Sass da les nu (Sasso Delle Nove)

Arrampicata e alpinismo su roccia in montagna

Sass da les nu (Sasso Delle Nove)

Messaggioda Willy Coyote » lun set 19, 2005 17:40 pm

Ciao a tutti, mi interesserebbe sapere che vie ci sono, oltre alla Messner di cui ho la relazione, sulla parete placcosa del Sasso delle Nove nelle Dolomiti di Fanes.

Sono solo a conoscenza di una via, penso si chiami Heidi, che corre circa 50 mt a destra della Messner, però non conosco difficoltà, stato di chiodatura, e tracciato, anche se vista l'omogeneità della placca penso che le vie siano molto simili.

In alternativa mi basterebbe sapere su che guida posso trovare le relazioni che se la trovo me la compro.

Ciao e grazie
Avatar utente
Willy Coyote
 
Messaggi: 91
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Dolomiti

Messaggioda Feo » lun set 19, 2005 17:44 pm

Un paio di vie sono recensite sulla guida di Dragosei edita per Alp, la Perathoner e diagonale+heidi, se non sbaglio...
Feo c'è! ... o ci fa?
Uwaga! Dziś nie spałem!
Avatar utente
Feo
 
Messaggi: 3690
Images: 63
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Prov. Bologna

Messaggioda Willy Coyote » lun set 19, 2005 17:48 pm

Grazie.
Avatar utente
Willy Coyote
 
Messaggi: 91
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Dolomiti

Messaggioda Siloga66 » lun set 19, 2005 22:00 pm

Di vie Messner sul Sass da les Nu ce ne sono ben tre. Una è la Heidi, l'altra è la via delle placche (la Messner che dici tu) la quale è un grado sopra alla Heidi, poi c'è la piu dura che sale a sinistra della via delle placche. Praticamente per attaccare la via delle placche si sale il primo tiro su per un diedro di (mi sembra) 50 mt. che si può fare slegati ne esci a sinistra su una comoda cengia e qualche metro a sin dell'uscita del diedro c'è l'attacco. Traversando ancora piu a sinistra per la cengia si arriva sulla riga nera molto evidente (anche da lontano) salita appunto dalla terza via di Messner chiamata "via direttissima". Questa sale per la riga nera con difficoltà un grado buono sopra la via delle placche, con poche protezioni (necessita di buon controllo psicologico). Io sulla direttissima ho visto il primo chiodo a buoni 55-60 metri dalla cengia. Non so se ho sbagliato. Ciao.
Passano le mode ma in Germania la moda dei calzini con i sandali passerà mai.
Ma i tedeschi son fighi lo stesso.
Avatar utente
Siloga66
 
Messaggi: 8294
Images: 133
Iscritto il: ven ott 31, 2003 13:11 pm
Località: Val di Fassa (TN)

Messaggioda Willy Coyote » lun set 19, 2005 22:25 pm

La direttissima sale per caso su quella parte di scivolo che si impenna appena sotto la zona franata (dove esce la via delle placche per intenderci)?
Mi sembra di ricordare che in quella zona, quella più verticale, ci sia un diedro formato da due diverse stratificazioni, penso sia l'unica parte arrampicabile con difficolta classiche (almeno per così dire).
Ovviamente penso che sulla direttissima non si integri niente, visti anche i primi 2 tiri della via delle placche.

Siccome la via delle placche mi era sembrata sufficientemente chiodata, la Heidi è nello stesso stato o è "fai da te"? Giusto per sapermi regolare perchè devo andarci con un compagno abbastanza principiante.

Ciao
Avatar utente
Willy Coyote
 
Messaggi: 91
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Dolomiti

Messaggioda Siloga66 » lun set 19, 2005 22:40 pm

Ti dirò che la Heidi non l'ho fatta ma dovrebbe essere piu "fattibile" comunque della via delle placche. La direttissima è un bel pò piu sprotetta della via delle placche, infatti ti dirò che sulla v. delle placche non ho mai pensato alle protezioni, mentre sulla direttissima c'è molto da pensare. O almeno, credo, perchè io son salito per la riga nera, mentre due miei conoscenti sono stati fuori a sinistra su una specie di spigolo arrotondato e lì le difficoltà erano piu basse (e hanno trovato qualche chiodo). Io son stato sulla riga perchè mi sembrava fosse l'itinerario originale di Messner. Più a sinistra ancora, sulla placca diciamo, di sinistra, c'è la via Boroni, un cesso di via chiodata a spit. Piu a sinistra della Boroni c'è un tentativo di via nuova fatto da me e un mio amico. Nell'occasione siamo saliti su placche di 5° fino sotto il muretto verticale che c'è quasi all'uscita. Sullo stesso muretto la via Boroni (molto piu a destra) sale con un tiro di 7° spittato da falesia. Noi, parlo di circa 18 anni fa, tentammo di passare in libera ma non ci riuscimmo. Provammo coi cliff ma niente. Insomma quel muretto di circa 15-20 metri quasi verticale ci fece desistere. Fatto quello saremmo stati fuori. Non saprei dire le difficoltà ma per fare un paragone, in falesia ho visto dei 6C su placca piu appigliati. Piuttosto di mettere uno spit abbiamo rinunciato. Vabbè, ho dilagato un pò. Però mi piacerebbe tornarci per vedere se a distanza di quasi 20 anni riuscirei a salire. Ciao.
Passano le mode ma in Germania la moda dei calzini con i sandali passerà mai.
Ma i tedeschi son fighi lo stesso.
Avatar utente
Siloga66
 
