Trattamento corde singole

Consigli, tecniche, materiali e varie utilità.

Trattamento corde singole

Messaggioda grizzly » mar giu 22, 2021 13:12 pm

Dry Cover
Thermo Fluid
Classic
3D Lap Coiling
Thermo Shield
Climb Ready
Ever Flex
Ultra Sonic Finish
Dry Core
Nature
Nessuno
...

Sono quelli che ho trovato per la prima dozzina di modelli di corde che ho guardato... :roll:
Qualcuno ha idea di cosa siano, differenze, caratteristiche... ecc...?
Io forse solo per il "nessuno" potrei azzardare che significa non ne hanno fatti... forse...
Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15622
Images: 128
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda grizzly » mar giu 22, 2021 14:03 pm

Mi comincio a rispondere... :lol:
Per i modelli Ederlid ho trovato sul loro sito.
Il 3D Lap Coiling vuol dire che la "impaccano" pronta per l'uso.
Il Thermo Shield: «processo termico attraverso il quale i fili che compongono l‘anima e la calza della corda vengono armonizzati perfettamente fra loro. Grazie ad uno speciale trattamento termico, le fibre si allentano all‘interno della corda e si dilatano. In questo modo vengono uniformate le caratteristiche di scorrimento all‘interno della corda, che diventa così più maneggevole e compatta. Il risultato sono corde che non si restringono né si irrigidiscono rapidamente».
Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15622
Images: 128
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda wolf jak » mar giu 22, 2021 16:48 pm

Bel tentativo di rianimazione del forum :mrgreen:

diciamo che la tua domanda è mooooooooolto ampia, anche perché ogni casa magari decide di dare il proprio nome a un procedimento che fanno (più o meno uguale) anche le altre.

A cominciare dai trattamenti idrorepellenti, che ogni casa chiama come gli pare, ma che si dividono grossomodo in 3 categorie:
- nessun trattamento;
- trattamento solo sulla calza (e quindi destinato a scomparire con l'utilizzo per sfregamento su altre superfici)
-trattamento calza + anima. Ben più duraturo e con percentuali di assorbimento più basse. I trattamenti migliori, da normativa UIAA, assorbono meno del 2% di acqua (a determinate condizioni, ovvio...)

Per quanto riguarda i trattamenti termici, le varie case scaldano (e non solo) le corde in modo che:
- non ci siano scorrimenti tra anima e calza (la beal con il trattamento unicore ha estremizzato questa cosa mi pare con una colla)
- la corda mantenga la sua maneggevolezza col tempo
sonic finisch, termo shield, roba così...

Per quanto riguarda la bobina, sempre più case stanno mettendo sul mercato corde "già sbobinate", in modo che non debba svolgerle tu da solo a casa (con i conseguenti disagi=riccioli dovuti a una procedura errata).
Quindi anche qui si distingue tra:
- nessun trattamento
- corda pronta all'uso (3dcoil, climb ready, roba così...)

Comunque a mia memoria nella scheda descrittiva delle corde c'è anche la parte che riguarda il trattamento


segnalo come bella novità anche le corde costruite con:
- scarti di produzione o addirittura proprio una percentuale di corde riciclate
- una parte di fibra aramidica per aumentare la resistenza a spigolo (edelrid protect)
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2967
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda grizzly » mar giu 22, 2021 17:30 pm

Grazie Wolf!!!
Si, cercando in giro con pazienza si trova abbastanza. Poi però sapere esattamente cosa voglia dire ciò che si trova descritto... bohhh... :roll: Dalle informazioni dei produttori tutto funziona sempre nel modo migliore ed egregiamente!

Sto cercando un po' di info perché mi sono stufato delle corde sottili. È qualche anno che uso 9.6, 9.4 e continuo a cambiare corde troppo in fretta...
L'ultima ho cominciata ad usarla a gennaio... l'altro giorno notavo un consumo ben accellerato!
Torno a diametri > di 10.
Mettendo in tabella un po' di corde, alla fine della fiera non è che si capisca bene quale scegliere.
Vabbè...
Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15622
Images: 128
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda wolf jak » mar giu 22, 2021 17:40 pm

ammazza orso ma quanto scali?? :D :smt007 =D>

posso farti domande impertinenti? :mrgreen:

perché se in sei mesi (gennaio-giugno) hai già notato un consumo accelerato, mi domando se non ci siano altri fattori...

