ripetute...

ripetute...

Messaggioda lingerie » mer dic 06, 2006 12:11 pm

è da un po' di tempo che ho iniziato con questo tipo di allenamento

ed ho riscontrato dei netti miglioramenti riguardo la resistenza e continuita'

il problema è che vado un po' a caso scelgo un tiro e poi su e giu' finche' non si aprono le mani ...

a volte il tiro che scelgo dopo qualche difficolta' iniziale riesco a farlo anche 12 13 volte ....probabilmente devo cambiare tiro....

sono un po' confuso
qualcuno di voi saprebbe aiutarmi x capire bene come sviluppare questo tipo di allenamento

grazie.. :wink:
Un abbraccio a tutti voi...non scordate mai le piccole cose, le piu preziose...
...camminate per la vostra strada, un piede avanti all'altro senza scordare di sorridere.

(SCOTT)
Avatar utente
lingerie
 
Messaggi: 4799
Images: 202
Iscritto il: lun nov 22, 2004 12:59 pm
Località: VALLE DEL MANUBRIO

Messaggioda paolo s4 » mer dic 06, 2006 12:18 pm

...appunto, 12 volte, forse, vuol dire che devi salire un poco di difficoltà...

:arrow: mi è capitato lo stesso con "Balla coi topi" a Bosco: mi fermavo per il "fiatone" 8O :lol: ...

:arrow: son passato a farle su "Meteora"...e ora mi fermo per la "ghisa"... :lol:

:wink:
paolo s4
 
Messaggi: 2540
Images: 24
Iscritto il: mer dic 14, 2005 18:21 pm

Messaggioda Roberto » mer dic 06, 2006 12:24 pm

Va bene le ripetute, ma attenzione a non esagerare: non serve acciaiarsi allo stremo, può essere controproducente.
Specie se il recupero non è velocissimo, accumulare troppa fatica nei muscoli porta verso il "superallenamento", che è una brutta bestia da superare.
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51741
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda paolo s4 » mer dic 06, 2006 12:36 pm

Roberto ha scritto:Va bene le ripetute, ma attenzione a non esagerare: non serve acciaiarsi allo stremo, può essere controproducente.
Specie se il recupero non è velocissimo, accumulare troppa fatica nei muscoli porta verso il "superallenamento", che è una brutta bestia da superare.


verissimo :roll:
paolo s4
 
Messaggi: 2540
Images: 24
Iscritto il: mer dic 14, 2005 18:21 pm

Messaggioda lingerie » mer dic 06, 2006 12:37 pm

Roberto ha scritto:Va bene le ripetute, ma attenzione a non esagerare: non serve acciaiarsi allo stremo, può essere controproducente.
Specie se il recupero non è velocissimo, accumulare troppa fatica nei muscoli porta verso il "superallenamento", che è una brutta bestia da superare.



quindi tu dici di non arrivare a quel punto in cui ti sembra persino di svenire
.... 8O 8O
Un abbraccio a tutti voi...non scordate mai le piccole cose, le piu preziose...
...camminate per la vostra strada, un piede avanti all'altro senza scordare di sorridere.

(SCOTT)
Avatar utente
lingerie
 
Messaggi: 4799
Images: 202
Iscritto il: lun nov 22, 2004 12:59 pm
Località: VALLE DEL MANUBRIO

Messaggioda paolo s4 » mer dic 06, 2006 12:48 pm

lingerie ha scritto:quindi tu dici di non arrivare a quel punto in cui ti sembra persino di svenire
.... 8O 8O


8O

:smt018
paolo s4
 
Messaggi: 2540
Images: 24
Iscritto il: mer dic 14, 2005 18:21 pm

Messaggioda lingerie » mer dic 06, 2006 12:57 pm

paolo s4 ha scritto:...appunto, 12 volte, forse, vuol dire che devi salire un poco di difficoltà...

:arrow: mi è capitato lo stesso con "Balla coi topi" a Bosco: mi fermavo per il "fiatone" 8O :lol: ...

