Sogno o son desto???

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

Messaggioda gug » lun giu 16, 2008 12:17 pm

alberto60 ha scritto:
Antonio63 ha scritto:Bè x avere il rispetto della pietra bisognerebbe stare a casa ,perche ognuno può avere l'etica che vuole piu o meno invasiva ma chiunque arrampica a suo modo danneggia la roccia,certo chi fora fa senzaltro un bel danno ma anche chi mette un chiodo e poi x toglierlo magari a suon di martellate spacca la fessura in cui là messo ,oppure le decine di frend e nut incastrati da tutte le parti,cordini,vie talmente battute che fra magnesio e suole spalmate non occorre nemmeno la relazione ecc ecc.Quindi io penso che ognuno di noi con tutte le nostre etiche facciamo piccoli o grandi danni alla natura che tanto amiamo ,chi non ha peccato scagli la prima "pietra".Con questo non voglio ne difendere ne accussare nessuno è solo un mio pensiero.Ciao Antonio


Ciao Antonio

é vero ognuno di noi da il suo contributo a danneggiare la roccia. Solo per il fatto di esistere, l'uomo con le sue iniziative danneggia la natura:

Le strade, i ponti, le case, ect., ect. tutto danneggia la natura.

Però siamo al mondo quindi non possiamo fare altrimenti anche se possiamo e dovremmo tenere dei comportamenti il meno invasivi possibile e anche gli arrampicatori possono e dovrebbero dare il loro contributo dandosi delle regole sia per danneggiare il meno possibile la pietra, sia per rispettare una certa etica e storia alpinistica .

Prendi ad esempio il Procinto . Li è sotto l'occhio di tutti un vero scempio sia etico alpinistico sia verso la pietra. Vie richiodate senza rispetto del tracciato originale, chiodi , cordini, spit, fix, resinati, catene, scritte sulla roccia. Vecchie vie cancellate per fare posto a nuove arrampicare dal valore sportivo.
All'attacco della via GAMMA addirittura sono stati messi in coppia un fix ed un resinato in modo tale che se ci sono 2 cordate un moschettona il fix e l'altra il resinato.
Sulla Dolfi-Melucci , già richiodata a fix, qualcuno che non trovava il loro posizionamento perfetto!! , ha spostato alcuni fix, altrimenti tirava la corda (Ma non c'erano i cordini per eliminare gli attriti??) Il risultato altri buchi e perni dei vecchi fix senza piastrina che fuoriescono dalla roccia.
Insomma un vero delirio dell'egoismo arrampicatorio.

E' chiaro che per il solo fatto di frequentare l'ambiente montano , l'uomo incide su questo ambiente, però ci sono modi e modi.

ciao Alberto


Infatti sono perfettamente d'accordo con questo discorso, anch'io mi sono battuto per non fare riattrezzare a fix una vecchia via di sax in Gola di Frasassi (senza peraltro riuscirci :cry: ).
Però questo è lo stile di apertura di Larcher e c. sono due discorsi completamente diversi: loro, soprattutto ultimamente scelgono terreni di apertura vergini e adatti solamente a questo tipo di approccio (non mi risulta che dove salgono Hotel Supramonte o la Larcher-Vigiani o le ultime vie di Manolo ci fossero vie precedenti tradizionali).
Quindi un conto è il rispetto dell'esistente e della storia, un altro è il giudizio su uno stile di apertura.
Ciò su cui io sono molto d'accordo è lasciare lo spazio libero a ogni stile, considerando la naturale vocazione di ogni zona.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6119
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Messaggioda alberto60 » gio giu 19, 2008 15:11 pm

Ho appena letto quanto scritto da Oviglia sulla nuova pertura , sua e di Larcher in Sardegna in stile "trad" ....così si dice oggi.

Prima di tutto faccio i complimenti a Maurizio e Rolando, poi , visto che sono stato citato, riportando una frase da me scritta in questo forum "Visioni" volevo precisare che la mia è stata semplicemente una battuta tanto per riderci sopra .

Quando ho letto le parole che aveva scritto Larcher dopo l'esperienza dal Galles , queste parole mi avevavo piuttosto sorpreso. E visto che non le aveva scritte uno qualunque ma Larcher, e che questa sua affermazione a me è sembrata molto importante da qui è nata la voglia di aprire questo argomento di discussione che non aveva assolutamente la minima intenzione di ricadere nella solita storia "Spit si, Spit no" .

Alberto
alberto60
 
Messaggi: 2318
Images: 1
Iscritto il: mer dic 21, 2005 20:40 pm
Località: da qualche parte in Apuane

Re: Sogno o son desto???

Messaggioda Danilo » lun nov 05, 2018 10:59 am

ma è vero che sul tiro dello strapiombo della grimonett al pianarella a finale ligure c'è dentro una clessidra artificiale :?:
il forum è morto
Avatar utente
Danilo
 
Messaggi: 7080
Images: 60
Iscritto il: gio lug 26, 2007 17:44 pm

Precedente

Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.