- frequenza di utilizzo?

-indoor/outdoor/entrambi?

-tanta moulinette/lavorato?

manco te lo chiedo se usi sempre lo straccio e il telo per tenerla pulita...

ricordo che si era aperta anche una bella discussione sui rinvii: alla fine quali hai comprato? :mrgreen: fettuccia corta o lunga?


AGGIUNGO: un noto rivenditore americano (REI) pare abbia diffuso queste linee guide sulla durata di una corda:

After a fall with extreme loads or other damage: immediately
Frequent use (weekly): 1 year or sooner
Regular use (few times per month): 1–3 years
Occasional use (once per month): 4–5 years
Rare use (1–2 times per year): 7 years
Never used: 10 years

fonte: https://www.climbing.com/gear/when-to-r ... with-them/

quindi per uso settimanale ci sta che duri un anno o meno.

Per esperienza personale, ti dico già che la corda che usavo al king rock due sere a settimana (2-3 ore a sessione) a me "faceva schifo" già dopo circa 6 mesi, ma lo tenevo in conto :wink:

infatti per indoor compravo corde "economiche" da 80m, no trattamenti e diametro 9.5 (buon compromesso tra spessore/usura/comodità di utilizzo con freni assistiti) le tagliavo a metà e così mi duravano un annetto.
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2967
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda grizzly » mar giu 22, 2021 18:00 pm

È un periodo che non scalo poi molto!!!

- frequenza di utilizzo?
1-2 uscite a settimana. Pochi tiri...

- indoor/outdoor/entrambi?
Solo falesia.

- tanta moulinette/lavorato?
Normalmente solo a vista e al massimo due giri. Moulinette pochissima, ma credo che quel pochissimo sia veramente deleterio per il consumo!!

- manco te lo chiedo se usi sempre lo straccio e il telo per tenerla pulita...
Si uso straccio, telo, guanti puliti.... Non c'è verso dopo pochi mesi è tutta nera e unta da far orrore!! Non mi capacito...

- ricordo che si era aperta anche una bella discussione sui rinvii: alla fine quali hai comprato? :mrgreen: fettuccia corta o lunga?
Gli Orbit della Camp. Fettuccia sia da 11 che 18 cm. Non sono riuscito a mettere a budget altro...

Frequent use (weekly): 1 year or sooner
Regular use (few times per month): 1–3 years
Potrei collocarmi tra i due. Ne vorrei una che mantenesse le caratteristiche per almeno un paio di anni. Non scalare due mesi con corda bella e poi altri 20 mesi con un carciofo unto...
Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15622
Images: 128
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda wolf jak » mar giu 22, 2021 18:13 pm

con 1-2 uscite a settimana è difficile che ti duri bella per 2 anni...

ovvio, moulinette e grigri sono accoppiata micidiale. Se però in cima metti un moschettone enorme con una bella sezione tonda (no i-beam o simili) qualcosina-ina-ina migliori...

più o meno lo stesso discorso per i rinvii... un vecchio moschettone fatto da un cilindro da 11mm piegato a freddo pesa di più, ha forme meno moderne, però sulla corda è più gentile; un rinvio lungo riduce l'attrito (considera che io ad esempio in falesia uso comunque solo fettucce da 18 o 25, tranne per un trovatello in Sardegna da 13cm che mi accompagna ormai come "portafortuna")

per esperienza personale (quindi non molto scientifica):
- le beal le ho trovate ottime nei primi periodi di utilizzo, ma poi bleah. Parlo sia della Joker (top di gamma?) sia di quelle basso prezzo (zenith 9.5... abbastanza un cesso di corda ma ottima per indoor...)
- le mammuth meno "sconvolgenti" all'inizio, ma non hanno perso nulla fino a quando non le ho lavate... (pur con tutte le accortezze del caso)
- le edelrid gran corde, le mie prime mezze che anche se di basso costo le ho ritirate per un criterio "temporale", non certo tattile
- petzl mi sto trovando davvero bene (ma le fa la casa di cui sopra), solo che per i diametri da me scelti (paso 7.7; volta 9.2) non credo abbiano la durabilità da te cercata...
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2967
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda grizzly » mar giu 22, 2021 18:23 pm

Sono passato al Pilot di BD.
Moschettone largo in sosta, si forse in quei rari casi di moulinette non ci faccio caso. lo farò!
Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15622
Images: 128
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda grizzly » mer giu 23, 2021 10:40 am

Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15622
Images: 128
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda funkazzista » mer giu 23, 2021 10:46 am

grizzly ha scritto:Sono passato al Pilot di BD.

