Travi portatili

Travi portatili

Messaggioda gug » gio mar 08, 2018 15:57 pm

Qualcuno li usa e mi sa dare consigli?
Ho visto in particolare il Problem Solver e sono indeciso fra il modello più piccolo e quello più grande: mi sembra che l'unica differenza sia il fatto di avere la misura di tacche da 13 mm che il piccolo non ha (si ferma a 15). Se così fosse non sarebbe un grande svantaggio, mentre il fatto che pesa meno ed è più piccolo in un trave che deve essere trasportato in giro può essere un bel vantaggio, ma forse mi sbaglio.
Qualcuno lo conosce?
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6161
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Travi portatili

Messaggioda Kinobi » gio mar 08, 2018 20:16 pm

Per quale motivo lo vuoi portatile?

Hai visto bene nei vari manuali, come, dove e quando fare trave?

Ciao,
E
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Travi portatili

Messaggioda gug » ven mar 09, 2018 11:26 am

Kinobi ha scritto:Per quale motivo lo vuoi portatile?

Hai visto bene nei vari manuali, come, dove e quando fare trave?

Ciao,
E


Ciao Kinobi, proprio te cercavo :wink:
Ho preso il libro che mi avevi consigliato ed è davvero eccezionale: spiega bene come costruire l'allenamento e si capisce quali sono le cose importanti e perciò adattarlo alla propria organizzazione.
Poi ci sono degli spunti nuovi (come l'allenamento ARC) molto interessanti.
Ti ringrazio davvero :D

Per quanto riguarda il trave, lo vorrei prendere portatile perchè ora sono fuori casa diversi giorni e quindi mi interessa un trave che possa agganciare ovunque senza doverlo fissare al muro. Così potrei portarmelo in una normale palestra (non d'arrampicata) o anche in un parco e fare l'allenamento lì.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6161
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Travi portatili

Messaggioda Kinobi » ven mar 09, 2018 11:42 am

hhhmmm....

Il sistema è semplice del "portatile".
Io prenderei il suo trave visto che ti trovi bene con il libro, lo fisserei su un multistrato e voilà... lo attacchi con i cordini come fanno loro. Certo, si svergola...
Sennò, vai sul mio FB e fatti questo modulare.
https://rockclimberstrainingmanual.com/ ... -the-rptc/
https://www.youtube.com/watch?v=BnEobt_C1kU

Sto lavorando per fare questo sistema per commercializzarlo. In modo tale che uno come te o me, o chiunque, con un trave lo sposta facilmente (estate, inverno, etc). To dovresti farti fare i pezzi per fissare il trave, e pio la "femmina" in più pezzi da mettere dove pensi ti serva.
Visto che lo sposti ed è più leggera, leggi su FB la mia recensione del Force. E' recente.

Sennò, prendi le palle metolious. O questo
https://www.facebook.com/thefingerschinder/

Ciao,
E
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Travi portatili

Messaggioda gug » ven mar 09, 2018 12:21 pm

Grazie per le segnalazioni.
I modelli Problem Solver pensi che non siano buoni?
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6161
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Travi portatili

Messaggioda izroz » ven mar 09, 2018 13:21 pm

Visto che hai bisogno di uno strumento per fare un allenamento completo e non per scaldarti in falesie senza scaldi, eviterei travi portatili ultraleggeri ed essenziali con poca scelta di tacche!

Punterei quindi ad un trave con tante tacche di dimensioni differenti, perchè se ti alleni al parco o in palestra lavorerai sempre a peso naturale!
Visto che la costante è il tuo peso in questo tipo di allenamenti, punta a piccole variazioni di dimensioni delle tacche, due-tre mm al massimo.

