Nodo corda singola alla sosta

Consigli, tecniche, materiali e varie utilità.

Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda Alfonso Gallo » dom nov 04, 2018 11:53 am

Qual'è il nodo migliore per assicurare una corda singola all'anello di sosta (ovviamente raggiungibile tramite sentiero) per poi risalire in autosicura? Io l'ultima volta ho usato il classico nodo all'inglese. Giusto o sbagliato?
Alfonso Gallo
 
Messaggi: 16
Iscritto il: dom mar 18, 2018 14:48 pm

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda AndreaM » dom nov 04, 2018 12:21 pm

Di solito se la corda é lunga almeno il doppio della lunghezza del tiro (ad esempio se hai la corda da 60m e sali un tiro da 30m) non si fa nessun nodo, ma la si fa passare nella sosta in modo che alla base giungano entrambi i capi; a quel punto si risale la corda (cioé si fa passare un dispositivo autobloccante in entrambi i rami dela corda a terra).
Se la corda non é abbastanza lunga (ad esempio corda da 60m e tiro da 40m) si attacca in sosta un moschettone a ghiera (meglio se ampio e con più passaggi per aprirlo) e vi si lega la corda con un otto; a quel punto si risale l' unico capo della corda con un dipositivo autobloccante.
Ti consiglio di fare particolare attenzione alla calza della corda perché se si dovesse tagliare o staccare cadresti giù.
Ricordo infine che progredire in autosicura é una manovra pericolosa e non riconosciuta da nessuna normativa, e chiunque ne faccia uso se ne assume le piene responsabilità
AndreaM
 
Messaggi: 10
Iscritto il: mer giu 20, 2018 14:46 pm
Località: Pianura

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda Alfonso Gallo » dom nov 04, 2018 12:33 pm

Intanto grazie per le delucidazioni. E' chiaro che sono perfettamente conscio dei rischi che comporta tale pratica, che nel mio caso si moltiplicano visto che per quanto riguarda l'arrampicata sono proprio alle prime armi. Come si vede nel video però, si tratta solo di una breve via didattica (un tiro di soli 10mt) usando per l'autoassicurazione il croll. La corda la controllo tutte le volte

https://youtu.be/diGaTFB8o20
Alfonso Gallo
 
Messaggi: 16
Iscritto il: dom mar 18, 2018 14:48 pm

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda piazarol » dom nov 04, 2018 13:01 pm

Alfonso Gallo ha scritto:Intanto grazie per le delucidazioni. E' chiaro che sono perfettamente conscio dei rischi che comporta tale pratica, che nel mio caso si moltiplicano visto che per quanto riguarda l'arrampicata sono proprio alle prime armi. Come si vede nel video però, si tratta solo di una breve via didattica (un tiro di soli 10mt) usando per l'autoassicurazione il croll. La corda la controllo tutte le volte

per me...
sei alle prime armi: ...l'autosicura è un passaggio per arrampicarori evoluti...
... piuttosto vai a far 'passaggi' 'traversi' o 'boulder' (non so come si dice dalle tue parti)
se comunque sei convinto di quello che fai io ti consiglio:

:arrow: aggiungi comunque un dissipatore sulla sosta
:arrow: ...quando leghi alla sosta la corda metti uno straccio tra il nodo/dissipatore e la roccia... l'abrasione tende a danneggiarla in breve tempo

ma soprattutto:
l'uomo e è un animale sociale, e l'arrampicata lo è altrettanto...
:arrow: punta a trovare comagni di cordata, più che consiglieri per autosicure :roll:

:wink:
Avatar utente
piazarol
 
Messaggi: 293
Images: 60
Iscritto il: mer ott 30, 2013 18:22 pm
Località: belluno

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda crodaiolo » dom nov 04, 2018 13:30 pm

piazarol ha scritto:...
:arrow: punta a trovare comagni di cordata, più che consiglieri per autosicure :roll:

:wink:

forse qui a como è più facile trovarne.
inciampa piuttosto che tacere
e domanda piuttosto che aspettare
...
alla fine, è solamente un gioco
a cui a volte tendiamo a dare troppa importanza.
crodaiolo
 
Messaggi: 4305
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda Alfonso Gallo » dom nov 04, 2018 13:37 pm

Mi piacerebbe ma...non è che Como sia proprio dietro l'angolo. Io abito quasi nel cuore della pianura padana. Carpi per la precisione
Alfonso Gallo
 
Messaggi: 16
Iscritto il: dom mar 18, 2018 14:48 pm

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda davidezambon1112 » dom nov 04, 2018 16:17 pm

piazarol ha scritto:l'uomo e è un animale sociale, e l'arrampicata lo è altrettanto...

