dove andrà l'arrampicata?

Area dedicata all'arrampicata sportiva e al bouldering.

dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda giorgiolx » mar apr 21, 2015 12:21 pm

l'alpinismo in montagna...e l'arrampicata?

http://www.up-climbing.com/it/news/fale ... -a-10-anni

dopo questa news non ha più senso nulla :D diventerà uno sport per bambini tipo la ginnastica artistica dove a 20 anni le atlete sono vecchie :)

comunque il 8c/9a ormai è un grado accessibile a tantissimi
i top climber affermati...devono darsi una mossa a reinventare l'arrampicata altrimenti fra un paio di anni ci saranno bambini che fanno il 9a e professionisti che fanno il 9a+...e non ha senso :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
vado a uccidere il frigorifero che mi sta fissando

Klaatu, Barada, Nikto!
Avatar utente
giorgiolx
 
Messaggi: 13723
Images: 67
Iscritto il: gio ago 09, 2007 17:10 pm
Località: 1060 West Addison

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda PIEDENERO » mar apr 21, 2015 13:34 pm

giorgiolx ha scritto:l'alpinismo in montagna...e l'arrampicata?

http://www.up-climbing.com/it/news/fale ... -a-10-anni

dopo questa news non ha più senso nulla :D diventerà uno sport per bambini tipo la ginnastica artistica dove a 20 anni le atlete sono vecchie :)

comunque il 8c/9a ormai è un grado accessibile a tantissimi
i top climber affermati...devono darsi una mossa a reinventare l'arrampicata altrimenti fra un paio di anni ci saranno bambini che fanno il 9a e professionisti che fanno il 9a+...e non ha senso :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

e noi Giorgetta checcefreca, tanto mungeremo sempre dal salcazzo C o C+ in poi :cry:
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 6958
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda Pié » mar apr 21, 2015 14:57 pm

PIEDENERO ha scritto:e noi Giorgetta checcefreca, tanto mungeremo sempre dal salcazzo C o C+ in poi :cry:


Bravo Piede,
io la soluzione l'avevo già trovata taanti anni fa quando ero ggiovane 8)
Immagine
evviva la burtleina!
Avatar utente
Pié
 
Messaggi: 3430
Images: 33
Iscritto il: mar giu 10, 2003 16:41 pm
Località: migrato in magozia

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda Franz the Stampede » mar apr 21, 2015 17:04 pm

giorgiolx ha scritto:l'alpinismo in montagna...e l'arrampicata?

http://www.up-climbing.com/it/news/fale ... -a-10-anni

dopo questa news non ha più senso nulla :D diventerà uno sport per bambini tipo la ginnastica artistica dove a 20 anni le atlete sono vecchie :)

comunque il 8c/9a ormai è un grado accessibile a tantissimi
i top climber affermati...devono darsi una mossa a reinventare l'arrampicata altrimenti fra un paio di anni ci saranno bambini che fanno il 9a e professionisti che fanno il 9a+...e non ha senso :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:



No, no, no.
Quante ripetizioni di Action Directe da parte di donne? Zero.
Quante ripetizioni di Action Directe da parte di bambini sotto i 14 anni? Zero.
Quante ripetizioni di "roba tennica" dura (leggi: Manolo) da parte di bambini sotto i 14 anni? Zero.
Cosa chiudono a vista? Non troppo...