Messaggi: 8294
Images: 133
Iscritto il: ven ott 31, 2003 13:11 pm
Località: Val di Fassa (TN)

Messaggioda BAT » mer set 21, 2005 14:01 pm

Da quel che mi sono documentato con l'intenzione di ripetere qualcosa:
- Heidi: III/IV
- Placche: IV/V(-)
Avatar utente
BAT
 
Messaggi: 901
Images: 36
Iscritto il: mer dic 31, 2003 12:25 pm
Località: Padova

sasso delle nove

Messaggioda skyaimer » mer set 21, 2005 17:57 pm

ciao mi chiamo Sabrina
:)
Sono un'pò sfacciata ma mi interesserebbe tanto far la messner al sasso nove e cerco compagni cordata.
Fammi sapere
Sabrina
Avatar utente
skyaimer
 
Messaggi: 12
Iscritto il: mer set 21, 2005 17:30 pm

Messaggioda Siloga66 » gio set 22, 2005 1:13 am

Ma sei la sorella della Laura? :P
Passano le mode ma in Germania la moda dei calzini con i sandali passerà mai.
Ma i tedeschi son fighi lo stesso.
Avatar utente
Siloga66
 
Messaggi: 8294
Images: 133
Iscritto il: ven ott 31, 2003 13:11 pm
Località: Val di Fassa (TN)

Messaggioda sturno » ven set 23, 2005 22:56 pm

Io sono salito sulla (credo) direttissima, ovvero dall'uscita del diedro ho traversato circa una trentina di metri a sx. Pero' a tutte le le soste della via c'erano..... (oddio non ho il coraggio di dirlo) due spits Era il 2003. Effettivamente, pero', lungo i tiri c'era una sola protezione. La prima e' un chiodo a pressione circa 25 metri sopra alla sosta a spit.
Ci sono 4 tiri di placca direi sul V, poi si arriva ad una zona di sfasciumi (e da qui in poi qui basta soste a spit) che adduce ad un bel diedro protuberante di quarto. Infine due tiri sul quarto e si è fuori. Ho fatto la direttissima?
Ciao,
Sturno
Avatar utente
sturno
 
Messaggi: 65
Iscritto il: mar giu 08, 2004 10:12 am
Località: Reggio Emilia

Messaggioda Willy Coyote » ven set 23, 2005 23:06 pm

Dalla descrizione mi sembra che sia la via delle placche.
Avatar utente
Willy Coyote
 
Messaggi: 91
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Dolomiti

Messaggioda Siloga66 » sab set 24, 2005 8:41 am

Fai presto a saperlo se hai fatto la direttissima. Questa sale sulla riga nera, le altre no. Comunque io sul Sass son stato ormai 12-13 anni fa e di sicuro soste a spit manco l'ombra.
Passano le mode ma in Germania la moda dei calzini con i sandali passerà mai.
Ma i tedeschi son fighi lo stesso.
Avatar utente
Siloga66
 
Messaggi: 8294
Images: 133
Iscritto il: ven ott 31, 2003 13:11 pm
Località: Val di Fassa (TN)

Messaggioda sturno » dom set 25, 2005 16:09 pm

Sono effettivamente salito sulla riga nera. Confermo 3 soste a spit (la prima, la seconda e la terza).
A presto,
Sturno
Avatar utente
sturno
 
Messaggi: 65
Iscritto il: mar giu 08, 2004 10:12 am
Località: Reggio Emilia

Messaggioda Franz » sab ott 01, 2005 23:23 pm

Allora hai fatto 'sta benedetta via??
Confermo che attorno al 2003 c'erano soste a spit e poche o pochissime protezioni intermedie sui primi tiri (sugli altri ci si protegge con friend e quant'altro, ma i primi non sono integrabili in nulla). Il primo (e ultimo, del 1° tiro) chiodo (a pressione) è a metà del primo tiro. La descrizione della via io l'ho trovata su "Dolomiti - arramicate classiche III-VI" di Kohler e Memmel, Rother Selection, che riporta tra l'altro in pagina 2 e 3 una bellissima foto della via. Comunque roccia favolosa, bellissimo gioco di aderenza e nervi saldi. La roccia è così ruvida che...javascript:emoticon(':wink:')
Wink
ciao
Franz
 