Io il mio l'ho autocostruito, è di una facilità imbarazzante farlo e bastano 4 liste e 20 viti.. costo zero.. in più le scegli come vuoi..
Per dire metti lista media del pan per scaldarti (26mm), lista piccola 18mm e poi a scendere (o piazzi qualche carta di credito o spessore dietro la lista da 18mm e scendi fino a 15-12mm; poi se riesci a stare appeso a tacche di quella dimensione a peso naturale sviti le liste grandi e metti le micros della beastmaker! :D

Anyway i prodotti della problemsolver sembrano una figata!
izroz
 
Messaggi: 150
Iscritto il: mer lug 09, 2014 10:51 am

Re: Travi portatili

Messaggioda gug » ven mar 09, 2018 13:41 pm

izroz ha scritto:Visto che hai bisogno di uno strumento per fare un allenamento completo e non per scaldarti in falesie senza scaldi, eviterei travi portatili ultraleggeri ed essenziali con poca scelta di tacche!

Punterei quindi ad un trave con tante tacche di dimensioni differenti, perchè se ti alleni al parco o in palestra lavorerai sempre a peso naturale!
Visto che la costante è il tuo peso in questo tipo di allenamenti, punta a piccole variazioni di dimensioni delle tacche, due-tre mm al massimo.

Io il mio l'ho autocostruito, è di una facilità imbarazzante farlo e bastano 4 liste e 20 viti.. costo zero.. in più le scegli come vuoi..
Per dire metti lista media del pan per scaldarti (26mm), lista piccola 18mm e poi a scendere (o piazzi qualche carta di credito o spessore dietro la lista da 18mm e scendi fino a 15-12mm; poi se riesci a stare appeso a tacche di quella dimensione a peso naturale sviti le liste grandi e metti le micros della beastmaker! :D

Anyway i prodotti della problemsolver sembrano una figata!


Grazie, quello sulla scelta del trave più grande mi sembra un ottimo consiglio: effettivamente quello piccolo sembra più adatto a usarlo in falesia, mentre a me serve per un altro scopo.
Poi quello grande ha anche la possibilità di avvitare delle prese sul retro e così magari si può anche variare rispetto alle sole tacche.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6161
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Travi portatili

Messaggioda Kinobi » ven mar 09, 2018 14:13 pm

Non tutti i travi sono uguali.
Ti suggerirei questo pdf per farti comprendere lo studio che ci dovrebbe essere.
Poi chiaramente ogni lista è una lista.
Sono dal cellulare e non riesco a postare il link ma batti da gugol Anderson force hangboard e vedi che c'è una tesi di ingegneria.

Ciao
E

Ps scaricati la App per se prendi le travi loro. Pochi soldi gran ritorno
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Travi portatili

Messaggioda gug » ven mar 09, 2018 15:16 pm

Si, il trave degli Anderson l'ho visto sul loro libro, ma io non volevo spendere tanto, anche perchè ho già un Metolius a casa. Loro del resto dicono che se ne possono usare anche altri.
Mi interessava uno portatile per quello che dicevo prima, ma in questo caso non credo che il Prodigy ci sia in versione mobile.
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6161
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Travi portatili

Messaggioda ciocco » ven mar 09, 2018 15:58 pm

Domanda semi OT

Ma questo libro degli Anderson è comprensibile anche da chi, come me, biascica l’inglese “asganaway” o prima devo farmi un giro al British Institute?
Faccio il contadino, guido l'ape e il trattore
però sono romantico e ti parlo d'amore
e se verrai con me dal monumento di Baracca
oh babies... io t'infiammo la patacca!
ciocco
 
Messaggi: 2073
Iscritto il: gio gen 03, 2008 14:01 pm
Località: bagnara di romagna

Re: Travi portatili

Messaggioda gug » ven mar 09, 2018 17:44 pm

ciocco ha scritto:Domanda semi OT

Ma questo libro degli Anderson è comprensibile anche da chi, come me, biascica l’inglese “asganaway” o prima devo farmi un giro al British Institute?