:arrow: son passato a farle su "Meteora"...e ora mi fermo per la "ghisa"... :lol:

:wink:



ieri mattina visto le solite 3 ore di pausa sono andato aBosco con Andrea
visto il poco tempo e sapendo che Balla coi topi non ci soddisfa piu' abbiamo iniziato qualche giro su ELEFRAN al terzo giro cominciavo a vedere la madonna al quarto dopo un po' di riposo non sono nemanco arrivato al quarto spit... :lol:
Un abbraccio a tutti voi...non scordate mai le piccole cose, le piu preziose...
...camminate per la vostra strada, un piede avanti all'altro senza scordare di sorridere.

(SCOTT)
Avatar utente
lingerie
 
Messaggi: 4799
Images: 202
Iscritto il: lun nov 22, 2004 12:59 pm
Località: VALLE DEL MANUBRIO

Messaggioda alter-ego » mer dic 06, 2006 13:27 pm

...io ho utilizzato spesso questo tipo di allenamento nella mia vita di scalatore (fin dall'86) :wink: e credo sia utilissimo, ma dipende quali sono i tuoi traguardi, perchè qualsiasi allenamento deve essere finalizzato e tagliato su questi e sulla persona nella sua globalità. Se ti interessa sapere le mie soluzioni possiano parlarne tramite MP, data la pioggia di pomodori a cui sono soggetto quando parlo di queste cose. Da un po' di tempo ho quindi deciso di lasciar perdere di fare il maestrino...

M
Avatar utente
alter-ego
 
Messaggi: 1142
Images: 48
Iscritto il: sab ott 21, 2006 7:25 am

Messaggioda Fokozzone » mer dic 06, 2006 14:12 pm

alter-ego ha scritto:...io ho utilizzato spesso questo tipo di allenamento nella mia vita di scalatore (fin dall'86) :wink: e credo sia utilissimo, ma dipende quali sono i tuoi traguardi, perchè qualsiasi allenamento deve essere finalizzato e tagliato su questi e sulla persona nella sua globalità. Se ti interessa sapere le mie soluzioni possiano parlarne tramite MP, data la pioggia di pomodori a cui sono soggetto quando parlo di queste cose. Da un po' di tempo ho quindi deciso di lasciar perdere di fare il maestrino...

M

Ma interessa anche a me (e magari ad altri). Prova a spiegare e vendiamo se i lanciatori di pomodori non sono emigrati in massa.
Fokozzone
 
Messaggi: 2685
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am

Messaggioda Fokozzone » mer dic 06, 2006 14:16 pm

Anch' io uso le ripetute.
Finora la mia esperienza mi ha portato a fare così: faccio 3 ripetute su un tiro in cui il massimo lo esprimo al secondo giro. (la terza ripetuta è già in calando).
E ho scoperto che la ripetuta fa grado, ma non necessariamente forza. La forza si sviluppa in palestra, il grado sulla roccia. Assurdo pensare di fare grado solo con la palestra, però per aumentare la forza la sola roccia potrebbe essere un metodo carente.
Fokozzone
 
Messaggi: 2685
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am

Messaggioda yinyang » mer dic 06, 2006 14:19 pm

anche a me interessa :!:
Avatar utente
yinyang
 
Messaggi: 10900
Images: 65
Iscritto il: mar giu 17, 2003 13:41 pm
Località: Imberido (LC)

Messaggioda eraclito » mer dic 06, 2006 14:33 pm

mi sembra che ci sia ripetuta e ripetuta,
a seconda che si voglia allenare la forza o la resistenza (e qualcuno dice anche la forza resistenza) cambiano il numero di ripetizioni, i tempi di recupero e l'intensità dello sforzo.

la resistenza impone ovviamente percorsi più lunghi e di minore intensità, ma non bisogna arrivare a "stremarsi" in un'unica mandata, gli intervalli sono da fare.

è un po' come con le trazioni, fare 20 trazioni di fila non serve a nulla.