Fare un 8c non ti trasforma automaticamente in un climber da 8c. Quasi tutti i casi di bambini e bambine fenomenali sono dati da exploit accuratamente scelti per quanto riguardo lo stile dell'arrampicata. E da situazioni di red point. I bambini hanno dei chiari vantaggi a livello di pompa e di "dimensione relativa" delle prese. E hanno praticamente tutti quel vantaggio, è una cosa biologica/biomeccanica/orcozzio™. Maschi e femmine, non c'è quasi differenza.
Come maturi, finisci con l'avere punti di forza e debolezze diverse. Prendendo il tuo esempio, secondo me ci può stare che esistano dei 7b che troveresti facili, ma bisogna capire quali sono e dove sono. Per i bocia il problema non si pone perché è risaputo che avranno ben più che una marcia in più in megastrapiombi con zanche o in vie/boulder con prese microbilliche (per gli adulti ma non per loro) ma movimenti non troppo lunghi. Quindi daje con Rodellar, Margalef, Tetto di Sarre, Red River Gorge.
Sì, sanno fare quegli 8c. Sicuro, comprovato. Welcome to Tijuana è stato il primo anche di Brooke Raboutou.
Ma è una faccenda di "interpretazione della performance". Ormai ci sono così tante vie, in così tanti posti su tipi di roccia così diversi, che confrontare un certo grado in posti diversi e stili diversi ha a malapena senso.
Per di più il redpoint permette di chiudere un tiro anche con un bagaglio tecnico ridotto, perché hai tutto il tempo di capire i movimenti etc.
Infatti, se vai a vedere le onsight, "casca l'asino", per così dire.

Angie Scarth-Johnson (10 anni):
max RP: 8c×1, 8b×2
max OS: 7c×1, 7b+×1

Loic Zehani (quando aveva 12 anni):
max RP: 8a+×2
max OS: 7b×1 (flash), 7a+×1 (OS), 7a+×1 (Flash)

Cameron Hörst (quando aveva 11 anni):
max RP: 8b+×3
max OS: 7c (1 OS, 2 Flash)

Ma non sempre. Per dire Ondra e la giovane romana Laura Rogora avevano/hanno una differenza tra OS e RP davvero ristretta. Però si cerca sempre il sensazionalismo del gradone fatto in lavorato. Discorso che a dire il vero vale anche per i grandi, eh.
"Das Gehirn ist der wichtigste Muskel beim Klettern"
W. Güllich

"Die Truthühner ist der wichtigste Vogel im Forum"
FtS
Franz the Stampede
 
Messaggi: 1662
Iscritto il: ven giu 18, 2010 21:39 pm
Località: Oslo/Milano/cheneso

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda Vigorone » mer apr 22, 2015 9:48 am

Questo ragazzo e' troppo vecchio per stare nella lista?? :oops: :oops: :D :D =D> =D>

http://www.up-climbing.com/it/news/fale ... boristeria
http://liguriaverticale.blogspot.it/201 ... ceuse.html
http://www.up-climbing.com/it/articoli/ ... --last-man
http://www.up-climbing.com/it/news/fale ... stelbianco

Franz the Stampede ha scritto:No, no, no.
Angie Scarth-Johnson (10 anni):
max RP: 8c×1, 8b×2
max OS: 7c×1, 7b+×1

Loic Zehani (quando aveva 12 anni):
max RP: 8a+×2
max OS: 7b×1 (flash), 7a+×1 (OS), 7a+×1 (Flash)

Cameron Hörst (quando aveva 11 anni):
max RP: 8b+×3
max OS: 7c (1 OS, 2 Flash)

Ma non sempre. Per dire Ondra e la giovane romana Laura Rogora avevano/hanno una differenza tra OS e RP davvero ristretta. Però si cerca sempre il sensazionalismo del gradone fatto in lavorato. Discorso che a dire il vero vale anche per i grandi, eh.
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
Avatar utente
Vigorone
 
Messaggi: 3371
Images: 0
Iscritto il: lun giu 23, 2014 8:04 am
Località: Una citta' multietnica ai piedi delle Alpi

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda giorgiolx » mer apr 22, 2015 10:02 am

infatti...franz, il tuo ragionamento non regge...

non mi viene in mente nessuno sport dove la differenza fra un professionista e un bambino di 10/12 anni sia così minima

messa così...o i professionisti fanno un balzo in avanti mostruoso...oppure l'arrampicata sportiva come sport professionistico è morta :roll: :roll: :roll:

va beh, andrà in montagna :)
vado a uccidere il frigorifero che mi sta fissando

Klaatu, Barada, Nikto!
Avatar utente
giorgiolx
 
Messaggi: 13723
Images: 67
Iscritto il: gio ago 09, 2007 17:10 pm
Località: 1060 West Addison

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda funkazzista » mer apr 22, 2015 10:39 am

Mah, si, no, boh...