Che studiato... addirittura aristotele mi citi =D> :lol:
Ultima modifica di davidezambon1112 il lun nov 05, 2018 17:57 pm, modificato 1 volta in totale.
Ndemo vanti, che el sol magna e ore
Avatar utente
davidezambon1112
 
Messaggi: 175
Images: 0
Iscritto il: sab gen 06, 2018 11:46 am
Località: mestre (VE)

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda crodaiolo » lun nov 05, 2018 17:48 pm

Alfonso Gallo ha scritto:Mi piacerebbe ma...non è che Como sia proprio dietro l'angolo. Io abito quasi nel cuore della pianura padana. Carpi per la precisione


sei fuori strada.
era una sciocca controbattuta rivolta a piazarol...
e a chi non si rilegge.
ma non importa
inciampa piuttosto che tacere
e domanda piuttosto che aspettare
...
alla fine, è solamente un gioco
a cui a volte tendiamo a dare troppa importanza.
crodaiolo
 
Messaggi: 4305
Images: 894
Iscritto il: lun apr 14, 2008 23:41 pm
Località: bassa comasca

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda scairanner » lun nov 05, 2018 18:53 pm

crodaiolo ha scritto:
Alfonso Gallo ha scritto:Mi piacerebbe ma...non è che Como sia proprio dietro l'angolo. Io abito quasi nel cuore della pianura padana. Carpi per la precisione


sei fuori strada.
era una sciocca controbattuta rivolta a piazarol...
e a chi non si rilegge.
ma non importa


Niente croda, dovrai tenere un corso sul tema "comprensione delle battute a chiamata"
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3977
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda wolf jak » lun nov 05, 2018 19:48 pm

scairanner ha scritto:
Niente croda, dovrai tenere un corso sul tema "comprensione delle battute a chiamata"


Ho già in mente data e location :mrgreen:
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2096
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda piazarol » lun nov 05, 2018 19:57 pm

davidezambon1112 ha scritto:
piazarol ha scritto:l'uomo e è un animale sociale, e l'arrampicata lo è altrettanto...

Che studiato... addirittura aristotele mi citi =D> :lol:

allora rilancio

parlo di cose che 'più non mi tangono'
:lol:
nel senso che:
chiedere consigli/delucidazioni, per autosicure/solitarie/free solo e similari
ha un certo che di nonsense intrinseco
ripeto, non è un giudizio, è che, avendo praticato,
mi sento poco a mio agio, anche nwl dare qualche generico consiglio
Avatar utente
piazarol
 
Messaggi: 293
Images: 60
Iscritto il: mer ott 30, 2013 18:22 pm
Località: belluno

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda ska » mer nov 07, 2018 13:27 pm

se ho capito bene devi fissare la corda dall'alto e ci arrivi tramite sentiero.
di conseguenza non fai autosicura dal basso (grillo modificato-reverso-atc) ma semplicemente risalita della corda.
fai un'otto alla sosta, ti cali e risali con 2 BLOCCANTI - 1 PER OGNI CAPO DELLA CORDA ("RIDONDANZA")

buon divertimento
Avatar utente
ska
 
Messaggi: 158
Images: 1
Iscritto il: ven mar 09, 2012 16:06 pm
Località: padova

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda funkazzista » mer nov 07, 2018 16:04 pm

funkazzista
 
Messaggi: 7112
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda menestrello » mer nov 07, 2018 18:30 pm

Porca vacca. Tutti i chiodatori che conosco io, me compreso hanno sempre legato la statica ad una pianta, fatto un barcaiolo in sosta e risalita la corda con grigri e jumar... Che sia meglio cambiare tecnica?
Avatar utente
menestrello
 
Messaggi: 1743
Iscritto il: mar nov 16, 2010 11:18 am
Località: nord Italia

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda scairanner » mer nov 07, 2018 19:00 pm

menestrello ha scritto:Porca vacca. Tutti i chiodatori che conosco io, me compreso hanno sempre legato la statica ad una pianta, fatto un barcaiolo in sosta e risalita la corda con grigri e jumar... Che sia meglio cambiare tecnica?