OT (apriamo topic apposta?!?):
Impressioni d'uso?
Che mi dici della parte in "plastica"? Resiste se ti cade o ci passeggi sopra?
funkazzista
 
Messaggi: 8478
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda grizzly » mer giu 23, 2021 11:06 am

funkazzista ha scritto:
grizzly ha scritto:Sono passato al Pilot di BD.

OT (apriamo topic apposta?!?):
Impressioni d'uso?
Che mi dici della parte in "plastica"? Resiste se ti cade o ci passeggi sopra?


Non so se merita un topic... è di nicchia limitata... :lol:
Io mi trovo benissimo. Presa un'attimo la mano, si dà corda che è un piacere, anche con corde un po' "cicciottelle". Mi sembra lo diano per diametri fino a 10.5.
Blocca. Ma con corde < 9.5 scorre sempre un po'. Se provi un superlavorato, con infiniti resting, forse è meglio qualcosa che blocchi blocchi.
Calata ben gestibile. La parte plastica mi sembra indistruttibile. Certo non ho provato a lanciarlo... 8O :lol:
Insomma da quando lo uso ho lasciato gli altri attrezzi.
Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15622
Images: 128
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda funkazzista » mer giu 23, 2021 11:19 am

grizzly ha scritto:
funkazzista ha scritto:
grizzly ha scritto:Sono passato al Pilot di BD.

OT (apriamo topic apposta?!?):
Impressioni d'uso?
Che mi dici della parte in "plastica"? Resiste se ti cade o ci passeggi sopra?


Non so se merita un topic... è di nicchia limitata... :lol:
Io mi trovo benissimo. Presa un'attimo la mano, si dà corda che è un piacere, anche con corde un po' "cicciottelle". Mi sembra lo diano per diametri fino a 10.5.
Blocca. Ma con corde < 9.5 scorre sempre un po'. Se provi un superlavorato, con infiniti resting, forse è meglio qualcosa che blocchi blocchi.
Calata ben gestibile. La parte plastica mi sembra indistruttibile. Certo non ho provato a lanciarlo... 8O :lol:
Insomma da quando lo uso ho lasciato gli altri attrezzi.

Grazie.
Che moschettone usi?
Un bananale HMS a sezione tonda/ovale o altro?
funkazzista
 
Messaggi: 8478
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda grizzly » mer giu 23, 2021 11:29 am

Prego, figurati. Si ho dimenticato di dire il moschettone. Uso il CT D-Shape, in acciaio zincato.
La sezione in effetti non è tonda, e adesso mi viene anche la paturnia che incida negativamente sulla durata delle corde... Penso cambierò con il CT Snappy Steel SG, molto più tondo in sezione.
Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15622
Images: 128
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda Kinobi » mer giu 23, 2021 16:54 pm

Grizzly, presumo tu ricordi il mio topic sulle corde unte di qui o di là (intendo FV). Il mio Forum è morto. Era riapparso, ma da un poco non si riapre.

Quello che chiedi te è molto complesso, per una lunga lista di motivi.
- si tratta di "claims". Ovvero "io ce l'ho più lungo e duro del tuo", ma raramente per non dire mai, compare un test indipendente di durata su "trattamenti". Per cui il test lo devi fare te.
- cambia molto la base, e come è fissata. Chiaramente basi con C12 sono sostanzialmente permanenti, ma credo siano vietate. Più si abbassa il numero di molecole di carbonio, meno durevoli sono. Qui trovi una borchure sul C8, ormai in disuso perchè non biodegradabile.
http://labritex.com/wp-content/uploads/ ... rurati.pdf
Poi pagina 3
viewtopic.php?f=16&t=43350&start=40
Per cui, non sarei stupito se le corde sono peggiorate in questi anni.
- Le corde sono soggette ad abrasione, ed in alcuni casi per migliorare la resistenza all'abrasione ci mettono o mettevano olio motore. Lo puoi chiamare come vuoi. Per il profumo, io suggerirei "olio da cambio 80W90". Magari, non ne mettono che basta. Oppure, sotto le tue sigle si cammuffa un nuovo olio.
- ogni ditta usa il suo marchio per i vari trattamenti, anche se non sarei stupito possa essere molto simile tra produttori.
- il colore della corda incide. Per cui, se ti piace una 9,4, prova a cambiare colore piuttosto che cambiare corda.
- se non lo hai, investi sullo spazzolino per le corde. Fa il suo effetto.
- io sarei un poco scettico sui "claims" sul trattamento termico. Su come gestiscono le temperature a Luglio come a Dicembre quando producono ad esempio.