A parte che, come giustamente premesso da altri, il problema riguarderebbe appunto i professionisti e non certo i recreational climber come il sottoscritto, mi sembra che ci sia una differenza rispetto alla ginnastica artistica: nessuno fa ginnastica artistica per diletto, la pratica della ginnastica artistica è finalizzata alle gare, non al piacere personale, e senza le gare la ginnastica artistica non esisterebbe (ovviamente sarò smentito in tempo zero).

In arrampicata, lo sappiamo bene, non è così.
Gli atleti sponsorizzati (che, tra l'altro sono solo una parte dei professionisti) hanno un posto nel mercato (è di schei che si parla, no?) perché fanno sognare le persone.
Quindi ci vogliono si le capacità tecniche, ma da sole non bastano.
Vedi l'ormai abusatissimo caso di Sierra Blair-Coyle (che quasi mi spiace tirare ancora in ballo), vedi i casi di fortissimi climber che vengono "licenziati" perché non si promuovono e quindi la gente non sa niente di loro (leggere qui), vedi la differenza ad esempio fra lo "stile Favresse" e quello di qualche climber altrettanto forte ma musone e incapace di raccontarsi.
Se in autostrada incontri uno che va contromano puoi dire "Và che collione!".
Ma se vedi che tutti vanno contromano forse è meglio che ti chiedi se il collione sei tu.
funkazzista
 
Messaggi: 6405
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda coniglio » mer apr 22, 2015 10:52 am

detto un po' OT

a me fanno sognare, sì, le ammeriganate sciarmiche...c***o!
ma quando ti imbatti in falesia in gente - che lavora e ha famiglia e non è più giovanissima - che scala
solo il we o strappa qualche ora infrasettimanale, che prova a muerte
tiri impegnativi che richiedono dedizione o sacrificio e che comunque
mantiene intatta la passione e l'equilibrio esistenziale nonostante tutto, è lì che sogno davvero.
voglio diventare così.
vedere 50enni con famiglia a vista sul 7c/8a è una lezione incredibile di passione dedizione
umiltà...
nonchè un invito a tutti a prendersi meno sul serio.

detto un po' OT.


:)
consumate merce. sopportate il mondo.
Avatar utente
coniglio
 
Messaggi: 6821
Iscritto il: lun nov 22, 2010 21:52 pm

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda PIEDENERO » mer apr 22, 2015 10:57 am

coniglio ha scritto:detto un po' OT

a me fanno sognare, sì, le ammeriganate sciarmiche...c***o!
ma quando ti imbatti in falesia in gente - che lavora e ha famiglia e non è più giovanissima - che scala
solo il we o strappa qualche ora infrasettimanale, che prova a muerte
tiri impegnativi che richiedono dedizione o sacrificio e che comunque
mantiene intatta la passione e l'equilibrio esistenziale nonostante tutto, è lì che sogno davvero.
voglio diventare così.
vedere 50enni con famiglia a vista sul 7c/8a è una lezione incredibile di passione dedizione
umiltà...
nonchè un invito a tutti a prendersi meno sul serio.

detto un po' OT.


:)

dopo queste tue care parole sento rinnovato in me quel puro sentimento di affetto e amore nei tuoi confronti che andava lentamente assopendosi.

love :smt057

:lol:
Avatar utente
PIEDENERO
 
Messaggi: 6958
Images: 4
Iscritto il: gio set 22, 2011 18:26 pm
Località: Sodor

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda coniglio » mer apr 22, 2015 11:03 am

PIEDENERO ha scritto:
coniglio ha scritto:detto un po' OT

a me fanno sognare, sì, le ammeriganate sciarmiche...c***o!
ma quando ti imbatti in falesia in gente - che lavora e ha famiglia e non è più giovanissima - che scala
solo il we o strappa qualche ora infrasettimanale, che prova a muerte
tiri impegnativi che richiedono dedizione o sacrificio e che comunque
mantiene intatta la passione e l'equilibrio esistenziale nonostante tutto, è lì che sogno davvero.
voglio diventare così.
vedere 50enni con famiglia a vista sul 7c/8a è una lezione incredibile di passione dedizione
umiltà...
nonchè un invito a tutti a prendersi meno sul serio.

detto un po' OT.