Messaggi: 64
Images: 2
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Vittorio Veneto (TV)

Messaggioda Willy Coyote » dom ott 02, 2005 9:56 am

Franz ha scritto:Allora hai fatto 'sta benedetta via??
Confermo che attorno al 2003 c'erano soste a spit e poche o pochissime protezioni intermedie sui primi tiri (sugli altri ci si protegge con friend e quant'altro, ma i primi non sono integrabili in nulla). Il primo (e ultimo, del 1° tiro) chiodo (a pressione) è a metà del primo tiro. La descrizione della via io l'ho trovata su "Dolomiti - arramicate classiche III-VI" di Kohler e Memmel, Rother Selection, che riporta tra l'altro in pagina 2 e 3 una bellissima foto della via. Comunque roccia favolosa, bellissimo gioco di aderenza e nervi saldi. La roccia è così ruvida che...javascript:emoticon(':wink:')
Wink
ciao


Se chiedi a me, non ci sono più andato, avevo intenzione forse il prox weekend. Con questo topic mi si è creato un casino della madonna. Non capisco se ho fatto la via delle placche o la direttissima, anche se penso di aver fatto la via delle placche. Ho preso la stessa relazione che dici tu, e confermo in toto la tua descrizione della via.
Cmq anche questa sale per la riga nera.
Secondo me quando hai fatto il primo tiro non hai più problemi, quando ti abitui al genere di arrampicata le protezioni non le guardi neanche più!!!!


Ciao
Avatar utente
Willy Coyote
 
Messaggi: 91
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Dolomiti

Messaggioda Franz » lun ott 03, 2005 23:00 pm

Io ho sempre pensato che quella descritta sulla guida Rother fosse la "diretta" (effetivamente è piuttosto diretta...). La descrizione della via delle placche non ce l'ho ne saprei dove trovarla. Quando salii, dopo il facile diedro mi spostai lungamente sulla cengia a sx. Poco dopo il diedro avevamo trovato l'attacco di una via che non conoscevamo e che altri salivano (quella delle placche?) e che abbiamo oltrepassato. Ma? Ora sono incasinato anch'io e mi piacerebbe sapere cosa ho salito. Al rifugio c'erano in ogni caso relazioni e foto. Toccherà tornare, anche perchè dimenticammo di portare la macchina fotografica e il posto è suggestivo, peccato solo tutto quell'avvicinamento per una via così breve, ma ne era valsa la pena.
Franz
 
Messaggi: 64
Images: 2
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: Vittorio Veneto (TV)

Messaggioda jester » mar lug 18, 2006 17:09 pm

Ho intenzione prox di salire la diretta - messner, qualcuno sà darmi qualche indicazione utile per evitare di finire nella famigerata via delle placche o in qualche altra via ?

Grazie.
jester
 
Messaggi: 20
Images: 3
Iscritto il: lun lug 03, 2006 17:41 pm

Messaggioda GinoFlex » mar lug 18, 2006 20:06 pm

Siloga66 ha scritto:Fai presto a saperlo se hai fatto la direttissima. Questa sale sulla riga nera, le altre no. Comunque io sul Sass son stato ormai 12-13 anni fa e di sicuro soste a spit manco l'ombra.


QUOTO Siloga alla grande, 12/13 anni fà di soste non ce n'erano propio se mi ricordo bene a fatica qualche chiodo.... cmq che placconata incredibile!!!
Eroi non si nasce, ti incastrano... Boja Kan!
Avatar utente
GinoFlex
 
Messaggi: 458
Images: 32
Iscritto il: ven gen 20, 2006 2:44 am
Località: CFV

Messaggioda pet92 » mar set 25, 2012 8:51 am

salve ragazzi,
volevo chiedere se qualcuno di voi che ha a portata di mano le relazioni della Direttissima, la Heidi e la via delle placche può farmi una scannerizzazione perchè fatico a trovarle.

grazie mille!
la Montagna chiama K.U.
pet92
 
Messaggi: 14
Iscritto il: sab feb 04, 2012 10:33 am
Località: favaro veneto

Re: Sass da les nu (Sasso Delle Nove)

Messaggioda scairanner » mer ago 03, 2016 10:22 am

Mi chiede un amico che vorrebbe fare la direttissima come sono le soste, da quando l'ho fatta 25 anni fa credo possa essere cambiato qualcosa (tranne le chiappe strette di chi sale da primo :lol: )
Qualcuno l'ha ripetuta di recente?
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 5089
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Prossimo

Torna a Arrampicata in montagna

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.