Fuoriuscita corda da rinvio

Consigli, tecniche, materiali e varie utilità.

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda wolf jak » gio ott 12, 2017 11:25 am

Il "jesus piece" nello slang americano è quel rinvio che non deve assolutamente aprirsi (la maggior parte delle volte si riferiscono al falso rinvio, quello che metti in sosta quando fai sicura col secchiello, per intenderci).

-2-
Avatar utente
wolf jak
 
Messaggi: 1450
Images: 0
Iscritto il: mar ott 13, 2015 12:06 pm
Località: Verona

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda scairanner » gio ott 12, 2017 12:18 pm

davide77 ha scritto:sapevo che entrando qua avrei avuto suggerimenti interessanti. vi ringrazio. e confesso di essere ignorante: non ho mai sentito parlare del "Jesus piece" . Ho provato a sgugolare ma...


C'è gente qua dentro che scala da decenni ed è la prima volta che sente questi termini stragneri ( me ad esempio), e credo che li dimenticherò serenamente senza alcun problema :wink:
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3140
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda davide77 » gio ott 12, 2017 16:20 pm

@kinobi: ecco ho appena trovato uno straccio di terminologia analitica in italiano.
Non ho ancora trovato quello che tu hai chiamato "basket".
Chissà se ha un corrispettivo italiano. Mah...

Immagine

Immagine
davide77
 
Messaggi: 57
Images: 7
Iscritto il: mer ott 11, 2017 17:39 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda funkazzista » gio ott 12, 2017 16:34 pm

Se lo chiami incavo penso che non si scandalizzi nessuno.
funkazzista
 
Messaggi: 6514
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda Kinobi » gio ott 12, 2017 18:07 pm

davide77 ha scritto: Non ho ancora trovato quello che tu hai chiamato "basket".
...


OT
Vecio, sono, a tuttora, la persona che è diventata come alla più giovane età allenatore federale di pallacanestro.
Basket is a religion.
Fine OT.

Incavo suona da moschettone sfatto.
Il basket è la conca dove appoggia la corda. Non saprei.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 4929
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda davide77 » gio ott 12, 2017 18:28 pm

E purtroppo la lingua italiana è lunga e prolissa. Ad esempio in un rinvio abbiamo “il moschettone superiore con leva dritta “ è “il moschettone inferiore con leva curva”. Un romanzo.
davide77
 
Messaggi: 57
Images: 7
Iscritto il: mer ott 11, 2017 17:39 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda funkazzista » gio ott 12, 2017 18:32 pm

davide77 ha scritto:E purtroppo la lingua italiana è lunga e prolissa. Ad esempio in un rinvio abbiamo “il moschettone superiore con leva dritta “ è “il moschettone inferiore con leva curva”. Un romanzo.

Beh, e in anglese sarebbe poi tanto più conciso?
funkazzista
 
Messaggi: 6514
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda scairanner » gio ott 12, 2017 21:19 pm

davide77 ha scritto:E purtroppo la lingua italiana è lunga e prolissa. Ad esempio in un rinvio abbiamo “il moschettone superiore con leva dritta “ è “il moschettone inferiore con leva curva”. Un romanzo.


da quando in qua una lingua è prolissa, casomai lo sarà chi la utilizza; e comunque in questo specifico caso il romanzo lo vedi solo tu mi pare.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3140
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda davide77 » ven ott 13, 2017 14:29 pm

Kinobi ha scritto:Ci sono tante possibilità affinchè la corda esca.
Tante.

Da come è rinviato, a essere messo perpendicolare. Metterlo perpendicolare è il sistema migliore per far uscire la corda. Basta solo guardare la leva ed immaginare una corda in caduta. La leva sporgente è un naturale invito.
Notte
E


ne deduco che bisogna sempre evitare che il rinvio si posizioni perpendicolarmente.

Ecco perchè spit e fittoni si sono evoluti in modo da avere orifizio verticale, che ha sostituito quasi del tutto le vecchie piastrine "sagomate" con orifizio orizzontale.

Immagine

In alpinismo però si possono trovare spesso punti di ancoraggio con orifizio orizzontale (chiodi con anello, cordini su clessidra ecc...). In questo caso sarebbe sufficiente

1) aggiungere un rinvio sotto al primo, oppure

2) girare il "moschettone inferiore del rinvio con leva curva"

Immagine

oppure 3) munirsi di grivel twin gate.