Posso dirti che il mio suggerimento in primis per far durare le corde è:
- averne due. Meglio più corte, ma due.
- rinvii lunghi.
- baciare i piedi ai chiodatori bravi e dirgli che due metri in meno, rendono la via uguale ma la corda non gratta (ti ricorderai, forse, la querelle mia con Oviglia su FV (morto pure FV?).


Io recentemente ho preso una Edelweiss Unicore 9,2, e la corda mi pare buona. Tieni conto scalo molto meno di una volta, e ho terminato i miei test sulle corde da tempo, per cui non sono più aggiornato. Avevo troppe corde in casa e non c'era più il tempo e l'interesse di provarle.


Ciao,
E

OT MI hanno parlato del Kevlar sulle Edelrid ed un poco mi si è gelato il sangue alo solo pensiero del Kevlar o Dyneema sulle vecchie Marlow.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5717
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda Kinobi » mer giu 23, 2021 17:06 pm

wolf jak ha scritto:segnalo come bella novità anche le corde costruite con:
- scarti di produzione o addirittura proprio una percentuale di corde riciclate


OT
In questo momento c'è enorme penuria di chips di polyester riciclato per fare tessuti. In quanto, i "filati" riciclati si dividono in due categorie
- post consumer. Ovvero raccatta le bottiglie e la plastica usata, e fai chips. Ora vi sono varie ditte che hanno iniziato ad usare reti raccattate sul mare per fare filati, etc, etc. però i costi vanno decisamente alle stelle. Per tua info, una maglietta è passata da 35 euro a 50 euro e vediamo come reagirà il mercato. La Cina ha vietato l'importo di plastica da riciclare (che li bruciavano, o in mare, o in discarica) dall'estero.
https://www.youtube.com/watch?v=Hr6RqGg6ExE
https://popsicase.com/the-best-products ... hing-nets/


- riciclo degli scarti di produzione che per essere fatti, serve che ci siano scarti della fibra vergine, per cui che si vendano filati fatti non in fibre riciclate. E' una gabola perciò...

Paradossalmente abbiamo gli oceani pieni di plastica, ma le fabbriche senza materia prima.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5717
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda monaco » gio giu 24, 2021 9:19 am

Kinobi ha scritto:
Paradossalmente abbiamo gli oceani pieni di plastica, ma le fabbriche senza materia prima.


spesso mi chiedo che ragalo abbia fatto ai miei figli mettendoli al mondo.
ho appena terminato ''Il mondo dei vinti'', di Nuto Revelli, che consiglio caldamente
permette di relativizzare la brutta china che sta prendendo il mondo ricordandoci come fosse un secolo fa
ma il dubbio sulla ''saggezza'' dell'essermi riprodotto rimane...

IT
- io sto usando Roca (9.4 ??), abbastanza regolarmente :D (covid permettendo)...e si comporta bene
- da anni le corde non le lavo piu'. le ultime volte che lo ho fatto sono peggiorate drasticamente (perdono l'olio e diventano ''inscorribili').
EP-team
monaco
 
Messaggi: 740
Images: 41
Iscritto il: mar gen 10, 2006 12:24 pm
Località: marseille

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda funkazzista » gio giu 24, 2021 10:07 am

Anch'io (pur avendo il fantastico apposito scazzolino) le corde non le lavo più.
Per il resto cerco di adottare tutti gli accorgimenti (teli e stracci, rinvii lunghi, moschettoni a sezione tonda e diametro non minimalista, ecc.).