b
Non te lo saprei dire: io lo trovo molto comprensibile, ma il mio livello di inglese è buono, anche se sicuramente non a livello di chi ha fatto soggiorni lunghi in paesi madrelingua. Per farti un'idea puoi guardare questa pagina dove sono riportati degli estratti e delle tabelle:
http://rockandice.com/climbing-news/tra ... -training/
"montagne che varcai, dopo varcate, sì grande spazio d'in su voi non pare"

Traguardi Effimeri
Link per raccolta topic del forum
Avatar utente
gug
 
Messaggi: 6161
Images: 75
Iscritto il: ven lug 19, 2002 13:29 pm
Località: Recanati

Re: Travi portatili

Messaggioda menestrello » ven mar 09, 2018 19:59 pm

Io non cI capisco niente... :oops:
Avatar utente
menestrello
 
Messaggi: 1786
Iscritto il: mar nov 16, 2010 11:18 am
Località: nord Italia

Re: Travi portatili

Messaggioda scairanner » ven mar 09, 2018 20:40 pm

menestrello ha scritto:Io non cI capisco niente... :oops:


traduzione con google, molto migliorata rispetto a qualche tempo fa, a parte qualche termine da tradurre meglio, ma almeno le frasi hanno un senso.

Tutti potrebbero usare maggiore forza delle dita - può superare molte altre debolezze. Mentre le abilità tecniche sono incredibilmente importanti nell'arrampicata, man mano che migliorerai, sarai inevitabilmente limitato dalla forza delle dita. Mentre alcuni percorsi possono essere raffinati, ce ne sono molti che semplicemente non possono essere scalati senza un servizio decente di forza bruta.

Oltre alla capacità di tirare piccole prese, una maggiore resistenza migliora anche la resistenza. Aumentando il proprio limite di forza, una mossa che in precedenza poteva richiedere l'80% di sforzo poteva richiedere solo il 70% di sforzo in futuro, con conseguente minore affaticamento in una sequenza di mosse.

Il nostro nuovo libro, The Rock Climber's Training Manual (RCTM) descrive un programma di allenamento completo (noto anche come metodo "Rock Prodigy") per il miglioramento continuo nell'arrampicata su roccia, e la pietra angolare del programma è l'allenamento della forza delle dita.

Jonathan Siegrist ha recentemente utilizzato questo programma per superare un altopiano di tre anni, culminato con la sua ascesa al estenuante test di potenza e resistenza, Realization (5.15a). Questo articolo ti dà solo la versione di Cliff's Notes di allenamento per la forza delle dita, quindi consulta il nostro libro per conoscere altri aspetti importanti dell'arrampicata.

Puoi anche consultare il nostro sito Web: http://rockclimberstrainingmanual.com/ per i contenuti in corso su tutto ciò che riguarda la formazione.

Indipendentemente dal tuo stile preferito, la forza delle dita diventerà inevitabilmente centrale nella tua ricerca di miglioramento continuo, quindi dovresti costantemente lavorare per migliorarlo. Sfortunatamente, i guadagni di forza non si realizzano "durante la notte"; tuttavia, i guadagni che si accumulano si accumulano da una stagione all'altra, e di anno in anno, rendendo possibili guadagni di forza impressionanti nel corso della tua carriera.

Mentre i muscoli rispondono all'allenamento nel giro di poche settimane, ci vogliono molti anni perché il tessuto connettivo critico sostenga quei muscoli per adattarsi alle maggiori forze che i muscoli più forti impartiranno. Detto questo, se non hai mai provato l'allenamento a bacheca, vedrai risultati drammatici nella tua prima stagione - molti dei convertiti di Rock Prodigy sperimentano un aumento di più lettere nella scalata proprio nel loro primo ciclo di addestramento di 3 mesi.