Sto delirando?
davide77
 
Messaggi: 57
Images: 7
Iscritto il: mer ott 11, 2017 17:39 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda Riccardomountain » ven ott 13, 2017 16:36 pm

Anche se pur remoto può accadere come hai potuto accertare
se non è completamente parallelo alla parete....
hai lo stesso problema della corda rinviata al contrario #-o
Riccardo
Riccardomountain
 
Messaggi: 337
Images: 5
Iscritto il: lun gen 14, 2013 10:39 am

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda VECCHIO » ven ott 13, 2017 16:42 pm

Ricordatevi che quando si hanno dei dubbi troppo grandi è meglio non scalare, ma se si vuole comunque scalare è meglio non cadere.
E' raro che succeda qualcosa se non si cade!
Bisogna avere però sempre dei grossi dubbi e tanta paura per non cadere mai.
....ALPINISTA......NO GUIDA....... questa mi scombussola
Scalare con gli esperti del cai... son sempre dei grossi guai...... questa mi piace
VECCHIO
 
Messaggi: 2913
Images: 0
Iscritto il: lun ott 12, 2009 22:00 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda Riccardomountain » ven ott 13, 2017 16:50 pm

A proposito di cadute e paure
sono caduto in auto sicura per circa 10 m, mentre scendevo sul ramo non fissato
si era creato un grumo di onde di torsione sotto un rinvio di 10 m nel ramo fissato a terra
di circa appunto.
Le botte che ho dato sono state innumerevoli e le ricordo tutte!!!!
Ogni volta che vado le risento!!! =P~
Riccardo
Riccardomountain
 
Messaggi: 337
Images: 5
Iscritto il: lun gen 14, 2013 10:39 am

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda Kinobi » ven ott 13, 2017 16:56 pm

VECCHIO ha scritto:Ricordatevi che quando si hanno dei dubbi troppo grandi è meglio non scalare...i.


@ davide77
Tu stai cercando riposte, ma il problema di fondo è che non ha accettato lo spirito dello sport.
Pensa sopra, datti una pausa. Ma nell'arrampicata, ci sta che la corda esca o lo spit si rompa.
Fattene una ragione. Se non lo accetti, lascia stare.
Avevi il casco?
Avevi il moschettone sul freno antirotazione?
Avevi la polizza vita? L'assicuratore la aveva?
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 4929
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda davide77 » sab ott 14, 2017 11:03 am

@kinobi, non è esattamente così. Io sono pienamente consapevole del rischio e lo accetto. Sono pienamente consapevole che non potrò mai raggiungere il pieno controllo di tutto e lo accetto. Accettare il rischio ed essere consapevole di non poter mai ottenere il 100% del controllo, tuttavia, secondo me non mi esonera dal dovere (e il piacere) di studiare, approfondire, non dare mai nulla per scontato, pormi umilmente domande, anche apparentemente banali e accettare l’idea di aver compiuto errori, anche banali. Il punto è un altro. Che per spiegare il mio volo di 35 metri dovrei supporre la fuoriuscita della corda da 2 rinvii, non da 1. Il che mi sembra statisticamente quantomeno improbabile. Sarebbe molto più semplice ipotizzare che il mio socio non ha frenato, o non lo ha fatto in modo corretto. Oppure trovare una terza ipotesi, che però ancora non vedo. Ma qui non si tratta di “individuare colpe” o “attribuire responsabilità”, quanto di percorrere ipotesi e analizzarle. In modo da trasformare un brutto incidente in un piccolo laboratorio di analisi. Senza nessuna pretesa di voler dominare ciò che per sua natura non si può dominare (ed è il suo fascino e, a volte, purtroppo, anche il suo lato tragico)
davide77
 
Messaggi: 57
Images: 7
Iscritto il: mer ott 11, 2017 17:39 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda Kinobi » sab ott 14, 2017 12:13 pm

Non so come e perchè. Se hai fatto 35 metri di volo, e ti ricordi come erano le protezioni nel senso di spazio, ti dai delle risposte. Da non sottovalutare l'assicuratore assorto.