E poi anch'io trovo che "due corde durano come tre“ [cit.]
funkazzista
 
Messaggi: 8478
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda Eionedvx » gio giu 24, 2021 10:27 am

Io ho solo rinvii lunghi, due corde (una per lavorare+moulinette e una per tiri duri da chiudere), sempre telo e mai chiusa a bambola quella nova
A 9 mesi dall'acquisto della nuova "da performance" (rido... :mrgreen: ) non ha mai fatto un asola, non è minimamente diventata pelosa ed è ancora morbidissima.
Nessun trattamento.
Talk less, climb more.
Avatar utente
Eionedvx
 
Messaggi: 3765
Images: 0
Iscritto il: gio nov 27, 2014 15:01 pm
Località: Monselice

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda Kinobi » gio giu 24, 2021 13:08 pm

monaco ha scritto:
Kinobi ha scritto:
Paradossalmente abbiamo gli oceani pieni di plastica, ma le fabbriche senza materia prima.


spesso mi chiedo che ragalo abbia fatto ai miei figli mettendoli al mondo.


OT
Mia moglie non lo ha ancora ben capito, ma io lascio i miei figli a godersi la vita come non ci fosse un domani. Non credo sia educativo, ma dopo aver letto il libro "La notte delle Nifee, come si malgoverna un'epidemia" ha capito meglio la crescita esponenziale, non del Covid, ma di tutto ciò sta accadendo. Credo ai nostri ragazzi stia arrivando addosso una discreta locomotiva. Per cui, che si godano la vita, come non ci fosse un domani.
Da genitore non è un gran insegnamento, ma tutti i segnali ci sono che la velocità con cui tutto sta andando a puttane, e ciò mi fa propendere a dirgli che a morire si fa sempre ora, ma a vivere lo si fa quando si può.
Chiuso OT
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 5717
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Trattamento corde singole

Messaggioda grizzly » gio giu 24, 2021 14:37 pm

Kinobi ha scritto:Grizzly, presumo tu ricordi il mio topic sulle corde unte di qui o di là (intendo FV). Il mio Forum è morto. Era riapparso, ma da un poco non si riapre.

Quello che chiedi te è molto complesso, per una lunga lista di motivi.
- si tratta di "claims". Ovvero "io ce l'ho più lungo e duro del tuo", ma raramente per non dire mai, compare un test indipendente di durata su "trattamenti". Per cui il test lo devi fare te.
- cambia molto la base, e come è fissata. Chiaramente basi con C12 sono sostanzialmente permanenti, ma credo siano vietate. Più si abbassa il numero di molecole di carbonio, meno durevoli sono. Qui trovi una borchure sul C8, ormai in disuso perchè non biodegradabile.
http://labritex.com/wp-content/uploads/ ... rurati.pdf
Poi pagina 3
viewtopic.php?f=16&t=43350&start=40
Per cui, non sarei stupito se le corde sono peggiorate in questi anni.
- Le corde sono soggette ad abrasione, ed in alcuni casi per migliorare la resistenza all'abrasione ci mettono o mettevano olio motore. Lo puoi chiamare come vuoi. Per il profumo, io suggerirei "olio da cambio 80W90". Magari, non ne mettono che basta. Oppure, sotto le tue sigle si cammuffa un nuovo olio.
- ogni ditta usa il suo marchio per i vari trattamenti, anche se non sarei stupito possa essere molto simile tra produttori.
- il colore della corda incide. Per cui, se ti piace una 9,4, prova a cambiare colore piuttosto che cambiare corda.
- se non lo hai, investi sullo spazzolino per le corde. Fa il suo effetto.
- io sarei un poco scettico sui "claims" sul trattamento termico. Su come gestiscono le temperature a Luglio come a Dicembre quando producono ad esempio.

Posso dirti che il mio suggerimento in primis per far durare le corde è:
- averne due. Meglio più corte, ma due.
- rinvii lunghi.
- baciare i piedi ai chiodatori bravi e dirgli che due metri in meno, rendono la via uguale ma la corda non gratta (ti ricorderai, forse, la querelle mia con Oviglia su FV (morto pure FV?).


Io recentemente ho preso una Edelweiss Unicore 9,2, e la corda mi pare buona. Tieni conto scalo molto meno di una volta, e ho terminato i miei test sulle corde da tempo, per cui non sono più aggiornato. Avevo troppe corde in casa e non c'era più il tempo e l'interesse di provarle.


Ciao,
E

OT MI hanno parlato del Kevlar sulle Edelrid ed un poco mi si è gelato il sangue alo solo pensiero del Kevlar o Dyneema sulle vecchie Marlow.



Grazie!! :D
Avatar utente
grizzly
 
Messaggi: 15622
Images: 128
Iscritto il: ven gen 16, 2004 19:57 pm
Località: Nord-Ovest

Prossimo

Torna a Tecniche e materiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.

cron