Se hai bisogno di essere convincente, una discussione approfondita sulla produzione della forza muscolare, la fisiologia e la teoria dell'allenamento è inclusa nel Manuale di addestramento di The Rock Climber, ma saliremo sulla questione pratica di come diventare forti!
Indipendentemente dal tuo stile preferito, la forza delle dita diventerà inevitabilmente centrale nella tua ricerca di miglioramento continuo, quindi dovresti costantemente lavorare per migliorarlo. Sfortunatamente, i guadagni di forza non si realizzano "durante la notte"; tuttavia, i guadagni che si accumulano si accumulano da una stagione all'altra, e di anno in anno, rendendo possibili guadagni di forza impressionanti nel corso della tua carriera.

Mentre i muscoli rispondono all'allenamento nel giro di poche settimane, ci vogliono molti anni perché il tessuto connettivo critico sostenga quei muscoli per adattarsi alle maggiori forze che i muscoli più forti impartiranno. Detto questo, se non hai mai provato l'allenamento a bacheca, vedrai risultati drammatici nella tua prima stagione - molti dei convertiti di Rock Prodigy sperimentano un aumento di più lettere nella scalata proprio nel loro primo ciclo di addestramento di 3 mesi.

Se hai bisogno di essere convincente, una discussione approfondita sulla produzione della forza muscolare, la fisiologia e la teoria dell'allenamento è inclusa nel Manuale di addestramento di The Rock Climber, ma saliremo sulla questione pratica di come diventare forti!

Allenamento delle dita

L'hangboard (trave) è uno strumento specifico per lo sport sviluppato con lo scopo preciso di migliorare la forza delle dita negli scalatori. Ci sono una miriade di altri strumenti disponibili, tra cui la Campus Board, la scheda di sistema, ecc. (Discussa anche nel Manuale di addestramento di The Rock Climber), ma l'hangboard è il miglior strumento per l'allenamento isometrico delle dita per questi motivi:

Quasi ogni aspetto può essere attentamente controllato per produrre i risultati desiderati.
È facile isolare le posizioni di presa specifiche per lo sport.
Puoi controllare con precisione la resistenza per allenare queste prese al fallimento.
Il rischio di lesioni può essere attentamente controllato e ridotto al minimo.
L'attrezzatura per l'hangboard è relativamente piccola e portatile, consentendo praticamente a chiunque di usarne una.


Selezione e impostazione trave
The Rock Prodigy Training Center. Un buon setup per l'hangboard-training è essenziale. Per istruzioni molto dettagliate su come installare un pannello appeso e copiarlo con tutti gli accessori, controlla il libro e questo articolo sul nostro sito Web: "Come va?"

Una volta scelto il corretto hangboard era molto difficile, e molti di noi usavano schede multiple e prese selezionate. Ora puoi saltare tutta quella scocciatura con il Rock Prodigy Training Center.

È l'unico pannello appeso appositamente progettato da esperti di hangboard con un allenamento avanzato delle dita e prevenzione degli infortuni.

La tua scheda dovrebbe essere installata in un'area isolata dalle distrazioni (in modo che tu possa concentrarti sull'addestramento) e dove le condizioni ambientali come la temperatura e l'umidità possano essere controllate in qualche modo. Per massimizzare i guadagni di forza, è essenziale documentare i risultati di ciascun allenamento. Al minimo, registra:

Posizioni di presa usate
Resistenza agli obiettivi per ogni set (solitamente in termini di peso aggiunto o peso rimosso)
Resistenza effettiva per ogni set
Numero di ripetizioni o ripetizioni parziali, completato per ogni serie
Riposo preso tra ripetizioni e serie

Inoltre, i diavoli di allenamento più ossessivi vorranno anche registrare:

Peso corporeo (inclusi vestiti, imbracatura, ecc.)
Temperatura
Umidità
Commenti su come si sentiva ogni set
Qualsiasi altra informazione che aiuti a ricostruire la qualità dell'allenamento.