:)

dopo queste tue care parole sento rinnovato in me quel puro sentimento di affetto e amore nei tuoi confronti che andava lentamente assopendosi.

love :smt057

:lol:


io invece non ho mai smesso di pensarti. ho sofferto tanto...
ti ho sempre amato

consumate merce. sopportate il mondo.
Avatar utente
coniglio
 
Messaggi: 6821
Iscritto il: lun nov 22, 2010 21:52 pm

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda giorgiolx » mer apr 22, 2015 11:05 am

coniglio ha scritto:detto un po' OT

a me fanno sognare, sì, le ammeriganate sciarmiche...c***o!
ma quando ti imbatti in falesia in gente - che lavora e ha famiglia e non è più giovanissima - che scala
solo il we o strappa qualche ora infrasettimanale, che prova a muerte
tiri impegnativi che richiedono dedizione o sacrificio e che comunque
mantiene intatta la passione e l'equilibrio esistenziale nonostante tutto, è lì che sogno davvero.
voglio diventare così.
vedere 50enni con famiglia a vista sul 7c/8a è una lezione incredibile di passione dedizione
umiltà...
nonchè un invito a tutti a prendersi meno sul serio.

detto un po' OT.


:)



l'altro lato della medaglia è vedere gente che per passare dal 7c al 7c+ si pesa la pasta del giorno al mattino ...cucinata rigorosamente senza sale e condita con un filo di olio :roll:
vado a uccidere il frigorifero che mi sta fissando

Klaatu, Barada, Nikto!
Avatar utente
giorgiolx
 
Messaggi: 13723
Images: 67
Iscritto il: gio ago 09, 2007 17:10 pm
Località: 1060 West Addison

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda coniglio » mer apr 22, 2015 11:06 am

giorgiolx ha scritto:
coniglio ha scritto:detto un po' OT

a me fanno sognare, sì, le ammeriganate sciarmiche...c***o!
ma quando ti imbatti in falesia in gente - che lavora e ha famiglia e non è più giovanissima - che scala
solo il we o strappa qualche ora infrasettimanale, che prova a muerte
tiri impegnativi che richiedono dedizione o sacrificio e che comunque
mantiene intatta la passione e l'equilibrio esistenziale nonostante tutto, è lì che sogno davvero.
voglio diventare così.
vedere 50enni con famiglia a vista sul 7c/8a è una lezione incredibile di passione dedizione
umiltà...
nonchè un invito a tutti a prendersi meno sul serio.

detto un po' OT.


:)



l'altro lato della medaglia è vedere gente che per passare dal 7c al 7c+ si pesa la pasta del giorno al mattino ...cucinata rigorosamente senza sale e condita con un filo di olio :roll:


lo dico sempre che basterebbe digiunare!!! eccazzo!!! :lol: :lol: :lol:
consumate merce. sopportate il mondo.
Avatar utente
coniglio
 
Messaggi: 6821
Iscritto il: lun nov 22, 2010 21:52 pm

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda giorgiolx » mer apr 22, 2015 11:15 am

funkazzista ha scritto:Mah, si, no, boh...

A parte che, come giustamente premesso da altri, il problema riguarderebbe appunto i professionisti e non certo i recreational climber come il sottoscritto, mi sembra che ci sia una differenza rispetto alla ginnastica artistica: nessuno fa ginnastica artistica per diletto, la pratica della ginnastica artistica è finalizzata alle gare, non al piacere personale, e senza le gare la ginnastica artistica non esisterebbe (ovviamente sarò smentito in tempo zero).

