essere allo stadio: e chiama di qua e sasso di la, parto, no recupera e chi piu' ne ha piu' ne metta!
Insomma andiamo, almeno vado in montagna, per il personale piacere di godere dell' ambiente che mi circonda, cercando il piu' possibile di liberarmi dal caos della frenesia della vita quotidiana! Possibile che non si possa, almeno lungo una via, ascoltare in pace un po' di silenzio? Per non dire poi che tanti alpinisti sembrano trovare gusto nello sbizzarrirsi a trovare le bestemmie piu' originali, allora si e' il massimo!
Io credo che il rapporto particolare di reciproca fiducia e conoscenza che si instaura inevitabillmente tra due compagni di croda sia quanto basta per affrontare in sicurezza e in silenzio una via.
Io in genere non arrampico, soprattutto in via, con il primo che passam, anzi, vie di una certa difficolta' le affronto solo con determinate persone con cui arrampico da parecchio tempo, conosco bene e soprettutto so come si comportano in croda sia dal punto di vista dell'arrampicata che della sicurezza. Per questo anche se non vedo cosa sta facendo il mio compagno so' qual'e' la sequenza delle manovre che sta compiendo e aiutandomi con i segnali disponibili, con il movimento della corda, con il preventivo accordo sulle caratteristiche essenziali del tiro in corso (ovviamente tutto cio' entro i limiti dell' imprevisto che e' sempre dietro l' angolo) riesco a risalire a cosa sta facendo, capisco quando posso mollare tutto, capisco quando posso partire. Certo ci sono come dicevo imprevisti che necessitano poi l' uso di una parola, di un urlo, pero' sono un' eccezione e non una regola. Anche perche' ci sono situazioni imprevedibili in cui non c' e' altro da fare che riuscire a capire se si puo' o no mollare tutto o partire in quanto tutti i metodi proposti falliscono.
Certo tutto questo richiede un certo affiatamento tra compagni di cordata e un minimo di studio della via che si sta percorrendo. Quasi sempre ormai ci riduciamo a due parole in sosta per fissare i punti salienti del tiro successivo. Se piace davvero nel profondo cio' che si sta facendo e non si sta facendo solo esibizionismo, credo che le parole siano superflue, almeno per me. Per assurdo certe volte vorrei che il mio andar per monti fosse una sorta di gesto invisibile per non alterare in alcun modo l' ambiente che mi circonda, ma questa e' un'altra cosa [...].

Adesso devo scappare, ci sentiamo!
Ciao a tutti e grazie.
Dreamer
 
Messaggi: 41
Iscritto il: mer ott 15, 2003 14:22 pm

Messaggioda BAT » ven gen 16, 2004 4:21 am

Anche a me capita questo genere di problemi e così, poi, in sosta ci si inkazza!

Un paio di idee.
1) OK il sistema dei fischi. 3 per "molla tutto" e/o "parti". ma se non ci si sente?
2) Giusto il sistema degli strattoni della corda. 3 per "molla tutto" o/e "parti".

Tra i due io preferisco il secondo.


Ma preferisco anche il seguente sistema, che, quando, prima di salire la via, ci si mette d'accordo (soprattutto con nuovi compagni), credo che sia buono, sempre che lungo il tiro non ci siano dei brutti casini (cosa per altro valida anche con gli altri sistemi di comunicazione nonvocale).

Normalmente quando si sale, il ritmo è lento ma discretamente costante. Ogni tanto ci si ferma (ricerca di una protezione, passo duro, incertezza...), poi si riparte.
Quando si fa sosta, in genere si fa una pausa più lunga, a meno che la sosta non sia servita da due spit e catena. Appena preparata la sosta e l'assicurazione per il secondo (o secondi), in genere si recupera la corda con più velocità.
Premesse queste considerazioni, il mio sistema è quello di salire, preparare la sosta o preparare anche l'assicurazione per il secondo, poi iniziare a recuperare con più velocità la corda. Quando non viene più,, continua a tirare un po', poi mollo uno, due metri di corda.
Il secondo, in contemporanea, vede la corda scorrergli tra le mani, a veolte fermarsi, poi riprendere. Infine la corda si blocca per un tempo ben lungo, ovvero ben maggiore delle altre pause. Poi ad un tratto la corda riprende a scorrere con più vigore fino a finire e ad essere sempre più tesa, poi si allenta.
Così il secondo capisce che può salire e, grazie alla corda un po' allentata riesce a svincolarsi dalla sua sosta e a recuperare il materiale. Toglie la propria autoassicurazione dalla sosta perchè sa di essere assicurato dall'alto.
D'altro canto, il primo, ogni tot minuti o decine di secondi prova a vedere se la corda inizia a salire, ovvero se il secondo è iniziato a salire.
Il secondo, invece, appena è partito può trovare la corda non tesa, allora aspetta fino a che si tenda, poi riprende a salire.


L'ho sperimentato molte volte e, se ci si mette d'accordo, funziona.
Io lo chiamo il sistema di comunicazione muta.
Questo non significa che si usa solo questo sistema, ovvero prima si prova a chiamarsi, ad urlarsi, poi si passa a questo sistema.


Ciao
Avatar utente
BAT
 
Messaggi: 901
Images: 36
Iscritto il: mer dic 31, 2003 12:25 pm
Località: Padova

Precedente

Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.