I tuoi appunti saranno fondamentali per stabilire la resistenza degli obiettivi per gli allenamenti futuri, e può essere estremamente motivante per tracciare i tuoi progressi impressionanti di settimana in settimana. Il manuale di addestramento di Rock Climber include un diario di bordo con fogli di lavoro solo per questo scopo. Sentiti libero di includere promemoria strategici nel foglio di registro, come "Respira!" O "Inserisci il dito medio qui".


Strumenti per un efficace allenamento con gli hangboard

Un sistema di pulegge, come The Rock Prodigy Pulley Kit, è essenziale per un allenamento efficace per i binari. Il seguente elenco di accessori accuratamente sviluppato e testato per più di un decennio dalle scimmie del laboratorio per l'hangboard, ti aiuterà a ottenere il massimo dai tuoi allenamenti per l'hangboard:

- Ventola: posizionata per far circolare l'aria attraverso la superficie del pannello.
- Cronometro: collocato nel campo visivo dello scalatore, utilizzato per il tempo delle ripetizioni e dei periodi di riposo.
- Gesso e uno spazzolino da denti: collocato a portata di mano e utilizzato per pulire le stive e asciugare le mani tra le serie.
- Kit per la cura della pelle: disponibile nelle vicinanze per risolvere eventuali problemi della pelle che si presentano durante l'allenamento. (vedi RCTM per dettagli sulla cura della pelle).
- Imbracatura: dovrebbe essere comoda (imbottita) con un anello portante per "aggiungere" peso (è OK usare una vecchia e usurata imbracatura per il carrello).
- Sistema di puleggia: fondamentale per l'allenamento del tabellone, perché rimuove con precisione il peso, permettendoti di allenarti su prese più piccole che sono più importanti per la tua arrampicata.
Pesi: sono disponibili diversi piatti e manubri da cinque e dieci libbre per "aggiungere a" o "sottrarre" il peso corporeo

ESERCIZI

I seguenti esercizi di forza delle dita utilizzano "dead dead" a due bracci. Cioè, due mani saranno usate sul tabellone in ogni momento - con ogni mano della stessa misura e tipo di grip per un dato set - e ti appenderai con le tue braccia in una posizione statica per ogni ripetizione. I gomiti e le spalle devono essere leggermente piegati per evitare inutili sforzi del tessuto connettivo, ma non si dovrebbe tirare su, bloccare o variare diversamente la posizione del corpo durante la ripetizione. Tuttavia, i muscoli della parte superiore del braccio, della spalla e della parte superiore della schiena devono essere flessi durante ogni impiccagione per prendere il peso, piuttosto che appesi esclusivamente alle articolazioni (vedere le foto adiacenti per esempi di forma corretta).

Ogni allenamento consisterà in un numero predeterminato di "esercizi" o posizioni di arrampicata. Ogni esercizio consisterà in uno, due o tre set corrispondenti rispettivamente alle routine per principianti, intermedi e avanzati. Qui viene descritta solo la routine per principianti, vedi il nostro libro per le routine intermedie e avanzate.

Questa routine è pensata per gli scalatori che sono nuovi per l'hangboard, ma non sono necessariamente degli scalatori "principianti". Oltre a migliorare la forza delle dita, lo scopo di questa routine è di apprendere le basi di un hangboarding efficace e identificare eventuali posizioni di presa deboli. Raccomandiamo ai neofiti di iniziare con questo allenamento. Se risulta troppo facile dopo alcune sessioni o stagioni, puoi passare rapidamente alla routine intermedia. Per la routine per principianti, ciascun set sarà composto da sei ripetizioni. Una ripetizione inizia quando le gambe vengono sollevate lentamente da terra e termina quando i piedi tornano delicatamente a terra. Le ripetizioni non dovrebbero comportare movimenti a scatti o improvvisi.

Stabilire i livelli di resistenza di base (in termini di peso aggiunto o rimosso con il sistema di carrucole) per ogni posizione di presa. Ciò richiede alcuni tentativi ed errori e la resistenza di base sarà diversa per ogni grip. I backboarder principianti dovrebbero sbagliare sul lato dell'usare una resistenza troppo piccola (che richiederà la rimozione di 30 o più libbre per la maggior parte delle prese); è molto più motivante progredire rapidamente rispetto a regredire o ristagnare, e l'uso di troppa resistenza può causare lesioni.