No, è meglio cambiare sport, perché se dovessimo attingere al principio della ridondanza, dovremmo farlo sempre, ogni qualvolta ci fosse una possibilità di errore e a questo punto una via di arrampicata diventerebbe una sofferenza più che un divertimento. Personalmente, visto che anch'io mi trovo nella tua stessa condizione, preferisco "ridondare" con l'attenzione prima di partire con la calata, tanto che elenco ad alta voce tutto quello che devo fare prima di farlo. Non so se è una tattica che supererebbe gli esami della "sicurezza", ma fino ad ora ha funzionato.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3977
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda piazarol » mer nov 07, 2018 19:50 pm

scairanner ha scritto:
menestrello ha scritto:Porca vacca. Tutti i chiodatori che conosco io, me compreso hanno sempre legato la statica ad una pianta, fatto un barcaiolo in sosta e risalita la corda con grigri e jumar... Che sia meglio cambiare tecnica?


No, è meglio cambiare sport, perché se dovessimo attingere al principio della ridondanza, dovremmo farlo sempre, ogni qualvolta ci fosse una possibilità di errore e a questo punto una via di arrampicata diventerebbe una sofferenza più che un divertimento. Personalmente, visto che anch'io mi trovo nella tua stessa condizione, preferisco "ridondare" con l'attenzione prima di partire con la calata, tanto che elenco ad alta voce tutto quello che devo fare prima di farlo. Non so se è una tattica che supererebbe gli esami della "sicurezza", ma fino ad ora ha funzionato.

a dirla tutta l'ho sempre fatto anch'io,
ma 'a ragion di fisica da manuale':
se non si mette un dissipatore tra la corda e la catena,
manmano che arrampicando ci si avvicina alla catena
il fattore di caduta va aumentando:
da 0,... (alla partenza) a .... (prima della sosta)

in pratica (è un controsenso):
più ci si avvicina alla sosta, più aumenta la probabilità che qualcosa vada storto se si cade
(non se ti appendi, ma se cadi)
tipo: manca poco, non tecupero la corda, tanto ormai arrivo alla la sosta,
scivolo prendendo la catena... fatture di caduta => 8O
è un caso limite, ma a non impossibile
:roll:
Avatar utente
piazarol
 
Messaggi: 293
Images: 60
Iscritto il: mer ott 30, 2013 18:22 pm
Località: belluno

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda Alfonso Gallo » mer nov 07, 2018 20:48 pm

Anzitutto grazie per le risposte e i consigli. Nel mio caso, risalendo la corda con un bloccante ventrale (Croll..) il fattore di caduta dovrebbe praticamente annullarsi o quasi, visto che, come ho avuto modo di provare io stesso, si rimane appesi nel caso di caduta. Però mi pare di aver capito che non è sufficiente risalire affidandosi solo al bloccante, vero? Se facessi anche un prusik (o machard) mi ritroverei però a dover recuperare di tanto in tanto la corda, penalizzando la praticità e la scorrevolezza del croll.
Alfonso Gallo
 
Messaggi: 16
Iscritto il: dom mar 18, 2018 14:48 pm

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda Alfonso Gallo » mer nov 07, 2018 20:52 pm

crodaiolo ha scritto:
Alfonso Gallo ha scritto:Mi piacerebbe ma...non è che Como sia proprio dietro l'angolo. Io abito quasi nel cuore della pianura padana. Carpi per la precisione


sei fuori strada.
era una sciocca controbattuta rivolta a piazarol...
e a chi non si rilegge.
ma non importa



Chiedo scusa per la non comprensione della controbattuta a piazarol, ma frequentando pochissimo il forum, ci sono arrivato troppo in ritardo. Pazienza, farò il corso... :D :D
Alfonso Gallo
 
Messaggi: 16
Iscritto il: dom mar 18, 2018 14:48 pm

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda menestrello » mer nov 07, 2018 20:56 pm

piazarol ha scritto:
scairanner ha scritto:
menestrello ha scritto:Porca vacca. Tutti i chiodatori che conosco io, me compreso hanno sempre legato la statica ad una pianta, fatto un barcaiolo in sosta e risalita la corda con grigri e jumar... Che sia meglio cambiare tecnica?