è meglio farne 6 volte 6
oppure aumentare i persi o scaricare...

lo stesso vale per le vie, mai di seguito fino allo stremo, ma con tempi di recupero sensati legati alla tipologia di allenamento..
L'apprendere molte cose non insegna l'intelligenza
Voglio avere dubbi più chiari
Avatar utente
eraclito
 
Messaggi: 39
Iscritto il: mer giu 07, 2006 1:28 am
Località: milano

Messaggioda Roberto » mer dic 06, 2006 14:37 pm

Ho usato qualche volta questo sistema anche io, facevo ripetute e fine giornata su una via abbastanza sostenuta e un po sotto le mie possibilità di allora.
Però una volta ho "ripetuto" finché proprio mi si aprivano le mani.
Il giorno dopo gli avambìracci erano doloranti ed io tutto contento del "buon allenamento".
Due giorni dopo ancora erano doloranti ed io mi sono allenato, meno del solito, perché sentivo che qualcosa non andava.
A questo punto mi sono reso conto che ero in "superallenamento" e mi sono dovuto fermare per parecchio tempo, perdendo moltissimo dell' allenamento che avevo.
In pratica: riputute si, ma con cautela, senza esagerare in fatica.
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51741
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda yinyang » mer dic 06, 2006 14:40 pm

Roberto ha scritto:Il giorno dopo gli avambìracci erano doloranti ed io tutto contento del "buon allenamento"


che ciula! :lol:
Avatar utente
yinyang
 
Messaggi: 10900
Images: 65
Iscritto il: mar giu 17, 2003 13:41 pm
Località: Imberido (LC)

Messaggioda lingerie » mer dic 06, 2006 15:27 pm

alter-ego ha scritto:...io ho utilizzato spesso questo tipo di allenamento nella mia vita di scalatore (fin dall'86) :wink: e credo sia utilissimo, ma dipende quali sono i tuoi traguardi, perchè qualsiasi allenamento deve essere finalizzato e tagliato su questi e sulla persona nella sua globalità. Se ti interessa sapere le mie soluzioni possiano parlarne tramite MP, data la pioggia di pomodori a cui sono soggetto quando parlo di queste cose. Da un po' di tempo ho quindi deciso di lasciar perdere di fare il maestrino...

M



non credo sia necessario usare un MP :wink:

ma quali pomodori .....scrivi pure e proprio da quelli come te che si impara qualcosa... :wink:

la storia delle ripetute è saltata fuori x caso ..nella nostra piccola palestrina viene ad allenarsi una vecchia volpe e mentre noi pivelli discutevamo su allenamenti vari 8O ...lui si avvicina e mi dice ..ai nostri tempi non c'era la resina non si conoscevano travi travetti e nemmeno allenamenti troppo specifici si facevano trazioni alla sbarra su tacche di legno sullo stipite della porta traversi su muri di contenimento e tante tante ripetute....e di li ci siamo detti proviamo .... :wink:
Un abbraccio a tutti voi...non scordate mai le piccole cose, le piu preziose...
...camminate per la vostra strada, un piede avanti all'altro senza scordare di sorridere.

(SCOTT)
Avatar utente
lingerie
 
Messaggi: 4799
Images: 202
Iscritto il: lun nov 22, 2004 12:59 pm
Località: VALLE DEL MANUBRIO

Messaggioda tade » mer dic 06, 2006 16:57 pm

un buon esercizio di ripetute è scegliere una via (o una porzione di via) abbastanza omogenea e di una ventina di movimenti. dopo un accurato riscaldamento ripeterla, ad intervalli di 8 minuti circa, 9 o 10 volte.
la scelta della via deve essere tale da arrivare alle ultime 2 o 3 ripetute molto molto al limite o addirittura a non finire i 20 mov.
per me è servito abbastanza quando dopo un periodo di allenamento di forza avevo bisogno di incrementare la resistenza alla forza.

ciao, tade.
Avatar utente
tade
 
Messaggi: 159
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:52 am
Località: cuneo