Se ogni ripetizione di ogni serie di un dato esercizio è completata con successo, aumenta la resistenza durante il prossimo allenamento per ogni serie di quell'esercizio di cinque sterline. Potrebbero essere necessarie alcune sessioni per raggiungere la tua vera resistenza di base per ogni presa. Va bene! La pazienza è la chiave per la prevenzione delle lesioni.

Tentare di eseguire troppi set totali diminuisce la qualità dell'allenamento, quindi includi solo le posizioni di presa più fondamentali (e importanti). Utilizza le stesse prese per ogni allenamento all'interno di un ciclo di allenamento in modo che i progressi possano essere fatti e tracciati.

La routine per l'hangboard per principianti dovrebbe includere un set da otto a dieci posizioni di presa diverse. Sono raccomandati i seguenti:

(nota: meglio guardare le foto relative :lol: )

Brocca di riscaldamento
Grande vantaggio
Bordo medio
Piccolo vantaggio
Ampio pizzico
Pizzico medio
sloper
Tasca a tre dita profonda con indice centrale (IMR)
Tasca a tre dita profonda con anello centrale (MRP)
Tasca a due dita profonda con anello centrale (MR)
Tasca a due dita superficiale con anello centrale (MR)

Quando si seleziona il tipo e la dimensione dei grip da utilizzare per l'allenamento del pannello appeso, ricordare il principio di specificità. Anticipa il tipo e la dimensione delle prese che incontrerai sui tuoi tragitti più importanti e impegnativi e allenati su stive simili. In termini di holdize, i tuoi obiettivi possono dettare l'uso di stive relativamente grandi con un sovrappeso in più, o prese più piccole con il peso rimosso.

Se sali principalmente su una singola falesia, determinare il tipo e le dimensioni della stiva dovrebbe essere abbastanza semplice. Idealmente, le prese di allenamento selezionate saranno inizialmente un po 'estese. Un alpinista 5.11 dovrebbe selezionare le dimensioni di tenuta tipiche del 5.12s nella sua falesia preferita, dato che progredirà rapidamente attraverso i gradi una volta iniziata l'allenamento. Potrebbe essere utile aggiungere una presa specializzata per affrontare una particolare debolezza o prepararsi per una rotta obiettivo importante.

Pianifica di restare con le prese selezionate per diverse stagioni al fine di monitorare i progressi nel tempo, ma aspettati di ridimensionare ogni presa ogni pochi anni man mano che la tua forza migliora. Se visiti molte diverse falesie dovrai selezionare più grip generici.

Una volta identificate le posizioni di presa, disponili in un ordine ragionevole. Posiziona le posizioni più importanti o fondamentali in precedenza nell'allenamento, ma separa anche gli esercizi come il più possibile. Ad esempio, evitare di sistemare le impugnature tascabili da dietro a dietro.

Routine di hangboard

Gli allenamenti per l'hangboard dovrebbero essere eseguiti solo dopo un accurato riscaldamento. Riscaldare con un movimento a intensità moderata per almeno 20 minuti. I movimenti dovrebbero essere facili all'inizio e poi diventare progressivamente più difficili. Lavora attraverso tutte le posizioni di presa che userai durante l'allenamento, aumentando l'intensità durante il riscaldamento.



Routine per l'hangboard per principianti

Questa routine fornirà una solida base di forza su cui costruire. Gli alpinisti devono avanzare fino alla routine intermedia Hangboard (descritta in dettaglio nell'RCTM) dopo uno o tre cicli di allenamento completi.