No, è meglio cambiare sport, perché se dovessimo attingere al principio della ridondanza, dovremmo farlo sempre, ogni qualvolta ci fosse una possibilità di errore e a questo punto una via di arrampicata diventerebbe una sofferenza più che un divertimento. Personalmente, visto che anch'io mi trovo nella tua stessa condizione, preferisco "ridondare" con l'attenzione prima di partire con la calata, tanto che elenco ad alta voce tutto quello che devo fare prima di farlo. Non so se è una tattica che supererebbe gli esami della "sicurezza", ma fino ad ora ha funzionato.

a dirla tutta l'ho sempre fatto anch'io,
ma 'a ragion di fisica da manuale':
se non si mette un dissipatore tra la corda e la catena,
manmano che arrampicando ci si avvicina alla catena
il fattore di caduta va aumentando:
da 0,... (alla partenza) a .... (prima della sosta)

in pratica (è un controsenso):
più ci si avvicina alla sosta, più aumenta la probabilità che qualcosa vada storto se si cade
(non se ti appendi, ma se cadi)
tipo: manca poco, non tecupero la corda, tanto ormai arrivo alla la sosta,
scivolo prendendo la catena... fatture di caduta => 8O
è un caso limite, ma a non impossibile
:roll:

A me è successo. Stavo provando i movimenti. Avevo un po' di lasco, non ci ho pensato e sono caduto a 50 cm dalla sosta . La botta è stata molto forte. Il gri gri si è chiuso moltissimo e per sbloccarlo ho dovuto tirare con tutta la mia forza. Penso di aver rischiato qualcosa in quell'occasione... Forse la volta in cui ho rischiato la pelle più di tutte. Ho sentito di qualcuno che ha rotto il grigri così. Che sia vero? Dopo quell'episodio ho provato a cercare in rete rottura grigri ma non ho trovato molto. Più che altro non capisco una Eva in inglese
Avatar utente
menestrello
 
Messaggi: 1743
Iscritto il: mar nov 16, 2010 11:18 am
Località: nord Italia

Re: Nodo corda singola alla sosta

Messaggioda ska » mer nov 07, 2018 21:10 pm

Alfonso Gallo ha scritto:Anzitutto grazie per le risposte e i consigli. Nel mio caso, risalendo la corda con un bloccante ventrale (Croll..) il fattore di caduta dovrebbe praticamente annullarsi o quasi, visto che, come ho avuto modo di provare io stesso, si rimane appesi nel caso di caduta. Però mi pare di aver capito che non è sufficiente risalire affidandosi solo al bloccante, vero? Se facessi anche un prusik (o machard) mi ritroverei però a dover recuperare di tanto in tanto la corda, penalizzando la praticità e la scorrevolezza del croll.


Molto bene, esatto.
Lascia perdere i nodi che dovresti spostare a mano .... È già una palla arrampicare attaccati a sti cosi... Il tutto risulterebbe molto scomodo.
Guarda il link della petzl è spiegato in modo chiaro.
Non è bene usarne uno solo perché il pericolo è reale... Ti faccio un' esempio pratico (quello che usi tu non lo conosco) poniamo tu salga con il basic con una corda inferiore a 10 e poniamo tu faccia un traverso ..... C'è una forte probabilità che la corda ti esca dal basic = sei un uomo morto... Investi qualche soldo e prendi una carrucola con il bloccante oltre al coso che già Hai.

Vai tranquillo che il fattore di caduta è pari a zero .... Lega un piccolo peso alla fine della corda (bastano le scarpe) sopratutto quando parti che il discorso tenderebbe a "portarsi su le corde" e in ultima occhio alla corda che i bloccanti tendono a usurarla... Saluti
Avatar utente
ska
 
Messaggi: 158
Images: 1
Iscritto il: ven mar 09, 2012 16:06 pm
Località: padova

Prossimo

Torna a Tecniche e materiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.