In arrampicata, lo sappiamo bene, non è così.
Gli atleti sponsorizzati (che, tra l'altro sono solo una parte dei professionisti) hanno un posto nel mercato (è di schei che si parla, no?) perché fanno sognare le persone.
Quindi ci vogliono si le capacità tecniche, ma da sole non bastano.
Vedi l'ormai abusatissimo caso di Sierra Blair-Coyle (che quasi mi spiace tirare ancora in ballo), vedi i casi di fortissimi climber che vengono "licenziati" perché non si promuovono e quindi la gente non sa niente di loro (leggere qui), vedi la differenza ad esempio fra lo "stile Favresse" e quello di qualche climber altrettanto forte ma musone e incapace di raccontarsi.



infatti io parlavo di arrampicata sportiva professionistica...che forse non ha già più senso di esistere :)

sai che storia se alle prime olimpiadi in cui ci sarà l'arrampicata un bambino di 14 anni arriva sul podio ??? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

poi che arrampicare sia una cosa fica e ti diverti anche se fai il 5c/6a è un altro discorso...

e favresse non fa sognare quando va in falesia ma quando va a piedi in groenlandia...ma non è già più arrampicata sportiva
vado a uccidere il frigorifero che mi sta fissando

Klaatu, Barada, Nikto!
Avatar utente
giorgiolx
 
Messaggi: 13723
Images: 67
Iscritto il: gio ago 09, 2007 17:10 pm
Località: 1060 West Addison

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda funkazzista » mer apr 22, 2015 11:23 am

giorgiolx ha scritto:
funkazzista ha scritto:Mah, si, no, boh...

A parte che, come giustamente premesso da altri, il problema riguarderebbe appunto i professionisti e non certo i recreational climber come il sottoscritto, mi sembra che ci sia una differenza rispetto alla ginnastica artistica: nessuno fa ginnastica artistica per diletto, la pratica della ginnastica artistica è finalizzata alle gare, non al piacere personale, e senza le gare la ginnastica artistica non esisterebbe (ovviamente sarò smentito in tempo zero).

In arrampicata, lo sappiamo bene, non è così.
Gli atleti sponsorizzati (che, tra l'altro sono solo una parte dei professionisti) hanno un posto nel mercato (è di schei che si parla, no?) perché fanno sognare le persone.
Quindi ci vogliono si le capacità tecniche, ma da sole non bastano.
Vedi l'ormai abusatissimo caso di Sierra Blair-Coyle (che quasi mi spiace tirare ancora in ballo), vedi i casi di fortissimi climber che vengono "licenziati" perché non si promuovono e quindi la gente non sa niente di loro (leggere qui), vedi la differenza ad esempio fra lo "stile Favresse" e quello di qualche climber altrettanto forte ma musone e incapace di raccontarsi.



infatti io parlavo di arrampicata sportiva professionistica...che forse non ha già più senso di esistere :)

sai che storia se alle prime olimpiadi in cui ci sarà l'arrampicata un bambino di 14 anni arriva sul podio ??? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Ah, ma allora parli delle gare di arrampicata, non dei top climber in generale :wink:
Se in autostrada incontri uno che va contromano puoi dire "Và che collione!".
Ma se vedi che tutti vanno contromano forse è meglio che ti chiedi se il collione sei tu.
funkazzista
 
Messaggi: 6405
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda giorgiolx » mer apr 22, 2015 11:45 am

funkazzista ha scritto:Ah, ma allora parli delle gare di arrampicata, non dei top climber in generale :wink:



arrampicata sportiva :)
quella che si fa in palestra di roccia :wink:
vado a uccidere il frigorifero che mi sta fissando

Klaatu, Barada, Nikto!
Avatar utente
giorgiolx
 
Messaggi: 13723
Images: 67
Iscritto il: gio ago 09, 2007 17:10 pm
Località: 1060 West Addison

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda funkazzista » mer apr 22, 2015 11:56 am

giorgiolx ha scritto:
funkazzista ha scritto:
giorgiolx ha scritto:infatti io parlavo di arrampicata sportiva professionistica...che forse non ha già più senso di esistere :)

sai che storia se alle prime olimpiadi in cui ci sarà l'arrampicata un bambino di 14 anni arriva sul podio ??? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Ah, ma allora parli delle gare di arrampicata, non dei top climber in generale :wink:


arrampicata sportiva :)
quella che si fa in palestra di roccia :wink:

Gasp... allora non capisco più... olimpiadi e podi non c'entrano con l'arrampicata sportiva, quella che si fa in palestra di roccia... o no?!?