Per ogni esercizio, completare un singolo set di sei ripetizioni. Il primo esercizio di ogni routine dovrebbe essere un esercizio di "riscaldamento", eseguito su una presa relativamente ampia a mano aperta con intensità relativamente bassa. Lo scopo di questo esercizio è di preparare le spalle e i gomiti per i carichi in arrivo, quindi questo esercizio dovrebbe essere eseguito a carichi simili a quelli previsti per gli esercizi successivi. Riposa tre minuti tra ogni serie nella routine. Si noti che molto probabilmente sarà necessario rimuovere il peso per completare i set prescritti.

Una ripetizione è una sospensione statica di una durata relativamente breve e temporizzata, seguita da un breve periodo di riposo temporizzato. Per la routine Hangboard principianti, una ripetizione è un blocco di 10 secondi seguito da cinque secondi di pausa. Ad esempio, un set di un determinato esercizio della routine Hangboard principianti durerà 85 secondi e traspirerà come mostrato:

Questo tempismo è usato per diversi motivi. Innanzitutto, riproduce liberamente il ciclo di lavoro tipico degli scalatori meno esperti sulla roccia. In secondo luogo, le ripetizioni relativamente lunghe consentono una minore intensità, limitando il rischio a dita non allenate. Infine, questo tempismo è pratico, risultando in cicli di 15 secondi facili da tracciare mentre affaticati. Le routine più avanzate descritte nel Manuale di addestramento di The Rock Climber utilizzano blocchi di 7 secondi con 3 secondi di riposo.

Una routine per hangboard eseguita correttamente potrebbe non sembrare stancante, ma esaurirà completamente le dita. Raccomandiamo caldamente di eseguire qualsiasi allenamento ad alta intensità o altro allenamento con le dita durante la fase di allenamento della forza (sono accettabili quantità limitate di allenamento a bassa intensità come l'allenamento Base Fitness ARC). L'allenamento con l'hangboard è ad alta intensità, quindi raccomandiamo un periodo di riposo relativamente lungo tra gli allenamenti.

Ricorda, l'allenamento non ti rende forte, l'allenamento ti rende debole! Riposare dopo l'allenamento ti rende forte, quindi fai un sacco di riposo! Riposiamo due giorni interi (~ 70 ore) tra ogni allenamento di hangboard. Completa 6-10 tali allenamenti durante la tua Fase di Allenamento della Forza, quindi passa alla fase successiva del tuo ciclo di allenamento periodico (idealmente, Allenamento di potenza), come descritto nel libro.

Questa è solo la punta dell'iceberg, ma si spera che abbia suscitato la tua curiosità. Il manuale di formazione del Rock Climber, insieme al nostro sito web, descrive dettagliatamente come l'allenamento del hangboard si integra con molti altri esercizi agli intervalli corretti per creare il programma Rock Prodigy completo. Quando eseguito fedelmente, il programma Rock Prodigy ha prodotto un costante miglioramento a lungo termine in una grande varietà di alpinisti, e porterà la tua arrampicata al livello successivo!

Per ulteriori fantastici articoli di formazione, podcast e programmi di formazione, visita trainingbeta.com.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 4746
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Travi portatili

Messaggioda Kinobi » ven mar 09, 2018 21:02 pm

ciocco ha scritto:Domanda semi OT

Ma questo libro degli Anderson è comprensibile anche da chi, come me, biascica l’inglese “asganaway” o prima devo farmi un giro al British Institute?



Io guadagno circa il 4,5% dell'import del libro che paghi (lordo), per cui magari converrai con me, che non ho motivo di specularci sopra.
Mia moglie parla poco englis, ed a stento legge. Arranca, ma continua.
Il libro non è bello per le tabelle, è eccezionale per come te lo dicono.
Analizza un problema e lo spiega. Quando gugol dice altopiano, intende plateau= livellato. Se il tuo livello è livellato (come ilio da circa un 10 anni) è il libro che fa per te. Sennò lo rivenderai sul mercatino.
Io credo siano soldi ben spesi.
Ciao,
E
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Travi portatili

Messaggioda Kinobi » ven mar 09, 2018 21:26 pm

gug ha scritto:Si, il trave degli Anderson l'ho visto sul loro libro, ma io non volevo spendere tanto, anche perchè ho già un Metolius a casa. Loro del resto dicono che se ne possono usare anche altri.
Mi interessava uno portatile per quello che dicevo prima, ma in questo caso non credo che il Prodigy ci sia in versione mobile.