Messaggioda alter-ego » mer dic 06, 2006 17:32 pm

Vabbè, provo a pararmi il culo:wink: :wink: e a rispondere pubblicamente. anche io credevo che questa storia dell'allenamento con le ripetute fosse una cosa fai da te da praticoni dell'allenamento...e invece parlando con Mussatto, che proprio un cazzone non è, ha detto che lui adotta questo metodo spesso e lo ritiene molto buono. Mi ha consigliato di prendere una via quasi al mio limite e ripeterla per tre volte di fila da secondo. Ovviamente la prima volta, dice, forse la fai. la seconda devi cadere sicuramente, la terza arrivi neanche a metà. Questo per scegliere la difficoltà.
In merito alla tipologia di via, occorre vedere bene dove vuoi arrivare e perchè scegli questo tipo di allenamento. Io l'ho utilizzato spesso non solo per allenarmi alla cont, ma anche per fare fondo, il cosidetto "volume". la scelta della via è molto importante ed io personalmente, sapendo dove volevo arrivare, ho scelto un tiro di 45 m strapiombante (corda da 80 in moulinette). Un compagno disponibile come me, tre ore la sera, tre ripetute a testa dopo esserci scaldati per un mese e mezzo, due volte alla settimana, rigorosamente IN SETTIMANA. Continuità o resistenza? Quasi tutte le vie allenano la continuità se teoricamente su uno degli appigli della stessa riesci a cambiare mano e a riposarne una.

la maggior parte dei sacri testi si basa sul presupposto che non serva allenare la continuità perchè fondamentalmente il maggior problema è avere la forza di superare i chiave. la cont verrà dopo. va bene, posso essere anche d'accordo, ma come viene dopo? Provando e riprovando una via? Quella non è cont, ma assimilazione del passaggi e basta! E' una cosa molto differente! E uno che vuole fare tiri a vista? Infatti non a caso quasi tutti i cantieristi a vista sono un po' scarsini, fatta eccezione per i veterani che hanno il contachilometri che fa da referenza
Per cui, caro linge, dipende da cosa vuoi fare e a che cosa ti serve la continuità. Perchè ti sei accorto che ti manca, dove vorresti fare questo allenamento, per quanto e soprattutto con chi. Questi sono interrogativi importanti da cui, se riesci a dare una risposta, dipenderà il buon esito del tuo allenamento
Avatar utente
alter-ego
 
Messaggi: 1142
Images: 48
Iscritto il: sab ott 21, 2006 7:25 am

Messaggioda lingerie » mer dic 06, 2006 17:57 pm

alter-ego ha scritto:Vabbè, provo a pararmi il culo:wink: :wink: e a rispondere pubblicamente. anche io credevo che questa storia dell'allenamento con le ripetute fosse una cosa fai da te da praticoni dell'allenamento...e invece parlando con Mussatto, che proprio un cazzone non è, ha detto che lui adotta questo metodo spesso e lo ritiene molto buono. Mi ha consigliato di prendere una via quasi al mio limite e ripeterla per tre volte di fila da secondo. Ovviamente la prima volta, dice, forse la fai. la seconda devi cadere sicuramente, la terza arrivi neanche a metà. Questo per scegliere la difficoltà.
In merito alla tipologia di via, occorre vedere bene dove vuoi arrivare e perchè scegli questo tipo di allenamento. Io l'ho utilizzato spesso non solo per allenarmi alla cont, ma anche per fare fondo, il cosidetto "volume". la scelta della via è molto importante ed io personalmente, sapendo dove volevo arrivare, ho scelto un tiro di 45 m strapiombante (corda da 80 in moulinette). Un compagno disponibile come me, tre ore la sera, tre ripetute a testa dopo esserci scaldati per un mese e mezzo, due volte alla settimana, rigorosamente IN SETTIMANA. Continuità o resistenza? Quasi tutte le vie allenano la continuità se teoricamente su uno degli appigli della stessa riesci a cambiare mano e a riposarne una.