Comunque, io la vedo così:
a. In futuro i ragazzini domineranno le gare? Può anche darsi.
b. In futuro i climber sponsorizzati saranno tutti ragazzini? No, non credo.

Concludendo: Immagine
Se in autostrada incontri uno che va contromano puoi dire "Và che collione!".
Ma se vedi che tutti vanno contromano forse è meglio che ti chiedi se il collione sei tu.
funkazzista
 
Messaggi: 6405
Images: 10
Iscritto il: mar giu 28, 2011 16:03 pm

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda coniglio » mer apr 22, 2015 12:05 pm

funkazzista ha scritto:
Concludendo: Immagine


quote!


è più interessante scannarsi sul tickmarks on-sight


Immagine
consumate merce. sopportate il mondo.
Avatar utente
coniglio
 
Messaggi: 6821
Iscritto il: lun nov 22, 2010 21:52 pm

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda giorgiolx » mer apr 22, 2015 12:08 pm

funkazzista ha scritto:
giorgiolx ha scritto:
funkazzista ha scritto:
giorgiolx ha scritto:infatti io parlavo di arrampicata sportiva professionistica...che forse non ha già più senso di esistere :)

sai che storia se alle prime olimpiadi in cui ci sarà l'arrampicata un bambino di 14 anni arriva sul podio ??? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Ah, ma allora parli delle gare di arrampicata, non dei top climber in generale :wink:


arrampicata sportiva :)
quella che si fa in palestra di roccia :wink:

Gasp... allora non capisco più... olimpiadi e podi non c'entrano con l'arrampicata sportiva, quella che si fa in palestra di roccia... o no?!?

Comunque, io la vedo così:
a. In futuro i ragazzini domineranno le gare? Può anche darsi.
b. In futuro i climber sponsorizzati saranno tutti ragazzini? No, non credo.

Concludendo: Immagine


beh, a parte franz che però non ci capisce una fava...sappiamo tutti che plastica non ha senso senza roccia ... io parlo dei climber da 9a...insomma quelli che arrampicano in falesia sul durissimo nei posti di moda e che quasi sempre poi fanno o hanno fatto le gare su plastica :)

e comunque mi sembra che negli ultimi anni il gap fra bambini di 10/14 anni e i climber pro...si stia assottigliando pericolosamente...quando non ci sarà più...avremmo una schiera di bambini che gareggerà alla pari con climber professionisti e a quel punto non avrà più senso :D sarebbe come far correre il tour de france a juniores sapendo che se la potrebbero giocare con nibali o contador :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
vado a uccidere il frigorifero che mi sta fissando

Klaatu, Barada, Nikto!
Avatar utente
giorgiolx
 
Messaggi: 13723
Images: 67
Iscritto il: gio ago 09, 2007 17:10 pm
Località: 1060 West Addison

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda Franz the Stampede » mer apr 22, 2015 15:01 pm

Questa specie di crescita, questa situazione strana in cui i bambini performano come professionisti è data da vari fattori

1 - Arrampicata = sport ancora giovane. Da Ondra in poi, stiamo assistendo alla prima generazione di bambini e bambine che hanno cominciato ad arrampicar da subito. Ripeto, Ondra, i Raboutou, gli Hörst, Angie Cazzi e Mazzi, Oddo, Lama poco prima etc. Il fatto che questi a 13 anni (dopo quasi 10 anni vissuti in famiglie arrampicatorie o con genitori cmq accomodanti) chiudessero come un Dani Andrada che ha cominciato a 12 anni usando il muro di casa, la cosa non mi fa specie.
Infatti questa tanto millantata uguaglianza tra bocia e professionisti non fa già più testo se escludi le generazioni di quelli che non hanno cominciato a 3 anni.
I bocia di adesso si tengono più dei primi esemplari della "generazione saturazione" (Ondra, Megos, Oddo se avesse continuato in falesia)? No, fanno l'8c/9a in qualche giorno, Ondra e Megos li hanno fatti a vista.