Caro, M2C.
Un conto è il trave portatile da falesia (a me par una enorme strunzata eccetto che per le falesie dove tu vai dove il primo tiro sia al tuo massimale e ti devi scaldare li sul posto = mai), un conto è un bel trave, un conto è un bel trave maneggevole. Maneggevole vuol dire aereo! Se ti serve per l'aereo, serve un trave minimale...
Se vuoi una cosa leggera come il Problem Sover, prendi quello. A me pare un trave ben fatto, con belle idee, ma estremamente riduttivo.
Io trovo il Prodigy "piccolo" ed infatti uso anche il Force. Abbino i programmi "intermediate" sul Prodigy aggiungendo prese del Force, invertendo i cicli.
Il Metolious è grande.
In poche parole, veramente, le prese sono poche in un trave...

Ogni trave ben fatto, montato su un multistrato, è ancorabile a 'mo di cordino come fanno con il PS. Solo che avesti un bel trave e non una stecca.
Per variare la posizione dei cordini e la sua inclinazione (canting), basta un filo di problem solving (not to be confused con Problem Solver).
= prendi il multistrato poco più piccolo del trave (sotto e nei lati) che devi avvitarci sopra. Sopra più grande. Vai alla Brico (non gratis ma ti danno quel che vuoi). Smussa i bordi alla bruto con lima sui tre lati (sotto) in modo tale che il cordino che ci devi incastrare (il PS parla di 4 mm) si incastri bene tra resina e legno.
Attacca il trave.
Per fare i fori sopra sul lato senza smusso, usa il trapano... ed infila i cordini.
Dato che ci sei... fatti fare anche un tavolozza a 45 gradi ed una dita per attaccare il trave in casa come video postato prima.

Piuttosto, comprati un anello come quella austriaca, o come equivalente di PS, ed usali come un TRX che si incastrano bene sulle porte degli hotels.

Ciao,
E
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Travi portatili

Messaggioda FarEast » ven mar 09, 2018 23:28 pm

gug ha scritto:Ho preso il libro che mi avevi consigliato ed è davvero eccezionale: spiega bene come costruire l'allenamento e si capisce quali sono le cose importanti e perciò adattarlo alla propria organizzazione.
Poi ci sono degli spunti nuovi (come l'allenamento ARC) molto interessanti.


Spunti nuovi? ....capillarizzazione! Credo di non andarci lontano se dico che si fa da qualche decennio.

Tra le altre, c'era anche sul libro Train, se non ricordo male....
FarEast
 
Messaggi: 134
Iscritto il: gio gen 05, 2006 16:46 pm
Località: FarEast

Re: Travi portatili

Messaggioda ciocco » sab mar 10, 2018 0:40 am

Ok, direi che si capisce e forse la mia traduzione non è nemmeno peggio di quella di Google!
Faccio il contadino, guido l'ape e il trattore
però sono romantico e ti parlo d'amore
e se verrai con me dal monumento di Baracca
oh babies... io t'infiammo la patacca!
ciocco
 
Messaggi: 2073
Iscritto il: gio gen 03, 2008 14:01 pm
Località: bagnara di romagna

Re: Travi portatili

Messaggioda Danilo » mar mar 27, 2018 23:59 pm

Immagine
il forum è morto
Avatar utente
Danilo
 
Messaggi: 7254
Images: 61
Iscritto il: gio lug 26, 2007 17:44 pm


Torna a Allenamento - Alimentazione - Medicina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.