la maggior parte dei sacri testi si basa sul presupposto che non serva allenare la continuità perchè fondamentalmente il maggior problema è avere la forza di superare i chiave. la cont verrà dopo. va bene, posso essere anche d'accordo, ma come viene dopo? Provando e riprovando una via? Quella non è cont, ma assimilazione del passaggi e basta! E' una cosa molto differente! E uno che vuole fare tiri a vista? Infatti non a caso quasi tutti i cantieristi a vista sono un po' scarsini, fatta eccezione per i veterani che hanno il contachilometri che fa da referenza
Per cui, caro linge, dipende da cosa vuoi fare e a che cosa ti serve la continuità. Perchè ti sei accorto che ti manca, dove vorresti fare questo allenamento, per quanto e soprattutto con chi. Questi sono interrogativi importanti da cui, se riesci a dare una risposta, dipenderà il buon esito del tuo allenamento



grazie mille...
anche a me la vecchia volpe ha fatto lo stesso discorso che ti ha fatto Mussatto ... :wink:


mi manca la resistenza ..la mia è come il motore a 2 tempi c'è sempre il rischio di sbiellare.....

vorrei essere come un motore Honda 4 cil in linea degli anni 70 non vanno mai alla fine ...non so se ricordi la vecchia honda four ss


alla forza ci lavoro in palestra con un po' di boulder.....


obiettivi ........muri verticali di 30 m a tacche o buchi in stile Verdon che non ti lasciano respirare .... :wink:

la falesia che ho scelto x allenarmi è BOSCO
via scelta Elefran 6b+ ..non so se te la ricordi.... :wink:
Un abbraccio a tutti voi...non scordate mai le piccole cose, le piu preziose...
...camminate per la vostra strada, un piede avanti all'altro senza scordare di sorridere.

(SCOTT)
Avatar utente
lingerie
 
Messaggi: 4799
Images: 202
Iscritto il: lun nov 22, 2004 12:59 pm
Località: VALLE DEL MANUBRIO

Messaggioda alter-ego » mer dic 06, 2006 18:08 pm

di donne e motori non capisco un ca... :lol: :cry: :cry: purtroppo, quindi usa altre metafore :lol: :lol:

Elefran quale è, a destra o a sinistra della pancia? etc. Mi sembra di ricordarla, ma è un po' corta. Andrei anche a Donnaz, non so dove abiti. Non c'è un 6c+, mi sembra Istambul o un nome del genere? Striature nere in Val di Susa è perfetta, ma forse è lontano da casa tua
Avatar utente
alter-ego
 
Messaggi: 1142
Images: 48
Iscritto il: sab ott 21, 2006 7:25 am

Messaggioda lingerie » mer dic 06, 2006 19:07 pm

alter-ego ha scritto:di donne e motori non capisco un ca... :lol: :cry: :cry: purtroppo, quindi usa altre metafore :lol: :lol:

Elefran quale è, a destra o a sinistra della pancia? etc. Mi sembra di ricordarla, ma è un po' corta. Andrei anche a Donnaz, non so dove abiti. Non c'è un 6c+, mi sembra Istambul o un nome del genere? Striature nere in Val di Susa è perfetta, ma forse è lontano da casa tua



mi sa che non me la conti giusta tu.... 8O :lol: :lol:

in ordine B B . BAMBA ELEFRAN ..... è lunga 22 m ma è balorda primi metri delicati poi inizia a buttarti fuori su tacche e svasetti mai troppo netti finisce dopo un ristabilimento su di un verticale a tacche...ti garantisco che picchia ... :wink: 8O
Abito tra la Valle Orco Soana e la vALLE D'aOSTA ..SI chiama valchiusella dovresti venire a farti un giro merita veramente cosi incontreresti pure Caio .. :wink:

ma si Istanbul mi sa che non riesco nemanco ha mettere su la corda... :cry: :wink: :lol: [/b]
Un abbraccio a tutti voi...non scordate mai le piccole cose, le piu preziose...
...camminate per la vostra strada, un piede avanti all'altro senza scordare di sorridere.

(SCOTT)
Avatar utente
lingerie
 
Messaggi: 4799
Images: 202
Iscritto il: lun nov 22, 2004 12:59 pm
Località: VALLE DEL MANUBRIO

Prossimo

Torna a Allenamento - Alimentazione - Medicina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.