I bocia di adesso si tengono di più di Ondra quando il ceco aveva la loro età? Più o meno uguale, di più sul red point (il perché l'ho spiegato già prima prima), molto meno sull'a vista.

Quindi nel 2020, quando Ashima & co faranno i 9b e i 9b+, i bambini che avranno 10 anni allora staranno sempre sull'8c perché abbiamo grossomodo raggiunto il limite di quanta arrampicata puoi far fare a un bambino. Eventuali exploit superiori a questo saranno dovuti a vie o blocchi particolarmente adatti ai bambini e come sempre l'a vista ridimensionerà le cose.

2 - L'unica eccezione e quindi l'unica conferma di "bambino che si tiene come un professionista" si applicherà solo ai professionisti che non fanno del puro grado il motivo della loro professionalità. Gli esempi ci sono già: Sierra, quell'hipster di Joey Kinder, tutti quelli che cominciano ad essere vecchiotti ma che fanno foto, chiodano un botto e restano delle "autorità". Questo è dato dal fatto che l'arrampicata su roccia non è uno sport "inquadrato" come il tennis, la ginnastica artistica, il basket etc dove davvero conta solo vincere.
Secondo me, comunque, i "lifestyle" climber che al momento campano cmq di gradi (es: quasi tutti i mmmerigani, Nalle, i nostri Ghisolfi e Moroni, gli spagnoli non garisti) nel futuro avranno sempre più difficoltà a campare di soli gradi perché i garisti faranno sempre più bella figura su roccia (vedasi i 9b di Amma e Schubert dell'inverno scorso, McColl che di recente ha spaccato a Fontainebleau etc). E la presenza di tali "lifestyle" climber (che ok, si chiudono tanto ma onestamente potrebbero fare molto di più se si allenassero come i garisti) è anche uno dei motivi per cui al momento sembra che i bambini siano come i professionsiti di alto livello...

3 - Gare: anche qui, il caso di Ondra fenomeno a 16 anni in gara, Johanna Ernst etc è stato facilitato dal fatto che fossero i primi esemplari della "generazione saturazione" vs gente che aveva cominciato molto più tardi. La cosa andrà a scemare e sparire nel futuro, sicuramente più che non in roccia dov'è c'è sempre il redpointing paraculo e lo scegliersi la via o il blocco che ti si addice, mentre in gara sono altri a tracciare e cercando di testare tutte le abilità.

In pratica l'arrampicata andrà dove vanno la maggior parte degli altri sport: sei al top tra i 25 e i 32 anni.

ps: tra l'altro mi verrebbe da dire che il successo di giovanissimi nella ginnastica artistica (dalla Comaneci in poi) ha qualche similitudine con i bambini che fanno redpoint mostruosi proprio perché la performance di una routine di ginnastica si riduce a mera ri-esecuzione di qualcosa che il tuo allenatore ha creato per te e che hai avuto modo di preparare in maniera totale. La tua esperienza, la tua intuizione etc contano fino a un certo punto, non è così in altri sport. Se le gare di ginnastica consistessero nel vedere una routine su video 2-3 volte per poi far gara a chi riesce ad andarci più vicino dopo averla provata per un paio d'ore, avremmo avuto così tanti campioni giovanissimi?
"Das Gehirn ist der wichtigste Muskel beim Klettern"
W. Güllich

"Die Truthühner ist der wichtigste Vogel im Forum"
FtS
Franz the Stampede
 
Messaggi: 1662
Iscritto il: ven giu 18, 2010 21:39 pm
Località: Oslo/Milano/cheneso

Re: dove andrà l'arrampicata?

Messaggioda Mork » mer apr 22, 2015 15:49 pm

Quoto tutto.
Sopratutto il fatto che su roccia ti scegli e ti provi la via, mentre in gara quello che trovi trovi. Mettici una bella canna grossa, e un bambino con le mani piccole non la terra mai credo, per questioni meramente meccaniche.
Avatar utente
Mork
 
Messaggi: 1256
Iscritto il: ven giu 10, 2005 8:02 am
Località: Südtirol

Prossimo

Torna a Arrampicata - Falesie - Boulder

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.