Corda trivalente

Consigli, tecniche, materiali e varie utilità.

Corda trivalente

Messaggioda il Duca » mer nov 25, 2020 18:32 pm

Ciao a tutti, nella speranza che prima o poi mi facciano uscire di casa, sto pensando di prendere una corda con la tripla certificazione (intera, mezza, gemellare). Come lunghezza pensavo di stare tra i 50 e i 60 metri. Consigli?
Naturalmente se riesco a risparmiare tanto meglio e visto che c'è il fantomatico black friday speravo di approfittarne :wink:
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 4013
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Corda trivalente

Messaggioda wolf jak » mer nov 25, 2020 18:54 pm

Ciao :)
io ho usato la Beal Opera 8.5 di un amico. Colore sgargiante, peso e ingombro contenuto. Al pari di altre Beal, abbiamo notato la solita tendenza a intorcolarsi, complice magari anche l'utilizzo del mezzo barcaiolo. Mi diceva che presenta segni di usura: ce lo si può aspettare da una corda sottile, anche se non l'ha nemmeno utilizzata tantissimo....

Parer mio, le corde edelrid (o fatte da ederlid) mi paiono migliori.
Non ho ancora usato la Volta 9.0 (marchiata petzl, ma vedi la riga sopra) che ho preso in offerta mesi fa, ma mi aspetto che vada bene come le paso (7.7) che ho usato un paio di stagioni.

Sulla carta, molto interessante la Edelrid Swift Protect Pro Dry 8.9, che integra fibre aramidiche (kevlar) per aumentare la resistenza al taglio.
Qualcuno l'ha usata?

EDIT:
perdona mi stavo dimenticando, sono ormai 3 anni che uso una beal joker per falesie e vie sportive. Molto maneggevole, un bell'elastico per tenere i voli e in ragione del diametro si riesce a usare un grigri2 come un secchiello. Con l'uso si è un po' irrigidata forse, ma niente di fastidioso.
Mai usata su neve/ghiaccio però
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2822
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Corda trivalente

Messaggioda funkazzista » mer nov 25, 2020 19:25 pm

Scusa la domanda, ma che te ne fai di UNA mezza corda?!?
(premetto che io non arrampico su acqua allo stato solido, quindi alcuni possibili utilizzi mi sono sconosciuti)
funkazzista
 
Messaggi: 8305
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Corda trivalente

Messaggioda wolf jak » mer nov 25, 2020 19:46 pm

funkazzista ha scritto:Scusa la domanda, ma che te ne fai di UNA mezza corda?!?
(premetto che io non arrampico su acqua allo stato solido, quindi alcuni possibili utilizzi mi sono sconosciuti)


io le vedo come mezze corde che puoi usare come singole.

metti che una via per la maggior parte si svolge su terreno non particolamente tecnico, e allora la usi da singola e tiri lunghi/conserva protetta con tibloc o simili.
sui tratti più tecnici, la usi doppiata e ti ritrovi con due mezze corte :mrgreen:


EDIT: chi le recensisce (guide in genere) suggerisce anche il loro utilizzo con due clienti come secondi, in quanto più robuste, e come corde da portarsi in una vacanza scalatoria. Invece di una singola e due mezze una mezza e una tripla omologazione
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 2822
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Corda trivalente

Messaggioda funkazzista » mer nov 25, 2020 19:51 pm

wolf jak ha scritto:
funkazzista ha scritto:Scusa la domanda, ma che te ne fai di UNA mezza corda?!?
(premetto che io non arrampico su acqua allo stato solido, quindi alcuni possibili utilizzi mi sono sconosciuti)


io le vedo come mezze corde che puoi usare come singole.

metti che una via per la maggior parte si svolge su terreno non particolamente tecnico, e allora la usi da singola e tiri lunghi/conserva protetta con tibloc o simili.
sui tratti più tecnici, la usi doppiata e ti ritrovi con due mezze corte :mrgreen:

OK, però allora, sempre IMHO, ha senso prendere almeno 70m, così quando la usi doppiata riesci a fare tiri (e doppie) da 30m (veri) senza essere tirato.

EDIT & PS, chiedevo al Duca
funkazzista
 
Messaggi: 8305
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Corda trivalente

Messaggioda il Duca » mer nov 25, 2020 20:17 pm

Wolf Jak, grazie dei consigli! Cercando ho pure trovato la Beal Opera ad un ottimo prezzo. Se domani sono ancora convinto mi sa che la prendo!

Per Funk: la maggior parte delle volte (sulla robaccia che faccio io) mi trovo bene a progredire facendo tiri corti con due gemellari da 30m, soprattutto su misto sporco, mal proteggibile e dove si fa anche tanta conserva protetta. Il problema sorge quando, nella stessa salita, serve fare anche tiri più lunghi. Ragionandoci la soluzione dell'unica corda polivalente mi sembra la migliore (se non altro è più leggera e sottile di quella intera).

Se poi non finisce il lockdown può diventare anche ottima per impiccarmici 8)
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 4013
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Corda trivalente

Messaggioda funkazzista » gio nov 26, 2020 8:56 am

il Duca ha scritto:Per Funk: la maggior parte delle volte (sulla robaccia che faccio io) mi trovo bene a progredire facendo tiri corti con due gemellari da 30m, soprattutto su misto sporco, mal proteggibile e dove si fa anche tanta conserva protetta. Il problema sorge quando, nella stessa salita, serve fare anche tiri più lunghi. Ragionandoci la soluzione dell'unica corda polivalente mi sembra la migliore (se non altro è più leggera e sottile di quella intera.

Chiaro, grazie.
funkazzista
 
Messaggi: 8305
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Corda trivalente

Messaggioda Pié » ven nov 27, 2020 12:49 pm

wolf jak ha scritto:EDIT:

Mai usata su neve/ghiaccio però


Va molto bene anche se si sente la differenza di peso e di ingombro rispetto ad una mezza più sottile.
evviva la burtleina!
Avatar utente
Pié
 
Messaggi: 3526
Images: 33
Iscritto il: mar giu 10, 2003 16:41 pm
Località: migrato in magozia

Re: Corda trivalente

Messaggioda Gianbo » sab dic 05, 2020 11:43 am

Ciao,
beh, c'é l'intramontabile Beal Joker, oggi anche con trattamento Unicore per maggior sicurezza in caso di danneggiamento della calza. Omologata come singola, mezza e gemellare.
Qui trovi una recensione dettagliata: https://mountainreview.it/recensione/beal-joker-9-1/.
Avatar utente
Gianbo
 
Messaggi: 882
Images: 7
Iscritto il: mer ago 27, 2003 12:24 pm
Località: Milano (Brianza)

Re: Corda trivalente

Messaggioda il Duca » sab dic 05, 2020 13:52 pm

Grazie, ma ho già ordinato.
Tra l'altro speriamo che arrivi, visto che la consegna è già in ritardo.
Perché è stato un vero affare, SE arriva per davvero :roll:
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 4013
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti

Re: Corda trivalente

Messaggioda il Duca » mar gen 05, 2021 0:44 am

Arrivata oggi, con un mese tondo tondo di ritardo!
Però è intera e senza sorprese \:D/
http://www.respirodelvento.blogspot.com

RACCONTI DI GHIACCIO E ROCCIA

"nel muoversi in montagna guardate alle capre prima che alle scimmie" crodaiolo
Avatar utente
il Duca
 
Messaggi: 4013
Images: 12
Iscritto il: lun ago 24, 2009 17:35 pm
Località: Conca dei Giganti


Torna a Tecniche e materiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.