Posso dire che la corda può uscire dal rinvio, ma non due volte e consecutivamente.
Per cui, o le protezioni erano lunghe, o altre protezioni si sono tolte, o l'assicuratore dormiva.
Non vedo altre ipotesi.
E' per quello che io consiglio comunque freni autobloccanti sempre se hai una corda singola.
E
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 4929
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda davide77 » sab ott 14, 2017 14:04 pm

Avevo due mezze assicurate con reverso Petzl 4. Mi hanno detto che il Mega Jul della Edelrid è autobloccante per due mezze, ma ho capito che è adatto più per le multipitch sportive che per le vie dove le protezioni sono meno solide.
davide77
 
Messaggi: 57
Images: 7
Iscritto il: mer ott 11, 2017 17:39 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda scairanner » sab ott 14, 2017 17:22 pm

Ma a quanti metri dal rinvio che ha tenuto ti trovavi, più o meno? E com'era la parete, verticale, appoggiata...
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3140
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda davide77 » sab ott 14, 2017 21:00 pm

Direi via nel primo tiro leggermente appoggiata. Nel secondo più verticale. Secondo l’aprItore, che il giorno stesso dell’incidente o il giorno dopo ha fatto un sopralluogo, ero a due o tre metri dall’ultima protezione.
davide77
 
Messaggi: 57
Images: 7
Iscritto il: mer ott 11, 2017 17:39 pm

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda scairanner » sab ott 14, 2017 22:02 pm

davide77 ha scritto:Direi via nel primo tiro leggermente appoggiata. Nel secondo più verticale. Secondo l’aprItore, che il giorno stesso dell’incidente o il giorno dopo ha fatto un sopralluogo, ero a due o tre metri dall’ultima protezione.


Scusa, ma spiegaci bene una volta per tutte, altrimenti si va avanti per supposizioni: cosa ne sa l'apritore di dove eri? 2/3 metri dall'ultima protezione che ha tenuto il volo? Quindi desumo 1 metro sopra al moschettone che si è aperto? In questo caso mi sembra strano che possa essersi aperto, 1 metro sopra sei lì... (non è che hai creduto di passare la corda e non l'hai passata?)
Comunque sia, nel caso che tu fossi stato molto in alto dalla sosta, considerando corda lasca, allungamento elastico, salcazzi vari, te la saresti dovuta cavare con una decina di metri di volo al massimo.... mah.
-Come sarà la scalata di Adam Ondra nel 2030?
-Arrampicherò di certo. Spero di non scalare peggio di quanto non faccia ora...


-meno internet, più cabernet
Avatar utente
scairanner
 
Messaggi: 3140
Images: 9
Iscritto il: lun ago 26, 2013 22:10 pm
Località: est-iva

Re: Fuoriuscita corda da rinvio

Messaggioda davide77 » dom ott 15, 2017 9:11 am

L’apritore è riuscito ad individuare il punto in cui si notava un crollo fresco. Approssimativamente ha calcolato la distanza dall’ultima protezione prima del volo in due o tre metri.
Se tutto avesse funzionato avrei dovuto volare 6 metri + salcazzi.
Che cosa non ha funzionato?
Non è chiaro.
Tuttavia vedo 3 ipotesi.

1) il non razionale, il non conoscibile

2) io avevo messo tre protezioni + rinvio alla sosta. Le ultime due protezioni non hanno funzionato perché la corda è uscita da entrambe (???) la prima protezione non avrebbe funzionato perché inibita da una forcella di legno posta leggermente al di sopra dove la corda si sarebbe incastrata , vanificando così il freno dell’assicuratore ma salvandomi dall’impatto al suolo (ipotesi difficilior )
3) La forcella di legno non è strettamente necessaria: mi sono salvato perché la corda è finita, ha esaurito il suo sviluppo lungo il volo. Per verificare se questa sia un’ipotesi ammissibile sarebbe indispensabile tornare in loco. Ma se questo fosse successo, l’assicuratore avrebbe dovuto fallire l’azione frenante e soprattutto ricevere una botta enorme sull imbrago, cosa che lui dice non essere avvenuto perché si è frapposta una forcella di legno che ha bloccato la corda e inibito l’azione del suo freno e del primo rinvio messo subito dopo la sosta.
davide77
 
Messaggi: 57
Images: 7
Iscritto il: mer ott 11, 2017 17:39 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Tecniche e materiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.